Vai al contenuto

rushvoivod

Scrittore
  • Numero contenuti

    62
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    1

rushvoivod ha vinto il 17 agosto 2016

rushvoivod ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

35 Piacevole

Su rushvoivod

  • Rank
    Sognatore
  1. III premio letterario Neri Pozza [scad. 07/04/17]

    @Liviomilanesio, La cucina del diavolo era un bel titolo, comunque. Ti faccio un in bocca al lupo per La verità che ricordavo (titolo con un non so che di afterahoursiano).
  2. III premio letterario Neri Pozza [scad. 07/04/17]

    A prescindere dall'effetto che possa fare il non vincere il Neri Pozza (io ne so qualcosa, perché mi rimase il rospo in gola quando mi avvertirono a settembre che non sarei stato nella cinquina finale), credo che sia comunque una bella esperienza, un mettersi in gioco utile a capire a che livello si è giunti, e magari non scoraggiarsi ma insistere, insistere, insistere... Ecco, io ho fatto questo. Ho ben tre romanzi da far pubblicare (e due già usciti da tempo), un agente che si occupa di me, una gran passione e voglia di affermarmi anche davanti a una strada in salita la cui pendenza sembra essere sempre troppa. E anche se il dispiacere non molla, e sono uno che per carattere punta sempre alla vittoria, ho anche la buona abitudine di pormi delle condizioni, e di cercare di superare i miei limiti. Quindi, consiglio a chi voglia partecipare di capire se il genere delle opere rientri tra quelli "apprezzabili" dalla CE (io ho letto molti dei loro testi) per evitare di rientrare nella prima, necessaria scrematura che è legata alle sinossi e non all'intera opera (almeno credo così operino nelle fasi iniziali). E crederci, sempre. A meno che non abbiate altro di meglio da fare
  3. Ceccacci literary agency

    Chiedo venia. Mi è sfuggito
  4. Ceccacci literary agency

    @Daniele Furia, le tue testimonianze mostrano come una stessa opera possa passare da "pornografia letteraria" a "interessante". Mi congratulo con te per il (presumo) contratto che hai firmato o firmerai, e ancor di più per la possibilità di accedere a editori che facciano un buon lavoro, soprattutto la promozione (vera nota dolente di quasi tutto il panorama letterario). Io sono sotto contratto con altra agenzia (discretamente introdotta) e spero in una buona sorte. Ci proviamo, almeno. Mi incuriosisce una cosa, e sei libero di non rispondere e mandarmi a quel paese se vuoi: ma riesci sempre a incontrarli di persona, gli agenti? Cmq, in bocca al lupo per tutto.
  5. Pastrengo

    @Mister Frank appunto...
  6. Pastrengo

    @Mister Frank a me non hanno risposto e sono trascorsi più di quattro mesi
  7. Ceccacci literary agency

    Aggiungo che la loro risposta negativa non mi ha procurato né caldo né freddo, visto che nel frattempo un agente l'ho trovato. Diciamo che mi ero dimenticato di aver scritto loro, che sono nel pieno diritto di rifiutare perché ognuno decide le proprie linee di comportamento e i cavalli su cui investire. Quindi consiglio ai rifiutati di non prendersela (magari il loro lavoro è a una spanna dalla perfezione, ma gli manca ancora appunto la perfezione e nessun agente si batterà per procurargliela) e a chi non ha ancora ricevuto risposta di tentar altre strade oppure, se proprio non si vuole, di investire il tempo nel migliorarsi e nell'apprendere i trucchi del mestiere (che sono sempre tanti e sembra di non conoscerli mai tutti) magari leggendo qualche autore nuovo, o quelli che hanno scritto nel nostro genere di riferimento (si sa mai, qualche nuova idea...). E, come faccio sempre io, aiutatevi nell'essere sempre voi i giudici più severi del vostro lavoro. Solo così un rifiuto potrà sembrarci meno terribile.
  8. Ceccacci literary agency

    Io no di sicuro. Oggi ho ricevuto una mail a nome dell'agenzia- che non ricordi quando ho contattato e nemmeno con quale manoscritto- che mi ha tolto anche i dubbi che non avevo. Risposta garbatamente negativa.
  9. Kalama

    @perseveranza ormai non si sa più che pesci prendere. Eppure, non si sa mai perché l'attesa può anche non essere solo una fastidiosa anticamera.
  10. Psocoidea

    @Mathiel di certo non è assoluto, può darsi che ognuno di noi dica una cosa giusta. Il confronto è sempre utile, anche perché, come hai ammesso tu, i commenti altrui ci fanno svegliare di notte con la verità all'improvviso.
  11. Psocoidea

    In fondo, già ce l'ho... ovviamente
  12. Psocoidea

    @Mathiel onestamente non riesco a capire quanto si possa suggerire per una poesia. La poesia è un attimo di intensa ispirazione dell'autore, non è un racconto o un romanzo dove c'è da controllare stile struttura trama ecc. Nella poesia, secondo me, è tutto o niente opinabile, o ti colpisce oppure no. Io, comunque, sto ancora aspettando che qualcuno si faccia sentire. E non ci tengo più di tanto, adesso. In fondi, l'agente letterario già c'è l'ho.
  13. Pastrengo

    @Nuwanda più di due mesi
  14. III premio letterario Neri Pozza [scad. 07/04/17]

    @franka diciamo che è possibile, ma non sicuro. Di certo sono in cerca, e fin quando non vedrò un nero su bianco, ogni sogno resta latente. Ho il buon difetto di arrendermi all'ultimo, e questo mi dà la forza di tentare. Unitamente alla - guai se non ci fosse! - passione in quel che scrivo.
  15. III premio letterario Neri Pozza [scad. 07/04/17]

    Ora posso parlarne. Ero tra i dodici, con Mille papaveri rossi, e questi ragionamenti ero già lì a farmeli. Ritengo però che, quando ci si immerge in un mondo così concorrenziale e opinabile (chi di voi non ha, almeno una volta, rigettato la lettura di un libro osannato da milioni di persone?) o ci si presenta con l'esperienza giusta o saranno sempre i più esperti a spuntarla. Tra l'altro, se vogliamo, il Cabuche o Munforte che dir si voglia, sarebbe stato ancora più favorito, in un contesto del genere. Invece, a vincere è stata la "giovane" Marangoni. So per certo che, a quei livelli, ci si batte per questioni di stile, e quindi è più che accettabile un verdetto del genere. Io la prendo così, come uno stimolo a migliorarmi, consapevole di aver avuto conferma di un certo margine di crescita, e quindi di speranze future da non necessariamente seppellire. Io suggerisco, infine, di provarci comunque. Nella vita e nella morte (meno spesso), non si sa mai.
×