Vai al contenuto

baffoloco83

Scrittore
  • Numero contenuti

    120
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di baffoloco83

  1. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    Si si, ti capisco benissimo, però a volte non ci si deve fossilizzare su certe cose. Io l'ho voluto ambientare in Canada, a Peace River, proprio per l'antitesi che il nome della piccola cittadina instaura con gli avvenimenti che si susseguiranno. Proposte da prendere con le molle, tutte da case editrici a doppio binario tranne uno free.
  2. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    Oppure: Hai pienamente ragione e in merito a ciò vorrei aggiungere, che a distanza di qualche giorno, mi sono arrivate 5/6 richieste di pubblicazione senza remore riguardanti personaggi o luoghi. Venerdì scorso ho firmato il contratto con una casa editrice lombarda e nell'autunno del 2016 finalmente il mio manoscritto vedrà la luce. Per il resto non so che senso abbia circoscrivere la fantasia di uno scrittore.
  3. baffoloco83

    L'ultimo libro che avete acquistato

    Lo volevo leggere, com'è? Per ora non mi ha deluso per niente! Anzi mi sta piacendo così tanto che l'ho quasi finito dopo tre giorni che l'ho comprato. Direi proprio che è un bravo scrittore di thriller...poi di solito a me colpisce il finale quindi il mio giudizio lo lascio in sospeso per adesso. Lo volevo leggere, com'è? Per ora non mi ha deluso per niente! Anzi mi sta piacendo così tanto che l'ho quasi finito dopo tre giorni che l'ho comprato. Direi proprio che è un bravo scrittore di thriller...poi di solito a me colpisce il finale quindi il mio giudizio lo lascio in sospeso per adesso. Bel libro! Parte bene, solo che mi sarei aspettato un colpo di scena nel finale e invece termina in modo lineare. Non credi?
  4. baffoloco83

    Edizioni SensoInverso

    IDEM! Appena arrivata la proposta, tante belle parole e bla bla bla, per poi specificare i 1290 euro nel contratto. Inoltre sul contratto c'è scritto che mi inseriranno nella collana "horror-fantasy", mentre io ho scritto un thriller/noir. Bah
  5. baffoloco83

    Percentuali editoria_situazione attuale

    *quelle *quelle
  6. baffoloco83

    Percentuali editoria_situazione attuale

    Credo anche io che le percentuali siano quelli. Camilleri ad esempio prende il 10% da quel che ho letto in giro. Scrittori affermati come King circa il 12/13%, percentuali che confrontate con le copie che vendono sono tanti soldi ovviamente. Di scrittura, almeno in Italia, non ci si campa purtroppo. è solo per pochi eletti
  7. baffoloco83

    Buongiorno a tutti!

    Ciaoooooo :-) grazie
  8. baffoloco83

    Buongiorno a tutti!

    Buongiorno a tutti, mi presento. Mi chiamo Roberto e ho 32 anni. Vi seguo da poco, ma visti i temi trattati (di mio interesso) ho pensato bene di iscrivermi. Da un paio di settimane ho terminato di scrivere il mio primo romanzo. Come credo abbia fatto la maggior parte degli utenti presenti in questo forum, ho inviato una lettera di presentazione a svariate case editrici (un centinaio più o meno). Una ventina di queste mi hanno chiesto di poter avere il manoscritto.Resto in attesa di risposte :-)
  9. baffoloco83

    Buongiorno a tutti!

    Grazie
  10. baffoloco83

    Buongiorno a tutti!

    Grazie
  11. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    ahahahah infatti
  12. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    Come non detto, ho letto in un'altra sezione giudizi similari...
  13. baffoloco83

    Bottega editoriale

    e comunichiamo la nostra posizione riguardo alla sua opera. Il nostro critico letterario ha condotto una lettura preliminare sul suo dattiloscritto, ritenendolo interessante sia dal punto di vista stilistico che da quello del contenuto e, dunque, degno di nota per un’eventuale pubblicazione. Le riportiamo un estratto del suo giudizio: “L’opera si avvale di uno stile scorrevole, diretto ed evocativo, raccontando di un mondo, caratterizzato da toni noir, che accompagna l’autore nella percezione della vicenda rispetto ogni punto di vista: dall’inserimento, in alcuni capitoli, delle immagini esplicative (mappe o rompicapi, messaggi cifrati e simboli) che permettono al lettore di immedesimarsi nella storia, e passando per il contenuto innovativo dei discorsi diretti, mai banali e sempre pronti a sorprendere chi sta leggendo. Inoltre, l’egregio utilizzo delle titolazioni testuali dei capitoli, è capace di far interagire il lettore, facendolo interessare direttamente all’argomento. Interessante anche l’utilizzo delle citazioni, come ad esempio “Let it be” dei Beatles, che consente di dare ancor più contenuto ad un testo rivolto ad un pubblico eterogeneo.” Questo il nostro parere preliminare. Andrebbero dapprima risolte, però, diverse problematiche. Se, ribadiamo, dal punto di vista contenutistico la sua opera è di rilievo, dal punto di vista formale il dattiloscritto presenta errori di carattere logico-editoriale e grammaticale. Sono stati riscontrati, infatti, diversi errori grammaticali nell’utilizzo dell’articolo indeterminativo non apostrofato davanti a sostantivi femminili (un abetaia), nell’affermativa Sì non accentata (aveva gli occhi grandi – Si! –), numerosi refusi (bascoiolo) e parecchie incoerenze logico-editoriali (94th – 94 street). Certamente si tratta di errori di distrazione, ma purtroppo ci sono... Si tratta della “punta di un iceberg” e, dunque, soltanto di esempi, rilevati ad un primo sguardo, di un numero di errori ben maggiore. Abbiamo inoltre notato, pur in una generale positività, alcune imperfezioni stilistiche che suggeriremmo, ove lei fosse concorde con le nostre osservazioni, di modificare. Per tali motivi riteniamo che occorra preliminarmente realizzare sul testo un attento lavoro di editing per garantire all’opera la giusta veste che possa favorirne la pubblicazione. Un editing che corregga gli errori e che, se graditi, ponga anche suggerimenti migliorativi dal punto di vista stilistico. Solo dopo la risoluzione delle problematiche di editing sarà possibile procedere alla rappresentanza della sua opera presso gli editori. Tenga presente che l’editing di un testo è un’attività che richiede una certa professionalità ed esperienza. La lettura critica con proposte di correzioni di editing (eliminazione di errori logici e tecnico-editoriali, nonché grammaticali) e concrete proposte di miglioramento stilistico ed editoriale è uno dei servizi che noi offriamo. Ciò al fine di giungere a due obiettivi. Il primo è quello di ottenere un testo scevro da errori e refusi che disturbano la lettura e inficiano la qualità stessa dello scritto. Il secondo è quello di migliorare il testo con proposte di ritocchi stilistici piccoli ma efficaci. In entrambi i casi opereremmo, ovviamente, tramite interventi ben evidenziati con un apposito colore: in tal modo lei avrebbe la possibilità di accettare o rifiutare i vari suggerimenti che le andremmo a proporre. Per ottenere tali risultati può ovviamente rivolgersi non a noi, ma ad altri professionisti. L’importante è che chiunque faccia questo lavoro lo faccia con professionalità (in tal senso, però, le sconsigliamo di rivolgersi a persone improvvisate). In attesa di sue ulteriori determinazioni, le porgiamo i più cordiali saluti, invitandola, per qualsiasi delucidazione, a contattarci telefonicamente ai seguenti recapiti: 06 24417469 - 0984 838217 - 0984 1905891 - 392 9251770. p. Bottega editoriale, *nome mittente messaggio rimosso dallo staff su richiesta dell'utente*
  14. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    Ho appena ricevuto la risposta da parte di una casa editrice, apparentemente positiva. Gentile xxx, le comunichiamo la nostra posizione riguardo alla sua opera. Il nostro critico letterario ha condotto una lettura preliminare sul suo dattiloscritto, ritenendolo interessante sia dal punto di vista stilistico che da quello del contenuto e, dunque, degno di nota per un’eventuale pubblicazione. Le riportiamo un estratto del suo giudizio: “L’opera si avvale di uno stile scorrevole, diretto ed evocativo, raccontando di un mondo, caratterizzato da toni noir, che accompagna l’autore nella percezione della vicenda rispetto ogni punto di vista: dall’inserimento, in alcuni capitoli, delle immagini esplicative (mappe o rompicapi, messaggi cifrati e simboli) che permettono al lettore di immedesimarsi nella storia, e passando per il contenuto innovativo dei discorsi diretti, mai banali e sempre pronti a sorprendere chi sta leggendo. Inoltre, l’egregio utilizzo delle titolazioni testuali dei capitoli, è capace di far interagire il lettore, facendolo interessare direttamente all’argomento. Interessante anche l’utilizzo delle citazioni, come ad esempio “Let it be” dei Beatles, che consente di dare ancor più contenuto ad un testo rivolto ad un pubblico eterogeneo.” Questo il nostro parere preliminare. Andrebbero dapprima risolte, però, diverse problematiche. Se, ribadiamo, dal punto di vista contenutistico la sua opera è di rilievo, dal punto di vista formale il dattiloscritto presenta errori di carattere logico-editoriale e grammaticale.
  15. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    Si si, ho iniziato molti anni fa a scriverlo, poi per motivi universitari ho interrotto. Non sapendo bene le dinamiche che governano questo mondo, sono andato avanti per la mia strada. Alle case editrici che mi hanno contattato telefonicamente ho anche detto che ci sarà il seguito. Seguito totalmente ambientato in Italia, ma protagonista diverso (venti anni dopo la protagonista sarà la figlia). Sono una famiglia di chiare origini italiane (cognome Iannacci), diciamo che sono partito da lì per tornare nel nostro paese. Venisse letto in questa chiave si potrebbe anche cambiare opinione. Comunque vedremo, qualcuna è interessata, ma essendo all'inizio, c'è chi chiede soldi e chi chiede di comprare tot copie. In tutto ciò non capisco se costoro pensino solo ed esclusivamente a lucrare quel poco oppure credano in me per ciò che ho scritto (eterno dilemma di una scrittore dal pensiero errante ahahah)
  16. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    Si si, capisco benissimo. Ognuno infatti segue la sua linea editoriale, mi domandavo solo il perché non mettessero questa caratteristica peculiare nella loro sezione "invio manoscritti". Li alleggerirebbe di molto Poi sul fatto che la mia documentazione possa essere scarna, non ho un metro di giudizio, quindi non ti saprei dire.
  17. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    Il problema per le Case Editrici? Oppure intendi dire che non avrei problemi a cambiare ambientazione e personaggi?
  18. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    Certo, ognuno ha le proprie teorie. Non era mia intenzione abusare o seguire la massa per il fatto di averlo ambientato in un paesino del Canada. Quando nella testa ti scoppia la scintilla, segui l'istinto e purtroppo o per per fortuna è partito tutto così :-D Essermi imbattuto nel nome di quel paesino, così in antitesi con quello che si scatena nel suo interno, mi ha motivato a scrivere il tutto. Io sinceramente non mi sono mai fatto tali scrupoli (l'ambientazione, personaggi, ecc...), perché tanto in Italia ci pensa la D'Urso ad abusarne di delitti e ambientazioni italiani.
  19. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    Purtroppo no. TI spiego. Il prologo è ambientato a Chicago, ma poi tutto il resto della vicenda si svolge a Peace River, un cittadina dell'Alberta (Canada). Ogni delitto è strettamente legato al luoghi specifici di quella zona, oltre a tutte le descrizioni. Sarebbe molto difficile cambiare il tutto.
  20. baffoloco83

    Buongiorno a tutti!

    Grazie mille :-)
  21. baffoloco83

    Buongiorno a tutti!

    Grazie :-)
  22. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    Peccato, perché il seguito (che ho appena iniziato), si svolge totalmente in Italia.
  23. baffoloco83

    Buongiorno a tutti!

    Grazieee. :-) Non facciamo i puntigliosi
  24. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    Cioè io ho poi chiesto loro il perché non lo specificassero e mi hanno risposto che il problema della specificazione (in questo caso thriller americano) l'avrei dovuta fare io. Essendo ignorante in materia di editoria e avendo letto che pubblicavano generi inerenti a quello del mio libro, ho scritto loro una lettera di presentazione. In seguito mi hanno chiesto di mandare sinossi più manoscritto, ma senza specificare che tipo di ambientazione e personaggi volessero (e io men che meno potevo pensare che potesse essere fondamentale la madrepatria di una location).
  25. baffoloco83

    Buongiorno a tutti!

    Grazie :-)
×