Vai al contenuto

Ghigo

Scrittore
  • Numero contenuti

    1.197
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

343 Straordinario

Su Ghigo

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

1.255 visite nel profilo
  1. Ghigo

    Mezzogiorno d’inchiostro n. 126. Off Topic

    Oggi mi era venuta voglia, ma mi son liberato solo ora, non credo di farcela nemmeno con i miei superpoteri di velocità
  2. Ghigo

    Mezzogiorno d’inchiostro n. 126. Off Topic

    Riferito a trastullare o cianciare? In toscana trastullarsi... se lo spiego mi bannano
  3. Ghigo

    Mezzogiorno d’inchiostro n. 126. Off Topic

    Oh mamma, trastullo mi dà l'idea di qualcos'altro più piccante Io opterei per un più simpatico "cianciare" da lì il famoso fare quattro ciance
  4. Ghigo

    [MI 125] Scambio di coppia

    Capisco perché avevi ricevuto così tanti voti dagli utenti racconto davvero divertente e ben scritto. Come non mi stancherò mai di ripetere, far ridere è nettamente più difficile che far piangere. E tu ci sei riuscito (a farmi ridere).
  5. Ghigo

    Mezzogiorno d'Inchiostro n. 125 Topic ufficiale

    Ma davvero ci sono concorrenti che scrivono agli staffer con queste lamentele? Eppure poi in pubblico tutti dicono che si divertono ed è solo un gioco Comunque questa modifica era già stata arginata con il voto segreto, non con il secondo turno. Anzi, il secondo turno può aumentare questo problema. Mi spiego. Io sono primo in classifica e sono giudice all'ultimo turno dell'anno, quindi non posso prendere voti. Non voto il racconto del concorrente che è secondo e il mio voto è superdecisivo, posso provare a convincere anche gli altri che quel racconto è pieno di difetti. Giochetti puerili, vero? Però se mi dici che la gente scrive lamentandosi per un voto dato a Pinco e non a Pallino, cosa non si farebbe per la vittoria finale? Oppure se prima era io voto te e tu voti me ora è pure meglio. Io sono giudice e voto per il tuo racconto, tu la prossima volta sei giudice e voti per il mio, così ci diamo il cambio. Nessuno lo fa, però potrebbe pure succedere (sempre riferito alle lamentele di cui sopra). Io qui la penso come @Macleo. Una giuria di qualità dovrebbe commentare almeno i cinque racconti selezionati, in modo da dare un senso a questo secondo turno (il tempo di tutti è prezioso, ma io quando partecipo commento ogni singolo racconto perché secondo me non avrebbe senso partecipare se non commentassi tutti, e il tempo che ho è davvero limitato, spesso commento alle due di notte). Sennò resta un voto sulla pagella inutile ai fini di capire cosa hanno o non hanno trovato di buono nel racconto (alla fine è per questo che partecipiamo). Per la giuria di qualità dovrebbe esserci l'obbligo del commento (almeno un commento generale, non di ognuno dei 4 votanti), per capire. In più in questo secondo turno il meccanismo si avvicina alle lune. Io avrei visto meglio un'altra soluzione. Tutti votano senza sapere la classifica, compresi i due giudici e cicciuzza (lo staffer già c'è nelle Lune), solo che il voto dei giudici e di @Cicciuzza vale doppio. Così non viene del tutto annullato il voto popolare (come succede ora, praticamente), però viene dato un potere in più ai giurati, non di ribaltare ma di valere doppio. Così se è un distacco ampio (come ora quello di Macleo) è difficilmente recuperabile, mentre se i voti sono pochi di distacco, allora il voto doppio sarebbe decisivo (voto segreto anche per i giudici per evitare calcoli o altro, cosa che non ci dovrebbe essere ma che fa riferimento alle lamentele citate). Così la vedrei una soluzione migliore (ma si va sui gusti personali). Questo è il mio pensiero, anche se ultimamente ho giocato poco perché so che non avrei molto tempo in settimana per commentare ogni racconto, cosa che per me resta essenziale.
  6. Ghigo

    Unpopular opinion

    Ricordo benissimo sia la pubblicità che Ernesto Calindri (era anche quasi livornese, molte volte aveva dichiarato il suo amore per Livorno)
  7. Ghigo

    Mezzogiorno d'Inchiostro n. 125 Off Topic

    Parlane a @Poldo (se non sbaglio, almeno quando partecipavo assiduamente, era lui a stilare la classifica) e sentiamo cosa ne pensa sto scherzando, naturalmente.
  8. Ghigo

    [MI 125] Vitriolage

    @Ghigo ma il concetto di brutto anatroccolo è proprio questo Grazie quella è la morale della fiaba. Ma il modo di dire "essere brutto anatroccolo" su ogni dizionario lo citano come essere brutti e goffi, diversi dagli altri. Senza per forza dover diventare belli in futuro, io questo intendevo. Quando lui si innamora di lei, lei già non era brutto anatroccolo e solitamente la psicologia del brutto anatroccolo fa sì che una donna che da bruttina diventa bella ha più fiducia in se stessa, mentre quella che da piccola è sempre stata bella non è così sicura di sé. Quindi secondo me non ha niente a che fare il suo essere brutto anatroccolo questa situazione Ma il mio era un dubbio innescato dal tuo commento, non intendevo criticare il tuo commento, mai mi permetterei, cercavo di capire la psicologia del personaggio che io avevo inteso in un modo e tu nell'altro. Volevo capire se magari era stato un mio errore di valutazione durante la lettura. Tutto qui.
  9. Ghigo

    [MI 125] Vitriolage

    Se ho letto bene lei non è più un brutto anatroccolo, era bruttina da piccola ma da grande è una bella donna. Però potrei aver male interpretato io. Mi hai fatto sorgere il dubbio col tuo commento, questo è il bello dell’interazione. Aspetto anche io che Rica risponda per chiarire, potrei aver capito male io.
  10. Ghigo

    [MI 125] Vitriolage

    Mi piace questo "per due inverni" e non per due anni. L'inverno dà il senso di lentezza, lunghezza (forse a me più che a te ) e trovo la scelta azzeccatissima. Senza contare che ho adorato il film Dieci inverni, che ti consiglio. Ci introduci subito la traccia, ottimo. io metterei "picchiando chi si azzardasse a posarmi addosso un solo sguardo" o "picchiando chi si azzardasse a gettare uno sguardo su di me" io avrei preferito l'articolo (col o con il naso rotto e la bocca sanguinante...). ignoranza mia, ho dovuto controllare però il colore di un minerale ci sta bene visto il fisico. Anzi, bellissima la descrizione anatomica di ogni sua parte, mi è piaciuta molto. Cambierei la punteggiatura. Lui proiettava la sua rabbia fuori da noi. Io, dopo aver scambiato la sua aggressività per premura, misi i paraocchi e, senza vederlo, camminai tra il fuoco come i cavalli. Come ti sembra? errore da taglio (cominciò ad accorgersi di me mutato in si accorse di me) Bellissima la descrizione di lei. Della sua trasformazione. Non ripeterei la parola limiti (sembra che tu non sia sicura che si capiscano, invece li rendi magistralmente). Non mi ero accorta di non riconoscere la sua violenza e nemmeno di essere schiava del piacere fisico che mi dava. o in camera o nella stanza, mi suona meglio. refuso Operazioni Uso raramente i due punti ma qui ce li vedrei bene. ...a seconda delle serate: per le grandi occasioni uso quella con gli strass. Sono tutti piccoli accorgimenti, niente di grosso. Il racconto mi ha colpito molto. Letto alle due di notte mi ha angosciato. Una donna che vede di più con un solo occhio che con due (all'inizio con due occhi non riusciva a vedere o non voleva vedere, ciò che era evidente). Alla fine si aggrappa all'unica cosa che le è rimasta, un occhio. L'altro serve a ricordarle l'errore del suo limite e non lo mostra a noi. Come tu hai detto, lei sa cosa c'è sotto. Un racconto fin troppo vero, ho letto la parte dell'aggressione proprio come in un thriller, soffrendo con lei, sperando che non restasse cieca. E il destino vuole che apra gli occhi solo quando è in procinto di perderli, mi piace come hai giostrato questa similitudine. Come sempre mi è piaciuta l'introspezione che hai dato alla ragazza e la caratterizzazione purtroppo veritiera di un certo tipo di uomo. Per me è un'ottima prova.
  11. Ghigo

    Auguri Macleo!

    Auguroni grande @Macleo!!
  12. Ghigo

    [MI 124] Ultimi giorni

    metterei novant'anni con l'apostrofo accanto a che le mani tremanti, l'articolo qui ci va secondo me bella frase e la trovo anche vera davanti alle scale oppure sulle scale Non è sbagliato ma mi piacerebbe più si preoccupa per lei Tolte queste piccolezze trovo che hai dato una bella caratterizzazione a questa nonnina, e anche all'Italia di oggi, con tutte le sue cose negative (dai bulli alle prostitute in pieno giorno, alla violenza sulle donne). Hai toccato con poche pennellate molte tematiche. Le descrizioni le ho trovate molto efficaci. In alcuni passaggi andavi col passo della vecchia e mi sembrava di vedere coi suoi occhi. Qualche imprecisione ma come sempre è dovuta alla fretta della pubblicazione. Bella prova.
  13. Ghigo

    [LP 1] Primo aprile 1999

    Come mai hai preferito alma a anima? Alla parola finale cocci avrei preferito macerie o schegge. Ho visto solo ora che ti avevano già segnalato alma ma io ho scritto senza leggere prima le mie annotazioni. La poesia mi è piaciuta, mi ha trasmesso angoscia e senso di impotenza e penso sia quello che volevi far passare. Brava.
  14. Ghigo

    [LP 1] Nonna

    Bellissimo passaggio che lega le parti e ci rende l'idea della tua poesia. Mi è piaciuta molto, ricca di richiami tuoi che però possono essere comuni a molti, la scorza d'arancia dei canditi che ricordano il Natale, il latte di fronte al camino. Non so cosa fosse la traccia uno e ora vado a informarmi, però la poesia mi è piaciuta davvero molto, mi piacciono quelle che le leggi e ti danno dentro delle smosse emozionali di ricordi passati.
  15. Ghigo

    Unpopular opinion

    No, era scritto dietro sul manifesto che hai pubblicato. I soldi li spendo meglio io che andare al delfinario a vedere Pupo
×