Vai al contenuto

baffoloco83

Scrittore
  • Numero contenuti

    120
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di baffoloco83

  1. baffoloco83

    Dialoghi: ragionati o di getto?

    Ciao a tutti. Non so se è già presente una discussione di questo genere. Qualora ci fosse, mi scuso in anticipo. Abbiate pietà di me. Quello che voglio chiedervi è: "come vi approcciate nella stesura di un dialogo?" Mi spiego meglio. Pianificate scena e battute prima di mettere le dita sulla tastiera (o impugnare la penna, per i più romantici), oppure una volta scelta la location, andate di getto con i dialoghi che escono fuori strada "scrivendo"? p.s.: per chi non lo avesse intuito, i dialoghi sono uno dei miei più grandi incubi!!! Grazie mille
  2. baffoloco83

    Tassazione del diritto d'autore

    ok, grazie mille ender
  3. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    Ciao, su tutte le case editrici, solo due mi hanno fatto presente questa cosa (una era l'Adelphi). Ho poi chiesto loro se fosse un "pretesto carino" per rifiutare il manoscritto di un esordiente oppure fosse veramente una restrizione imposta dalla politica della CE. Entrambe mi hanno risposto nella medesima maniera: non accettiamo libri di autori italiani ambientati fuori dal nostro Paese. A quante CE hai spedito il manoscritto, Lorenzo? C'era l'Adelphi tra loro?
  4. baffoloco83

    Tassazione del diritto d'autore

    Quindi, essendo io ancora a carico dei miei genitori, non dovrei dichiarare nulla (nel nostro caso le royalties)? Grazie mille
  5. baffoloco83

    Dialoghi: ragionati o di getto?

    Sì, quello del block notes è una buona cosa, perché a volte ti rendi conto che il dialogo "assomiglia" a qualche altro dialogo precedente. Aprire il taccuino e prendere lo spunto da lì aiuta moltissimo!
  6. baffoloco83

    Ciao a tutti!

    Di nulla
  7. baffoloco83

    Ciao!

    Benvenuta Laura
  8. baffoloco83

    Salve!

    Benvenuto :-)
  9. baffoloco83

    Ciao a tutti!

    Benvenuta
  10. baffoloco83

    Riprodurre un'onomatopea

    Io le ho inserite nel mio primo libro, perché fondamentali per la trama! Altrimenti, come già scritto da Talete, mi limito al "drin" del campanello o al "clic" di qualche pulsante.
  11. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    Grazie mille ErikaZen. Purtroppo, nella mia ignoranza a riguardo di certi meccanismi editoriali, ti rispondo "sì"! Ci sono alcune case editrici (anche famose) che scartano manoscritti con ambientazioni "fuori nazione", a prescindere.
  12. baffoloco83

    Dialoghi: ragionati o di getto?

    Prendi appunti oppure ricordi proprio i dialoghi che ti hanno colpito?
  13. baffoloco83

    Dialoghi: ragionati o di getto?

    Ihih, guarda per il primo ho iniziato nel 2003 e l'ho finito nel 2014, è tutto dire Per il secondo mi sto meravigliando anche io
  14. baffoloco83

    Dialoghi: ragionati o di getto?

    Se il problema è la cornice del dialogo, non ti preoccupare! Per migliorarla, serve solo tanto, tanto, tanto esercizio. Ogni volta ti verrà sempre migliore. Quando iniziai a scrivere, nei miei racconti c'erano solo dialoghi, senza una descrizione, senza un'azione, senza niente di niente. Adesso invece ogni particolare è importante, dal gesto della mano di un personaggio, dal tono della voce, dalla ruga del viso che increspa il volto in un impeto di emozione. Prova a immaginarti la scena, a visualizzare ogni personaggio, a immedesimarti nei loro sentimenti, e immagina tu cosa faresti, e come appariresti se dicessi quelle cose, se provassi quello che provano loro. Il resto ti verrà naturale. Grazie mille per tutti i consigli. Mi sono accorto che nel mio secondo manoscritto escono fuori con più naturalezza, tanto che ho scritto cento pagine in una settimana. Come ha scritto Talete vado di getto senza pensarci e poi aggiungo il contorno in modo dettagliato come hai specificato tu. Unendo le due cose s'iniziano a vedere dei buoni risultati ​ Grazie ancora
  15. baffoloco83

    Dialoghi: ragionati o di getto?

    Ciao Dolcenera. Il mio problema più grande è quello di creare il contorno al dialogo. Nel mio primo libro infatti risultava troppo scarno, cioè i due o tre personaggi dialogavano in un botta e risposta senza cornice. Nel secondo, che ho appena iniziato, sembra andare meglio. Me lo hanno fatto presente anche i miei "lettori di fiducia" Speriamo bene
  16. baffoloco83

    Avere più idee contemporaneamente... che fare?

    Comunque un consiglio che posso dare, anche se da scrittore esordiente, è quello di scriverne uno per volta. Mi spiego: scrivere la trama di un thriller è alquanto difficile per i possibili buchi logici e discrepanze che possono saltar fuori anche inconsapevolmente. Se a ciò aggiungi la stesura di un altro libro in parallelo di tutt'altro genere la faccenda si complica. Personaggi diversi (con storie e caratterizzazioni individuali), ambientazioni differenti. Io non riuscirei ad intrecciare capitoli dell'uno e dell'altro, mi confonderei e combinerei casini. Detto ciò, invidio maledettamente gli scrittori "multitasking" Ps: essendo passato del tempo, penso tu abbia risolto l'arcano. Che soluzione hai adottato?
  17. baffoloco83

    Dialoghi: ragionati o di getto?

    Capita spesso anche a me. Molte volte, mi ritrovo a fine dialogo con un botta e risposta a cui non avevo pensato neanche lontanamente. E non riesco a valutare se questo sia un bene o un male
  18. baffoloco83

    Vicki Satlow Literary Agency

    Ciao Claudio, ho letto tutto il tuo percorso e volevo chiederti una cosa. Una curiosità. Alla fine hai pubblicato il tuo libro con la casa editrice della Satlow (Vanda) oppure con altre contattate da lei? Grazie e complimenti
  19. baffoloco83

    Eve Casa Editrice

    Scusa la mia ignoranza in materia, però ho dei dubbi! !) Prendere testi già corretti e che quindi hanno passato il vaglio di un editor esterno vuol dire che il presunto autore abbia conoscenze in quell'ambito o che abbia dovuto pagare (e non poco) l'editor. 2) Testi già scritti bene. A meno che uno esordiente non sia il nuovo astro nascente della letteratura mondiale, credo che abbia sempre bisogno di un intervento editing (massiccio o leggero che sia) sia per la forma (dialoghi e altro) sia per le dinamiche e gli intrecci della trama. Nascesse uno scrittore con tali capacità sarebbe un mostro e mi inchinerei al suo cospetto. Essendo nuovo del settore, mi scuso se ho detto delle fesserie
  20. baffoloco83

    Copie vendute

    Come presupponevo Infatti sapevo solo dei bollini SIAE, vorrà dire che dal prossimo anno, quando uscirà il mio primo libro, mi fiderò ciecamente del mio editore visto che non fa uso dei bollini SIAE. Grazie mille per la risposta.
  21. baffoloco83

    Secondo voi è un fake?

    Quello no di certo, infatti penso che il libro vada letto per intero e sotto tutti i punti di vista. Però è anche vero che se io (da emergente) mi presentassi alle case editrici con un testo dai costrutti così contorti, verrei scartato al 99,99%. Lagioia scrive dal 2002, ha partecipato a diversi concorsi letterari (con eccellenti risultati) e ha scritto diversi libri, quindi voglio ipotizzare che alcune sue "leggerezze" vengano fatte passare in secondo piano rispetto al complesso (che sarà sicuramente di ottima fattura).
  22. baffoloco83

    Secondo voi è un fake?

    “Il cielo rischiarato dalla luna gli diede la sensazione di poter leggere per paradosso le lontananze terrene, come se al posto del nulla siderale ci fossero il Brasile, gli Stati Uniti, la Cina…La costellazione di Los Angeles” Spulciando nella rete ne ho trovata un'altra. Vero è che non si può fare di tutta un'erba un fascio però...
  23. baffoloco83

    Copie vendute

    Scusami, ma da perfetto ignorante, ti chiedo una cosa. Se io volessi sapere come stanno andando le vendite del mio libro? E altra cosa: per il rendiconto annuale mi devo fidare ciecamente del mio editore? Cioè il rapporto si basa tutto sulla fiducia dell'autore verso il proprio editore da come ho capito spulciando da un post all'altro.
  24. baffoloco83

    Case Editrici patriottiche

    Certamente. Dovrebbe uscire tra settembre e ottobre 2016. Adesso stiamo lavorando sulla copertina (il titolo non so se resterà quello che ho scelto). A febbraio/marzo l'editing. Grazie mille
×