Vai al contenuto

Macleo

Scrittore
  • Numero contenuti

    2.511
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    2

Macleo ha vinto il 13 gennaio 2018

Macleo ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

421 Straordinario

Su Macleo

  • Rank
    Fra color che son sospesi sull'abisso
  • Compleanno 07/04/1949

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Provenienza
    Milano Bormio
  • Interessi
    Anatocistici

Visite recenti

2.294 visite nel profilo
  1. Macleo

    [MI 122] L'ultima volta

    basta un "nessuno". Oppure "nessuno, ma proprio nessuno...." Già, come? Se non lo sa lei, che c'è passata... e poi, magari se uno potesse aiutare un altro a liberarsi di un tumore! Bel racconto, del quale (purtroppo) ho apprezzato soprattutto la frase finale. Solo un appunto: La frase "Invece adesso è riuscito a insidiare la migliore amica di vostra figlia" mi aveva fatto pensare che ti riferissi al genitori , nel qual caso qui ci vorrebbe "siete stati risparmiati". Se sbaglio, a chi si riferisce il plurale femminile? Complimenti.
  2. Macleo

    [MI 122] Importante è chi blocca il traffico

    "Imbottito" mi restituisce l'idea di qualcosa che sta dentro, mentre la carne sta intorno. "sentirti". "sentirsi" fa venire il dubbio che prima il racconto fosse in 3^ persona (non ci sarenne nulla di male). Che dire? Personalmente non cambierei una virgola, il racconto è perfetto, surreale al punto giusto, non certo divertente ma amaro. Fa anche pensare a molte cose il fatto che un incolpevole possa destare sentimenti di rabbia per il fatto obiettivo che sta facendo danni a qualcuno. Però è la realtà. Gran racconto, con una marcia in più rispetto agli altri perché c'è l'idea, non solo una sapiente descrizioine con un finale felliniano che mi ha ricordato l'inizio della Dolce Vita.
  3. Macleo

    [MI 122] Un Natale da morire

    Mah, questo della scatolina. che altri hanno trovato dolce e intrigante, a me ha dato solo fastidio come le cose poco comprensibili. Personalmente lo eliminerei, dato che non ha nessuna importanza nella storia. Ma forse sbaglio. Per il resto, sei sempre all'altezza della tua fama.
  4. Macleo

    [MI 122] L'uomo dei soldi

    @Joyopi, come noto sono un tuo fan, ma questa volta mi è piaciuto più come hai raccontato, che il meccanismo che sta alla radice del racconto. Riassumo. Un misterioso personaggio in un bar promette di versare dieci milioni a chi sarà scelto all’unanimità dai paesani. Questi non si mettono d’accordo e avviene un sorteggio che il possidente del paese trucca a favore del figlio, il quale poi dovrebbe dividere la cifra coi paesani. Sappiamo quindi che l’uomo del mistero vuole vendicare il padre ucciso anni addietro proprio dal figlio del possidente che, connivente tutto il paese, l’aveva protetto dalla giustizia. Qualcuno uccide l’estratto a sorte (ma perché?) e l’uomo, che era sicuro di cosa sarebbe successo (ma come mai?) ha la sua vendetta. Alla fine anche il paese è punito perché i soldi sono falsi. Personalmente mi sembra molto tirato per i capelli, non certo degno di Poirot. Tutto giusto o mi è sfuggito qualcosa?
  5. Macleo

    [MI 122] Il tinku: la forza e la danza.

    "Letale" mi sembra eccessivo, ma magari mi sbaglio. Meno male. Magari la corrida, quella sì. Esatto, sarai anche didascalica, ma una guida appassionante ci vuole. A me il Sud America, come l'Africa, non mi fa impazzire. Ma si tratta solo di sensibilità personale - tipo Milan o Inter -, io mi trovo bene solo in Malesia e Indonesia, anche fra musulmani. E ad aprirmi gli occhi - per decidere le mete prima di intraprendere i viaggi, dato che io e mia moglie ce li siam sempre costruiti da soli anche decenni prima di internet - ci ha pensato uno che scrive come te, Pietro Tarallo. In sosta, prima di viaggiare si sogna confusamente sull'onda delle emozioni, ma i sogni vanno alimentati e poi resi reali da persone come te. Infatti, dovesse mai capitarmi, a Macha non andrò. Come te.
  6. Macleo

    [MI 122] Gustatolf

    Ma allora l'euro è veramente forte, non si è svalutato di un centesimo nel 2069. Oppure, se così non è, questi posteri furbastri hanno trovato il modo di utilizzare manodopera a basso prezzo. Bravissimo! Ah, ah! Gran bel finale, il surreale amaro è quello che ti riesce sempre meglio.
  7. Macleo

    [MI 122] L'ipotesi peggiore

    @Intro, fortissimo, veramente fortissimo. Molto spesso i finali li indovino, ma questo proprio non me l'aspettavo e mi ha colto completamente di sorpresa. Eppure non è poi così tanto strano. Dio ha fatto gli uomini a sua immagine e somiglianza, e qui non fa altro che fare in grande quello che hanno sempre fatto papi, vescovi e cardinali, ovvero coprire e difendere il reo. Un gran bel patto!
  8. Macleo

    [MI 122] In reverse

    Però, a differenza di altri, questo bel racconto a mia moglie non l'ho fatto leggere. Non vorrei che...
  9. Macleo

    [MI 122] Il Rosso e il nero

    @julia1983, anch'io ho capito molto presto la storia dello specchio. E, se hai letto il mio racconto, non ti può sfuggire il motivo: con il Rosso ho in comune il tasso alcolico e la sbronza facile.
  10. Macleo

    [MI 122] La Scelta

    Beh, non sarei così negativo. Prima o poi la moglie morirà di leucemia e loro si potranno riunire. O no? Forse perché non mi lascio facilmente trasportare dalla poesia e dalle nobiltà d'animo, questa frase mi suona infatti sospetta poiché mi ricorda Sordi quando mollava la sua amante del momento con frasi simili, ma ne aveva già un'altra pronta ad aspettarlo. Scherzo, naturalmente, ma le cose poetiche piene di miele mi fan sempre quest'effetto.
  11. Macleo

    [MI 122] Via libera

    @AdStr, mentre leggevo il racconto e non capivo molto, tentavo di capir qualcosa; ma quando, quasi alla fine, ho capito che non avrei capito, non me la sono assolutamente presa perché il tempo era passato piacevolmente.
  12. Macleo

    [MI 122] La prossima volta

    Ma veramente poco poco, solo in un paio di punti di minima importanza. Per il resto va benissimo così.
  13. Macleo

    [MI 122] Prima di morire

    @Ivana Librici, è già stata scritta qualcosa del genere qui in passato, come qualcuno ti ha detto, ma non importa. I dialoghi si srotolano piacevolmente e l'interesse non viene mai meno sino all'ultima riga. Appassionante.
  14. Questa dei due anni per la verifica,. proprio non l'ho capita. Ma se lo stupratore è il figlio, la frase dovrebbe essere: Prima di morire, tuo padre ha confessato tutto. Di come ha fatto uccidere Claudia ... perché non ti denunciasse dopo che l’avevi stuprata.» Il tutto sta in piedi, anche ogni tanto c'è qualcosa che non ti aspetti. Un po' troppo letterario e didascalico per uno che si trova a mezza strada fra un delitto e l'altro. Ma se è saltata soltanto la sua testa, perché la luce non si accende? Anche qui non si capisce da dove venga questa luce che fende l'oscurità, ma però deve anche rimanere accesa per permettere a Marco di fissare il cranio sfondato di Salvatore e il martello che sgocciola sangue sul parquet. Marco ha veramente nervi d'acciaio, dato che riesce a commentare così pacatamente il suo duplice omicidio. Ottima la morale: talis pater, talis filius, si meritavano proprio una bella martellata ciascuno.
  15. Macleo

    [MI 122] Terza fase di editing

    Macché, tutto chiarissimo e il racconto, anche se un po' pesante in qualche passaggio, è senz'altro gradevole. Vista la minima autostima dell'autore, sarebbe interessante sapere di cosa parlava il romanzo. Probabilmente di una persona che non credeva minimamente in se stessa.
×