Vai al contenuto

Vincenzo Iennaco

Sostenitore
  • Numero contenuti

    3.307
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    3

Vincenzo Iennaco ha vinto il 7 gennaio

Vincenzo Iennaco ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

1.535 Più unico che raro

Su Vincenzo Iennaco

  • Rank
    iena cattivens
  • Compleanno 18/07/1968

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Provenienza
    Vercelli

Visite recenti

3.298 visite nel profilo
  1. Vincenzo Iennaco

    Mezzogiorno d’Inchiostro n.130 - Off topic

    Ecco, sarà la pioggia rancida di questi giorni
  2. Vincenzo Iennaco

    [MI130] ...

    Mi è piaciuta la poetica degli origami personalizzabili e la galleria di personaggi strambi. Il racconto rimane un po' sospeso nel vuoto, ma non il suo senso, perlomeno in base all'interpretazione che ne ho dato. Una città di alienazione dalla realtà (quella che una volta veniva chiamata manicomio).
  3. Vincenzo Iennaco

    [MI 130] Il Notturno

    Mi è piaciuto questo esser scarrozzato in giro per la notte, gli aromi di un certo popolo della notte che sale sul bus. Ho avuto l'impressione che il racconto assuma un taglio un po' da documentario su una specie rara di animali. L'avrei forse preferito un tantino più diretto, con la prima persona dell'autista. Però la fragranza sel racconto si assapora ugualmente.
  4. Vincenzo Iennaco

    [MI 130] #unanottegiustapermorire

    @ivalibri @Cerusico @Emy Grazie. Quando a monte non arriva l'idea spendibile (più o meno bene) ecco che allora parto per la tangenziale, svincolo nonsense, e principalmente mi diverto. Conscio però del fatto che per i non amanti del genere il tutto sarà un centrifugar di meningi (e ben altro).
  5. Vincenzo Iennaco

    Mezzogiorno d’Inchiostro n.130 - Off topic

    Macchè droghe, c'ho i draghi nella mente. Questione di DNA, l'elica è rotante, c'ho un arrotino dentro, solerte nel fare a fatte l'affettabile in una cascata di affettati misti. Grazie per l'onorifideficenza. Tutto fa curricula. Verba volant curricula manent. Amen.
  6. Vincenzo Iennaco

    [MI 130] Il mondo delle ombre e dei sospiri

    Gran bel racconto. Nella stramberia iniziale il racconto procede lineare e chiaro col ribaltamento di prospettiva. Scrittura ispirata, ci sono dei tratti che sono delle perle. Ai fini del racconto e nella sostanza non cambia nulla, ma si potrebbe usare per il discorso tra fratelli il corsivo (o un diverso carattere) andando a differenziare anche nei segni i due mondi.
  7. Vincenzo Iennaco

    [MI 130] #unanottegiustapermorire

    Nessun mistero, solo dei potrebbe essere che... non so bene nemmeno io. Potrebbe essere che un influsso malefico della luna fa andare fuori di testa il padre che uccide il figlio chiuso in camera a vedere video porno e horror, oppure potrebbe essere tutto un videogioco del figlio (o un multiplayer dove ognuno si sceglie un avatar), così come potrebbe benissimo essere tutto una bozza di uno scrittore in cerca d'ispirazione, o ancora volendo lo si potrebbe investire di un'aura sociale e critica verso il bisogno di etichettare e comprendere tutto in un hashtag o un nickname, oppure perché no un semplice racconto sconclusionato (il che lo ammanterebbe di un profondo significato critico-filosofico verso l'uomo e il suo bisogno di dover trovare sempre un senso al tutto) Di certo c'è solo che un racconto del genere andrebbe accompagnato dall'etichetta #nuoceallasalutementale. @Alba360 c'ho messo dentro tutta quella roba lì? Mannaggia che non hai partecipato. lo faccio mio al volo (ma non fraintendere) @Ghigo potrebbe essere anche come dici tu, anzi, forse... quasi quasi... stabilisco che è come dici tu. qui invece voglio essere chiarissimo: ogni riferimento a fatti o nickname è involontario e del tutto casuale. Il fantasma di Viril in quanto è la buonanima di un macho. Pierino la peste in quanto è il birichino per antonomasia.
  8. Vincenzo Iennaco

    [MI 130] Il pianto degli ultimi

    @Alberto Tosciri Hai saputo dare a un racconto di naja un sapore intimista e umano. Intenso il tratto malinconico e silente dei protagonisti. Un silenzio che arriva a deflagrare e farsi assordante.
  9. Vincenzo Iennaco

    [MI 130] La notte è finita

    @Macleo Mi ha piacevolmente sorpreso, oltre che piaciuto, questo tuo racconto drammatico con un'incursione nel metafisico del Tempo e del cambio dell'ora. A mio gusto, è proprio quella briciola di surreale che fa la differenza e contamina un racconto già di per sè empatico, date le tragedie e immagini più o meno recenti che abbiamo in memoria.
  10. Vincenzo Iennaco

    [MI 130] #unanottegiustapermorire

    Non so bene neanch'io cosa ci sia all'interno del racconto. Posso soltanto dire che ho adottato la tecnica (poco accademica e del tutto personale) #comelepecore. Ho aperto i recinti della mente e ho lasciato pascere parole e suggestioni. Una transumanza delle sinapsi, insomma. Ma anche un po' un gioco di finestre. Non si sa bene quale affacci sul reale e quale nel virtuale. Spero solo che non sia l'anticamera di una demenza senile. Il tuo post è #unachicca, quanto ai chicchi di caffè lasciamoli lì dove stanno... che poi non dormo e invece di contare le pecore mi metto a scrivere e le faccio pascolare sulla carta.
  11. Vincenzo Iennaco

    [MI 130] #unanottegiustapermorire

    @rincitrullitascarampana non hai motivo di sentirti così. Mi auguro solo che dopo questa esperienza tu sia ancora in grado di riassemblare le meningi e tornare ad essere @Befana Profana in mens sana. Per fortuna che l'Officina non dispone di un gabinetto d'igiene mentale, altrimenti mi avrebbero già disintegrato nell'etere. @Kuno Attendo in ecstasy® Stirami e ammirami© (quanto sono demente).
  12. Vincenzo Iennaco

    [MI 130] Un incontro nella notte

    Nella brevità del racconto sei riuscita, a mio parere, a contenere il tutto degli eventi e della situazione. Solo questa frase mi ha deviato un po' dalla percezione. Quel suolo irto di sassi mi ha insinuato un dubbio. Sergio la sta trascinando verso il torrente oppure con suolo intendevi il fondo del torrente? Nel secondo caso bisognerebbe eliminare l'ambiguità.
  13. Vincenzo Iennaco

    [MI 130] Col petto nudo esposto al buio della notte

    Ho trovato azzeccato e godibile il contrasto tra il senso di oppressione che suscita la situazione e il tono apparentemente leggero delle reazioni in questa notte perenne. Non aver caricato di drammaticità la tragicità esiziale dell'evento, a mio parere, giova al racconto e ne risalta per contrasto l'aleatorietà delle certezze e delle ambasce umane. Anche se non compare, si è sempre nudi sotto il sole.
  14. Vincenzo Iennaco

    [MI 130] Neda

    Stupendo il brano e impeccabile tu nelle vesti di cicerone aulico. C'è poco da dire, si è su un tour bus e questa tua città invisibile la si vede e assapora tutta. Una piccola curiosità: il nome della città ha qualche significato recondito? Te lo chiedo solo perché a me ha suggerito una storpiatura dello spagnolo "nada" e ci trovo un'attinenza con la mancanza della segnaletica. Invece una domanda più tra il serio e il faceto: ma almeno il cartello col nome all'entrata della città c'è oppure se si arriva... dove? non si sa, allora si è giunti a Neda?
  15. Vincenzo Iennaco

    Mezzogiorno d’Inchiostro n.130 - Off topic

    Pure a me? Spero proprio di no, per la tua igiene mentale. Buon osservatorio.
×