Vai al contenuto

massimopud

Sostenitore
  • Numero contenuti

    1.752
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    3

massimopud ha vinto il 15 giugno 2016

massimopud ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

1.982 Più unico che raro

Su massimopud

  • Rank
    luca.c

Informazioni Profilo

  • Genere
    Non lo dice

Visite recenti

10.123 visite nel profilo
  1. massimopud

    Progresso sì o no?

    Be', ma neanch'io, se è per questo; penso solo che si viva un po' meno peggio rispetto ad altre epoche. Se uno vuole vivere bene, è chiaro ha sbagliato pianeta.
  2. massimopud

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    Scaramannonna: madre della scaramanzia. KGUCJROXEZPBDQALIHVTMWFNSY
  3. massimopud

    Progresso sì o no?

    Vero, ma mi pare si stesse parlando dell'italia e di diritti civili, violenza sulle donne, discriminazione nei confronti dei gay, etc. Se si allarga il discorso a tutto il mondo, non c'è dubbio che le cose vadano diversamente, ma è tutta colpa degli occidentali brutti, sporchi e cattivi? Su come andassero le cose in Africa in epoca precoloniale sappiamo ben poco, ma c'è ragione di credere che non si nuotasse nella pace e nel benessere; di certo c'erano feroci guerre tribali di cui abbiamo avuto esempi in epoca recente (il genocidio interetnico del Ruanda degli anni '90 fece quasi un milione di morti). Lo schiavismo europeo/americano era alimentato in massima parte dalla vendita di prigionieri di guerra (guerre tribali) da parte dei vari ras e capibastone africani. Gli europei hanno certamente contribuito massicciamente alla spoliazione dell'Africa, ma da quando gli africani si autogovernano, cioè ormai da circa 50-60 anni, le loro classi dirigenti spiccano, con poche eccezioni, per corruzione, incapacità e in alcuni casi per efferata criminalità (Bokassa, tanto per citarne uno, ma anche il nostro amico Gheddafi). Se la popolazione arriverà a due miliardi e mezzo è colpa dell'Occidente (a parte che ormai pare che in Africa contino molto di più i cinesi) oppure dell'inettitudine di governanti che non riescono neanche ad attuare un minimo di politiche di controllo delle nascite? Insomma, il "fardello dell'uomo bianco" è passato sulle spalle dell'uomo nero e ora anche su quelle dell'uomo giallo, ma le cose non sono cambiate granché. Io sono del Sud Italia, dove si vive peggio che nel resto del paese. Di questo il meridionale-tipo di solito tende a dare la colpa a Roma, al Nord, all'Europa, così come prima la dava agli Spagnoli, ai Borboni, ai Savoia, etc, insomma a tutti tranne che a se stesso. Possono esserci periodi storici in cui la malasorte di una popolazione dipende da fattori esterni, ma alla lunga un popolo il suo destino se lo costruisce da sé, in Africa, come al Sud Italia e come in tutti i Sud del mondo.
  4. massimopud

    Progresso sì o no?

    Nessun essere umano di nessuna epoca è mai stato soddisfatto del proprio tempo e questo non è un male, perché l'insoddisfazione è la molla per cercare di fare qualche progresso. E io sono di quella minoranza - perché mi sa tanto che siamo una minoranza - convinta che, sia pure con dieci passi avanti e nove indietro, qualche progresso lo abbiamo fatto. Nei cari vecchi tempi andati la gente si riuniva negli stadi per veder ammazzare, sbranare, straziare altra gente, oggi lo fa per veder prendere a calci una palla. Fino a pochi decenni fa non solo i gay, ma qualsiasi "diverso" doveva essere tenuto nascosto alla società, i down, ad esempio (all'epoca denominati simpaticamente "mongoloidi"). Oggi si parla molto - giustamente, s'intende - di femminicidi, ma fino al 1981 nella cara vecchia Italia del tempo che fu c'era ancora il delitto d'onore, il che significa che un marito che scopriva una tresca della moglie la poteva ammazzare cavandosela con pochi anni di galera. Esempi se ne potrebbero ancora fare a centinaia, ma mi pare evidente che oggi si viva in un mondo complessivamente più civile e se a qualcuno scappa da ridere, pazienza, vuol dire che quando inventeranno la macchina del tempo, potrà tornare a quelle fortunate epoche grondanti di sangue.
  5. massimopud

    Progresso sì o no?

    Non sono solo i suicidi a essere calati: gli omicidi volontari in Italia sono ai minimi storici; i morti per incidenti stradali sono un terzo rispetto agli anni '70. La leggenda più difficile da sradicare in qualunque epoca è sempre stata quella del "buon tempo andato", creatura mitologica che non è mai esistita.
  6. massimopud

    Cosa state leggendo?

    Però con i sottotitoli in bulgaro... Scherzo, Solaris (il libro) è un capolavoro, da leggere senza sottotitoli.
  7. massimopud

    Mezzogiorno d’inchiostro n.131 Topic ufficiale

    E va bene, parlo. Ecco i veri componenti della giuria di qualità: State attenti, l'amichettismo è petaloso.
  8. massimopud

    Mezzogiorno d’inchiostro n.131 Topic ufficiale

    L'unica soluzione per eliminare qualsiasi polemica è nominare Giudice Unico a vita @simone volponi
  9. massimopud

    Mezzogiorno d’inchiostro n.131 Topic ufficiale

    Questa è la miglior proposta in assoluto, un altro passo verso la santità per @AndC .
  10. massimopud

    Compleanni nel WD

    Auguri alla nostra cara @Emy e al nostro caro morto d'infame @simone volponi
  11. massimopud

    Off topic. Ti taggo.

  12. massimopud

    Cos'è un sostenitore (e come diventarlo)

    È coerente fino all'estremo sacrificio: @Folgorabile (Coraggio, se lo siamo noi può esserlo chiunque...)
  13. massimopud

    Sei uno scrittore solo se gli altri te lo riconoscono?

    Sei uno scrittore se viene rispettata la Regola Aurea Tetragonale della Gran Loggia degli Amanuensi d'Oriente, d'Occidente e d'Antartide meridionale: 1) scrivi dei libri; 2) qualcuno te li pubblica; 3) qualcuno li compra; 4) a qualcuno di quelli che li comprano piacciono.
  14. massimopud

    Scrivere solo di quello che si conosce bene?

    Infatti il punto è questo. Ad esempio, io sono stato fisicamente in Austria, ma non sono mai stato negli USA. Però nella vita avrò visto centinaia di film e serie tv americane e avrò letto decine di libri scritti e/o ambientati negli USA, mentre avrei gravi difficoltà a citare anche un solo film o libro austriaco, qualcuno forse sarà capitato, ma così su due piedi non me ne vengono in mente. Dunque se parliamo del modo di vivere, del tipo di società o perfino delle istituzioni politiche, penso proprio di conoscere molto meglio gli USA che l'Austria. La conoscenza indiretta (libri, cinema, tv, web, giornali, etc.) di solito sovrasta quantitativamente quella diretta in misura tale da compensare ampiamente il suo essere di seconda mano, cosa che peraltro non è detto sia un limite, dipende dal proprietario di quella prima mano che ce la descrive. È probabile che un grande scrittore o un grande regista riescano a farci comprendere più cose di una città o di una nazione di quante non ne capiremmo da soli visitandole una decina di volte.
  15. massimopud

    Cosa succede su Amazon?

    Forse era questo?
×