Vai al contenuto

Nio59

Scrittore
  • Numero contenuti

    76
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

14 Piacevole

Su Nio59

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 29 gennaio

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo

Visite recenti

700 visite nel profilo
  1. Nio59

    IL CALICE E LA ROSA

    La vita sonnacchiosa e monotona di un piccolo borgo della pianura pontina viene sconvolta dall’arrivo del nuovo parroco. Il giovane sacerdote, col suo entusiasmo, cercherà di lottare contro l’indifferenza, l’ipocrisia e la superficialità di molti parrocchiani ma non potrà evitare di scontrarsi con chi, su quelle esistenze anonime, ha costruito la propria fortuna e la propria ricchezza. Il “boss” del luogo, un ricco impresario, non apprezza quelle novità: disturbano i suoi piani di potere e di sfruttamento. Lo scontro tra i due sarà inevitabile. Verrà imbastita una trappola contro il sacerdote, una ragnatela implacabile che sembrerà non lasciargli via di scampo. Sembra una lotta impari tra la spregiudicata arroganza del losco imprenditore e l’ostinata fermezza del nuovo parroco. Eppure non sarà quella la battaglia più dura che il giovane sacerdote dovrà affrontare: a complicare le cose, nel corso della vicenda, interverrà un ostacolo che metterà a dura prova tutti i suoi progetti e le sue convinzioni, scoperchiando le debolezze che aveva cercato inutilmente di nascondere. Un ostacolo imprevisto, spietato e meraviglioso: l’amore di una donna.
  2. Nio59

    Conviene spedire ad agenzie famose?

    Ecco: su questo concordo! Il rischio c'è, ma se non si vuol tenere il capolavoro nel cassetto...qual è l'alternativa?
  3. Nio59

    Conviene spedire ad agenzie famose?

    Non ho tutta questa fiducia nel prossimo. In passato ho scritto un paio di gialli e...voilà, dopo qualche tempo (entro un paio d'anni) mi ritrovo con due gialli molto simili e ben più famosi. Addirittura anche due protagonisti uguali (un prete e un detective). Sfido ognuno di voi ad avere una miniera di idee a disposizione (le centinaia di manoscritti che arrivano alle famose CE e alle famose agenzie) e non cercarne lo spunto per adattarlo al vostro stile o ai vostri personaggi. Perchè non dovrebbe farlo un grosso nome? Basta leggere una sinossi e poche pagine qua e là per far accendere una lampadina. Prima l'autore, poi l'opera, ricordate...
  4. Nio59

    Conviene spedire ad agenzie famose?

    Molti lettori, per comprare, guardano prima l'autore, poi il titolo del libro. La case editrici lo sanno e questo spiega perchè non rispondono mai agli esordienti e agli sconosciuti (uno su centomila), ma non è detto che non apprezzino le idee di questi esordienti. Detto questo, mi fermo. Resto con i miei dubbi.
  5. Nio59

    Conviene spedire ad agenzie famose?

    Sarei puerile se dicessi una cosa del genere, non credi? Ricordo semplicemente una risposta di Hitchcock ad un suo fan che gli chiedeva un finale per il suo giallo "io, le idee le cerco, non le vendo!". Le idee (bada bene: non l'opera, mi riferisco a una trama, un intreccio, un particolare tipo di romanzo, di stile...) sono preziose! Tanto che i grandi scrittori ci campano su. E quale grande miniera di idee è rappresentata da un'agenzia ambita che riceve decine di manoscritti al giorno! Il capolavoro a cui mi riferisco non è il manoscritto ma l'idea che c'è dentro: che razza di agenzia è se non è in grado di vedere che un'idea può avere successo? E' il suo lavoro! L'unico ostacolo potrebbe essere rappresentato dall'anonimato del Pinco Pallino di turno, ma è un ostacolo facilmente aggirabile: se ha sotto contratto un "grande" scrittore basterà dirgli di rielaborare quella particolare idea (rielaborare non significa solo cambiare il nome dei protagonisti, ma presentare la storia in modo diverso) per avere un probabilissimo successo. Faccio un esempio pratico: mettiamo che io sia un "grande" scrittore del genere fantastico ma, ultimamente a corto di idee originali. La mia agenzia letteraria mi fa leggere il romanzo che gli è arrivato da una Pinco Pallina che si intitola "Harry Potter" che ha quel "quid" che lo differenzia da centinaia di altre opere simili: secondo te, io, grande scrittore, non riesco a rielaborare quell'idea, quel "quid", in modo da farla apparire mia? Ogni opera, ogni romanzo, parte da un'idea: se qualcuno mi fornisce l'idea buona sono già ben oltre la metà dell'opera! La tua affermazione che sia importante la narrazione e non l'idea la paragono alla scatola e al regalo che c'è dentro: la scatola può anche essere carina, ma se dentro c'è solo aria, avrai regalato sempre e solo aria. E non credo che il lettore sia stupido.
  6. Nio59

    Conviene spedire ad agenzie famose?

    Io ho qualche dubbio sulle agenzie famose, quelle che non rispondono mai ai poveri esordienti. Facciamo un ragionamento semplice. Io, Pinco Pallino, invio un'opera ad una agenzia che ha sotto contratto autori famosi. Questa agenzia capisce che la mia idea (la trama di un giallo, un romanzo particolare, ecc...) può avere successo...sicuro che contatta Pinco Pallino per fargli pubblicare la sua opera con una grande casa editrice? Non gli conviene passare quell' idea all'autore famoso che ha sotto contratto, fargliela rielaborare e pubblicare lui, assicurandosi il successo dell'opera? "A pensar male si fa peccato ma, spesso, ci si azzecca" diceva uno che se ne intendeva.
  7. Nio59

    Meucci Agency

    Non convince neppure me. Non mi convincono le agenzie in generale. Immaginate un'agenzia che capisce che un romanzo o, soprattutto, un'idea possa avere successo.
  8. Nio59

    R. Vivian Literary Agency

    La butto lì, riferita a tutte le agenzie. Noi inviamo storie, soprattutto idee, che possono essere interessanti: chi garantisce che tali idee non vengano poi fatte proprie da scrittori affermati che le rielaborano e diventano (loro) successi?
  9. Nio59

    Elpìs Editrice

    Mi associo alla domanda: solo cartaceo?
  10. Nio59

    Nulla Die

    Auguri! La distribuzione e la promozione, quindi, ci sono.
  11. Nio59

    Adelphi

    Una grande casa editrice ha molti modi per leggere un testo: perchè pretendere il cartaceo? E' un peccato. Comunque, in bocca al lupo!
  12. Nio59

    Bietti Editore

    Peccato che vogliano solo il cartaceo...
  13. Nio59

    Adelphi

    Ciao, ti hanno detto che sono interessati all'opera?
  14. Nio59

    Montag

    Perdonate ma si sta parlando di cifre minime. Mettiamo che un libro costi 15 euro: se ho una percentuale dell'8 per cento guadagno 120 euro ogni 100 libri venduti, se ho una percentuale del 10 per cento ne guadagno 150. Una differenza di 30 euro ogni 100 libri venduti, mi sembra non possa fare la...differenza tra una casa editrice e l'altra. Sono altre le cose che, a mio sindacabilissimo (!) giudizio, dovrebbero essere prese in considerazione.
  15. Nio59

    goWare Editions

    Pongo la domanda in modo diverso: la goWare, secondo le vostre esperienze e le vostre conoscenze, è una casa editrice che si può definire piccola o media?
×