Vai al contenuto

Mylady

Scrittore
  • Numero contenuti

    25
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Mylady

  • Rank
    Scribacchina

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Mylady

    Tipo di energia prodotta dal cervello umano

    .grazie@ElleryQ , articolo molto intefessante.
  2. Mylady

    Tipo di energia prodotta dal cervello umano

    Vi ringrazio tutti. In realtà intendevo proprio energia elettrica o magnetica. So che e' stato dimostrato che il cervello umano produce onde elettromagnetiche a frequenza diversa a seconda della fase in cui si trova ( alfa = vigile , beta e theta sonno profondo e fase rem ecc). Mi interessa quelle prodotte in fase gamma, lambda e iper lamba, in fase quindi di grande sforzo mentale, ira o estremo terrore. Volevo sapere se qualcuno di voi sa se hanno mai provato ad imbrigliare e trasformare tale energia.
  3. Mylady

    Ciao a tutti, mi presento

    grazie@ElleryQ , speriamo. Grazie a tutti per il benvenuto:)
  4. Mylady

    L'esperienza

    Ciao @Maquisse , Innanzitutto, a costo di andare OT, ti esprimo la mia solidarieta' per la tua situazione, in cui si trovano ormai troppe persone. Ti esorto a non buttarti giù e a ricordare sempre che l'avere o meno un lavoro o il saldo del conto in banca non definisce ,nella maniera più assoluta ,ciò che siamo. Mi ci sono trovata anch'io e so bene come ci si sente. Le cose cambieranno, ne sono certa, nel frattempo ti prego di continuare a scrivere e non buttarti giu mai. Ora al tuo racconto: argomento difficile, ma a mio avviso hai reso bene la confusione del protagonista sulla propria identità. Io lo avrei scritto in prima persona, ma e' gusto mio, le storie particolarmente introspettive mi aiutano ad immedesimarmi meglio se scritte in prima persona. A parte i vari errori di battitura che ti hanno gia' fatto notare ed il passare da un tempo verbale all'altro senza motivo, avrei evitato la ripetizione dei nomi nella scena dell'incubo. Sono solo loro due, potevi sostituire i nomi coi semplici "lui","lei". La scena finale poteva essere un po' più articolata ( ci avrei visto un dialogo interiore dove per un momento lui si da dello sciocco dicendosi di non essere gay, con temporaneo sospiro di sollievo mentre ride di se stesso davanti allo specchio, per poi avere invece la conferma con caduta delle sue illusioni quando si trova davanti l'altro uomo, ma e' una mia visione). A rileggerti
  5. Mylady

    Ciao a tutti, mi presento

    grazie a tutti per il benvenuto
  6. @M. Bamboo G. e' un'idea, ma s hai un libro che ti e' costato anni di fatiche, difficile che lo mandi ad un concorso, almeno secondo il mio personale pensiero. Perché o lo mandi ad un concorso nazionale dove il premio e' la pubblicazione con qualche grossa ce, e questo stravince, o te lo bruci. Non sarebbe più "inedito".
  7. Mylady

    GonZo Editore

    grazie per le correzioni@Niko :)
  8. Mylady

    Ciao a tutti, mi presento

    Buonasera a tutti, Mi chiamo Stefania, ho 36 anni e scrivo da Carrara. Sono un'insaziabile lettrice e dopo aver macinato centinaia di libri, di ogni genere e spessore, mi sono sorpresa a desiderare di scrivere qualcosa di mio. Piu' che un desiderio ammetto che e' diventato un bisogno. Seguo WD da tempo, a fasi alterne, alla fine mi sono iscritta. La mia presentazione viene dopo diversi interventi che ho fatto, ahimè uno dei miei peggiori difetti e' che faccio tutto al contrario. Non mi ero accorta di questa sezione finché un cordiale staffer me l'ha indicata. La sezione officina coi vostri lavori mi ha attirata subito e mi ci sono tuffata, senza vedere più nulla:) Di me che altro posso dire? Per vivere ho un locale a Carrara, che gestico con mio marito in mezzo a tutte le difficoltà di questo momentaccio, ma per fortuna siamo testardi e non molliamo l'osso. Scrivere ed inventare mondi e' uno splendido modo di evadere per me, che spero di condividere con voi. Ho quasi finito il mio primo romanzo e tra poco sara' il momento della faticosa e terrificante ricerca del giudizio di un editore. A presto e buona serata a tutti.
  9. Mylady

    [FDI 16] Nella bottiglia

    @Joyopi Ciao, segue WD da un sacco, ma mi sono appena iscritta e sto leggendo tutti i lavori. Sono scrittrice in erba, ma lettrice bulimica e onnivora da sempre, per cui commento a caldo tutto, la data proprio non l'ho guardata:)
  10. Mylady

    [FDI 16] Nella bottiglia

    Ciao, all'inizio un po' lento, ma poi mi ha acchiappata per i capelli e tirata dentro! Spettacolare, coinvolgente, terrificante! Ho proprio visto gli ambienti, i personaggi. Complimentissimi:) Stanotte avrò gli incubi per colpa tua:)
  11. Mylady

    Una storia di ombre

    Bellissimo. E triste. Non deve essere facile scrivere una storia così, presuppone grande sensibilità, e di conseguenza credo sia molto doloroso. Una splendida allegoria di Peter pan, più vera e più terribile. Complimenti. E grazie.
  12. Mylady

    Il messaggio dell'imperatore

    Bello, mi è piaciuto, però non ho capito il finale... Bell'ambientazione, suggestiva l'introspezione. Cosa avesse fatto di male il fratello, però, non l'ho capito, e non sciogliersi del nodo "nulla di ciò che vedi è reale" mi ha lasciato un pò l'amaro in bocca:( Probabilmente non ti ho capito io.
  13. Mylady

    Eco U. - Il nome della Rosa

    Scusa Niko, ho aperto tutte e tre le pagine della sezione, ma non l'ho proprio visto! Grazie per averlo spostato:)
  14. Mylady

    Eco U. - Il nome della Rosa

    Che dire. Ho visto la trasposizione cinematografica di questa opera quando ero ragazzina . Penso sia stata l'unica volta in cui un film tratto da un libro non mi ha deluso. Molti anni più tardi ho letto il libro e mi ha affascinata ancor più del film, che già di per se avevo adorato. Tante situazioni che, per motivi di durata, certamente, sono state tagliate, Vi si sarebbero inserite senza disturbare minimamente. Un libro che, a mio avviso, racconta con coinvolgimento e passione il rapporto tra maestro e discepolo, così come dovrebbe essere, basato sulla comprensione, l'affetto ed il rispetto reciproco. Mi piacque già a suo tempo il pov del discepolo, attraverso il cui racconto anche a me sembrava di guadagnare esperienza, fino al finale, in cui Adso racconta che, prima di separarsi, il suo maestro gli regalò i suoi occhiali. Una bella metafora per dire che gli regalò il suo modo di vedere il mondo, attraverso le lenti della verità, senza fermarsi alle apparenze.
  15. Mylady

    La paura di essere troppo ambizioso

    Ciao, penso che un po' tutti gli scrittori si sentano cosi', come te. Anch'io nei miei momenti di mania di perfezionismo prendo il mio romanzo e comincio a criticare tutto, ma a pezzi e senza costrutto, per cui ho imparato che e' meglio lasciar perdere. Il trucco che uso io, e che ti cedo volentieri, e' questo: quando ho scritto una trentina di pagine, non rileggo nulla, lo lascio li' almeno una settimana e leggo altro, qualcosa che apprezzo e di alto livello narrativo. Poi riprendo la mia creatura e lo rileggo dall'inizio. Dopo una settimana incongruenze, cliché o situazioni piatte mi saltano agli occhi immediatamente, oltre a passaggi lenti, infodump involontario o dialoghi che non vanno . Mentre scrivevo non ci avevo fatto caso, ma trascorso un po' di tempo senza leggere e rileggere, e quel che e' peggio a pezzi, il mio lavoro, complice anche l'inconscio paragone che faccio con ciò che ho letto durante la pausa, mi regala sempe una visione di insieme molto più chiara. In bocca al lupo!
×