Vai al contenuto

Dark Smile

Utente
  • Numero contenuti

    469
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Dark Smile

  1. Dark Smile

    Erased - prologo

    Grazie a tutti ragazzi, sono felice che non vi abbia sconvolto troppo! Prenderò come sempre i vostri preziosi consigli, mi farò un bel taccuino Per quanto riguarda la frase iniziale: "nuda: fragile" è volutissimo. Anzi, in realtà, all'inizio lo avevo scritto proprio come mi ha suggerito Plata, poi ho cambiato idea. In sintesi qui "nuda: fragile" come se il significato di nuda fosse fragile. A rischio. Allo scoperto... Rew... la mia storia ti perseguiterà, per portarti nel suo mondo... cioè volevo dire: continua la lettura Ancora grazie a tutti! Volevo rispondervi singolarmente ma sto dal cellulare. Farò tesoro di tutti i vostri suggerimenti e spero che questa storia vi appassioni!
  2. Dark Smile

    Capita

    Oh, è parecchio che non bazzico da queste parti, devo dire che ho trovato davvero una bellissima poesia. Niente banali rime (con tutto il rispetto per chi le usa, spesso si cade nel forzato e non ci vuole una rima per determinare un'emozione nell'altro). La musicalità dei versi è originale e abilmente strutturata insieme al significato che vuoi dare. Io ci ho visto tanto, non solo il passare inesorabile dei giorni, la limitatezza del tempo, ci ho visto anche una base psicologica di fondo. Come certe cose possano far cambiare una persona, tanto da non amare più, ad esempio. Inoltre il concetto della poesia è ben espresso: belle parole, ma bella parvenza. Complimenti, che dire: capita di trovare poesie stupende, quando meno te lo aspetti!
  3. Dark Smile

    L'umano dietro la luce

    Forse è fatto apposta
  4. Dark Smile

    Raso rosso

    Oh bella poesia, complimenti. L'ho riletta più di una volta per gustarmela a pieno. L'emozione è racchiusa nelle parole e spezzata nei versi. Il continuo interrompere la lettura, mi sembra quasi l'affanno del protagonista nel rimanere nel presente. Abbiamo incertezza, dubbi, domande e insoddisfazione. Molto profonda, con accenni di riflessione. Un protagonista che non riesce a guardare né al futuro e né al passato. Perché non accettando il passato, non vivi il presente e non credi nel futuro. Una serie di cose che incatenano al muro. Mi sembra che questa poesia sia un sospiro. E la poesia, la traccia di un'emozione, quasi una confidenza. L'unico posto dove il protagonista si sente bene, realizzato e senza alcun dubbio. Perché si scrive e basta. A me è arrivato tutto questo. Non so se ho azzeccato l'interpretazione giusta, ma volevo condividere con te ciò che ho provato. Grazie per questa poesia
  5. Dark Smile

    Per quale motivo pubblichereste eventualmente sotto pseudonimo?

    @Roger1969 La mia era una riflessione aggiuntiva, non per forza legata con il mondo della scrittura. Io stessa ho nominato gli attori. Potrebbero esserci degli autori che hanno grande seguito, ovviamente. In fondo di mezzo c'è sempre la stima, che sia per un attore, per un cantante e per uno scrittore. Insomma, se per la strada dovessi incontrare una persona per cui stravedo dubito che me ne starei ferma, approfitterei di quel momento che potrebbe non tornare una medesima volta. Le piccole cose spesso sono quelle che si rivelano più grandi. Comunque, ripeto, era solo un pensiero che mi è venuto per associazione
  6. Dark Smile

    Identity - capitolo 13

    Ehm... scusa il leggero ritardo @Rewind ... Come al solito ti ringrazio per le correzioni e i consigli, ho già messo tra i preferiti il link u.u Ok ahahhahah Dai davvero non te lo ricordi? lol Leonardo è il tipo che è morto... Comunque, forse, poi le cose saranno più chiare, credo... si, abbi fiducia in me.. o forse è meglio di no
  7. Dark Smile

    Ode al Caffè

    Mi si sono illuminati gli occhi quando ho letto il titolo, io sono un'amante del caffè e mi ci sono fiondata in questo topic E la lettura è stata piacevolissima, intensa e breve come un sorso di caffè, sembrerà strano, ma la poesia breve, il contenuto ben concentrato, è un po' quello che provo quando finisco la tazzina e non trovo altro caffè, mi lascia l'amaro in bocca, una brevità disarmante: ho pensato questo quando ho letto, forse tutto quello che ho detto prima delle ultime due parole è un po' inutile, ma vabbè, so che le mie avventure con il caffè interessano molto Nella prima strofa c'è l'ode al caffè, anche se si nota già il tuo amore e odio nei suoi confronti: gli ultimi due versi, della prima strofa, fanno capire che lo bevi per necessità. Nell'ultima strofa invece si capovolge tutto, il punto di vista è opposto così come il contenuto che spieghi e descrivi. Davvero un'ottima poesia, riflessiva e divertente. Bravo, mi è piaciuta e non solo perché amo il caffè
  8. Dark Smile

    [MI78]L'inganno della scelta

    @queffe ciao, grazie mille per esser passato, il tuo commento mi è stato molto utile. In realtà era più una speranza dell'uomo, volevo intenderla così. Grazie, quella frase mi piace parecchio, per cui ne sono felice. In realtà, scendendo in profondità, si può dire che il vero e unico protagonista sia proprio la voce XD Dici? Non saprei, sai? ''A volte'' è più importante di quello che sembra, un ''a volte'' detto da qualcun altro. L'uomo non ha neppure il tempo di pensarlo. Grazie ancora, mi ha fatto molto piacere XD A rileggerci
  9. Dark Smile

    [MI78]L'inganno della scelta

    Commento: Prompt di mezzanotte. Tutti pensano sia il sei, o il quattro, ma nessuno sospetta del cinque. È per questo che sei qui. È per questo che stai per morire. E nessuno si ricorderà di te, perché dici? Perché a te, ti domandi? Hai oltrepassato la porta sbagliata: hai scelto il cinque. La testa mi esplode, non dovevo bere così tanto. Uno? Dove sono? Ricordo che ero in auto. Due? È tutto buio, non vedo a un palmo del naso. Perché mi fa male, cosa? La costola? Non riesco nemmeno a capirlo. Tre? Cerco nelle tasche, ma non trovo il cellulare. Quattro? Mi sento le gambe pesanti, cado. Sento il tonfo delle ginocchia contro il legno. Eppure, non ho mai avuto il parquet a casa, mia moglie non l'ha mai voluto. Troppa cura, diceva. E tu lo graffieresti subito, accusava. Cinque? Sento una voce. Da un po'. Sarà l'effetto dell'alcol. O sei? Assomigliava alla sua. Dolce Amanda, perché mi hai lasciato? Quale scegli? Il peso di una scelta, la responsabilità di prenderla, il coraggio di affermarla e la possibilità di imporla per davvero. Sono davanti sei porte e a lei. «Vuoi giocare?» I suoi boccoli, il vestito che le regalai, persino il bracciale e l'anello: la mia Amanda? «Certo amore.» «Trovami, sono dietro una delle sei porte.» «Perché sei?» «Puoi fare solo tre domande, rispondo?» «Sì.» «Perché è un gioco, la tua possibilità è come il lancio di un dado.» «Perché sono qui? È un sogno vero? Mi sveglierò in quella lurida macchina che puzza di cibo andato a male.» «Perché volevi venire.» «Posso andare via?» «No.» Essere dentro una stanza chiusa, senza finestre o porte, nessun raggio di luce, sei dentro il mio dado. Uno. Non sono mai stato il numero uno nella mia vita. Non posso sceglierlo, mi ricorda cosa volevo diventare e cosa invece mi sono ritrovato ad essere: il secondo. Tre. È la data della tua morte: il tre gennaio, era notte fonda. Un incendio divampò a casa, ma io non c'ero, come sempre andai al bar. Non ti ho potuta salvare quella notte. Quattro. La bara? Meglio passare avanti, non è un normale gioco, chiunque arrivati a questo punto lo avrebbe capito: chi vede la sua moglie defunta? E per giunta chiede di giocare? Lo stesso il sei: il numero del demonio. Cinque. La metà del dieci, la mediocrità, una parte. Una parte di verità e una d'inganno. «Hai fatto la tua scelta?» «Sì.» «Apri la porta e trovami, allora.» Mi avvicino. La mano sulla maniglia, l'esitazione assente: l'apro. E davanti a me: il fuoco. «Fa caldo amore.» Cinque, hai scelto il cinque. Non può piovere per sempre, ma questo non è un film: è crudeltà. A volte, non si può scegliere.
  10. Dark Smile

    Identity- capitolo 12 (seconda parte)

    @mina99 Heeey ciao e tranquillo per il ritardo XD Ti rispondo subito come si deve sono il corsivo Ancora grazie mille! Al prossimo capitolo XD
  11. Dark Smile

    Identity- capitolo 12 (seconda parte)

    Capitolo 12 Seconda parte «Mike andiamo a prendere quel bastardo!» «No, tu non vieni.» «Non ti lascerò andare da solo!» «Ma non sarò da solo» risi «sei ancora alle prime armi, quindi non ti muoverai di qui!» «No! Se siamo in tanti sono al sicuro, no? E poi so badare benissimo a me stesso, lo sai anche tu! Quante volte ti ho battuto a braccio di ferro, eh? E quante volte ti ho buttato a terra? Sono anche meglio di te, quindi non si discute.» «Replicare è inutile vero? Verrai lo stesso... va bene, ma devi seguire gli ordini, non puoi fare di testa tua.» «Agli ordini capo!» Uscimmo per raggiungere il luogo dove avremmo finalmente trovato l'assassino. Era un rapitore di ragazzine quattordicenni, il loro corpo veniva sempre trovato senza vita vicino il fiume al centro della città. Non subivano violenza, ma le trovavamo sempre con abiti bianchi: erano date in sacrificio. Questo particolare lo avevamo capito una volta spogliato il corpo per l'autopsia, sulla loro pancia c'era una scritta fatta con un pennarello nero: per il grande Lui. Eravamo davanti alla casa, isolata. Non c'era nessuno per chilometri, un posto perfetto per un serial killer, ma di certo la nostra visita non sarebbe risultata normale. «Facciamo piano» sussurrai a Leonardo, che per tutta risposta mi fulminò con un'espressione accigliata per poi dirmi all'orecchio «Come se non lo sapessi, capo.» Era l'apprendista più scocciante che avessi mai avuto, anche se finora era solo il terzo... comunque mi ero molto affezionato, aveva un carattere insopportabile, ma era una brava persona, sincera. Aprimmo la porta per notare che in casa non c'era una luce accesa. Era qui e sapeva che aveva compagnia. Dobbiamo stare attenti, pensai mentre avanzavo cauto nel salone. I miei passi producevano piccoli cigolii che in quel silenzio risaltavano come rumori molto più forti... fantastico. «Dividiamoci, voi due andate al piano di sopra a vedere nelle camere da letto, Leonardo vieni con me, continuiamo a cercare qui.» Così fecero. Arrivammo ad un corridoio... dove mai portava? Lo percorremmo fino alla fine, continuando a farci luce con questa specie di lampada, era talmente scomoda che avrei preferito camminare al buio! Oppure lo avrebbe portata solo Leonardo... Davanti a noi avevamo una scala che portava nel seminterrato, al cui lato c'era un'altra scala di legno che portava in un ambiente interamente sottoterra... Stavo per toccare la maniglia, che sussultai. «FERMO!! NON MI TOCCARE PAZZO!» Doveva essere l'ultima ragazza scomparsa, era ancora viva! Dovevo sbrigarmi, potevo salvarla. Impulsivamente l'aprii e mi buttai su quello stronzo. Non meritava di vivere, quante vite aveva strozzato per la sua follia?! «Lasciami o ti ammazzo» pronunciò calmo «devo continuare la mia missione, devo ucciderla, lui la vuole.» Mi allontanò, spingendomi verso la carta da parati, che era... rosa? Che pessimo gusto. Lasciando i dettagli a dopo, mi concentrai unicamente sull'occhialuto che ora mi fissava pieno d'odio. Aveva i capelli brizzolati, il suo sguardo era spaventoso... come anche la sua faccia a dir la verità. Il maglione antiquato e scolorito, gli cadeva sui pantaloni marroni... troppo corti, potevo vedere le sue calze bianche e nere, nelle scarpe blu. Il buon vestirsi, non faceva parte di lui. Guardai verso Leonardo, che non avevo fatto ancora entrare nella stanza e gli feci capire di non muoversi. Feci finta di essere svenuto, aspettando che si girasse di spalle. Nel preciso instante in cui il suo corpo cominciò a voltarsi, io rapidamente mi alzai e con la pistola lo tramortii. Eravamo salvi. Era tutto finito. Finalmente la città poteva stare tranquilla, non era affatto abituata al caos. Feci cenno a Leonardo che era tutto ok e dopo qualche secondo entrò. «Tranquilla siamo della polizia» affermai cercando di tranquillizzarla, avvicinandomi sorridente «è tutto finito, è salva signorina.» Accadde tutto in un secondo. «Signore attento, alle sue spalle!» «Mike!» Uno sparo. Chiusi gli occhi pensando che non gli avrei mai più riaperti, ma... mi voltai: Leonardo sul pavimento in una pozzanghera di sangue. Le mie gambe cedettero come budini. I miei occhi cedettero a calde lacrime, che sgorgarono senza mai una fine. «Non può essere vero.» «Ora è con lui, devi essere contento.» «Taci.» Non vedevo più nulla se non la mia ira. Presi la mia pistola e gli sparai alla coscia per non permettergli di scappare. Poi mirai alla testa, avvicinai il freddo dell'acciaio alla sua fronte. «La tua pistola ora è troppo lontana, so calciare bene non trovi? Ora muori bastardo.» «Mike no!» Gli altri entrarono bloccandomi prima che premessi il grilletto. Urlavo e mi dimenavo, cercando di liberarmi dalla presa... inutilmente. Lo portarono via da me. Maledetto. Me lo aveva portato via. Lui. Mi avvicinai a Leonardo. «Mi dispiace.» Era morto. Lo era davvero, non era uno scherzo del destino. Gli chiusi le palpebre, non riuscivo a vedere i suoi occhi così vitrei. Non avrei mai dimenticato... non avrei mai potuto farlo. Era notte. È nella notte che brillano le stelle. Ma stanotte non ci sono. È tutto buio. È tutta colpa mia. «Sei ancora sveglia? Scusa ho fatto tardi.» «Mike...» «Cosa c'è?» chiesi preoccupato, era così strana... Mogan non si mostrava mai così triste. «…» corse da me e mi abbracciò, le sua stretta avvolgeva e la sua voce era debole quando mi disse tra i singhiozzi: «Non è colpa tua Mike.» Visualizza il racconto a capitoli
  12. Dark Smile

    Identity- capitolo 12 (seconda parte)

    @Rewind Hoi Reeeew grazie per esser passato, commentato e tentato di capire per consolarti ti confido che alcuni non hanno compreso il finale, nell'immediato... ma credo in te Ora lo voglio, eh lol Cmq capito: più descrizione, anche nelle azioni e modi di dire più... cool No, era tutto un ricordo... Mentre Mogan vede le foto, porto nel presente i ricordi sulla vita di Mike (mentre lui osserva il cadavere con la mazza), poi lui torna a casa e vede Mogan in lacrime ecc... Dai, forse, un po' è voluto Ancora grazie, grazie di sopportare e continuare a leggere questa storia con un tocco di stranezza... XD
  13. Dark Smile

    Ricerca

    @Lily Rose mi spiace per la tua perdita, condoglianze. E inoltre, è stato un piacere, mi limito a scrivere il mio parere e a analizzare al mio meglio la poesia, dato che mi fa piacere ricevere critiche, cerco di farlo anche quando le leggo, sperando che siano gradite. Secondo il mio punto di vista, la ricerca della metrica non è essenziale, almeno per il mio stile di poesia. Poi, come sempre, è questione di gusti. A rileggerti allora
  14. Dark Smile

    Mezzogiorno d'Inchiostro n. 78 topic ufficale

    Complimenti ai vincitori *--* ma anche ai vinti, ho letto davvero ottimi racconti. E grazie alle menzioni XD E @sioux grazie per avermi votata XD Spero di esserci al prossimo MI
  15. Dark Smile

    [MI78]L'inganno della scelta

    @mina99 ciaooo, mi fa piacere vederti qui e son contenta che ti sia piaciuto! *-* Sì, forse una prima lettura non basta volevo dare una mia interpretazione, ma temevo di non essere abbastanza originale. E grazie per le correzioni. @puntoevirgola Ciao! Grazie mille per il commento, felice che tu abbia apprezzato lo scritto. Sì, forse lo rivedrò e scriverò una versione più ricca XD
  16. Dark Smile

    Mezzogiorno d'Inchiostro n. 78 topic ufficale

    Ps: ho dimenticato le menzioni... @Ginevra @simone volponi @mina99 Seriamente, ho trovato davvero difficoltà a votare, siete stati tutti molto bravi a interpretare a modo vostro i due prompt
  17. Dark Smile

    Mezzogiorno d'Inchiostro n. 78 topic ufficale

    Ti ringrazio per avermi menzionata @mina99 Ecco i miei voti, perdonatemi se non sono riuscita a commentare tutti, ma non so se ne avrò il tempo, spero di si! Vorrei lasciare almeno un pensierino a tutti xD 1) @queffe 2) @Joyopi 3) @Plata
  18. Dark Smile

    Mezzogiorno d'Inchiostro n. 78 Off Topic

    Mi spiace @skorpio, un abbraccio
  19. Dark Smile

    [MI78] Pensieri razionali

    Letto. Ok ahahahahah sono ancora ipnotizzata e chissà quante volte tornerò a guardare il testo mentre scrivo, che dire: tutto è un dannato punto interrogativo. Tutto è ipotesi, complimenti: geniale. Per non parlare dello stile, del tuo modo di raccontare, perfetto, direi che ti alieni dalla realtà, mentre leggevo non esisteva nient'altro che le tue parole. Incubo reale, il protagonista pensa che sia un sogno, cerca di svegliarsi perché troppo terrorizzato, quasi come se sentisse di dover uscire, di non dover stare più in quella situazione, come se avesse un presagio, e non direi solo di morte, ma anche della sua salvezza. Essa è stata messa a rischio, anzi, direi che è spacciato, perché io ho interpretato in questo modo: in fabbrica c'è un demone costituito da tutte le morti avvenute lì. Infatti questo demone urla: dolore, si sente a pelle il dolore. E sopporti fino a quando non passi la maledizione a qualcuno, che possa vedere questo demone, quasi come fosse un modo di ricordare agli altri che loro hanno vissuto e sono morti lì, in modo orribile. L'unica cosa che mi domando è questa: è chiaro che la persona debba morire, in pratica quando arriva il momento passa la maledizione e muore, vero? Poi Paolo dice ''non lasciarti andare fino a quando non l'hai raccontato'' quindi raccontare è importante? Tuttavia all'inizio dice anche che starà a lui scegliere se raccontare o spezzare la catena, ma anche lì dice ''fregatene e butta tutto su uno sfigato'', perché? Se la fine è la morte, perché dire per ben due volte di raccontare, invece di preferire l'altra opzione? Mi hai stregata, troppo ahahahha Avrai il mio voto, mi è piaciuto davvero tanto, stupendo, proprio un capolavoro *____*
  20. Dark Smile

    [MI 78] La metamorfosi

    Sisi ho letto le risposte e visto le carte. Cmq mi ero dimenticata di aggiungere una cosuccia: l'ultima frase a me è piaciuta, perché secondo me racchiude in sé qualcosa. Loro vivono cambiando sempre e cambiano per fattori esterni o come capita (se ho compreso bene), non di loro iniziativa. Per cui ho trovato un bel messaggio, ovvero: meglio vivere una vita essendo se stessi, piuttosto che viverne cento imitando qualcuno, perché questo ti porterebbe a non vivere per davvero. Spero di non aver detto cavolate
  21. Dark Smile

    [MI78] Forever X

    Letto. Il limite di caratteri di certo non ti agevola con una tematica simile, infatti il racconto è così ricco che lo paragonerei ad una bomba ad orologeria. Mi è piaciuto, la tua descrizione è accurata, realistica, questo modo di immaginarti la scena mi porta a vederla proprio come te, mi costringi alla tua visione, insomma. Per me è stato interessante seguirti fino alla fine, ero curiosa di capire di cosa stessimo parlando di preciso, di conoscere i dettagli. E poi i tre vecchi sono stati un bel mistero, la Trinità. Una piccola riflessione sulla vita, sul suo valore: non basta solo sopravvivere. Ora, però, vorrei saperne di più ahahahah continuala su Bravo
  22. Dark Smile

    [MI78] Fantasmi

    Letto. E caspita se mi piaciuto! Sono d'accordo con Nerio, questo scritto è un viaggio. Lo hai espresso, sì, in modo inquietante, ma anche delicato. Mi sono mangiata ogni parola e non ne ho trovata nessuna che fosse di troppo. Mi sono ritrovata all'ultima frase con una faccia contenta ma anche dispiaciuta, ho pensato: e il resto? Davvero è già finito? Tornando più seria... hai espresso in modo impeccabile il dualismo umano, ogni parte di noi ha un lato malvagio e un lato positivo, te dai come spiegazione il dado. Interessante davvero come hai posto la figura del male (inserendo anche una breve e veloce riflessione sulla religione, secondo me, se non ho capito male) il suo agire sugli uomini. Poi il finale, che dire se non pazzesco. Poni il diavolo in lui stesso, confermando il dualismo che hai spiegato pian piano, un crescendo intenso e mai banale. Bravo. Mi è piaciuto davvero tanto
  23. Dark Smile

    [MI78]L'inganno della scelta

    In effetti sarebbe davvero bello; premio criptico, mi piace @simone volponi ne sono contenta XD sì, ammetto che forse è leggermente contorto, complicato... @Joyopi ahahahahah commento originale sono felice ti sia piaciuto, nonostante cliché, questo mio piccolo esperimento. Quando ho visto l'immagine mi ronzava per la testa il cinque, in continuazione, per cui... ecco il racconto. Mi fumo l'erba cipollina
  24. Dark Smile

    [MI78] a/o

    Letto. ''o/a'' ammetto che mi hanno rotto gli occhi per quanti ne ho trovati, ma è originale, necessario e l'idea non è male. L'alienazione, un futuro dove il contatto non esisterebbe, ma gli umani restano umani e con un bisogno di amare e vedersi. Loro alla fine lo capiscono e succede quel che succede... Crudo e surreale, mi è piaciuto, nonostante non sia tanto il mio genere
  25. Dark Smile

    [MI 78] La metamorfosi

    Letto. Non mi aspettavo di trovare uno stile fiabesco e l'ho apprezzato: l'idea è originale, ma anch'io mi sono un po' bloccata durante la lettura, ho capito meglio più tardi, quando hai spiegato le cose. Forse hai dato per scontato alcune informazioni che per te eran ovvie. Confermo anch'io: le descrizioni sono fantastiche, bravissima. Poi... solo io mi aspettavo che comparisse un vampiro all'improvviso? Mie sciocchezze a parte, ti faccio ancora i miei complimenti, bella prova
×