Vai al contenuto

fidi

Scrittore
  • Numero contenuti

    108
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

25 Piacevole

1 Seguace

Su fidi

  • Rank
    Sognatore

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Provenienza
    Venezia

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. «Si tratta solo di un'ipotesi. Ma tu fai quello che ti ho detto, non toccare nulla e soprattutto nessuno, o potresti cambiare il futuro e magari al ritorno trovarti in un futuro parallelo e non tornare più qui...» Colonia suborbitale di Nova Venetia, anno 2169. Travis Karno è un cacciatore di topi a sei zampe nei tunnel di servizio della stazione orbitale, ma quel giorno, alla fine del turno scopre che è stato licenziato. Così torna a casa e si ubriaca nel ricordo della moglie Porsche che lo ha lasciato ed è scappata con un prestigiatore, e con lui poi è morta in un incidente stradale. E da questa disperazione che lo risveglia Arpo, chiedendogli di recuperare il video andato perso di un attentato avvenuto due anni prima. Ma per fare questo Travis deve infrangere la legge e tornare indietro nel tempo... quando Porsche era ancora viva.
  2. fidi

    Fanucci Editore

    Potrei raccontarti delle cose "curiose", ma appunto Niko ha detto che qui non è il posto giusto
  3. fidi

    Fanucci Editore

    pazzesco... io sono anni che evito questa casa editrice
  4. fidi

    21 Editore

    quindi sembra interessante.
  5. fidi

    Il soldato di Bangkok

    l'editore è serio e professionale
  6. fidi

    Il soldato di Bangkok

    Il titolo del nuovo romanzo di Federico T. De Nardi, “Il soldato di Bangkok”,pubbicato da Libromania allude alla protagonista, una donna soldato che assomiglia al soldato Jane, anche se la vedremo in mimetica solo all'inizio, e poi in tacchi a spillo e borse firmate. Questa donna soldato si chiama Anastasija Kalashnikova e fa parte di un progetto più ampio dell'autore, che sta vedendo la luce un po' alla volta (il primo romanzo è uscito con Crimeline e si intitola Betty Suicide): metà russa e metà cecena, Anastasija ha avuto un severo addestramento militare con le Spetsnatz russe nel Mar Baltico e ha ottenuto brevetti di specializzazione utili al suo lavoro. E' una spia con licenza di uccidere fa i lavori sporchi sui quali nessuno vuole lasciare la firma. Non ha coperture ufficiali con i servizi segreti russi, anche se è seguita da un responsabile del GRU. L’avventura inizia a Bangkok, come indica anche il titolo, Bangkok però, come nelle migliori storie di spionaggio internazionali, è solo l’antipasto perché, dopo la premessa orientale (Anastasija deve far fuggire Txaro la basca da una prigione) va a Barcellona, alle prese con una missione adrenalinica che consiste nell’eliminazione di un certo numero di terroristi fondamentalisti dormienti che si controllano a vicenda per prevenire che qualcuno di loro venga ucciso o arrestato o decida di fuggire perché sono custodi di una enorme somma di denaro che presto impiegheranno per portare la Jihad a livelli mai visti in Occidente. Anastasija a Barcellona si fa aiutare dalla basca che ha fatto fuggire dal carcere thailandese e dai suoi compagni: sono loro infatti a sapere dove si trovano i terroristi colpevoli di quell’assassinio; Nella città catalana la storia si complica, perché si mette in mezzo Josè Delgado, agente segreto spagnolo, che compromette gravemente Anastasija sul piano personale e con la CIA. La storia prosegue con l'azione di Anastasija che coinvolgerà l'intera città con un diversivo per riuscire a eliminare i terroristi senza che si accorgano che sono loro l'obiettivo. Alla fine riuscirà a recuperare nella sua missione, anche se con risvolti che riguardano il suo passato più profondo di orfana di guerra in Cecenia
  7. fidi

    Delos Digital

    Caro Masterofnumbers, nessuno pretende la luna, però non fare neppure un post su facebook o una presentazione collettiva... o qualche altro evento (e si possono fare anche gratis) o spedire c.s. ai portali che fanno recensioni... insomma, lasciare tutto sulle spalle dell'autore, non mi sembra che sia degno di una casa editrice che si definisce tale, anzi, non si capisce nemmeno perché ti pubblicano. Personalmente, se mai decidessi di aprire una casa editrice, calcolerei anche un budget per --- non chiamiamola pubblicità, ma per dare visibilità agli autori, altrimenti è meglio lasciar perdere. Oltre la passione ci vogliono i soldi.
  8. fidi

    Alcheringa Edizioni

    bel nome per una collana di poesie, diamanti
  9. fidi

    Crime Line (collana PubMe)

    Un ottimo programma e anche un'ottima idea...
  10. fidi

    Crime Line (collana PubMe)

    so per certo che non sono a pagamento. Lo dicono chiaramente
  11. fidi

    Crime Line (collana PubMe)

    Nome: Crime Line Generi trattati: genere Giallo, Thriller, Mystery, Pulp, Hardboiled, Crime e Noir in tutte le loro sfumature e sottogeneri. Modalità di invio dei manoscritti: https://collanacrimeline.wixsite.com/crimeline/contatti Distribuzione: Libri Diffusi, che lavora con FastBook spa, pertanto il cartaceo sarà ordinabile sugli store on-line (Amazon, Ibs, Libreria Universitaria, Giunti) e in moltissime librerie fisiche, tra cui quelle del gruppo Feltrinelli, Ubik e Mondadori. Sito: https://collanacrimeline.wixsite.com/crimeline Facebook: https://www.facebook.com/collanacrimeline/
  12. fidi

    Golem Edizioni

    azz... che peccato, con l'obbligo di acquistarle, credo ci capire?
  13. fidi

    Centauria Libri

    vero, la politica editoriale nella scelta dei manoscritti - come comunicazione - è a volte molto misteriosa....
  14. fidi

    Alcheringa Edizioni

    sì, è vero, sono molto trasparenti e diretti fin dall'inizio, a me sono piaciuti subito. Con le altre case editrici, - non tutte - ma quasi, neppure si sa se hanno ricevuto quello che gli mandi.
  15. fidi

    Alcheringa Edizioni

    @Lorenzo Sartori fantascienza... e dire che avevo smesso di scriverla... tanti e tanti anni fa.
×