Vai al contenuto

Lorenzo Manara

Scrittore
  • Numero contenuti

    36
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

31 Piacevole

Su Lorenzo Manara

  • Rank
    Sognatore

Contatti & Social

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Lorenzo Manara

    Giovane Holden [15/06/19]

    Ganzo, come al torneo di calcetto.
  2. Lorenzo Manara

    Ucronia

    Concordo. Penso che un romanzo ucronico debba fondare ogni suo elemento sul what if "cosa sarebbe successo se la storia umana avesse preso un'altra direzione?". Ma lo deve fare davvero. Un esempio è La svastica sul sole. Oppure La macchina della realtà di Gibson. Io non ne conosco altri, ma credo siano davvero pochi e spesso si confondono con lo steampunk. La maggior parte dei romanzi che potrebbero avvicinarsi a questa definizione infatti si limitano a lavorare sulla sola ambientazione. Se prevalgono altri elementi, come ad esempio una struttura da poliziesco, l'ucronia diventa solo un contorno.
  3. Lorenzo Manara

    Promuovere con una pagina facebook

    Mi auto-cito a distanza di 2 anni esatti. Sono cambiate molte cose. Attualmente iniziare un'attività promozionale su Facebook è una pessima scelta. L'investimento in tempo (e denaro) è troppo sproporzionato: far crescere una pagina dal nulla è un procedimento lento, faticoso, e che richiede svariate ore al giorno e, soprattutto, soldi. Sul serio, bisogna buttarci svariati eurini a settimana. Per promuovere un libro non ne vale davvero la pena. Perciò, cambio idea e rilancio con una previsione: in un prossimo futuro se i social network mantengono questo andamento credo che ne gioveranno siti indipendenti e i cari vecchi blog. Forse è davvero una ruota che gira.
  4. Lorenzo Manara

    Ucronia

    Domanda sincera: perché Ucronia sotto la categoria Fantascienza? Credo possa rientrare anche nel Fantasy e chissà quanti altri generi. No?
  5. Lorenzo Manara

    Casa editrice o Self Publishing? È questo il problema

    Non fraintendermi. Battute a parte, credo che l'autopubblicazione sia una libera scelta solo per quanto riguarda il mercato in lingua inglese. La maggior parte degli autori autopubblicati italiani che raggiungono un minimo di successo non esitano neppure un istante a passare all'editoria tradizionale.
  6. Lorenzo Manara

    Casa editrice o Self Publishing? È questo il problema

    Tenendo in considerazione la classifica Amazon degli ultimi anni, direi che il selfpublishing conviene solo per il genere erotico (e derivazioni). Si sbatte una mezza dozzina di addominali e un paio di bicipiti in copertina e ci siamo. Per tutti gli altri: case editrici. E poi, diciamoci la verità, in lingua italiana l'autopubblicazione non è un'alternativa, ma una delle modalità attraverso cui si spera di raggiungere le grandi case editrici.
  7. Lorenzo Manara

    Show don't tell & Co

    Avevo scritto un muro di testo pazzesco, con citazioni prese da Mckee, Propp, Aristotele e un sacco di altri nomi altisonanti. Poi ho cancellato tutto. Il fatto è che mi fa male al cuoricino leggere certe affermazioni sulla scrittura, e mi deprimo. Sembrerebbe che questa sia l'unica arte a non necessitare di regole. Non credo che sui forum di musicisti sparsi per internet sia mai apparsa la domanda "Perché dovrei conoscere le scale musicali per improvvisare su un pezzo blues? In quale Bibbia lo hanno sancito?" La scrittura è scienza, proprio come la matematica e la musica. E, come in tutte le cose, per fortuna, lo studio è d'obbligo; su questo non si può discutere.
  8. Lorenzo Manara

    Marketing ad alto budget: quali soluzioni?

    Però sono 1.500€ +iva in un solo multisala. Aggiungici qualche altra sala sparsa per l'Italia, la realizzazione di un video appena sufficiente, la promo online sui social, youtube e arrivi subito a 10.000.
  9. Lorenzo Manara

    Gli aspiranti scrittori hanno rotto...

    Grazie @Aporema Edizioni In molti sottovalutano il potere delle pizzette!
  10. Va bene, @Marcello, quelli che segnali sono evidentemente degli errori e vanno presi come tali. Però mi sembra esagerato dar la colpa alla narrativa in lingua inglese. A mio parere sembrano più carenze legate all'inesperienza piuttosto che a una emulazione consapevole.
  11. Scusami, Marcello. Penso che quello che hai notato non sia legato a un impoverimento della lingua, ma a una precisa tecnica di scrittura. Il fatto che i dialoghi siano infarciti di "disse" è voluto, e io condivido questa scelta. Il lettore non deve essere sommerso da vagonate di sinonimi solo per arricchire il lessico. Tu mi dirai che i sinonimi devono essere scelti con cura, ed è vero. Ma sono convinto che, per quanto ci si sforzi, un sinonimo non renderà mai abbastanza quanto il termine che vorremmo sostituire. Per tornare OT: Ripeto quello che ho scritto qualche pagina fa. Secondo me ci vuole una definizione del termine "voce". Perché a leggere le varie interpretazioni, sembrerebbe che un significato vero e proprio non ci sia. E se non c'è significato, allora questa stramaledetta "voce" non esiste
  12. Lorenzo Manara

    Lorenzo Manara

    Grazie, Palombaro
  13. Lorenzo Manara

    Lorenzo Manara

    Quest’anno il maghetto di J. K. Rowling festeggia venti candeline e credo che tale ricorrenza sia l’occasione perfetta per fare le pulci all’opera narrativa più famosa del nostro tempo. Com’è invecchiato Harry Potter? Adesso che abbiamo la pancia piena siamo in grado di giudicare l’effettivo valore della saga? Dopo vent’anni ho deciso di rileggere il primo libro "Harry Potter e la pietra filosofale", ed ecco quello che ne è venuto fuori. 20 anni di Harry Potter: una recensione sincera
  14. Lorenzo Manara

    Autopubblicarsi per farsi notare dalle CE

    Probabilmente sono italiani all'estero.
  15. Lorenzo Manara

    Lorenzo Manara

    Articolo che ha molto a che fare con la scrittura di una storia, anche se riferito al mondo dei giochi di ruolo: Come creare un'avventura GDR
×