Vai al contenuto

ElleryQ

Moderatore
  • Numero contenuti

    11.207
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    117

ElleryQ ha vinto il 26 novembre

ElleryQ ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

8.999 Divinità della community

Informazioni Profilo

  • Provenienza
    New York
  • Interessi
    Giallista nonché investigatore dilettante, laureato all'Università di Harvard e interessato al crimine solo per curiosità. Bibliofilo, amante della matematica.

Visite recenti

9.705 visite nel profilo
  1. Ciao @ettorino86, @Marcello ti ha già dato la risposta corretta. Neanch'io, a dire la verità, mi intendo granché di Amazon, né conosco il contratto di esclusiva che fa, ma l'autore può generalmente concedere un estratto del proprio libro a fini promozionali. La medesima cosa può fare la stessa CE (anche se nel tuo caso non esiste fisicamente, ma di fatto Amazon mette a disposizione la pre lettura). Non importa che sia l'incipit o altro brano, è comunque un estratto. Anche se avessi un editore non lo danneggeresti, in questo modo. Diverso sarebbe se tu rendessi scaricabile del tutto e free il pdf (o altro formato) completo del libro pubblicato da un editore. Tra l'altro tu parli di un semplice estratto cartaceo del libro e per finalità relative a una tua stessa presentazione. Del resto ai relatori di un reading, di solito, si regala l'intera copia del proprio libro e neanche questo è un danno per l'editore. In ogni caso, se si tratta un'autoproduzione non devi rendere conto a nessuno.
  2. ElleryQ

    Pessime Idee Edizioni

    @AntoineDoinel la domanda che hai rivolto è OT (nei topic delle CE si parla solo di esperienze dirette con le medesime), per cui se qualcuno ti rispondesse potrebbe ottenere un richiamo. Puoi aprire una discussione apposita in "Varie ed Eventuali", se già non ce n'è una simile (per cui ti suggerisco di verificare prima con attenzione), oppure chi lo desidera può risponderti in privato.
  3. ElleryQ

    AltreVoci Edizioni

    Inviata email standard.
  4. ElleryQ

    Gabriella Ambrosioni Literary Agency

    Ciao @Gut , vedo che questo è il tuo primo post. Di solito ci piacerebbe che i neo iscritti si presentassero in Ingresso (qui il link) prima di postare in altre sezioni. Ti attendiamo per conoscerti meglio.
  5. ElleryQ

    Plesio Editore

    Ciao @Aphex e grazie per averci raccontato la tua esperienza. Di solito ci piacerebbe che i "nuovi arrivi" passassero dalla "stazione" Ingresso (qui il link) prima di transitare nelle altre. Metafore ferroviarie a parte, ti attendiamo per conoscerti meglio.
  6. ElleryQ

    Valentina Cucinella

    @mificrozet, premettendo che esiste una bella differenza tra editing formale e strutturale e un agente dovrebbe essere in grado di capire perfettamente se un manoscritto che valuta ne ha bisogno e di quale, l'argomento è da dibattere in sede apposita, questo è il topic di un'agenzia specifica ed è possibile riportare esperienze dirette. I pareri personali sull'editing sono ben accetti, ovviamente, ma nei topic idonei.
  7. Lo Staff ha ritenuto opportuno chiudere questo topic, in cui già dal titolo non si inquadra un argomento specifico e il cui contenuto dà adito a commenti eccessivamente generici, che comportano un automatico OT (così come dimostra l'andamento della discussione), per quanto l'invito a favorire la filiera editoriale durante le festività possa essere meritevole. Chi desideri continuare ad approfondire la pluralità di argomenti trattati, che al momento spaziano in maniera indiscriminata da editoria a virologia, politica, economia, ecc... può aprire un'altra discussione in Agorà, sezione più adatta a ospitare tematiche più ampie. Tenendo tuttavia conto che sull'argomento covid o su editoria e coronavirus esistono già due discussioni: Ricordo, sempre e in ogni caso, di mantenere il confronto su un piano dialettico corretto, le offese o i toni sprezzanti non sono necessari. Buon proseguimento.
  8. ElleryQ

    Quando trovi la CE perfetta ma...

    Ciao @Mrs. Robinson, come già detto da @Edmund Duke, anche io non ho ben chiaro il problema. Mi sembra di aver capito che la persona di cui parli pubblica con una casa editrice cui aspirava, ma a un certo punto si è reso conto di qualcosa. Ecco, io non ho capito bene quel qualcosa. Se il bullo è un altro autore, non vedo dove sia il problema: ogni autore segue un percorso a sé. Non è detto che tutti gli altri autori della CE con cui pubblico debbano piacermi, ma in genere non ci ho a che fare, se non nelle fiere. In tal caso, se capita di stare fianco a fianco non è detto che si debba interagire, ci si può anche ignorare. Invece, se la persona di cui parli è un autore e il "bullo" un editor, la soluzione è chiedere di farsene assegnare un altro per incompatibilità. Se invece la persona in questione è un collaboratore della CE e il "bullo" è un neo assunto, ovviamente non è possibile influenzare le scelte del datore di lavoro, ma si può chiedere di evitare contatti. Altrimenti c'è sempre la denuncia per mobbing, ma bisogna sporgerla con prove alla mano. Puoi provare a spiegare meglio la situazione? In maniera tale che anche altri possano risponderti con maggiore cognizione di causa.
  9. ElleryQ

    Edizioni Ensemble

    Mi spiace @Lilithor, ma ho dovuto editare il tuo post. Fuori dalle sezioni apposite, nominare i propri libri è spam.
  10. ElleryQ

    Riferimenti a fatti/cose/persone reali

    È una cosa assolutamente verosimile, ma per sicurezza andrei su un nome simile, che richiami l'app ma che non sia al contempo la medesima.
  11. ElleryQ

    Edelweiss

    *Intervento dello Staff* @cheguevara, il tuo post non è una testimonianza, ma un parere personale per cui OT. Verrà rimosso, ma ultimamente OT di questo genere, in discussioni relative alle CE o Agenzie e non in sezioni apposite, abbondano. Ci vedremo costretti, in caso di reiterazione, a effettuare richiami a punti. Vi ricordo che non è possibile rispondere a un intervento ufficiale.
  12. ElleryQ

    Montedit

    Grazie per la tua testimonianza, @FiorellaBorin, tuttavia, se non erro, ciò di cui parli risale a circa dieci anni fa. Poiché le testimonianze più recenti e più numerose fanno pensare a un cambio di politica editoriale in una direzione prevalente, la CE è stata spostata in EAP. Se dovessero giungere testimonianze come la tua, molto più recenti e altrettanto numerose, rivaluteremo.
  13. ElleryQ

    Besa Editrice

    Hanno risposto e riassumo: Accettano manoscritti di autori esordienti, valutati in base alla qualità della proposta. Non pubblicano con contributo e la quasi totalità del catalogo è costituita da letteratura straniera, per la quale acquisiscono i diritti pagando i traduttori. Tutte le fasi della produzione sono interamente a carico della CE, dalla valutazione degli inediti all'editing, fino ad arrivare all'impaginazione e alla grafica di copertina. La distribizione è a cura di Messaggerie Libri. Per la promozione degli autori hanno un ufficio stampa dedicato, che lavora prima e dopo la pubblicazione di ogni testo. Sposto in free, salvo diverse testimonianze.
  14. ElleryQ

    Schena Editore

    Manca poco così e la spostiamo.
  15. E pensare che io mi preoccupo proprio perché sull'unico profilo social che ho aperto (per costrizione) parlo più di gatti e di altro che di scrittura.
×