Vai al contenuto

ciessedizioni

Editore
  • Numero contenuti

    13
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutrale

Su ciessedizioni

  • Rank
    Sognatore

Contatti & Social

  • Sito personale
    http://www.ciessedizioni.it

Informazioni Profilo

  • Provenienza
    Padova
  • Interessi
    La letteratura nella forma più ampia

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. ciessedizioni

    Ciesse Edizioni

    @Angelica 6: Un abbraccio forte, sei la mia gioia.:-)
  2. ciessedizioni

    Ciesse Edizioni

    Caro Streetcar, accetto molto volentieri le sue argomentazioni, le sembrerà strano, ma a me piacciono le sfide, il suo romanzo resta sempre meritorio e riconfermo l'onore al merito tutto quanto le ho già scritto e che lei ha riportato fedelmente. Sono uno scrittore, oltre che editore e quando mi inchino di fronte a un collega di talento, lo faccio con l'umiltà del forte, non come quella di un debole. Ritengo lei abbia meriti e, per questo, debba avere le giuste opportunità per vedere pubblicata la sua opera. La questione economica legata alla sua opera, confermando che non dovrebbe interessarla, ha la sua bella spiegazione imprenditoriale. Un libro di poesie, scritto con carattere garamond 14 di 80 pagine costa 3,50 euro e lo potrai vendere a 6/7 euro al massimo, anzi, è anche troppo. Guadagno pari a niente. Un libro come il suo, che secondo i nostri canoni arrivava a 900 pagine, costerebbe di tipografia (che è il costo più alto) circa 13 euro a libro, ma lo si venderebbe a 24/25 euro, cioè 11/12 euro di margine. Se usiamo una formattazione accorta possiamo ridurre anche di 150 pagine e venderlo sempre a 24/25 euro aumentando il margine. Quindi, come capirà, nulla osta la pubblicazione di opere corpose, sempre se meritorie come la sua. La questione dei 13 giorni credevo di averla già spiegata in una mia mail: sarà anche il metodo più sbagliato del mondo, ma io smisto i manoscritti, alle mie tre incredibili collaboratrici del comitato di lettura, seguendo l'ordine alfabetico del NOME degli autori, lei era fra i primi. Metodo che, dopo di lei, ho modificato in data di arrivo, che è più giusto. Ad oggi ci sono 500 manoscritti da valutare e ne arrivano in continuazione, quindi, varrà anche per la CIESSE Edizioni la stessa regola dei mesi per ricevere una risposta. Siccome non ritengo onesto fare attendere così tanto gli autori, sto "stressando" il mio comitato affinchè usi un metodo diverso dal leggere l'intero manoscritto: 50% pagine all'inizio 25% nel mezzo e 25% alla fine, se ci sono potenzialità si capisce subito, altrimenti si scarta e si comunica. A colui che ci interessa, per una eventuale pubblicazione, inviamo una mail dove chiediamo di attendere e ringraziandolo della pazienza che ci vorrà riservare, così abbiamo il tempo di valutare approfonditamente il suo lavoro e l'autore sa che c'è il nostro interesse. Questo metodo ci velocizza e difficilmente ci fa errare nella valutazione. Le offro pubblicamente una terza chance: se vorrà io sono ancora disponibile a pubblicare la sua opera perchè sono convinto che un gran litigio potrebbe gettare le basi di una solida e duratura amicizia. Ma dovrà rispedire il suo lavoro perchè, come promesso, l'ho cestinata (e, a suo tempo anche volentieri).
  3. ciessedizioni

    Ciesse Edizioni

    Gentile sig. Claudio, la CIESSE Edizioni ha insistito, nonostante il sig. che sappiamo avesse dubitato della nostra onesta e sincera proposta, per pubblicare l'opera corposa e meritoria dell'interessato. Costui ha dubitato di noi, della nostra onestà, della nostra fiducia abusando della disponibilità sempre ostentata. I dubbi posti dall'autore erano di carattere economici per la mia casa editrice e, nonostante avessi precisato che so fare bene i miei conti e che a lui non dovevano interessare, questo ha scatenato ulteriori suoi dubbi e perplessità che, a dire il vero, difficilmente sopporto a lungo. Se il signore di cui trattasi è preoccupato dei costi che IO dovrei sostenere, allora che si trovi, giustamente, l'editore che gli prenda denaro per contribuire alla sua innata sfiducia nel mondo intero. A difesa della mia casa editrici ci sono decine di amici autori che potranno confermare che facciamo seriamente editing, correzione bozze e pubblicazione senza chiedere nè contributi, nè copie obbligatorie da acquistare, nè altri costi a carico dell'autore. Il signore di cui trattasi è capitolo chiuso, non per volontà di qualcuno, bensì perchè non prego nemmeno in Chiesa e la sua opera, per quanto meritoria, non merita certo la mia prostituzione a un elemento del genere che offende la mia persona e la mia dignità imprenditoriale. Ho risposto a lei perchè la stimo e la rispetto, ma non posso accogliere il suo invito di lasciar perdere quanto ho letto di quelle cose, in questi giorni che, le giuro, mi hanno veramente ferito e mortificato personalmente, non solo come editore. Ah, preciso un'ultima cosa, che nemmeno io ne ero a conoscenza: la storia delle 2.000 copie minimo del contratto di edizione. E' una norma di legge a tutela del diritto d'autore, saranno anche tante, ma sotto quella soglia il contratto potrebbe essere considerato nullo.
×