Vai al contenuto

Mario Emme

Scrittore
  • Numero contenuti

    6
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

2 Neutrale

Su Mario Emme

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Mario Emme

    IoScrittore

    Ora che i giochi sono fatti, e io non sono passato nei famosi 300 (tu sì? Te lo auguro!!), puoi dirmi per favore se l'incipit scritto benissimo, ma con gli "spiegoni" e il resto, era quello storico, s'intitolava "Umano sangue" ed era ambientato nel 1797, con le nozze del principe di Borbone ecc.?
  2. Mario Emme

    IoScrittore

    Com'era quello storico? Buono? Uno strazio? Hai qualche indizio?
  3. Mario Emme

    IoScrittore

    Probabilmente, il fenomeno che tu citi è il segno di una "specializzazione" dei due termini (magari, nel senso che intendevo io), per cui "familiare" tende a diventare aggettivo, e "famigliare" sostantivo; la confusione delle due cose, invece, mi sembra davvero da stigmatizzare.
  4. Mario Emme

    IoScrittore

    Mi dispiace che qualcuno si sia offeso: non pensavo affatto di saperne di più. Penso soltanto che nessuno, nemmeno la buon'anima di Pratolini, direbbe mai, in italiano, "questa voce mi suona famigliare". Ma del resto, a dispetto della globalizzazione (che però rischia anche di voler dire "standardizzazione", "banalizzazione") l'italiano è ancora una lingua così ricca, che chiunque può usarla, liberamente, come meglio crede. Grazie della - immeritata? - attenzione.
  5. Mario Emme

    IoScrittore

    Scusa, Ljuset, ma "familiare" e "famigliare" non sono due grafie diverse dello stesso concetto, sono (come qualsiasi buon dizionario può spiegare) due cose diverse: il primo è un aggettivo, e vuol dire "già noto", "riconoscibile"; l'altro può essere anche sostantivo, e vuol dire "che fa parte della famiglia", madre, padre, figlia, fratello, zia etc. Giusto per la precisione, naturalmente!
  6. Mario Emme

    IoScrittore

    Ad Amy: l'incipit che ti è piaciuto, ma era lontano da quello che ami leggere, era, per caso, quello dell'unico romanzo storico?
×