Vai al contenuto

Doria

Lettore
  • Numero contenuti

    130
  • Iscritto

  • Ultima visita

3 Seguaci

Su Doria

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 28/08/1998

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Vecchio Continente
  • Interessi
    Scrittura, lettura e storia.

Visite recenti

1.774 visite nel profilo
  1. Doria

    Rescindere un contratto editoriale

    @Always_394 Se l'altro contratto non l'hai firmato non devi preoccuparti. Non esistono poi clausole che possono imporre modificazioni unilaterali del contratto editoriale. Per quanto riguarda poi il tuo desiderio di scioglierlo esistono diversi modi per farlo. Dalla dichiarazione di nullità alle varie cause di risoluzione del contratto. Non tutti i contratti però sono uguali. Non avendolo davanti il tuo contratto credo che qui ti saremo di scarso aiuto. Fossi in te cercherei il consiglio di un buon avvocato sopratutto se non hai ottime conoscenze del diritto d'autore/buone basi giuridiche, un buon professionista dovrebbe saper individuare il modo migliore e anche il più amichevole per chiudere il rapporto. Inoltre se non erro l'autore ha sempre diritto al ritiro dell'opera per gravi ragioni morali, ma non so quanto sia effettivamente praticabile come strada. Dovresti poi pagare all'editore un indennizzo e non sono sicuro che poi potresti mettere l'opera nuovamente in commercio Potresti anche evitare qualsiasi tipo di esborso economico (tranne l'avvocato/consulente legale). Spero di essere stato d'aiuto.
  2. Doria

    Sayonara Karada

    Commento lampo. Racconto che mi è piaciuto, anzi mi è piaciuto molto in alcuni punti. Però la conversione/realizzazione mi è sembrata che si sia svolta troppo in fretta e il protagonista appare così come una persona bipolare. Avresti avuto bisogno di più spazio o avresti dovuto accorciare la parte iniziale. Il testo poi svolge bene la sua funzione di veicolare un messaggi/immagini più che raccontare una storia: l'addio al corpo terreno (il sayonara karada del titolo suppongo), la spiritualità, Dio, la forza dell'amore. Rossella inoltre pare più un angelo che una normale moglie, il suo rapporto con il protagonista non sembra per nulla reale, troppo pura, non riesce a generare empatia, empatia che invece suo marito genera in noi. Avrebbe avuto bisogno di più caratterizzazione. La storia non riesce sempre a stare al passo delle idee e dei temi che vuoi raccontare, o comunque questa è stata la mia impressione. Lo stile mi è piaciuto, riesce a dar forza alle immagini. Per i refusi ad una prima lettura non ne ho trovati, non ritengo però di essere il giudice più adatto per quelli. Prova comunque positiva con un testo dalle tematiche complesse.
  3. Doria

    Simbolo di morte

    Lancetta sui 180° gradi di un orologio e di fianco una emoji con due x al posto degli occhi. Qualcosa del tipo, se vuoi essere meno brusco e più ironico. Almeno così farei io. Altrimenti le proposte già fatte son perfette.
  4. Doria

    Fantasy di moda

    Da semplice lettore provo a dire la mia su quello che è stato per anni il mio principale genere d'interesse. Al momento è innegabile il successo planetario della serie ''Game of Thrones'', successo che ha trainato anche i libri facendoli esplodere e elevandoli a capolavoro fantasy del nuovo secolo. Seppur distante dalla definizione di capolavoro o seconda venuta di Tolkien l'opera di Martin ha il pregio di essere la più conosciuta di un sottogenere che sta riscuotendo un ampio successo: il grimdark. All'Epic-fantasy tolkeniano che era stato declinato in ogni modo concepibile si è sostituita questa nuova creatura. Un fantasy nero, ''dark'' , che rovescia i clichè (protagonista buono, l'aiutante, The hero's journey), distrugge la mitologia tolkeniana e le sue razze relegandole a comparse o rimuovendole dalla scena principale e riveste il tutto di un'ambiguità morale inconsueta per il genere. Ed è ecco che subito dopo il clamoroso successo di ASOIAF nascono nuovo autori/valletti di Martin: Joe Abercrombie (La prima Legge è un esempio lampante, un grimdark ancora più estremo), Mark Lawrence. Menzione anche per l'autore polacco Andrzej Sapkowski (portato alla fama mondiale da un adattamento videoludico) Questo direi che è il genere più seguito al momento o perlmeno quello che riscuote il successo più grande. Basti pensare che lessi tempo fa un libro, Half Bad, che era dichiaratamente una versione ''dark'' di Harry Potter. Il grimdark, un movimento che sembra muoversi con l'intento di scrollare di dosso al fantasy la nomea di genere per ragazzi, immergendosi nel sangue come nelle più cruente storie horror. Del fantasy epico rimane qualche traccia con Brandon Sanderson che dopo aver ultimato le opere di Robert Jordan è impegnato nella stesura di due trilogie (Mistborn e un altra) e con Rothfuss che sono quello che di più ''classico'' si può sperare di ottenere dal fantasy odierno. L'altro genere che negli ultimi dieci anni è stato declinato con alterni successi è l'urban fantasy, l'unione tra un immaginario magico e il mondo moderno. Esempi più o meno di successo sono: Harry Potter, Percy Jackson, Shadow Hunters. Poi c'è Gaiman autore particolare che varia di sottogenere in sottogenere, forse tra i migliori della sua generazione e forse il meno contaminato da questa ondata di ''tragicità''. Anche se poi il grimdark è tutto tranne che tragico. Se hai qualche curiosità basta chiedere, purtroppo non è un discorso che si può limitare a poche pagine. ______ Per il mondo italico. Purtroppo qui da noi paghiamo ancora il disastro commerciale/qualitativo del fantasy made in Italy e negli cinque anni penso di non aver visto nulla di dichiaratamente fantasy e autctono uscire da una delle 'CE' maggiori. Scusa per eventuali errori di stesura e/o di forma. Saluti, Doria.
  5. Doria

    Fantasy, quando é scontato?

    Credo che non esistano trame inutilizzabile, le storie sono sempre storie. Conta sempre e solo il modo in cui le si narra. Al massimo si può dire che il fantastico medievale/nordico alla Tolkien e il grimdark di Martin siano ormai abusati e pertanto il pubblico reagisca come nauseato a racconti su questa falsariga, perché si aspetta storie comparabili a quelle citate. Ciò però non impedisce di ideare splendide storie classiche come quelle del compianto Robert Jordan. Lo Sword and Sorcery sarà abusato, l'Epic Fantasy anche, ma non rappresentano il fantastico. L'urban fantasy significa vampiri per il pubblico o anche peggio YA, ma non è solo questo. Il Fantasy nel suo insieme non può essere ridotto alle storie più famose. Rappresenta ciò che non è stato, ciò che non è, ciò che probabilmente non sarà. Recentemente ho letto American Gods di Gaiman, una delle letture più distanti da Tolkien eppure fanno parte dello stesso genere, Queste Oscure Materie di Pullman lo stesso. Il problema maggiore degli scrittori fantasy attuali è quello di limitarsi ad ammirare i maestri del genere e non osare, paradossalmente, con l'immaginazione, rifarsi meccanicamente ai clichè o alle strutture come quelle del viaggio dell'eroe. A proposito dell'Hero's Journey ho letto e visto una bellissima opera giapponese, una Visual Novel (Fate/Stay Night) da cui è stata tratta anche una serie di opere animate, un urban fantasy stupendo che ristruttura il viaggio dell'eroe, esaminandolo in ogni sua sfumatura e cogliendo a piene mani da storie occidentali e dalla nostra mitologia in modi che un autore nostrano o europeo non avrebbe mai fatto. Non occorre molto per creare un fantasy poco scontato, ma per molteplici ragioni si sceglie spesso la formula abusata ed è ovvio che poi scegliendola ci si scontra con storie o meglio capolavori che sminuiscono spesso opere comunque in parte meritevoli.Escludo inoltre dal discorso tutti gli emuli che contribuiscono alla cattiva fama del genere con scopiazzature date dall'ammirazione o dalla volontà di (non) fare soldi. Se sparissero gli archetipi credo che sarebbe meglio per la letteratura fantastica in generale. Forse sarebbe finalmente libera di immaginare.
  6. Doria

    [Scrittura collettiva] Il treno dei personaggi perduti

    Al momento vado per il realistico. Non ho ancora scelto il genere però (un bel thriller?)
  7. Doria

    Votazione Finale MI100

    Complimenti ai vincitori, agli altri due finalisti, ai partecipanti e allo staff. Ma dopo 100 (e passa) racconti a nessuno viene voglia di una pausa . Alla prossima e grazie per la bella esperienza
  8. Doria

    [Scrittura collettiva] Il treno dei personaggi perduti

    Voto per l'opzione A. #TeamA (Che per semplciità chiameremo TEA)
  9. Doria

    Votazione Finale MI100

    Ops scusate il repost, qualcuno potrebbe sistemare il casino?
  10. Doria

    Votazione Finale MI100

    Il mio voto va a @Bango Skank Scelta sofferta, ma credo sia il testo tra quelli proposti che mi ha lasciato di più.
  11. Doria

    [Scrittura collettiva] Il treno dei personaggi perduti

    Bellissima idea, mi piacerebbe partecipare. Spero che non degeneri in un thriller
  12. Doria

    [MI 100-1] Nulla è scritto

    @JMC @Emy @Joyopi @Ginevra @Cristina @Nuwanda @Lo scrittore incolore @M.T. @Rica Grazie a tutti per il passaggio, il ringraziamento arriva con un po' di ritardo, ma i vostri consigli li ho già presi nella mia piccola rete. Non ho avuto il piacere di commentare tutti i vostri testi e ricambiarvi il favore, spero che in un'edizione meno mastodontica riuscirò a farlo. Lavorerò per migliorare. Alla prossima.
  13. Doria

    Votazione 2° Girone [MI100-3 e MI100-4]

    Un voto sofferto come tutti gli altri, perchè ho sempre solo tre voti (nonostante abbia diritto e dovere di scelta in ben tre gironi su quattro ) I miei voti vanno a: Chiudi gli occhi e aspetti lo schianto di @Bango Skank Quant'è vecchio il mondo di @Plata La morte è pigra di @Macleo Menzioni dovute a Linea 69 di @Lizz (Che si è giocata fino all'ultimo l'accesso tra i magnifici tre) Un briciolo di vita di @Poldo (Breve ma intenso) Incontri molto occasionali di @camparino (divertente, breve come sempre e terribilmente criptico) È così che uccido io di @Joyopi (Il destino e la morte due temi esplosivi) Nato per soffrire di @sioux (perchè mi ha sorpreso come il destino crudele, in cui non credevo come il suo protagonista) Passerò forse per altri commenti, è stato un piacere. MI congendo e MI preparo ad i prossiMI MI. Grazie per la bella ed impegnativa esperienza, alla prossima.
  14. Ma al MI non possono mettere un limite alla bravura? Ogni volta al momento del voto devo uccidere un racconto cercando i suoi difetti per stilare una classifica precisa e giusta :buhu
  15. Doria

    Votazione 4° Girone [MI100-7 e MI100-8]

    I miei voti vanno a Il cimitero dei libri che verranno ricordati di @sioux Un viaggiatore nel tempo di @Bango Skank I custodi della biblioteca di @Marcello Menzioni speciali perchè se le sono meritate tutte a gli Hammersmith di @simone volponi A bocca aperta e Lo vuoi sapere il mio segreto di @Lizz (così diversi di genere e nonostante ciò così affiscinanti). Anche gli altri sono stati bravi. I non troppi racconti di quest'ultimo girone si rivelati ampiamente sopra la sufficenza per me, tutte idee interessanti soprattutto per merito delle tracce davvero stupende. Adesso corro che ho ancora più di qualche racconto da rileggere/leggere prima di dare il mio responso per l'altro girone (faticaccia)
×