Vai al contenuto

Govin

Scrittore
  • Numero contenuti

    19
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

3 Neutrale

Su Govin

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Govin

    Massimiliano Zantedeschi - Agente letterario

    Mi correggo, un po' smanettando ho trovato la lista: http://zantedeschiagency.com/it/autori-e-clienti/
  2. Govin

    Massimiliano Zantedeschi - Agente letterario

    Qualcuno ha qualche novità di questa agenzia? E degli autori da loro rappresentati? Mi sembra che sul sito non siano indicati...
  3. Govin

    Trentin Agency

    Forse hai ragione @Amanda, avendoli contattati direttamente per l'editing le cose cambiano un po'. Poi è anche vero che è talmente una giungla, e i modus operandi variabili da caso a caso, che ad un certo punto bisogna anche un po' fidarsi dell'istinto. In ogni caso, in bocca al lupo @mcor.
  4. Govin

    Trentin Agency

    Ciao @Amanda, io non ho nulla a da ridire sul prezzo della valutazione inediti della Trentin, che difatti è uno dei più competitivi. Ho parlato solamente di questo modus operandi (che non ho incasellato quale prassi) di offrire editing a pagamento con la prospettiva della rappresentazione, facendo solamente notare come, secondo me, è quantomeno un paradosso, per le ragioni già dette, cioè che è nell'interesse dell'agente vedere che l'autore in questione "abbia "il mestiere e arrivi al manoscritto pronto da solo. Anche perchè, facendo così, se ci pensi, nel momento in cui gli verrà proposto il secondo, terzo, quarto romanzo ecc, se tutte le volte l'agente dovesse fargli un editing non ne verrebbe più a capo. Anche nel caso specifico di @mcor, sebbene li abbia contattati per un editing, nel momento in cui sono interessati, a me fa un po' storcere il naso che anzichè dare consigli su come migliorare il testo (in cui tecnicamente crede) e far lavorare l'autore, proponga un servizio a pagamento. L'intervista di Vigevani l'ho citata semlicemente perchè, indipendentemente dalla data, mi sembra che questo sia un messaggio fondamentale di agenti e scrittori "seri", del mestiere, e che noi aspiranti spesso perdiamo o non cogliamo a fondo: cioè che al testo pronto ci arriva l'autore, e l'agente dà delle dritte, consigli. Poi, magari ci sono casi specifici dove il percorso offerto a @mcor ha una sua giustificazione. Ad esempio se l'agenzia voglia puntare sul singolo testo e non sull'autore, magari.
  5. Govin

    Trentin Agency

    Ciao, ci potresti dire quale sarebbe la cifra per l'editing che ti è stato proposto, più o meno? Anch'io stavo valutando la possibilità di usufruire del servizio lettura per eventuale rappresentanza, però il fatto che ci siano dei casi in cui si dicano interessati previo editing a pagamento è un po' sospetto. Dalle mie esperienze quando gli agenti sono interessati, ma non ancora del tutto convinti, dovrebbero dare delle dritte sugli aspetti su cui lavorare, ma poi è l'autore da sè a dover portare a termine il lavoro. Anche perchè, se è vero quello che diceva Marco Vigevani in un'intervista, "ciò che accumuna i veri scrittori è il fatto che il lavoro sul testo lo fanno sempre da soli", quindi tecnicamente l'agente vuol vedere, prima di prendere in scuderia un autore, che sappia svolgere il mestiere, diciamo. Dovrebbe essere nell'interesse dell'agente stesso. Poi, comprendo benissimo l'entusiasmo di ricevere una proposta di rappresentanza anche se previo editing a pagamento. Solamente non so quanto sia un percorso corretto da una parte, e conveniente all'autore stesso dall'altra, nel senso che la palestra dello scrivere e riscrivere finchè non si ha un testo pronto viene così parzialmente saltata. Magari sapendo di che cifra parliamo, se esorbitante o meno, ci possiamo fare un'idea un po' più precisa. Questa l'intervista di Vigevani menzionata: https://www.lagazzettadilucca.it/l-intersvista/2014/04/marco-vigevani-agente-letterario-il-libro-non-muore-mai/
  6. Govin

    Cercasi Beta Reader

    Per lettori di Realismo Magico Buongiorno a tutti. Cerco dei lettori interessati a darmi la loro impressione sulla prima parte del mio romanzo (3-5 capitoli), dopo che questa è stata riscritta/ristrutturata sulla base delle indicazioni di un agente letterario. Vista questo primo feedback di alcuni mesi fa, vorrei ricevere adesso alcune impressioni abbastanza specifiche per tentare di capire se il romanzo si è evoluto nella direzione auspicata. Vorrei soprattutto capire una cosa: la lettura intriga intriga il lettore? Viene voglia di continuare? A parte questioni più strutturali, questa è la principale critica che mi era stata mossa: la prima parte del romanzo stentava rispetto alla seconda. Ed era assolutamente vero, considerando il fatto che le avevo scritte a 6-7 anni di distanza. Quando lo dissi all'agente, lei mi rispose: "beh, ecco la ragione. Ripensi e riscrivi la prima parte, allora". Ed è quello che ho fatto. Per cui, eccomi qui. Genere: Realismo Magico. Mi piacerebbe soprattutto sentire l'opinione di lettori, amanti del genere. Lunghezza: 30-50 cartelle (60.000-100.000 caratteri). Anche a seconda delle esigenze di chi risponderà, mi interessa l'opinione sui primi 3-5 capitoli. Numero di beta reader : Due o tre andrebbero benissimo. Tipo di commento richiesto: Ti viene voglia di continuare a leggere? Come dicevo prima, ho avuto una prima scrematura da un agente, che mi ha più o meno confermato come storia e personaggi funzionino. Per cui, mi interessa soprattutto capire se l'inizio, che prima stentava, ora pare funzionare. Naturalmente, comunque, qualsiasi altro commento, qualsiasi altra critica è più che ben accetta. Anzi, più criticate meglio è. Data entro cui desidero il commento: Mi piacerebbe in un mesetto, massimo due se si riesce. Grazie e a presto!
  7. Govin

    Fanucci Editore

    Vero, ma chissà quali dinamiche ci sono dietro a queste scelte. Leggendo la discussione, ho fatto il nome di Missiroli giusto per portare un esempio di scrittore di successo scoperto in tutto e per tutto da Fannucci.
  8. Govin

    Fanucci Editore

    Ad esempio Fannucci ha scoperto Marco Missiroli. Se non ricordo male, il suo prima libro venne inviato alla CE e fu direttamente Fannucci a leggerlo e decidere di pubblicarlo.
  9. Govin

    Riviste che pubblicano inediti di esordienti

    Ciao @Cerusico, oltre a ringraziare te e gli altri per le vostre meticolose testimonianze sul mondo dei racconti/riviste di racconti, ti volevo domandare quale redattore di Nazione Indiana avevi contattato per proporre il tuo racconto, e se è possibile avere il link al racconto. Grazie
  10. Govin

    Meucci Agency

    Ciao, se sei riuscita a entrare nel sistema ti arriva una mail di conferma immediatamente. Considera però che da quanto ho letto nel forum e dall'esperienza di ieri sera in 1-2 minuti la selezione è giá bella che chiusa.
  11. Govin

    Realismo magico

    Volevo aggiungere una domanda al riguardo: mi sapreste indicare quali CE lo pubblicano? Se ci sono collane specifiche? O se magari l'editoria italiana è un po' riluttante verso il realismo magico? O magari gli scrittori italiani stessi?
  12. Govin

    Agenzie che valutano gratuitamente (senza scheda)

    C'è anche Pastrengo che io sappia.
  13. Grazie @ivalibri. In effetti mi sembrava strano non figurare tra gli esordienti. Invierò lo stesso una mail, ma nel caso siano oberati parteciperò sulla base del consiglio di @SirMortazza . Grazie!
  14. Buondì, mi domandavo se tutti coloro che hanno pubblicato con una piccola casa editrice - nel mio caso neppure un romanzo ma un testo di viaggio - siano esclusi dal Premio in quanto per esordienti. Avreste mica una risposta? Grazie!
  15. @Niko esatto, non è andato nè in stampa nè pubblicizzato. Sì, anche a me la richiesta pare ragionevole, perchè come dici te l'editor ha svolto un lavoro, per cui alla fine, non uscendo il testo, ci sta che qualcuno debba pagarlo. Alla fine, essendo mia la scelta di rescindere, mi tocca pagarlo; stucchevole, però pare giusto. La cifra, parliamo di 300 euro, per un testo sulle 190.000 battute sembra ugualmente ragionevole o posso tirarlo un po' giù? Grazie Niko
×