Vai al contenuto

Dark Smile

Utente
  • Numero contenuti

    469
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Dark Smile

  1. Dark Smile

    [LP 1] Sehnsucht

    Ciao Ippolita, uhm, più che un commento, poiché tale componimento è da rivedere con calma, tento di concentrare i pensieri in un punto, onde evitar il dilagare del delirio. La lama affilata potrebbe benissimo essere la stessa parola, che per certi versi è involucro di un sentire la cui efficacia per l'appunto si può solo percepire come emulazione. Le emozioni forti spiazzano l'animo e ci si ritrova contemplanti e muti in un silenzio ben più ricco e suggestivo di una poesia? E allora il ruolo della scrittura e della parola qual è? Messo in risalto ciò, personalmente mi chiedo: se fossi l'aurora non avrei bisogno della parola, ma insinuerei il mio essere affinché possa ribollire inesorabile nelle sostanze che m'osservano, ovvero: la percezione possiede la parola e se fossi aurora saprei raccontarmi? Molto, ma molto interessante, sono versi che stimolano i tuoi. A presto
  2. Dark Smile

    [LP1 - fuori concorso] Veleno verde

    @millika ciao, mi fa piacere ricevere il tuo parere, grazie per essere passata! Ti ringrazio, tengo molto allo stridere della dolcezza e crudeltà, compongono forse il mio modo di percepire prediletto ciò che osservo, da amante dei contrasti. Circa i suggerimenti, sentiti sempre libera, l'armonia a volte mi sfugge, nei momenti in cui non m'appartiene, quindi è sempre utile un occhio opposto e in tal senso più vigile, a prescindere dalle mie idee, come semplice scambio. Specifico, a questo punto, per amor di chiarezza, alcune cose. La prima modifica non è attuabile, in quanto il verso "come miele nel latte dei giorni" è legato al precedente, non al successivo. La seconda, quel "immaginandole" potrebbe trasformare il senso da un inganno consapevole al fantasticare a occhi aperti, una sottigliezza sul quale ragionerò. Infine, c'è un dettaglio che, forse, potrebbe interessarti visto il tuo apprezzamento verso la similitudine: la virgola tra i fiori e i sentieri sono un confine di scena, i fiori sono stati impiccati proprio sulle scale tremule, per sottolineare che salire non significa coprire o addolcire crepe del passato, quelle rimangono impresse una volta che il tempo decida di parlare. Sul destinati ci faccio un pensierino. Comunque, ho provato a stendere una versione seguendo i tuoi suggerimenti, tentando di aggiustar i punti critici: questo è il risultato, giusto per condivisione d'idea. Foschia sulle labbra rosee polvere e sale su macerie di carne, come miele nel latte dei giorni. Le scale tremule amavo sfiorare immaginandole petali da posare sulle crepe delle statue, ma, impiccati i fiori, sui sentieri son fantasmi destinati a vagare in un bacio di veleno verde. Grazie per questo confronto, alla prossima!
  3. Dark Smile

    [LP1 - fuori concorso] Veleno verde

    @Floriana Cara Flo Molto interessante, l'origine del lampo è stato tale pensiero: la voce del tempo in un mondo di macerie fatte uomo è un bacio di veleno verde. Poi nella mia testa si sono addossati impulsi e sensazioni che non ho saputo gestire, molto spesso sono solita interpretarmi dopo e credo di aver colto molto che alla stesura e condivisione m'era sfuggito. Trovo molto curioso che l'associazione con la natura sia così palese, ne son lieta. In effetti nemmeno a me piace così tanto quel "ma", anzi, forse senza sarebbe pur più "logico", sì! Sei un genio, Flo. il "ma" è funzionalmente contenuto in "impiccati i fiori", assurdo che non ci abbia pensato prima. E io t'auguro bona cena
  4. Dark Smile

    [LP1 - fuori concorso] Veleno verde

    Grazie @Anglares sono felice di aver potuto contribuire nel mio piccolo, anche se in netto ritardo anche nel ritardo stesso. Oh, ti ringrazio, anzi un po' mi rassicuri, talvolta ho un certo timore nel commentare, soprattutto quando vi sono di mezzo le sensazioni. Esattamente, rileggendo a caldo i versi l'unico che sono riuscita a isolare è stato proprio quello che hai evidenziato, ha una concretezza precisa che mi ha permesso in qualche modo di fissare un punto, il resto invece sembra un groviglio che ci ruota attorno. Perciò ero titubante se condividere o meno, in fondo bisogna essere coraggiosi o incredibilmente stupidi a proporre una poesia tutta da capire. A freddo, mi sto decisamente divertendo a rileggerla, credo che il lampo poetico sia funzionale a slacciare quelli che sono i limiti razionali verso un componimento, perciò ho adorato la tua idea non appena letta. Infine, ci tengo molto al senso artistico, lo cerco, forse è uno dei miei obiettivi, sebbene sia complicato camminargli accanto. Grazie a te
  5. Dark Smile

    [LP 1] Padre, aspettami

    Non ti leggo da tanto, provo ad approcciarmi al tuo lampo. Non so bene il motivo, ma il componimento mi trasmette una calma così anomala da farmi paura, perché si legge al contrario un culmine di ricerca coincidente con l'attimo del ritrovo, quella quiete che non sai mai quanto possa essere distinta dalla morte. Ho pensato a quanto possa essere importante un punto di riferimento al quale appellarsi per non vagare alla cieca, e mi sono domandata se sia sintomo di insicurezza o semplice rivolgersi naturale o egoismo. Ha uno strano profumo di cenere, tra i versi i corvi paiono salvezza, paiono un messaggio di rivalutazione e pace, come un prendere tra le mani i propri cocci sparsi intorno al fuoco per farne un ultimo mosaico, il decisivo. Quello che voglio evidenziare, oltre ciò che volevi magari esprimere con la tua poesia, è che personalmente m'hai mandata verso viaggi mentali a suon di calci leggeri, l'ho trovato interessante, trovo sempre interessante come l'interpretazione possa contaminare se stessa e muoversi su linee non proprie, almeno in senso stretto, e fin troppo vaste, sfuggenti. L'immagine racchiusa in tali versi, dopo l'apparire del corvo, l'ho trovata il punto più ricco, più suggestivo e che rimbomba nella mia testa, l'ho tanto apprezzata. Qui ho sorriso, molto spesso la convinzione porta a dar vita a voci profondamente diverse rispetto quelle che in realtà ci appartengono e mi sono chiesta quanto un tono possa essere la risultante d'una influenza, sebbene mi renda conto che probabilmente questa strofa volesse dire altro, ma per l'appunto sono andata completamente di testa mia. La figura del padre, infine, permette al lettore di valutarne il senso, se religioso, se d'appartenenza o chissà. Un saluto, chiedo venia per sto parere delirante
  6. Dark Smile

    Lampi di Poesia 1 - Off Topic

    Potrei aver già letto la tua poesia Uhm, ma in caso posso lasciar qualche parere o sarei n'intrusa? Si può far? Sì?
  7. Dark Smile

    Lampi di Poesia 1 - Off Topic

    La prossima volta non mancherò. Assolutamente no
  8. Dark Smile

    Lampi di Poesia 1 - Off Topic

    'Sti puntini mettono n'ansia... Spero siano conferme Piano, ma scrivo, dannato pullman. Ho visto le tracce, adoro l'idea di lasciarci ispirare da un'immagine, da una sensazione verso un dettaglio, così come apprezzatissime sono state le parole introduttive sia sulla poesia e sia sul ponte che l'arte è in grado di creare. Credo che avrei optato per la prima, forse contaminando con la seconda, visto la possibilità di spaziare, ma non ne sono sicura. Comunque ottima, ma ottima idea, Anglares
  9. Dark Smile

    Lampi di Poesia 1 - Off Topic

    @mina99 ciao, non ci becchiamo da un sacco! Ottima notizia! Forse posso uscir dal mio angolo, ah? Non sto ridendo per l'immagine comunque... hai partecipato pur tu?
  10. Dark Smile

    Lampi di Poesia 1 - Off Topic

    Piango. Chiedo perdono, m'è stato impossibile collegarmi e partecipare, ma spero che divenga un appuntamento fisso e che presto vi sarà una seconda occasione. Vado a sbirciare, tristotta e sconsolata, le poesie e le tracce da un angolino solitario del topic, proprio lì, con musica tragica di sottofondo.
  11. Dark Smile

    Treccia a corda

    Intreccio le tue parole, in attesa che nastrino chiuda l'azione con un fiocco di favole, ma i baci siedono sui nodi, i raffinati cresciuti giorni che in bilico sulla testa ingravidano neuroni di rovi, tra i capelli vive sol la polvere tracciata come lacci delle scarpe assalti agli angoli angusti son vuoti di carezze, mia bimba, i sorrisi son come graffiti sui corpi coprono rughe e pelli lisce mentre le strade si accorciano e i cieli si allungano su terre aride; ti piaceva legarti alla luna lasciando una tua faccia a macerare nei sogni e domande a bucar le stelle, ma come un ululato su una sbarra d'intenso rigetto, ora bimba, permetti che cada l'antico riflesso, il pugno è saldo come la morsa al petto di un insicuro singulto: i voleri combattono gl'esseri.
  12. Dark Smile

    Lampi di Poesia 1 - Off Topic

    Flo! Scrivi di più di getto, molto carina, ho avuto la sensazione di quando, presa dal voler osservare il più possibile, lo sguardo si perde nel passaggio rapido e affamato per poi soffermarsi su quel dettaglio unico che ti spoglia la mente per poi riempirla inesorabilmente. Un abbraccio @Floriana
  13. Dark Smile

    Treccia a corda

    @Max91 Ciao, grazie per la lettura e per aver condiviso la tua interpretazione che, no, non è affatto una sciocchezza, ma anche qualora fosse distante è sempre bello valutare come arrivi una poesia e il suo senso. Dunque. Nella poesia parlo a me stessa, sì, alla bimba che ero e che non sono più, ma comunque risiede. Cerco di proteggerla in tutti i modi possibili, perché crescere porta tante conseguenze, sia belle che brutte, e l'esperienza nel mio piccolo m'ha insegnato a tenermi stretta, in qualche modo, nella mia fragilità. Mi fa enormemente piacere che si sia visto un viso e dei capelli e che poi si sia mosso, poiché il centro del componimento, che non si può percepire se non a livello inconsapevole, è molto vicino a quanto tu hai descritto con dettagli aggiuntivi che poi fondano il titolo e la sostanza di questa poesia. Ancora grazie mille, mi ha fatto molto piacere e mi scuso anche con te per il vergognoso ritardo del mio rispondere. A presto
  14. Dark Smile

    Treccia a corda

    Eccomi finalmente @Anglares qui a risponderti, chiedo perdono per il ritardo. Ora ti sembrerò una pazza, ma ho tolto l'articolo perché non mi andava bene né "il nastrino" né "un nastrino" poiché non mi piace l'indirizzamento verso un qualcosa sia di definito che d'indefinito o molteplice, presa dalla disperazione e pigrizia ho optato per l'omissione. Su questo avevo io stessa dubbi, secondo te meglio: - tra i capelli vive solo la polvere - tra i capelli vive sol polvere La seconda opzione m'alletta per un senso che non so spiegare, in realtà. Ce lo vedo come un soffermarsi cauto, fragile. Ti ringrazio, mi riempie di gioia che sia stato colto. In questa poesia ho voluto mantenere alto il livello della contraddizione come completezza, come confronto delle due parti, un tema che mi è assai caro e che tendo sempre a esaminare con attenzione e con sempre nuova curiosità. Trovo sempre che le differenze per quanto possano essere estreme e talvolta inconciliabili, siano invece parte di un discorso, di uno sguardo più ampio. Questo si riversa sempre in ciò che scrivo, come specchio del mio modo di vedere e ragionare. Ti ringrazio anche qui, mi piaceva l'idea di valutare l'impatto del finale e tu indirettamente mi hai aiutata. In realtà è una domanda aperta, in base a chi guarda e al suo modo di affrontare le cose ho pensato potesse verificarsi una divisione anche in tal senso. E sul discorso bimbo hai colto perfettamente, difatti è tematica su cui ultimamente mi sto concentrando. Farò del mio meglio, è un piacere trovare le tue analisi, davvero, sempre per me uno spunto e un confronto stimolante. A presto, anche perché ho visto e già sbirciato la tua poesia, finalmente leggo il tuo scrivere, tornerò per commentare
  15. Dark Smile

    Lampi di Poesia 1 - Off Topic

    Ciao @Anglares In effetti sì, rileggendo i versi mi sono trovata anche piuttosto semplice e mite, con i piedi ancorati alla terra. Una sorta di realismo contaminato dal sonno, forse. Comunque felice che ti piaccia ugualmente. Sbircerò volentieri le novità, potrebbe essere molto divertente, oltre che interessante. Fai di tutto per renderlo un appuntamento fisso, a costo di spargere piume e sacrificar tutto lo staff... per la poesia questo e altro
  16. Dark Smile

    Lampi di Poesia 1 - Off Topic

    Ciao! Grazie a @Ippolita2018 per avermi taggata. Lampi di poesia, interessante idea @Anglares quella di ideare un contest di poesia. Spero di riuscire a partecipare, non do garanzie, ma farò il possibile, sebbene manchino i dettagli m'alletta; così a senso il lampo mi fa pensare all'ispirazione poetica nel senso d'incontro, ricerca e raccoglimento al contempo, che non sai mai dire se sia la poesia a colorare il reale o viceversa. Comunque ci provo anche io, così, impulsivamente, questi sono stati i versi suscitati dall'immagine postata. Culla di niente Il bianco fugace del buio sotterra i miei piedi freddi, non sento che tremore tra i denti della terra e ruvida corteccia contro la spalla nuda, guarda l'orizzonte di panna a pochi passi dallo sfuggirmi ancora, quest'amaro sapore inverno che scende rantola nella neve come fruscio sulle palpebre, guarda m'assopisco silente e al risveglio sogno cascate di fiori dalle nuvole su rosse timide guance, ma la culla che qui tinge è il niente.
  17. Dark Smile

    Treccia a corda

    @Elisa Audino Ciao il tuo commento va benissimo, m'interessa conoscere il coinvolgimento emotivo, che spero sempre avvenga, e il pensiero tuo è stato assolutamente piacevole da leggere, soprattutto per quell'istinto di protezione speranzosa che m'è parso percepire, tipico per me di una mamma. Qualcosa di precedente? E ti ringrazio tanto, associare i miei versi a un profumo non può lasciarmi indifferente. Un saluto. @dirk Ciao Questo mi rende particolarmente soddisfatta, così come la stilettata finale, ch'è giunta dopo la rilettura completa di quanto scritto, e potrebbe essere ben parallelo a quel fiocco che anticipa, seppur inconsapevolmente, il tipo di lotta e le possibili conseguenze. Il caso per il quale col senno di poi un qualcosa assume un colore inaspettato, sebbene non si comprenda mai con precisione la differenza che il presente insinua nel passato e viceversa. Sì, la bimba sono io, così come colei che parla e attende, il titolo della poesia in tal senso è esplicativo. Un saluto e grazie per questo commento.
  18. Dark Smile

    Fiamma di vapore

    Sanguino petali dal naso, e sul polso è battito di narici rosse, nervature senza dimora dagli occhi abbarbicati ai palmi e fuggevole stoffa, quei fotogrammi s'un sofà, e avanti e indietro vento schiena e morbido velo: ad acidità sgombra, spintonate l'armi, voglio staccarmi, dimmi che v'è qualcosa che non bruci ma che muova, fammi sentir il brulicar giocoso dell'ombre dentro, al tepore, al credo d'una fiamma di vapore.
  19. Dark Smile

    Fiamma di vapore

    @Elisa Audino Ciao, grazie per essere passata a leggere Il focus m'è caro, ma in modo insolito, la creazione avviene senza appigli, se mi concentro su un aspetto non mi si accende niente, quando scrivo devo agguantare qualcosa e in quel qualcosa poi trovo un focus personale, molto spesso un'immagine o una serie, talvolta un concetto, insomma non ci facciamo mancar nulla, almeno ci si tenta. Avresti continuato a vagare, su e giù, mi piace, grazie, anche per la decima rilettura. Hai colto, citando i due versi, i due perni essenziali, il centro delle mie due scene personali. Il ps è bellissimo leggerlo. Un saluto
  20. Dark Smile

    Fiamma di vapore

    @Floriana Flò, amichetta, ciao Sono un po' fantasmina, lo so, ma torno sempre u.u Sono felicissima che ti sia piaciuta, nonostante non ti sia arrivata chiara, ma parrà strano ne son ancora più lieta. Un'altra Dark, dici? Interessante. E che si noti un miglioramento mi fa piacere, speriam che duri e uhm poesia da dar a scuola no dai, diverrei il centro supremo dell'odio e in fondo son scemina. Talvolta l'interpretazione non risulta chiara nemmeno a me, perché a distanza di tempo, ci son versi che comprendo in modo differente, a freddo e col senno di poi. E mi piace tantissimo, perché sembra come parlar con l'inchiostro. E oh, sai che forse ne ho scritta una completamente senza punteggiatura? Se ricordo bene, non ne sono sicura, ma che dici, ma che ignorantuccia. Un abbraccio e buona giornata anche a te
  21. Dark Smile

    Fiamma di vapore

    @Nerio Ciao! Grazie per aver letto, non mi aspettavo il tuo arrivo, appena notato il voler contraccambiare m'è preso un colpo, ma son lieta del parere approfondito ricevuto, dunque, a lavoro. Qui sorrido un po', volevo per l'appunto creare un contrasto tra il violento e il delicato, talvolta possono ben miscelarsi insieme e influenzarsi a vicenda. Sono amante delle sfumature. Effettivamente mi piace molto giocare con l'indefinito, e il panico ci sta tutto, direi, una sorta di ansia mista a ricerca, un qualcosa che è più facile provare che spiegare, e l'indefinito in tal senso è il più sincero e completo. Non pensavo sarebbe mai giunta così, mi vien da sorridere. Allora, una volta che un malessere interno sgorga ci si può o acquietare o dissanguare, ho lasciato al lettore libera interpretazione su questo punto, nell'elaborazione della fiamma di vapore sul finale. Nello stadio che stiamo considerando, quello sanguigno e a tratti spirituale. Ti ringrazio. Non so bene come spiegarlo senza vaneggiare: sono solita frammentare la mia anima nell'inchiostro, quindi talvolta il rivolgersi al lettore coincide con un aspetto di questa, sebbene possa essere sovrapponibile e trascurabile. Rappresenta un qualcosa in più per me, come una sorta di burattinaia all'interno. Sì, ne sono consapevole, personalmente volevo si percepisse quasi la voglia di afferrare qualcosa, ma senza capire cosa e il lettore senza appigli si trova dinanzi proprio quella fiamma di vapore e sta a lui darne una definizione, io ne ho dato una forma, ci ho inserito il mio senso, ma non in modo confinante. Grazie. In effetti, da una parte vuole essere il fantasma del fuoco stesso, ma è difficile porre un confine che definisca nell'effimero, nel senso che tra speranza, un placido respiro e una resa corrono interpretazioni, singolarità, nella stessa concezione dell'alternativa alla fiamma di fuoco, quel credo in tal senso si può allacciare. Conseguenza, poi, è l'impossibilità, il ritorno al corpo che brucia, ma nello slancio si acquisiscono le risposte che bruciano di una luce nuova. Mi dico spesso: scegli come bruciare. Ne sono felice, preferisco far nascere dubbi che certezze. Certo, mi ha fatto molto piacere. Alla prossima
  22. Dark Smile

    Fiamma di vapore

    @Anglares Ciao, eccomi. Puoi star certo che le tue analisi continuano anch'esse a sorprendermi, e sono felice che tu abbia apprezzato, confesso. Veniamo ai punti. Sì, non cerco un tema a fuoco, molto spesso ho un'emozione di base che cova o talvolta esplode e quel "dis-ordine" non puoi immaginare quanto mi renda felice. Credo che a questo punto sia scontato, ma la scintilla che nomini è fondamentale anche per me, talvolta, per seguire il tuo dire, comporre inchiostro pare un vagare nell'incendio in cerca di quella scintilla e viverla nel modo più autentico possibile. Una ricerca che sia causa e nel contempo effetto. Non sono molto informata a riguardo, ma l'idea potrebbe essere similare, l'ispirazione è giunta in modo inaspettato, in quel preciso punto, il ragionamento legante è assolutamente voluto: avevo immaginato una foglia (non so bene perché, ma associo le persone alle foglie) e ho "visto" linee pulsanti che poi mi son apparse come ramificazioni e vene in un senso ciclico, collegato, da questo la sinestesia, che personalmente adoro. Motivante, in tal senso, è sempre stato il pensiero di quanto l'equilibrio in sé sia dinamico, considerarlo "sereno" per me equivale a dire che sia statico, quindi tento di trasmettere l'atto nella costruzione, un "durante" della poesia. Questa la teoria, ora, non so se riesco bene nella pratica, ma la sperimentazione è esaltante, quasi liberatoria. E cerco ancora una buona definizione di tale rapporto, o forse no, in fondo sarebbe un errore, una limitazione auto-imposta. Non ho mai incontrato uno sguardo come il tuo, quindi mi fa piacere e mi è prezioso, di questo continuerò a ringraziarti. Qui, sono davvero soddisfatta, tanto. Troppo buono, grazie di cuore. A presto
  23. Dark Smile

    Delirio

    @dirk ciao Ti ringrazio tanto per le tue parole, sono felice che il contrasto sia stato gradito, si può dire che io li ami, i contrasti. Detto ciò, quei monti nel caffè, da un lato son un accenno simpatico del mio essere caffeinomane, dall'altro un prendere i monti e sgretolarli, diventano zucchero in quel caffè, per evidenziare la fragilità della sicurezza in un ciclico giro di cucchiaino. Ancora grazie, sono felicissima che ti sia piaciuta e che tu abbia visto, per me è importante. Un saluto.
  24. Dark Smile

    Delirio

    Di nuovo indietro col capo mesto, dicevano che Dioniso lo si poteva vedere col vino e io, affetta dal delirio medesimo che vive al di là del cranio, coi monti nel caffè bevo e ingoio, che le pillole sono in strada negli occhi e nei gesti del quotidiano avvenire, non sono celati dall'asfalto i mostri, son a cuore aperto.
  25. Dark Smile

    Delirio

    @Anglares Eccomi, mi scuso per l'enorme ritardo. Innanzitutto ti ringrazio, sono sempre curiosa di conoscere il tuo punto di vista, lo trovo stimolante, inconsapevolmente mi hai dato conferma di aspetti che vorrei rendere piuttosto determinanti la mia scrittura, come la stessa interpretazione molteplice di un testo, sfruttando l'attimo impulsivo che caratterizza l'impulso dell'inchiostro tento di catturare la mia impressione e allo stesso tempo perdermi in essa, certo parrà assolutamente un delirio detto così, ma lo trovo per così abitudinario da frustrarmi, poiché l'estasi d'un istante si spoglia in fretta, non sempre si fa capire pienamente e, sebbene sia voluto nel mio modo di approcciarmi a questa mia passione, d'altro canto a mente fredda non riesco mai a valutare quanto possa valere qualitativamente un mio verso, per tal motivo sono inseguita da un'insoddisfazione piuttosto ostinata e quell'insicurezza -caparbietà, pure, in senso positivo- che mi fa ipotizzare una stesura migliore, più degna, senza però effettivamente trovarne. Ecco, ora che t'ho spaventato con i miei discorsi insensati, possiamo andare avanti. Un piacere per me leggere certi dettagli, come la scelta di cranio piuttosto che mente o i monti nel caffe, effettivamente non riconducibile fino in fondo ai versi, e quanto hai detto qui per me è stato emozionante. Più che utile, quindi ti ringrazio. A presto.
×