Vai al contenuto

Edelweiss

Scrittore
  • Numero contenuti

    32
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

48 Piacevole

Su Edelweiss

  • Rank
    "Il giglio di fuoco", Sonzogno

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Madrid

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Edelweiss

    Meucci Agency

    Ciao! Sì, la finestra per il form aprirà il 1. gennaio (00.00 ore; cioè, une decinaia di seconde primo alla mezzanotte di Capodanno) :-) In bocca al lupo - e un felicissimo 2020 a tutti!
  2. Edelweiss

    Meucci Agency

    Ciao, @johnnycombat! Per scoprirlo, raccomando che, prima di tentare la fortuna a mezzanotte, dedichi due o tre settimane a sfogliare in una biblioteca i libri di autori rappresentati di questa Agenzia ;-) (Risposta rapida: sì, ha anche alcuni thriller e noir nel suo portafoglio.) Io stessa l'ho fatta così, e ho quasi rinunciato a usare il form, perché nella mia ricerca nella sua pagina web non aveva trovato nemmeno un romanzo storico rappresentato da loro: quindi confesso che, se fossi stato guidata solo da quel criterio (la mancanza totale di storici nella sua lista), non gli avrei forse mai inviato i miei romanzi. Comunque, ho agito guidata solo dall'istinto (ed una ferma fiducia nelle mie opere): il resto è storia! Ma vi do un suggerimento re: romanzi storici: per la Dottoressa Meucci, in principio, i mattoni storici non sono i tuoi preferiti (strictamente per sceliere opere per rappresentarli, eh!), perché è molto difficile trovarli una CE. In bocca al lupo ancora una volta a tutti stassera a mezzanotte!
  3. Edelweiss

    Meucci Agency

    Ecco è esattamente quello che guadagna ogni giorno di lavoro qualsiasi interprete freelance de l'ONU, de l'UE e de tante altre organizzazioni internazionali, e non solamente :-) Cualificazione top = remunerazione top. Finito l'OT (e scusate!)
  4. Edelweiss

    Meucci Agency

    Bravo, @Kenzo Kabuto! La gente dimentica spesso che l'Agenzia Meucci non ha solo i suoi "propri" autori da leggere, guidare e rappresentare (intendo quelli che l'Agenzia ha "scoperto"; ora sono quaranta, più o meno), ma anche diverse dozzine di autori italiani, spagnoli e stranieri che rappresentano in nome di altre agenzie all'estero. Aggiungete a ciò il tempo considerevole che devono viaggiare per visitare fiere (Francoforte, Barcelona, Madrid, Torino, etc. etc.), lavorando senza orari fissi anche dopo mezzanotte ;-) e nei fine settimana, e capirete che hanno pochissimo tempo per leggere così tanto nuovo materiale. Almeno accettano circa 25 invii al mese tramite form, quindi se considerate che forse 100 ci provano ogni mese (in spagnolo e italiano): la possibilità 1:4 ogni mese non è disprezzabile, soprattutto se non vi costa nulla; solo pochi minuti del tuo tempo (loro investono molto di più, se alla fine vi chiedono il vostro manoscritto, per studiare ogni proposta). Se io dovessi ricominciare da capo, senza conoscere nessuno e senza altre porte aperte, ci riproverei senza dubbio con loro stassera. In bocca al lupo, e per favore non disperare!
  5. Edelweiss

    Meucci Agency

    In bocca al lupo ai candidati che proveranno stassera!
  6. Edelweiss

    Meucci Agency

    Davvero? È molto curioso. Non è stata questa la mia esperienza. Io ci sono riuscita a farmi rappresentare da loro via il form di mezzanotte :-) Ed era una esordiente sconosciuta. Risultato in meno di 4 anni: due romanzi venduti in Spagna (sono spagnola) + uno anche pubblicato da Sonzogno. È solo la mia esperienza, ma sono 100% sodisfatta con questa agenzia.
  7. Edelweiss

    Tra noi e la libertà, Slavomir Rawicz

    Concordo al 100%; ho membri della mia famiglia ungharesa che hanno sofferto prigione in un gulag sovietico (alcuni chi hano soppravissuto; altri no). Per una visione molto più realista e veridica del´inferno del gulag, "Arcipelago Gulag" di Alexander Solzhenitzin rimane il capolavoro di referenza. C´è anche un altro racconto di un compatriota mio, il Dr. Nagy, sullo stesso tema, con le sue esperienze, purtroppo non credo che sia mai tradotto all´italiano (in spagnolo il titolo è: "Prisionero en la URSS").
  8. Edelweiss

    Ma le agenzie sono davvero utili?

    Nel caso del mio agente (che lavora per gli autori spagnoli rappresentati dalla Meucci Agency), posso dire che all'inizio, se lui è davvero interessato e ha richiesto il manoscritto completo, fa una scheda di valutazione abbastanza minuziosa (per essempio: osservazioni sulla trama, la struttura, i personaggi, l'evoluzione, il ritmo, lo stile... Nel mio caso ha letto due dei miei romanzi storici e gli piaceva tutto (ma uno per adulti più dell'altro, che era per lettori bambini e adolescenti); ma secondo lui il romanzo che preferiva, essendo un romanzo di nicchia per il tema, il tempo e il luogo storico, non era assai commerciale (come linguista, traduttore e interprete professionista, non ho avuto bisogno d'editing stilistico ne semantico fatto da un'altro). Quindi, prima di firmare con loro, e mi ha spiegato cosa dovrebbe essere cambiato per renderlo più vendibile. È stato un consiglio costruttivo e facile da seguire: ho fatto quello che mi ha detto, il risultato ci ha convinti entrambi, e abbiamo firmato. Penso che la gamma di servizi offerti da ciascuna agenzia sia certo diversa, e forse anche individuale per ogni autore. Nel mio caso soggettivo, apprezzo non solo la rappresentazione, ma sopratutto l'orientamento di qualcuno che conosce "da dentro" le aspettative reali delle CE, che è flessibile e non si arrende mai, ma si adatta alla realtà oggettiva del mondo dell'editoria (e per il resto, se c'è compatibilità e buona volontà da entrambi, si puoi negoziare quasi tutto dal modus operandi con loro). (Vi prego di perdonare i miei errori, l'italiano non è la mia prima lingua!)
  9. Edelweiss

    Meucci Agency

    Non sempre :-) Lei non legge né rappresenta normalmente romanzo storico... Conmunque, il mio l'ha convinto dall'inizio. Quindi provate, vi prego: non si sà mai!
  10. Edelweiss

    Il giglio di fuoco

    Ecco una nuova recensione di "Il giglio di fuoco", da Liberidiscrivere: "Nella Francia alle prese con la Guerra dei Trent’anni (...), Léon Bouthillier, capo delle spie del cardinale Richelieu, viene incaricato dal potente prelato di trovare, catturare e eliminare la donna più pericolosa del regno, che si trova forse in Borgogna, regione che gode di una certa indipendenza, con in mano documenti che possono mettere a repentaglio il futuro stesso del regno. Il libro si svolge tra flashback e momenti più vicini alla storia narrata, ricostruendo la vita di Isabelle de Plessis, sorella di Richelieu (...), donna ribelle che non si piegò ai voleri della famiglia, fuggendo con l’amante più giovane, un medico da cui avrà vari figli, tra cui Lise, che è la donna ricercata. Accusata ingiustamente di stregoneria per il suo interesse per le arti della medicina, vittima dell’Inquisizione che la marchia con il giglio quando è poco più che una bambina, rinchiusa in un convento ad espiare dove le suore vengono poi decimate dalla peste, Lise viene creduta morta mentre riesce a scappare verso l’Inghilterra, dove da ladra di strada riesce a salire la scala sociale, ma ad un prezzo altissimo, perché sulla sua strada si accumulano crimini e intrighi. Ispirata alla figura luciferina di Milady, la cattiva dei Tre moschettieri, Lise, destinata a diventare Lady Lily Carlisle, è un’antieroina trascinante e appassionante, una donna che lotta contro l’oppressione di una società maschilista, vittima di violenze coniugali, abusi, ingiustizie, criminale suo malgrado, una figura tragica che rilancia un genere come il romanzo storico, che per troppi anni se ha messo una donna come eroina è degenerato in storielle sentimental erotiche davvero irritanti e di poco spessore, oltre che poco realistiche. Il giglio di fuoco, romanzo autoconclusivo narrato a più voci e da più punti di vista, racconta un’epoca lontana ma affascinante (...), con una ricostruzione storica impeccabile e un senso della narrazione che riprende la lezione di Dumas aggiornandola al modo di scrivere di oggi, senza far diventare il tutto una stucchevole storia sentimentale. Un buon esempio di come si possa scrivere un ottimo romanzo storico con protagonista una donna senza essere banali e scontati e c’è da aspettare le prossime fatiche dell’autrice, che ha firmato il suo esordio con Il giglio di fuoco, ma c’è da scommettere che farà ancora parlare di sé."
  11. Edelweiss

    Meucci Agency

    In bocca al lupo a tutti quelli che provano stanotte! Se io sono riuscita alla prima volta, sono convinta che anche altre esordienti possono farlo... quindi provate, non c´è nulla da perdere :-)
  12. Edelweiss

    Ma le agenzie sono davvero utili?

    Hai ragione, è propprio stato così nel mio caso, il mio romanzo era venduto prima in Spagna (in spagnolo, naturalmente) e tre mesi dopo a Sonzogno :-)
  13. Edelweiss

    Ma le agenzie sono davvero utili?

    Per me, autrice esordiente ungherese-spagnola, la mia agente (Silvia Meucci) è stata davvero utilissima. Senza un'agente, magari infatto non avrei mai pubblicato né in Spagna, né in Italia, né in America Latina.
  14. Edelweiss

    Meucci Agency

    Con Sonzogno. Il mio editore è Patricia Chendi :-)
  15. Edelweiss

    Meucci Agency

    Nessuno ha detto questio: forse questa è solo la tua interpretazione. La mia, dopo la mia esperienza con loro, è: o non rappresentano il tipo di romanzo che hai scritto, o hai ancora molto lavoro da fare per migliorarlo. A volte mi chiedo se, invece di incolpare il form di mezzanotte e il sistema per filtrare i manoscritti (il mezzo tecnico), le persone che vogliono sottoporre il loro lavoro a questa agenzia abbiano prima letto nemmeno uno, qualsiasi, dei libri degli autori che rappresentano (il loro vero "fine" artistico), per farsi un'idea del livello di qualità, della "voce" e degli argomenti che stanno cercando, per scoprire se si adattano a quel profilo "tipo" Marone, Rattaro, Limone, Ianniello... Questo è solo un suggerimento construttivo :-)
×