Vai al contenuto

Macleo

Scrittore
  • Numero contenuti

    2.677
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    2

Macleo ha vinto il 13 gennaio 2018

Macleo ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

449 Straordinario

Su Macleo

  • Rank
    Fra color che son sospesi sull'abisso
  • Compleanno 07/04/1949

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Provenienza
    Milano Bormio
  • Interessi
    Anatocistici

Visite recenti

2.541 visite nel profilo
  1. Macleo

    Gli animali non ti guardano

    Letto dello sfratto, la combinazione di "Quando, tra poco, tornerete su quel divano-letto per l’ultima volta, prima di chiudere gli occhi," e "Dici no, dove andremo non ci saranno animali a guardarci", mi ha portato fuori strada. Perché in un nuovo alloggio non dovrebbe esserci la televisione che trasmette documentari su leoni e gazzelle o squali? Dopo la morte, invece, la condizione potrebbe essere agevolmente soddisfatta. Comunque il dubbio l'avevo, tant'è che ho scritto "almeno così ho capito". Ciao!
  2. Macleo

    Piano di abbattimento provinciale

    commento IL PREFETTO - rilevato che, nonostante i precedenti piani di abbattimento, i capi effettivi oggetto della presente ordinanza permangono a un livello numerico eccessivo in relazione ai sistemi viari, stradali, agro-silvo-pastorali e ciclopedonali della Provincia e dei Comuni del territorio; - constatato che sono state previste 690.877 unità in Provincia nel periodo 15 luglio/15 settembre del corrente anno - 136.030 in più rispetto all’anno precedente -, tali quindi da superare il limite della sostenibilità ambientale causando inevitabili e innumerevoli conflitti con gli abitanti e con gli altri soggetti temporaneamente residenti; - dato atto che l’elevata presenza di questa specie ha ormai un carattere invasivo e rappresenta una minaccia per la conservazione della biodiversità delle biocenosi locali e può pregiudicare lo stato di conservazione di specie autoctone o turistiche o di intere comunità biotiche, tant’è che I’I.U.C.N. (International Union for Conservation of Nature) l’ha inserita tra le 100 specie a maggiore minaccia; - richiamata la Legge n. 157/92 “Norme per il prelievo venatorio” e successive modifiche, in particolare l’art. 19 che prevede per le Provincie la facoltà di effettuare piani di limitazione di specie per la migliore gestione e la tutela del territorio, per motivi sanitari e per la selezione biologica; ORDINA 1. Di dichiarare l’emergenza nel territorio provinciale e, pertanto, di avviare immediatamente la riduzione del 10% della specie in oggetto come di seguito riportato: DISPONE 2. di pubblicare la presente ordinanza sul sito dell’Ente; 3. di incaricare della vigilanza sul rispetto della presente Ordinanza Polizia Municipale, Stazioni dei Carabinieri, AUSL, ARPA e ISPRA; 4. che i Settori Tecnici comunali prendano contatti con gli operatori coadiutori, già abilitati dalla Provincia, affinché sia data materiale esecuzione alla stessa mediante l’abbattimento di n. 69.087 ciclisti; 5. che tutti i dati relativi al numero di abbattimenti durante il periodo di validità della presente ordinanza siano opportunamente registrati e documentati; INFORMA 6. che avverso la presente ordinanza si potrà effettuare ricorso in via gerarchica entro 30 gg dalla pubblicazione. (firma digitale del Prefetto)
  3. Macleo

    Gli animali non ti guardano

    Non mi è chiaro il motivo preferirei "sono" Non vedo il motivo o la funzionalità di specificare che la trasmissione è in quattro terzi Lo evidenzio solo qui, ma in tutto il racconto personalmente avrei preferito uno dei sistemi "classici" di dialogo. Io uso "«" e "»" visto che alla fine si suicideranno - almeno così ho capito leggendo l'ultima frase - mi sembra sia stata una fatica inutile e incompatibile con il tragico progetto L'idea degli animali che guardano gli umani da una gabbia o da un documentario, anche se non nuovissima, qui è resa con particolare intelligenza. Il racconto, triste e senza speranza, mi è piaciuto ed è scritto bene. In particolare ci sono molti termini e molte frasi, a partrire dall'incipit, poetiche ed emozionanti: rendono quanto volevi dire e comunicare senza eccessi e forzature e risultano, quindi, molto naturali ed efficaci.
  4. Macleo

    Suicidio a chilometri zero

    L'avevo sospettato, mi sa che non passo l'esame
  5. Ok, @Befana Profana, amici come prima.
  6. @Befana Profana, tanto per chiarire. Io non mi sono certo adombrato per il commento o altro, ma per essere stato accusato di aver aggirato una traccia, atteggiamento elusivo e vigliacco che trovo riprovevole e con il quale non ho nulla a che fare. La tua traccia, infatti, mi è sembrata subito chiarissima e non mi sono posto alcun problema. Forse avresti dovuto chiarire meglio tu ciò che volevi e che non ho ancora capito.
  7. Io non raggiro mai niente, né adotto escamotage: l'ho già detto in occasione di un infelice commento di Cicciuzza. Anzi, credo di essere uno dei pochissimi che cura al massimo l'derenza alla traccia, molti altri manco ci provano, tanto nessuno glielo fa notare. Magari intendo male le cose perché sono un po' scemo, ormai ne sono quasi certo dopo aver letto commenti intelligenti e dietrologici che non potrei mai fare. Tant'è vero che non capisco dove sono in difetto neanche dopo aver letto quello che qui hai scritto. Infatti comincia con il narratore seduto al bar, che vede arrivare il corteo funebre. Non arrivo a comprendere che valenza abbia, ai fini del rispetto della traccia, il fatto che già sappia o non sappia la probabile causa della morte. Qui leggo, scritto in italiani: Il vostro racconto deve cominciare dalla fine: una situazione estrema (morte, abbandono...) e il racconto illustra come si sia arrivati lì. Siamo al funerale di un uomo e in un flash back ripercorriamo la sua vita. Il finale è annunciato nel prologo del racconto (io ho inteso per il finale, il fatto che il nostro amico sia morto). O un racconto al contrario (non so cosa vuoi dire)... siete liberi di sviluppare la traccia come preferite. Ammesso ogni genere, dal surreale al thriller, dal fantasy al mainstream. Ciò che conta è che il racconto si apra con il finale (già fatto la mia osservazione). Potete anche utilizzare una narrazione al contrario sia di tipo narrativo (partire da un omicidio per arrivare alla dinamica) (qui sono partito dalla morte per spiegare come e perché è avvenuta). Forse qualche intenzione ti è restata nella penna o nel computer, perché da quanto leggo, dove e perché si ricaverebbe che il narratore avrebbe dovuto obbligatoriamente già sapere tutto? Quoque tu.....
  8. Macleo

    [MI128] Il peso della colpa

    Quindi c'è differenza morire di tumore o in un incidente stradale. Perché? Sicuramente un bel racconto che emoziona, ma che avrei tenuto su un piano meno "descrittivo" e "spiegato" per quanto riguarda alcune frasi. Secondo me ne avrebbe guadagnato l'aspetto xomplessivo e avrebbe più colpito il lettore. Per questo avrei evitato, mitigato o sfumato pezzi come questo che mi sembrano pleaonastivi a fronte del verdetto: Spero di essere riuscito a rendere l'idea, giusta o sbagliata che sia.
  9. Macleo

    [MI 128] Callisto e Dafne

    @AdStr, scritto come al solito divinamente. Quanto al resto - identità, poteri, significati nascosti, nomi, eccetera - non sono abbastanza intellettuale e strutturato per entrare in sintonia o commentare al livello degli altri.
  10. Macleo

    [MI 128] Il re di Cuba

    Vero, ma nasce sempre da accoramento, dispiacere, dolore, tristezza, almeno da tutti e dizionari e dal sentir comune. Il magone di contentezza è un po' un controsenso, come provare un senso di scoramento per aver vinto alla lotteria.
  11. Macleo

    [MI 128] Il re di Cuba

    Se aveva intenzione di trasferirsi a Cuba, acrebbe potuto anche sbattersene dei giudizi altrui. Bel racconto, intelligente e "coraggioso". Cambierei solo qualcosina: Aveva rifiutato l'invito. Quanto all'"erano stanchi" lo capisco poco. Semmai "un", e "magone mi sembra fuori luogo". Semmai "impeto" o "sentimento". Il senso è chiaro, ma invece di "immagine" parlerei di "apparenze". A parte la virgola in più già rilevata da altri, sicuramente la madre non poteva avergli detto che "la scoperta del sesso era stata peccaminosa", ma che il sesso in se stesso era peccato. Cambierei in questo senso. Anch'io! Già detto qualcosa in proposito. Parlerei si "preservare" o "conservare intatta" o qualcosa del genere. Un po' antiquato. direo"finalmente aveva avuto l'idea giusta", o qualcosa del genere, con la stessa valenza. A parte queste stupidate, come ho detto all'inizio veramente un bel racconto originale. Complimenti!
  12. Refuso, grazie. Signor (zignor) l'ho aggiunto dopo Grazie, anche se non lo definirei proprio un giallo. Nessuno è morto - se non di morte naturale a causa dell'eccessivo utilizzo - e invece moltissimi sono nati.
  13. Macleo

    [MI 128] A life at the cinema / Una vita al cinema

    Grazie a te, mi hai levato un bel peso
  14. Macleo

    [MI 128] A life at the cinema / Una vita al cinema

    @Ton, scrivi in un modo affascinante, mai letto nulla del genere da molto tempo, hai un vero e proprio dono. Mi piacerebbe, quindi, capire tutto quello che racconti e comprendere il significato vero di ogni immagine - dato che siamo al cinema - e il perché e per come sia legata alla successiva. Ma così non è (ad esempio, ma solo ad esempio, cosa sono milioni di poltrone senza confini?), per cui mi devo accontentare del lato estetico, che comunque è già estremamente appagante. Trovo invece frustrante il contsatare che solo io ho di questi problemi, mentre tutti gli altri afferrano il significato profondo di ogni sfumatura senza alcun problema e senza difficoltà di sorta. O sono troppo intelligenti loro o sono troppo limitato io. Niente che ti riguardi, in ogni caso.
×