Vai al contenuto

Keytonlewis

Utente
  • Numero contenuti

    9
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

4 Neutrale

Su Keytonlewis

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Maschio
  • Provenienza
    Roma
  1. Keytonlewis

    13 Lab Editore

    Ciao a tutti ragazzi. Scrivo qui per raccontare la mia esperienza personale con questa casa editrice. Io mi limito ad esporre i fatti, lascio a voi le conclusioni. Faccio solo una premessa: era il mio primo romanzo, non capivo nulla di editoria, ero euforico, spensierato e giovane...e ingenuo. Ho pubblicato il mio romanzo con la 13labedition esattamente un anno fa. Nei 365 giorni passati dalla firma del contratto non è stata organizzata neanche una presentazione! Avete capito bene, nemmeno una. Ho pagato a suo tempo un costo di 300 euro per l'editing e la grafica del libro. Soldi buttati in quanto l'editing fa venire i brividi, si tratta solo ed esclusivamente di qualche virgola aggiunta qua e là. Per quello che riguarda la grafica poi non ne parliamo. Nonostante le mie ripetute lamentele per le bozze della copertina che mi avevano inviato, hanno fatto di testa loro, e sinceramente mi vergogno che il mio libro ad oggi abbia quell'orrendo colore e quella grafica da far accapponare la pelle. Pubblicità zero, eventi zero, neanche un post sulla loro pagina facebook. Alcuni dei loro libri, tra cui il mio, erano presenti a un festival a San Gimignano, sicuramente non un evento di risonanza mondiale, ma andiamoci lo stesso, presenterò il mio libro lì, cosa c'è di meglio di una piccola fiera per cominciare? Mi sono detto io. E invece, con mio enorme stupore, nonostate insistessi, non hanno voluto la mia presenza.... Viste le premesse pensavo che non avrei venduto nemmeno una copia. Chiunque ordinasse il testo mi diceva di avere difficoltà a reperirlo, sia nelle librerie che online. Ed erano lamentele dovute all'esasperazione nel dover aspettare una risposta da parte loro sul perchè il libro che il cliente aveva ordinato e pagato non arrivasse mai. Ad oggi credo di aver perso parecchi potenziali lettori per questo motivo, e che molte copie si siano perse per motivi a me ignoti. *Editato dallo Staff*
  2. Keytonlewis

    13 Lab Editore

    Attualmente sul sito della CE ci sono 70 romanzi. Quindi presumo che un minimo di scrematura venga fatta. Non capisco bene come funziona il discorso formato elettronico. A quanto pare lebook è acquistabile solo dal loro sito, infatti su Amazon e altre piattaforme è presente solo la versione cartacea acquistabile.
  3. Keytonlewis

    Booktrailer, una moda o marketing intelligente?

    Personalmente mai visto uno!
  4. Keytonlewis

    ciao...

    Esistono? si, qualcuna c'è, personalmente mi è capitata la Robin, che mi ha fatto una proposta più che onesta, ancora sto valutando, però, se accettarla o meno
  5. Keytonlewis

    Buonasera

    Ciao tatiana. E dove possiamo trovare alcune delle tue illustrazioni per farci un'idea?
  6. Keytonlewis

    Concorso Rai La Giara

    Io ho partecipato a questa edizione ma è meglio lasciar perdere credetemi. Innanzitutto il sito del premio è completamente fuori uso, rispondono solo ed esclusivamente su Facebook con ritardi clamorosi. basti pensare che la scadenza era il 31 dicembre 2014 e molte delle risposte alle domande che io e altri partecipanti avevamo inviato sono arrivate addirittura a febbraio del 2015, poi un'altra cosa veramente senza senso è la divisione per regioni intendo dire che per ogni regione vengono scelti due semifinalisti tra i quali poi verrà scelta la terna finalista. chi però come me viene da regioni che hanno inviato tantissimi romanzi come il Lazio non può competere con regioni come la Valle d'Aosta o la Basilicata da dove, guarda caso, provengono la maggior parte dei vincitori. Queste regioni concorrono con due massimo tre romanzi e ovviamente per forza di cose vengono sempre inseriti tra i semifinalisti senza selezione e quindi hanno tantissime possibilità di andare in finale. ovviamente il concorso Privilegia romanzi di tipo storico, in particolar modo ambientati durante la seconda guerra mondiale perché uno dei premi consiste non solo nella pubblicazione ma anche nella realizzazione di uno sceneggiato che andrà in onda sempre sulla Rai e sappiamo tutti cosa fa la Rai in fatto di sceneggiati perciò se veramente conosci qualcuno all rai e hai intenzione di scrivere un romanzo ambientato durante la guerra allora va bene partecipa altrimenti lascia stare. oltretutto da un concorso nazionale indetto da mamma Rai mi aspetto tantissime cose in più a livello organizzativo quello che veramente manca è il rapporto con le persone che partecipano al concorso considera poi che bisogna inviare 5copie stampate (che costano50 euro piu la spedizione che non è proprio economica) e non arriva neanche una risposta in caso di ricezione e ancora oggi non sono sicuro che la mia opera sia arrivata in redazione.
  7. Keytonlewis

    ciao...

    è un romanzo ambientato nell'antica Roma per poi passare ai giorni nostri, di genere direi fantastico per tenermi largo.
  8. Keytonlewis

    13 Lab Editore

    se può essere utile anche io ho ricevuto una proposta da loro. che dire, certo non si ha nessuna garanzia ma non lo definirei a pagamento. I 250 euro che chiedono per l'editing non sono obbligatori, quello che loro dicono è che il romanzo deve arrivare già revisionato, in maniera professionale, loro questo servizio lo offrono ma sta a te decideree se usufruirne o fare l'editing per conto tuo o con altre organizzazioni. La casa editrice è molto giovane ed è normale che tutto sembra un pò fumoso ma se devo essere sincero la proposta che hanno fatto a me non era malissimo, apparte alcuni punti che per ora mi spingono verso un rifiuto. ad esempio il fatto che pretendono il 100% dei diritti riguardanti traduzioni e adattamenti, questo proprio no!! per quello che riguarda la stampa su richiesta, tutti lo fanno anche la feltrinelli, l'autore deve sempre fare la promozione da solo, sempre, siamo nel 2015, a meno che non sia un autore di bestseller preconfezionati non ci sono altri modi, lo fanno tutti, anche autori con vendite medio alte come per esempio, Bruno Vespa, solo per fare un esempio famoso.
  9. Keytonlewis

    ciao...

    volevo presentarmi, sono uno scrittore non di professione e alle primissime armi, ho scritto molto ma ancora non ho pubblicato nulla, recentemente ho deciso di spedire il mio manoscritto a gran parte delle case editrici, independentemente dal fatto che siano o meno a pagamento, mi piace valutare tutte le proposte, anche se mi si chiede un contributo, se questo rientra nei miei schemi di valutazione come "giusto", sono anche disposto a pensare di spendere, ovviamente non parlo di case editrici che cercano solo di spennarti, ma di quelle che veramente hanno letto il tuo lavoro, e che puntano su di te chiedendoti un contributo sotto forma di acquisto di un numero limitato di copie e che facilmente puoi recuperare con la vendita al prezzo di copertina.
×