Vai al contenuto

Pulsar

Sostenitore
  • Numero contenuti

    701
  • Iscritto

  • Ultima visita

4 Seguaci

Su Pulsar

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo

Visite recenti

2.229 visite nel profilo
  1. Pulsar

    Do la mia autorizzazione

    Data la necessità di trasferirci su una nuova piattaforma, autorizzo i "traslocatori" a copiare/riprodurre nella nuova destinazione i commenti da ma postati in calce a racconti e poesie già ospitati in WD.
  2. Pulsar

    L'altezza del carro

    @ViCo Ciao! Scrivi bene, ma questa non è una novità: il racconto della prima tappa del contest di Natale era delizioso (tanto che, con @Lizz, abbiamo deciso di tributargli voto e regalo). Certo, c'è da tenere in conto il contributo dato dal tuo collega, ma rimane, lo stesso, un gran biglietto da visita. Venendo a questo racconto, devo dire di trovarmi in difficoltà. L'ho letto due volte e... credo sia il primo caso di un brano nel quale non riesco a scovare refusi! Devi averci lavorato molto, mettendolo a punto con calma e attenzione. Anche la forma è curata, perciò non troverai balloon di riporto per suggerimenti estemporanei. Ho notato, semmai, una certa tendenza a frammentare le frasi. Leggendo, non dà fastidio, anzi potrebbe essere considerato un escamotage per evidenziare lo stato d'animo del protagonista/narratore - che ha paura e, quindi è un po' "disconnesso", incapace di riflettere con lucidità e coerenza - ma è innegabile che in molti casi si potrebbe fare a meno di una simile brevità. Da elogiare, invece, sono alcune trovate letterarie, frasi e descrizioni, che oltre ad essere assai evocative, caratterizzano in maniera vivida panorami e sensazioni. Ne cito qualcuna: La storia raccontata è ricca di dettagli e la narrazione studiata per mantenere la presa sul lettore. Ne viene fuori un quadretto che è palpitante, credibile, "vero". Una scena (forse un po' più lunga di una scena) che pare ripresa dal vivo e che è capace di descrivere con efficacia turbamenti e paure, ansia e sconforto del protagonista. Persino la folla degli NPC, mi sia passata questa terminologia "ruolistica", è una spalla eccellente, capace di sottolineare il pathos dei momenti più drammatici, come si vede in questo accenno: Concludendo, a me il racconto è piaciuto molto. Racconta in modo convincente un episodio crudo, di quelli che succedono durante le guerre (stavo per dire dell'antichità, ma se c'è qualcosa a non cambiare, in nessuna epoca, è la brutalità di chi la guerra la vive), senza indulgere in costruzioni da lacrimuccia facile. Bravo!
  3. Pulsar

    [N20-2] Ode al mattone

    @Komorebi Ciao! Certo che la traccia era pessima! Ci voleva tutto il tuo estro per cavare fuori da una situazione disperata qualcosa di godibile. E godibile è il tuo sonetto, davvero difficile fare di meglio con le carte che avevi in mano. E però... l'ultima strofa... come dire?... gigioneggia un po' troppo, ed è un peccato perché l'originalità del testo avrebbe fatto apprezzare la poesia per tutto il buono che conteneva. Così, invece sembra che tu sia stato il primo a non crederci. Peccato.
  4. Pulsar

    [N20-2] Nella pace degli dei

    @Alba360 Ciao! Per quello che vale il mio parere, trovo che la tua poesia sia molto bella. Tragica, sembra essere uscita da un poema antico insieme alla sua protagonista.
  5. Pulsar

    [N20-2] Cenere

    @Silverwillow, @caipiroska, ciao ragazze. Mmm... non so... Sarà la differente metrica usata fra le due strofe a spiazzarmi, sarà il messaggio che non mi convince del tutto... No so, ecco!
  6. Pulsar

    [N20-2] La pazza è di nuovo a piede libero

    @Ippolita2018, @Emy, care ragazze... Vi abbraccio e vi voglio tanto bene, ma voi proponete allo scalcagnato poetastro che ha l'ardire di scrivervi queste poche righe, un testo che va oltre le sue capacità! Alzo bandiera bianca! Questi versi, però, sono una gemma splendente!
  7. Pulsar

    [N20-2] Fatti di niente

    Ciao @paolasenzalai! Ci vedo senso di perdita (forse una relazione che non va come dovrebbe?) e quell'attaccamento feroce alle cose che si amano e che non si vogliono lasciare all'oblio della vita. Vero, noi che siamo, oltre che fragili nella nostra fisicità, mutevoli e volubili. Mi è piaciuta molto. Davvero.
  8. Pulsar

    [N20-2] Attesa

    @@Monicae @Kiarka, ciao! Senso di sconfitta/stanchezza e voglia di cambiamento: questo ci leggo nella vostra lirica. Ahimè, temo mi manchino le competenze poetiche per un esame nel merito delle immagini che proponete.
  9. Pulsar

    [N20-2] ə

    @Lo scrittore incolore Esercizio poetico di grande simpatia! E qui mi fermo perché fino ad oggi nemmeno sospettavo l'esistenza dello "scevà" (grazie Wikipedia)!
  10. Pulsar

    [N20-2] Haiku

    @Almissima, ciao! Mi piacciono gli haiku, ogni tanto ne produco qualcuno. Trovo che l'immediatezza con cui descrivono le fugaci sensazioni (spesse volte rapportate agli eventi della natura) attivi suggestioni sottili nel lettore. Bello (e triste) il tuo haiku, al di là della metrica del secondo verso. Brava!
  11. Pulsar

    Compleanni nel WD

    Buon Compleanno, Marcello!
  12. Pulsar

    [N20-1] Kiss V

    Galeotto fu l'ascensore, cassa di risonanza delle vibrazioni provate davanti al quadro... Bravi @paolasenzalai e @Gianfranco P; una soluzione "classica" per declinare la traccia proposta, ma sempre efficace.
  13. Pulsar

    [N20-1] Il Narratore Millennial

    Ciao @ITG e @lo scrittore incolore (non mi fa taggare... Amen!) Che dire? Il racconto mi ha catturato fin dalle prime battute e ha mantenuto desta la mia attenzione per tutto il suo svolgimento (del resto, siete dei meravigliosi affabulatori), però... Però anche dopo questa spiegazione faccio fatica a vedere rispettata la traccia.
  14. Pulsar

    [N-20-1] Preliminari

    @ViCo e @Bestseller2020Davvero delizioso! Leggero, divertente, bella intuizione partendo dalla traccia... Bravi, ben fatto!
  15. Pulsar

    [N20-1] Requiescant in pace (raccontino di Natale)

    @Macleo Ironico come sempre, piacevole come sempre; il tuo racconto tiene avvinti grazie al buon ritmo dei dialoghi. È scritto anche molto bene, ad eccezione forse di questa parte: nella quale "il capo" sembra parlare più ai lettori che non ai suoi sgherri. Null'altro da segnalare; un raccontino di Natale riuscito!
×