Vai al contenuto

libero_s

Sostenitore
  • Numero contenuti

    878
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    1

libero_s ha vinto il 9 maggio

libero_s ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

245 Strepitoso

Su libero_s

  • Rank
    Eteronimo erotomane

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo

Visite recenti

1.713 visite nel profilo
  1. libero_s

    [Sfida 13] Cuore di tenebra

    Bello @Joyopi, condivido pienamente la critica di @Kuno. Il finale sbrigativo rovina l'atmosfera. Tagliare l'ultima frase migliorerebbe il racconto, lo spiegone finale ammazza il racconto. a chi mancava un braccio? al bambino o al padre? Sistema questa frase a chiudi qui il racconto, ognuno poi lo concluderà a modo proprio leggendo e interpretando.
  2. libero_s

    [FdI 2018-1] Mors omnia solvit

    Ciao @Plata, bel racconto. L'ambientazione giapponese mi piace moltissimo e anche i samurai litigiosi, quelli disincantati, quelli assai poco onorevoli ecc. Questa mi ammazza subito l'atmosfera che stavo pregustando. Ho capito che è un'immagine del movimento del sole, ma qui c'è un autore del XXI secolo, o come minimo del XIX che mi dice come lui vede il sole. Sicuramente non potevano vederlo così né i samurai né un qualunque osservatore del 1600. Mi spiazza più delle parolacce, forse i samurai non si davano vicendevolmente del coglione o forse sì, ma sicuramente non parlavano di binari. Magari è una mia fisima, ma mi toglie dal contesto della storia, questa frase crea una cornice, ci sei tu che mi stai mostrando delle vecchie illustrazioni e mi racconti una storia, niente di male, ma io preferisco essere nella storia. Questa mi piace questa no, l'immagine di lui che compie i gesti dei girasoli è bella, ma "l'archetipo umano" spegne la poesia A parte qualche piccola sbavatura di questo tipo è un buon racconto
  3. libero_s

    [FdI 2018-1] Mors omnia solvit

    Ciao @Plata, bel racconto. L'ambientazione giapponese mi piace moltissimo e anche i samurai litigiosi, quelli disincantati, quelli assai poco onorevoli ecc. Questa mi ammazza subito l'atmosfera che stavo pregustando. Ho capito che è un'immagine del movimento del sole, ma qui c'è un autore del XXI secolo, o come minimo del XIX che mi dice come lui vede il sole. Sicuramente non potevano vederlo così né i samurai né un qualunque osservatore del 1600. Mi spiazza più delle parolacce, forse i samurai non si davano vicendevolmente del coglione o forse sì, ma sicuramente non parlavano di binari. Magari è una mia fisima, ma mi toglie dal contesto della storia, questa frase crea una cornice, ci sei tu che mi stai mostrando delle vecchie illustrazioni e mi racconti una storia, niente di male, ma io preferisco essere nella storia. q
  4. libero_s

    [FdI 2018-1] La vita è come la pallacanestro

    Bello! Bravo @Joyopi, mi piace questa punteggiatura e in un racconto come questo funziona alla grande.
  5. libero_s

    Cosa state leggendo?

    Non sto seguendo il Fdl ma Il buio oltre la siepe è un libro bellissimo.
  6. libero_s

    Cosa state leggendo?

    È un umorista inglese molto arguto che si diverte a prendere in giro l'aristocrazia britannica. Ha inventato dei personaggi stravaganti e straordinari. La sua produzione è piuttosto vasta e non ho idea se sia tutta dello stesso livello, ma le cose che mi è capitato di leggere le ho sempre trovate molto soddisfacenti.
  7. libero_s

    Cosa state leggendo?

  8. libero_s

    Kiyoko

    Ciao @MImma Rapicano, sono contento che il mio raccontino breve, breve ti sia piaciuto. Grazie di essere passata.
  9. libero_s

    Kiyoko

    utile se dovessi scrivere un racconto sui salmoni In fondo ho deciso che non mi dispiace, a meno che non mi venga un'idea brillante per sostituirlo lo tengo così Grazie @kuno per il commento
  10. libero_s

    Tropico

    Bello. Se sia racconto o poesia o forse meglio ancora entrambi conta poco. L'importante è che è bello.
  11. libero_s

    Un "trono di ghigliottine"?

    affare fatto
  12. libero_s

    Un "trono di ghigliottine"?

    posso dire quel poco che so visto che il romanzo storico non è il mio genere. Come prima ricerca ho trovato questa pagina http://paroleacolori.com/da-maria-antonietta-a-napoleone-la-storia-di-francia-nei-romanzi/ che elenca un po' di romanzi storici ambientati in Francia. Specifici sul periodo della rivoluzione ce ne sono un paio fra cui uno di Wu Ming. Non l'ho letto, ma loro/lui ci sanno fare sicuramente con il romanzo storico., il loro"Q" è un ottimo esempio di romanzo storico. Se volessi scriverlo io mi distaccherei dalla storia e userei il periodo storico e gli eventi come ambientazione per qualcosa di bizzarro, un pre steam-punk, una specie di revolt-punk e ci metterei dentro la rivoluzione americana e quella francese, il marchese Lafayette , armi segrete inventate da Benjamin Franklin e poi chissà... A parte le mie preferenze personali il periodo storico è affascinante e ricco di spunti e sono convinto che potresti trarne un romanzo molto interessante. Forza al lavoro!
  13. libero_s

    Fanucci Editore

    Sarebbe interessante sapere anche cosa ne pensa il signore. Fanucci degli autori che si sono presentati.
  14. libero_s

    [Mi 115] Il gioco del mostro

    Meno male che non sono i piedi, quelli li usi per ragionare Bel racconto, trovo anch'io un po' affrettata la conclusione, non l'allungherei troppo, solo un pochino e va benissimo che li trovi tutti e tre addormentati. Forse potresti cavartela con un semplice artificio di impaginazione. Quello che lascia un po' perplessi è questo cambio di scena: Poiché anche in altri punti lasci una riga vuota fra i paragrafi non è chiaro che in questo è implicito un passaggio di tempo più lungo. Sulle prime pensavo che la madre fosse arrivata proprio mentre i bambini gridavano. Se negli altri punti togli la riga vuota cambia un po' la percezione di questo passaggio.
  15. libero_s

    Incubo a Manhattan

    Ciao @Roberto Ballardini, ti lascio un commento lampo, anche perché sto lavorando (nonostante sia domenica) e la breve pausa relax non mi consente una lettura attenta come vorrei. Il tuo racconto mi è piaciuto (come sempre), in un paio però di punti ho fatto un po' fatica e seguire l'andamento della vicenda, ma forse è colpa dello scarso tempo a disposizione. Ripasserò con più calma.
×