Vai al contenuto

Pulsar

Sostenitore
  • Numero contenuti

    775
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

260 Strepitoso

4 Seguaci

Su Pulsar

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo

Visite recenti

1.454 visite nel profilo
  1. Pulsar

    Buon compleanno, Niko!

    In ritardo ma lo stesso: "tanti auguri"!
  2. Pulsar

    Ciao a tutti ❤

    Benvenuta @Martina Micol! Siamo curiosi di leggere qualcosa di tuo.
  3. Pulsar

    Buona Pasqua, Niko!

    Buona Domenica e buona Pasqua a tutta la Community. @mina99 i migliori auguri di buon compleanno!
  4. Pulsar

    Rifiuti (revisionato)

    Proverei a scriverlo così: "Zoppica - la ferita di ieri gli fa sempre più male - però è felice" ("oggi" lo togliamo perché... se la ferita è di ieri, è chiaro che gli eventi del racconto si stanno svolgendo oggi). Perché "pensa" sia un gatto? In Ghana i gatti ci sono (tralasciando il fatto che a quelle latitudini siano considerati il "piatto della festa"), strano, quindi, che Babu possa avere dubbi vedendo la rappresentazione in plastica di un micio. Toglierei il "Sì, oggi..." "... le bilance dove verrà pesato il metallo che ha raccolto". Anteporrei a questa frase un "Soprattutto,..." Sposterei le parole così: "C'è anche suo cugino Bandele, in mezzo a quel gruppo". Toglierei i due punti e scriverei cosi: "Lo vede rovistare con i piedi nella melma schiumosa alla ricerca di fili di rame. Tossisce in continuazione..." il resto rimane uguale. "... tagliato? - strappato?" "Babu è contento che nessuno se ne sia accorto:" "Nel frattempo..." Ciao @ire70 e bentrovata! Davvero molto delicato questo racconto: fa una vitaccia Babu, ma gli basta trovare un giocattolino, anche abbastanza insignificante, per dimenticarsi della sua sventurata esistenza, per tornare ad essere un bambino. Il racconto mi pare scritto assai bene: stile semplice, che richiama, l'ingenuità espressiva tipica dei bambini, pdv stabile... Insomma, un lavoro già piuttosto "affinato". Ho provato a suggerirti alcune modifiche limitate alla forma (peraltro di portata minore): fanne l'uso che credi. Ciao e a rileggerti.
  5. Pulsar

    Staffetta di Natale 2018 - Terza Tappa

    @Befana Profana Ciao! Mi associo alla compagna-di-contest @Ezbereth nel ringraziarti per le belle parole spese per il nostro racconto. E, ancora una volta, (che copione che sono) mi associo ai saluti a Macleo: spero che dopo la sospensione, voglia tornare in seno a questa comunità per continuare a proporre i suoi racconti; il suo modo, disincantato e salace, di rappresentare la realtà mi piace (e credo di non essere l'unico ad apprezzare). Ma lo sai che è successo lo stesso pure a me? Lo dicevo ad Ezzie proprio l'altro ieri. Probabilmente è solo una delle mie fasi "no": passerà. Per il resto, è innegabile che il contest appena conclusosi si sia rivelato meno disteso di altri ai quali ho partecipato. Polemiche, ritiri, allontanamenti... Non dico che la festa sia stata rovinata, questo no, dico solo che quanto è accaduto mi ha un po' intristito. Peccato! Trovo, invece, che gli staffer "supercritici" siano una grande trovata! L'ho detto anche in occasione del contest horror, nonostante lo "Stregone" mi abbia sonoramente bastonato in quell'occasione: c'è proprio bisogno di lettori attenti che vadano oltre le tre righe che il numero di racconti, gli impegni e la vita sociale "impongono" ai partecipanti di contest "oceanici" tipo il MI (a una delle ultime edizioni alle quali ho partecipato si contavano, se non sbaglio, 21 -22 autori!). Ho apprezzato, ancora, la voglia e l'entusiasmo dei nuovi: questo è lo spirito giusto! Mi accorgo solo ora che le mie elucubrazioni sono andate un po' fuoristrada... Scusami tanto Befana Profana, ancora grazie e buona serata.
  6. Pulsar

    Staffetta di Natale 2018 - Terza Tappa

    Complimenti a Joy e Plata che si sono meritatamente aggiudicati il contest. Felicitazioni anche ai "podisti", che hanno gareggiato da par loro. Un sentito grazie a tutti i partecipanti che hanno reso vivace, e di livello, un contest altrimenti impegnativo e allo staff che ha organizzato e reso possibile questa disfida scrittorea. Un ringraziamento speciale va, però, alla socia @Ezbereth che mi ha accompagnato in tutte e tre le tappe della manifestazione, spesso sobbarcandosi il più del lavoro, anche a causa delle difficoltà materiali (l'isolamento dalla Grande Rete su tutte) nelle quali verso da qualche tempo. Ciao Ezzie e buona fortuna per tutte le iniziative letterarie (e so che sono tante) che stai portando avanti.
  7. Imprevedibile la svolta "fantastica" per una serie di racconti fin qui assai realistica e quasi autobiografica. Che dire? Scritto molto bene, curato nella forma, getta una nuova luce sul primo racconto della saga. Ma, forse, l'odiosissimo colletto bianco non aveva commesso una così grave colpa da meritare le viscere del valigione demoniaco...
  8. Pulsar

    [Natale 2018-3] Qui il Pc

    @Edu e @Lauram. Ciao ragazzi! Sono belle le riflessioni che fate sullo scrivere (al netto di qualche incongruenza, o all'apparenza tale, di Lauram) e, cosa stranissima a dirsi, sono d'accordo con entrambe! Boh, vallo a capire! Forse "marito" e "moglie" non dicono cose tanto diverse, dopotutto. Quanto mi piace questa frase! E riassume una grande verità: che per scrivere bisogna essere come in trance ed è impossibile esserlo se si è preoccupati del modo in cui potresti apparire ad un osservatore esterno! Ognuno ha le sue "buone pratiche": io, ad esempio, smorzo il lampadario e accendo un lucina calda sulla scrivania (tipo bolla di luce nella tenebra), poi mi siedo sulla sedia "alla giapponese"... e affronto lo schermo. Concludendo: il brano è scritto bene, è piacevole da leggere e reca con sé qualche considerazione filosofica sullo scrivere che fa riflettere. Tutto bello allora? In realtà, in bocca mi è rimasto un po' d'amaro. Trovo che ci sia poca "storia" o "trama" (o chiamiamola come vogliamo) e che i dialoghi pur arguti e ben scritti non riescano a mascherare, del tutto, questa situazione. Ma magari è solo gusto personale. Un'altra cosa devo dirvela, anche a costo di apparire un rompiscatole: faccio fatica, anche con tutta la buona volontà e al netto di certi inserti strategicamente disseminati nel testo, ad esempio: a considerare questo racconto come il prequel del primo da voi postato. I personaggi sono diversi, al di là dei nomi, e l'unica cosa che li accomuna è che il povero Edu ha sempre la peggio. Anche la storia non ha molti punti di contatto. Detto questo, rimane una prova ampiamente positiva e, sì, forse i vostri personaggi hanno ancora qualcosa da dire: dategli un'altra chance!
  9. Pulsar

    [Natale 2018-3] Bianco

    @Joyopi, @Plata Certo è che i personaggi dei vostri tre racconti non è che siano proprio dei fortunelli... Si muovono, agiscono, vivono sotto una perenne aura nefasta; è sempre buio per loro e non necessariamente perché è notte. Detto questo, trovo che il vostro racconto sia davvero molto bello, soprattutto per come è scritto. Trovo pure che i racconti che indagano il lato dolente della vita, di solito, lasciano il segno. Come spiegarlo? Forse perché è una condizione che tutti, bene o male, sperimentiamo? Chissà. Ad ogni modo, complimenti joy, complimenti lupo.
  10. Pulsar

    [Natale 2018-3] Doni dolenti

    @lean, @Mary. Ciao ragazze! E con questo, si conclude (sempre con la solita verve e simpatia) la trilogia di Cometa, Maddy e Jenny. Ma vediamo più da vicino il racconto: i personaggi principali ci sono tutti, quindi il rispetto della traccia, almeno su questo aspetto, è assicurato. I loro caratteri sono "rispettati": Maddy è la sorella combinaguai e piena di iniziative, quella "creatina", insomma. Crescendo, e sotto l'effetto dell'incantesimo (e dell'età, aggiungerei io), vede virare questo suo lato caratteriale in un cinismo abbastanza marcato (così la vediamo nel primo e nel secondo racconto della saga). Jenny è la quella "quadrata", invece, quella che fa (o prova a fare) le cose giuste nel rispetto delle convenzioni e delle buone maniere. Infine c'è Cometa, la renna pasticciona che, a onor del vero, nel racconto iniziale, appare più "autorevole" e credibile nel ruolo di capofila, di quanto non appaia in questo (senza però perdere una caratterizzazione divertente), e ci sta anche. Possiamo dire, quindi, che l'arco evolutivo dei personaggi, nei tre racconti, sia plausibile. Passiamo alla "scrittura", allo stile. Ragazze, ci avete divertito con i primi due pezzi e lo avete fatto anche con questo, anche se... Ma sto saltando di palo in frasca: aspettate che finisca di dare il giusto merito alle vostre capacità che poi ne riparliamo! Lo stile è semplice, diretto: l'ideale per un brano che: a) vuole essere una "commediola" (senza offesa, detto nel senso di leggera) natalizia e b) che punta tutto su personaggi accattivanti e battute esilaranti. Qui non c'è spazio per profonde riflessioni sui massimi sistemi, ma non ci si annoia mai. La lettura è rapida e il testo scorre fino alla fine in un lampo. Ed infine c'è la trama, e qui torniamo a quel "anche se". Intendiamoci, non c'è nulla che non vada nella trama: è esattamente come doveva essere. Come l'avete raccontata (per cenni) tra il primo e il secondo episodio del trittico! Il suo lato debole, quindi, è quello che non sorprende, né, viste le premesse, potrebbe farlo. Io sono un appassionato dell'universo di Star Wars e, quindi, dopo la trilogia originale ho visto quella "prequel". Ebbene, giunti all'ultimo episodio, lo spettatore sapeva già che Anakin Skywalker sarebbe diventato Darth Vader: non c'era alcun'altra possibilità. Per quanto bene sarebbe stata rappresentata la sua parabola verso il "lato oscuro", era lì che si sarebbe andati a parare. Lo stesso vale anche per la vostra storia , ma, bisogna dirlo, questa situazione non è colpa vostra: non sapevate quando avete iniziato (né lo sapeva nessuno) che avreste dovuto scrivere una trilogia. Non c'era, alcun motivo né nessuna necessità di tenersi qualche carta coperta. Concludendo, brave ragazze! Siete state una piacevole sorpresa (per me), sono contento di avere fatto la vostra conoscenza "scrittevole" e quella di Maddy, Jenny e Cometa.
  11. Pulsar

    [Natale 2018-3] Storia di un concerto estivo

    @Nerio e @Snowfall! Tempo fa scrissi anch'io un racconto "di viaggio". In quel caso, i miei personaggi attraversavano luoghi inventati, quasi onirici, mentre i vostri sono reali. In ogni caso, le affinità tra i due racconti mi portano a guardare al vostro con una certa simpatia. Bando alle ciance, che dire? È scritto molto bene e, come è stato segnalato, facendo uso di immagini originali e suggestive. L'unico "difetto" (se così può dirsi) mi sembra lo scarso collegamento con il primo racconto della serie: solo la renna...
  12. Pulsar

    [Natale 2018-3] Lasciatemi in pace!

    @Befana Profana & @Macleo. Ciao ragazzi! La storia della ragazza che vive in una famiglia disagiata e che guarda al matrimonio come l'unica via di fuga mi sembra coerente col personaggio che avete delineato nel primo racconto della "saga" e con i risvolti del suo sequel. Le parti in cui Maria si rivolge agli autori, un po' mendicando condizioni meno dure, un po' recriminando per il suo ruolo di burattino, sono spassose. Ben scritto, con i toni cupi del caso nel frammento pre-matrimonio e una verve piacevole nella fase "polemica", si legge con piacere. Bella prova!
  13. Pulsar

    Staffetta di Natale 2018 - Terza Tappa

    @Bango Skank nulla da dire sulla "giustezza" delle tue osservazioni, ma credo, io come chiunque qui dentro, di avere il diritto di esprimere un'opinione, specie se garbata: nella fattispecie dire che avrei preferito una trama che nulla avesse a che fare con i precedenti due racconti, oltre a rappresentare esattamente il mio pensiero, non è reato. Mettiamola così, si potevano dire le stesse cose che hai detto senza metterle giù a muso duro (almeno così le ho percepite io). Avremmo mugugnato per un attimo e poi ci saremmo adeguati alle regole. Ah, scusa se ti facciamo perdere del tempo!
  14. Pulsar

    Staffetta di Natale 2018 - Terza Tappa

    Ok, io mi arrendo! (non ne posso più di nonno Mark e dei suoi bottoni, e pare che la pensino allo stesso modo anche i lettori...)
  15. Pulsar

    [Natale 2018-2] Il dipinto

    @AnnaL. Grazie, Buon anno anche a voi!
×