Vai al contenuto

Giampo

Lettore
  • Numero contenuti

    58
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

26 Piacevole

Su Giampo

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

252 visite nel profilo
  1. Giampo

    More Stories

    @Bambola Saranno futuristi
  2. Giampo

    Rossini editore

    Grande! Questo commento vale più di tutto! Per fortuna che, nell'editoria italiana, esistono persone così, che investono sulla cultura, e non su vademecum su come portare le corna! Questo fa capire lo spessore di quest'editore, e se ci mette la faccia sulla Rossini, sono sicuro che questa sarà una bella realtà editoriale. La serietà e la fiducia, in certi casi, si basa sulle persone che ne fanno parte, e Giuseppe Santelli è una persona che ne ha tanta (di serietà) e ne merita altrettanta (di fiducia). Ma non sempre le persone possiedono la sensibilità adatta per riconoscere determinate qualità nel prossimo. Ma confermo: a me basta sapere che dietro c'è una CE come la Santelli, e non una stamperia che si spaccia per Casa editrice, per ritenere Rossini un editore affidabile!
  3. Giampo

    Meravigli

    Nome: Meravigli edizioni Catalogo: http://www.meravigliedizioni.it/collane.html Modalità di invio dei manoscritti: non specificato (http://www.meravigliedizioni.it/contatti.html) Distribuzione: non specificato (probabilmente autodistribuita nelle proprie libreire di fiducia) Sito: http://www.meravigliedizioni.it/ Facebook: https://www.facebook.com/meravigliedizioni/ Si tratta di una CE che ha quasi 45 anni, punto di riferimento per la cultura milanese, dove tutti i titoli stampati hanno come comune denominatore la città meneghina. Sul sito si legge che "Dopo oltre quarant'anni di attività, la Meravigli annovera un ricchissimo e variegato catalogo ed è oggi la principale realtà editoriale specializzata su Milano: la sua storia, la sua cultura, le sue tradizioni. La maggior parte delle sue pubblicazioni diventano, nel tempo, dei long seller, cui si affiancano degli autentici best seller, primi fra tutti i romanzi storici di ambientazione milanese della collana Pagine disparse".
  4. Giampo

    Priuli & Verlucca

    Nome: Priuli & Verlucca, editori Sito: https://www.priulieverlucca.it Catalogo: https://www.priulieverlucca.it/home/index Modalità di invio dei manoscritti: https://www.priulieverlucca.it/contatti/index Distribuzione: https://www.priulieverlucca.it/distributori/index Facebook: https://www.facebook.com/pages/Priuli-Verlucca/439106072885304 Mi sembrava strano che non fosse stata valutata questa cinquantenaria Casa Editrice, eppure cercando all'interno del sito non ce n'è traccia. Si tratta di un editore storico, con un catalogo che punta soprattutto sulla regionalità piemontese e sulla divulgazione, ed è distribuito da Messaggerie.
  5. Giampo

    Ivvi Editore

    Beh, una specie di auto Crowdfunding, che è una contraddizione in termini, ma alla gine si tratta di un finanziamento collettivo fatto solo dall'autore. In pratica pubblicano la bozza sul sito, la formattano con due o tre parametri fissi, e la pubblicano, ma solo sul loro sito (quindi non spendono neanche un euro né di mano d'opera, né di distribuzione), poi l'autore (chi altri, sennò?) provvederà ad acquistare 25 copie, a prezzo pieno, del proprio testo (che, essendo digitali, neanche potrà "toccare e sfogliare"), loro risparmiano anche sull'invio, e pagando l'equivalente di 25 copie ti pubblicano il cartaceo (quindi, con i soldi delle 25 copie rileggono e formattano il testo un po' meglio e stampano il libro, magari in print on demand - e quindi, stampando copie solo a richiesta - e come al solito le copie le acquisteranno solo gli autori e i familiari di questi. Una macchina diabolica! Certo, la distribuzione a cura di Messaggerie dovrebbe essere sinonimo di serietà, ma vai a sapere come stanno davvero le cose...
  6. Giampo

    Words edizioni

    @Silverwillow Auguri e complimenti! La CE è nuova nuova, e si sta creando un catalogo. In questo periodo in cui è tutto fermo, anche perché le librerie sono chiuse e tutte le uscite previste sono state posticipate di almeno un mese, è particolare il fatto che qualche casa editrice sia così attiva. In bocca al lupe e e tienici informati!
  7. Giampo

    Cuzzolin Editore

    @AndreaLuna Ciao, è un editore "di nicchia", ossia che pubblica solo libri a carattere scientifico, in partiocolare medico e, sa poco, ingegneristico. Ora ho visto che pubblicano anche libri di cucina, ma cucina del passato, e c'è pure un libro in catalogo su Maradona (forse perché è una CE napoletana?). Però non c'è un indirizzo a cui mandare manoscritti. Tutte queste ciose mi fanno supporre che sia una Casa editrice a pagamento, e pure cara, visto che si occupa di pubblicazioni scientifiche!
  8. Giampo

    Aracne Editrice

    Ciao @greenintro, il deposito legale è previsto da una legge, la n.106 del 15 aprile 2004, secondo la quale chi produce una pubblicazione (e quindi l'editore) è tenuto a consegnarne un certo numero di copie a determinate biblioteche, dette biblioteche depositarie, allo scopo di assicurare la conservazione di almeno un numero minimo di esemplari dell'intera produzione editoriale di un paese. Solo nel caso di libri autoprodotti (ossia senza casa editrice) quest'onere spetta agli autori. Quindi, il deposito legale è un atto pratico che l'autore DEVE svolgere. Il mio ultimo volume, per esempio, dovrebbe essere stato depositato (così mi ha detto l'editore) presso le biblioteche di Roma e di Firenze (e se vai sul sito dell'OPAC dovrebbe risultare tramite una semplice ricerca). Il fatto delle librerie mi sembrava un po' strano: come ti dicevo, o te li compri e li distribuisci te, oppure non li vedrai mai in libreria. E ti dico anche che, se vuoi metterli in vetrina, o conosci il libraio, o devi sborsare dei soldini (non sempre però: a me è capitato di trovarmi in vetrina senza fare nulla, ma solo nelle librerie specializzate e solo per opere fortemente divulgative). E ti confermo quello che ti ho detto l'altra volta: il "doppio cieco" (o come lo chiamano double ecc..., per farci capire ancora meno) è un processo inventato dal Miur per far fare le marchette a determinate CE, ma nessuno controlla nulla e non c'è traccia né documentio che comprovi questa pratica: basta che paghi, e potrai pubblicare, è il sistema, e non credere che se compri copie, le rivendi, le ricompri, le presenti, le esponi, ottieni più visibilità o rientro economico; arricchirai solo queste stamperie, e nel frattempo svuoterai il tuo conto, ma "a rate", così non te ne accorgi. Insomma, per esperienza diretta (ne ho pubblicati diversi), se ti serve pubblicare un libro scientifico segui tutte le procedure, ma una volta pubblicato fermati lì, perché nessuno si interesserà al tuo volume, e quei pochi che potrebbero essere interessati sono quelli a cui l'hai già regalato te, anche perché ne avrai dovuti acquistare talmente tanti che alla fine li utilizzerai per non far ballare i tavoli! Scusa se sono stato diretto, ma anche io all'inizio mi emozionavo quando vedevo il mio libro esposto in vetrina o i miei amici mi mandavano le foto delle librerie, ma poi mi sono reso conto che era tutta una "macchina infernale" per spremerci come rape.
  9. Giampo

    extempora edizioni

    Vista la particolarità dei libri che propongono, dubito che siano gratuiti, ma non si sa mai.
  10. Giampo

    Aracne Editrice

    Ebbi contatti con loro parecchi anni fa (2012?) e ne trassi la solita impressione di tutte le CE che pubblicano testi scientifici; loro, però, erano molto professionali e formali (ancora adesso, sulla mia posta elettronica, compaiono i loro auguri il giorno del mio compleanno!). Pubblicai un articolo in un volume collettaneo, tra l'altro il curatore del volume lo fece a mia insaputa... Come tutte le Case editrici del loro genere, chiedono un contributo, che è più alto se all'impaginazione devono provvedere loro (sul sito ci sono le griglie e le regole editoriali, fatte davvero molto bene, per impaginarsi il libro da sè, ma dubito che qualcuno faccia tutto da solo, a meno che non si appoggi a un editor professionista). Il prezzo della pubblicazione è nella media (oltre i 1000!), non vedrai mai il tuo libro nelle librerie (forse in qualche libreria fiduciaria di settore, ma non so se gli eventuali titoli siano lasciati dagli stessi autori in una sorta di "conto vendita", o come semplice volume da esporre, o forniti dall'editore, dato che loro stampano solo "su richiesta"). Il prezzo dipende anche da quante copie si intende richiedere come acquisto (obbligato) del volume. La valutazione "a doppio cieco" è una cosa abbastanza ridicola che si è inventato il MIUR per far pubblicare solo con determinate case editrici (la lista è fornita dal ministero dell'istruzione stesso), ma poi basta pagare e tutto si risolve, e chiunque può pubblicare qualsiasi schifezza, tanto il controllo è appannaggio degli editori. Purtroppo, in Italia è così, e quella pubblicazione è obbligatoria per partecipare alle abilitazioni scientifiche nazionali. Questa è una di quelle situazioni che ti fanno capire come vanno le cose nella Nazione più bella del mondo! E se qualcuno pensasse a occuparsi di queste cose, invece di pensare al reddito di cittadinanza, non farebbe un soldo di danno. Comunque confermo: è un'ottima casa editrice scientifica, più o meno come le altre del settore, ma più formale e professionale di molte, che sono delle stamperie vere e proprie.
  11. Giampo

    Lambda house

    Complimenti @Bambola, ti auguro tutto il meglio per il tuo futuro editoriale!
  12. Giampo

    Edizioni Jolly Roger

    Penso che si rifersica al fatto che le copie acquistate dall'autore non verranno conteggiate ai fini del pagamento dei diritti.
  13. Giampo

    Jouvence

    Nome: Editoriale Jouvence Sito: https://www.jouvence.it/ Catalogo: https://www.jouvence.it/catalogo/ Modalità di invio dei manoscritti: proposte@jouvence.it Distribuzione: https://www.jouvence.it/distribuzione-e-promozione/ Facebook: https://www.facebook.com/jouvence.editoriale/
  14. Giampo

    Rosenberg & Sellier

    Nome: Rosenberg & Sellier Sito: http://www.rosenbergesellier.it/ Catalogo: http://www.rosenbergesellier.it/elenco-libri? Modalità di invio dei manoscritti: http://www.rosenbergesellier.it/contatti Distribuzione: Messaggerie Facebook: https://www.facebook.com/RosenbergSellier/ Storica casa editrice torinese, sorta nel 1883.
  15. Giampo

    Diarkos

    Nome: Diarkos editore Sito: https://diarkos.it/ Catalogo: https://diarkos.it/index.php?r=catalog%2Fbooks&BookSearch[sort]=publication_date&BookSearch[order]=3 Modalità di invio dei manoscritti: https://diarkos.it/index.php?r=site%2Fcontact&scenario=proposal Distribuzione: Non specificato sul sito, ma sui libri è indicato Mondadori libri Facebook: https://www.facebook.com/diarkoseditore/
×