Vai al contenuto

lapidus

Scrittore
  • Numero contenuti

    271
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

214 Strepitoso

1 Seguace

Su lapidus

  • Rank
    Sognatore

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo

Visite recenti

3.457 visite nel profilo
  1. lapidus

    Librerie. Presentazioni! Aiuto!

    Vero. Certo è che se non hai la location rimane difficile capire come organizzare. Per attirare persone consiglio di offrire un bel rinfresco con tanto di prosecchino. Alla gente piace bere e mangiare più che leggere.
  2. lapidus

    Ho firmato ma CE non risponde più

    @Naif1988 Quindi hai firmato circa al 10 di giugno e il libro sarebbe dovuto uscire i primi di luglio? Cioè dopo tre settimane?
  3. lapidus

    Beretta Mazzotta Agenzia Editoriale

    In pratica si aggiunge un ulteriore passaggio nella filiera. Per quanto io stimi molto la Mazzotta e mi piacciano i suoi articoli su BookBlister, questa cosa mi lascia un po' perplesso.
  4. lapidus

    Beretta Mazzotta Agenzia Editoriale

    Sicuro? No, perchè nel sito c'è indicato questo: "Sosteniamo l’autore anche in questa ricerca consigliandolo, per evitargli passi falsi (vedi valutazione testi e correzione bozze), e mettendolo in contatto con le agenzie" e anche dalle testimonianze sembrerebbe di capire che l'agenzia non fa intermediazione diretta presso le CE.
  5. lapidus

    Riflessioni sull'editoria a pagamento

    Io invece penso che se (per assurdo) una casa editrice importante chiede soldi a me, di sicuro non li chiede agli autori più affermati. Quindi poi questi soldi avrei il dubbio che verrebbero investiti nella promozione degli altri autori o nell'acquisto di titoli stranieri, mentre io rimarrei 'solo' un titolo nel catalogo. D'altronde esistono in tutte le case editrici autori di serie A e di serie B. In generale finora non ho mai trovato casi di autori che abbiano fatto strada attraverso il contributo. Oh, poi magari ce ne sono...
  6. lapidus

    Riflessioni sull'editoria a pagamento

    Il problema sta proprio qui. Al di là del discorso etico che può interessare o meno a seconda della propria predisposizione personale, c'è un fatto pratico: di solito, dopo aver incassato, l'editore a pagamento passa oltre, perchè è più facile guadagnare (poco o molto a seconda dei casi) così che non doversi sbattere a fare la promozione.
  7. lapidus

    Piccole case editrici gratuite: il marchio è importante?

    @Giorgia Tribuiani Il tuo discorso è senz'altro condivisibile. L'unica cosa è che se facciamo un ragionamento numerico (ed è giusto farlo), non accosterei l'Erudita alle altre realtà da te citate, in quanto da IBS mi risulta abbia pubblicato ben 140 titoli nel 2017
  8. lapidus

    Guasti - Giorgia Tribuiani

    @Giorgia Tribuiani Qualche giorno fa avevo proprio letto sulla pagina facebook di strade scritte del tuo romanzo. Posso chiederti se sei arrivata a Voland grazie alla loro intermediazione?
  9. lapidus

    Ferrari Editore

    Non ti seguo, anche perchè le librerie ordinano sempre in conto deposito. Il mio consiglio, ribadisco, è di sentire direttamente loro e di farti spiegare i punti contrattuali che ritieni oscuri. Ritengo assolutamente fattibile posticipare la firma, specie se non sei convinta e soprattutto se è il primo manoscritto che invii. Mi sembra legittimo.
  10. lapidus

    Ferrari Editore

    Nel mio caso la durata è di 10 anni, che è sì una durata lunga ma preferisco così piuttosto che non una durata breve con diritto di prelazione sulle altre opere. In questo modo vincolo un libro ma non mi vincolo in quanto autore. Certo, potendo scegliere la durata ideale per un autore a parer mio sarebbe di 5 anni. Su questo punto secondo me fai un po' di confusione e faccio fatica a seguire il tuo ragionamento. In ogni contratto editoriale c'è scritto una frase del tipo che l'editore ha facoltà di promuovere il testo con i propri mezzi e nelle modalità che riterrà opportune (è una frase standard). Nel contratto c'è indicato che l'editore si impegna a commercializzare il libro secondo i propri canali di distribuzione nella doppia versione cartacea ed ebook. Poi non capisco perché non dovrebbe promuoverlo dal momento che investe di tasca propria e come fa a campare considerato che ad oggi, nel 2018, ha pubblicato solo 6 titoli . Oltretutto hanno una persona che si occupa dell'ufficio stampa attraverso i social e il sito http://www.ferrarieditorenews.it/. Sono anche appena stati alla fiera di Torino che per un editore che parte dalla Calabria suppongo abbia costi non indifferenti e dunque immagino che siano andati per 'promuovere' e vendere qualche libro. Qui non capisco a cosa ti riferisci, nel senso che le copie distribuite nelle librerie, se vendute, concorrono a formare le royalty, come da contratto. Capisco la diffidenza in generale, ma così mi sembra partire un po' prevenuti. Ti consiglio di telefonare e chiarirti, con me sono sempre stati disponibili. Se anche dopo i chiarimenti non sei convinto/a ti consiglio di non firmare e passare oltre. In bocca al lupo!
  11. lapidus

    Ferrari Editore

    A beneficio di @Giuseppe Milisenda @Francisco e tutti gli interessati, posso dire che il mio libro è ormai prossimo all'uscita. Nei giorni scorsi dopo un lungo confronto abbiamo definito il titolo e ora sono in attesa delle bozze di copertina. Vi aggiorno...
  12. lapidus

    Guasti - Giorgia Tribuiani

    @Giorgia Tribuiani Complimenti, ottimo editore
  13. lapidus

    Una domanda agli scrittori emergenti.

    Perdonate la franchezza, ma questo proprio non lo capisco. Palesare le case editrici con le quali si lavora è un fatto di chiarezza e trasparenza. Le false speranze non c'entrano nulla, altrimenti ogni agente/agenzia dovrebbe trincerarsi dietro un alone di mistero, dato che nessuno (nemmeno il più grande) ti può garantire il successo. Poi l'editoria è un mondo che vive di speranze e illusioni, non si può certo arginare in questo modo. Personalmente mai mi affiderei a un'agenzia della quale non conosco gli autori rappresentati e i libri pubblicati, semplicemente perchè voglio sapere prima dove posso arrivare. Se decido di fare un viaggio all'estero vorrei conoscere la meta e non affidarmi alla cieca alle idee di un tour operator Secondo me gli agenti seri godono di ottima reputazione tra gli scrittori, altrimenti non mi spiego questa smania che ognuno di noi ha di farsi rappresentare, con gente disposta a gare notturne pur di avere una chance.
  14. lapidus

    Parolacce e bestemmie: perché ci piacciono (?)

    D'accordo al 100% con Bango. Tempo fa ho letto un libro di uno scrittore italiano abbastanza famoso. Ebbene, a un certo punto il protagonista, in una scena decisamente goliardica, si fa infilare dalla sua ragazza una candela nel didietro, giusto perché lei vuole fargli provare la reciprocità. Il che nel contesto di un libro ironico, divertente, carico di situazioni surreali è una trovata che ci sta tutta, qualcuno la definirebbe geniale. Welsh (che io adoro) inserisce volutamente frasi sgrammaticate e utilizza un linguaggio talmente forte che certe volte è difficile da digerire. Però a lui e ad altri viene riconosciuta la cifra stilistica, mentre se prova a farlo oggi un esordiente in Italia viene subito tacciato di volgarità e povertà lessicale... Come se non fosse una scelta stilistica, bensì ignoranza. Quindi, come è possibile cercare di inserirsi in un determinato filone narrativo depurandosi da un linguaggio "sporco" e diretto che sono gli elementi che maggiormente lo caratterizzano? Cioè, le storie di Welsh o di Miller ripulite sarebbero sempre belle, ma non sarebbero la stessa cosa...
  15. lapidus

    Alessandra Bazardi

    @NayaN Sì, capisco quello che vuoi dire e concordo sul fatto che l'agenzia al di là della scheda debba servire ad arrivare dove fai fatica ad arrivare da solo. Il problema è che ci sono agenzie che ti chiedono un rene per leggerti (magari già sapendo in partenza che non ti prenderanno), quindi i suoi prezzi mi sembrano tutto sommato abbordabili. Tieni presente che fa questo lavoro dal 2015, quindi un piccolissimo periodo considerati i tempi biblici del mondo dell'editoria. Se fai un giro sulla pagina facebook dell'agenzia, vedrai gli editori che ti ho citato. La mia perplessità è più che altro legata al genere: non vorrei che essendo così legata al romance, non abbia contatti per piazzare gli altri generi o non sia interessata a farlo. @heightbox dopo la scheda ti ha proposto la rappresentanza o altri servizi (tipo editing)?
×