Vai al contenuto

giozze

Scrittore
  • Numero contenuti

    123
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

35 Piacevole

1 Seguace

Su giozze

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. giozze

    Piergiorgio Nicolazzini

    Ciao @Busca e complimenti. Una domanda: hai inviato solo la sinossi oppure direttamente il dattiloscritto? Sul sito, loro chiedono di spedire la descrizione del proprio lavoro e un breve profilo dell'autore per poi venire eventualmente contattati per leggere il testo.
  2. giozze

    Ticonzero

    Hai ragione, il gmail funziona! Grazie
  3. giozze

    Ticonzero

    Ciao, ho appena inviato e la mail mi è tornata indietro. A quanto pare le loro caselle di posta elettronica sono piene e non possono più ricevere messaggi...
  4. giozze

    Meucci Agency

    No, rifiutato ;-)
  5. giozze

    Meucci Agency

    Un paio di anni fa ci provai per un altro testo e ci riuscii... pensavo di farcela senza troppi problemi anche questa volta. Peccato. Notte.
  6. giozze

    Meucci Agency

    Pazzesco, ci ho messo 90 secondi e non sono passato!
  7. giozze

    IoScrittore

    Una tale impostazione l'accetto senza batter ciglio. Il mio scritto puo' essere considerato il peggiore della storia, puoi darmi 0 su 10. Puoi non apprezzare l'aggressività, il genere, la scrittura. Ma squalificarmi per linguaggio osceno no, è difficile da digerire. Poi, come ho detto, poco male, avevo comunque deciso che mi sarei fermato qui, ma avrei letto volentieri i giudizi riguardo al mio incipit.
  8. giozze

    IoScrittore

    Non saprei... allora Bret Easton Ellis è osceno? Probabilmente si... per me è "osceno" un certo modo di scrivere, completamente incapace di catturare l'attenzione e creare intensità narrativa. E poi, ripeto, il mio incipit non aveva nessuna scena particolarmente cruda o, appunto, oscena; ma semplicemente un personaggio incazzato col mondo appena uscito di prigione che odia il suo capo, la sua analista, le donne, ma in realtà anche gli uomini, perché in fondo odia soprattutto se stesso. Un personaggio cresciuto per la strada, in modo violento, sboccato, volgare e pieno di rabbia. Sinceramente avrei quasi voglia di farvelo leggere per sapere se davvero lo troviate osceno. Forse oggi i primi a essere cambiati sono i lettori. E purtroppo non in meglio. Invece di chiedere opere di qualità, magari controverse e complesse (sia chiaro non parlo di me!), chiedono opere lisce e rassicuranti, politicamente corrette. Ma vabbè, dimentichiamo questa storia. In bocca al lupo a chi è ancora in corsa.
  9. giozze

    IoScrittore

    Ah ok, questo mi era sfuggito.
  10. giozze

    IoScrittore

    Ah, fra l'altro scusate, ma vorrei anche sottolineare che tra le 10 sinossi che ho letto (come sapete ogni incipit è corredato dalla sinossi), nove non erano sinossi, bensì la brutta copia di una quarta di copertina scritta male (in alcuni casi con degli auto-elogi che mi hanno fatto molto ridere). E' impressionante come la stragrande maggioranza dei sedicenti aspiranti autori non sappia nemmeno come scrivere una sinossi.
  11. giozze

    IoScrittore

    Lo leggero', grazie per il consiglio. Certo, avevo letto attentamente il regolamento, ma è estremamente difficile capire a cosa si riferisca esattamene una tale regola. In ogni opera, di qualunque genere, ci possono essere espressioni scurrili o stereotipi; questo non ha niente a che vedere con il valore della stessa opera, che puo' essere infimo o notevole. Forse ho sbagliato io a non aver dato il giusto peso a questa regola prima di partecipare, ma onestamente mai avrei pensato che riguardasse un testo come il mio. Qual è il futuro della letteratura, del cinema, del teatro , della musica e dell'arte in generale si si usano paletti di questo genere? Credo che serva una seria riflessione su questo. E' uno dei dibattiti più attuali e più importanti del nostro tempo. Ad ogni modo, niente di grave per il mio testo, su cui sto ancora lavorando e che spero trovi una collocazione in futuro. Grazie per le vostre risposte.
  12. giozze

    IoScrittore

    Buongiorno a tutti, Vorrei condividere con voi la mia esperienza per capire se sono pazzo io oppure se il mondo sta perdendo la ragione. Ho partecipato (per la prima volta) all'edizione 2020 del torneo. Ho fatto tutto come richiesto e ho giudicato (seriamente) i 10 incipit assegnatomi. Questa mattina ho ricevuto una mail in cui mi si annunciava che il mio incipit era stato squalificato. Ho dovuto rileggerla 8 volte per crederci. Sette incipit tra i 10 che ho giudicato non rispettavano le pur basilari norme di impaginazione richieste, eppure io non mi sono sognato di segnalarli (come avrei potuto), ma anzi me li sono pappati tutti nonostante il livello infimo di alcuni di loro. Ho scritto per chiedere spiegazioni e la risposta mi ha lasciato ancora più basito. L'incipit è stato squalificato "in quanto riporta in alcuni tratti un linguaggio offensivo". Davanti a questo ho deciso di rispondere così (spero di non violare nessuna regola, ma copiando solo la mia riposta - e non la loro - non credo ci siano problemi): Se la decisione è questa, l'accetto. Tuttavia, consentitemi un brevissimo ragionamento: uno dei miei libri cult è "Il lercio" di Irvine Welsh, pubblicato per di più da uno dei vostri marchi (Guanda). Il protagonista è sboccato, sessista, xenofobo e razzista. Ovviamente non è solo questo, è molto più profondo, ma il testo è farcito di espressioni violente e volgari (in una prosa meravigliosa). Ho finito di leggere pochi giorni fa Piattaforma di Michel Houellebecq. Un grande romanzo (come tutti i suoi), pieno zeppo di scene di sesso con prostitute tailandesi e altrettante pagine con "linguaggio offensivo", come dite voi. Ovviamente loro sono grandi scrittori e io una nullità, ma mi fa comunque tristezza prendere atto che né Welsh né Houllebecq non avrebbero probabilmente passato la prima fase del vostro torneo. La cosa dovrebbe preoccuparvi in quanto editori. Nel mio incipit, il personaggio principale ha riflessioni sessiste (fa parte della sua psicologia) e nella scena iniziale racconta alla sua terapeuta una storiella al cui interno avviene una fellatio. Questo è quanto. Sono basito, soprattutto visto il livello della maggioranza degli incipit che ho giudicato. Il politicamente corretto è davvero uno dei grandi cancri della nostra società moderna. Vi saluto e vi auguro buon lavoro Cordialità, Per favore, potreste quindi dirmi se il pazzo sia il sottoscritto o se forse qualcosina non va? La mia è una domanda seria, ve lo giuro. Grazie NB: Personalmente avevo già deciso di non proseguire nel torneo in quanto non voglio legarmi a nessuna eventuale pubblicazione e-book, quindi tutto il mio discorso è più filosofico che pratico. Certo, mi brucia il fatto di non poter leggere i giudizi sul mio testo! Chiudo semplicemento sottolineando che almeno ho apprezzato che mi abbiano risposto in tempi brevi.
  13. giozze

    Psocoidea

    La mia è di esattamente 179 parole :-)
  14. giozze

    Psocoidea

    Sono un po' perplesso. Ho aspettato oltre 4 mesi per ricevere la loro scheda. Mi hanno inviato un'analisi si 10-15 righe, anche ben fatta, nel senso che è palese che abbiano letto il romanzo, ma un po' breve, sinceramente. Non che mi aspettassi 8 pagine di scheda, per carità, pero' nemmeno un giudizio cosi stringato e tutto sommato banale, nel senso che non mi hanno detto niente che non sapessi già. In seguito, ho chiesto un preventivo per un editing (perché credo di averne bisogno) e mi hanno risposto che ho tutti gli strumenti per fare il restyling da solo. Non capisco... di cosa vive questa agenzia? Che tipo di modello operativo c'è dietro? Mi sembrano persone oneste e competenti, ma non riesco a inquadrarle. Senza dimenticare che dal mio punto di vista ho perso 4 mesi e mezzo...
  15. giozze

    Psocoidea

    Ciao, per caso qualcuno di voi si è mai appoggiato a loro per un editing? Abbiamo capito che fanno ottime schede di valutazione (gratuite, per di più!), l'attività di rappresentanza resta a mio avviso un po' misteriosa, tuttavia mi chiedevo se ci fossero testimonianze dirette sul lavoro che potrebbero essere in grado di fare direttamente sul testo affiancando l'autore. Grazie.
×