Vai al contenuto
  • Nessuna favola in città


    Sergio Chianese
    • Editore Presente sul WD: bookabook Formato/i: Cartaceo, Ebook

    In una Napoli piovosa e invernale, dove la bellezza convive con la legge cruenta della strada, e destini ricchi e privilegiati si muovono in parallelo a quelli marginali che non interessano a nessuno, quattro vite s’intrecciano in maniera improvvisa.

     

    Vera, una prostituta minorenne che uccide il suo protettore e fugge via, sperando di evitare la vendetta terribile del clan che l’aveva resa schiava. Carmine, un poliziotto corrotto e disilluso, desideroso di vederla morta perché conosce troppe cose sugli affari loschi che ha in città. Anna, una giovane ragazza con un doloroso passato di periferia alle spalle, che indaga sul presunto suicidio del suo compagno ed è disposta a tutto per scoprire la verità. Marta, una giornalista precaria che si ritrova dopo anni a fare i conti con la figura di un padre che l’ha abbandonata alla nascita.

     

    Vite diverse, che il destino farà incontrare e travolgerà, tra vicende criminali e personali che le cambieranno per sempre.


    Isbn: 978833233956
    Numero di Pagine: 192
    Storia Collegata:


    Feedback utente

    Commenti raccomandati

    Un romanzo noir, duro e poetico,  che oltre ad avere elementi ''crime'', come vuole il genere, cerca di raccontare anche e soprattutto la nostra contemporaneità e la città di Napoli. Infatti sfiora tematiche come le difficoltà dei migranti, le difficoltà di chi nasce in periferia, la corruzione delle istituzioni e anche il precariato giovanile. 

     

    Il tutto, nel contesto variegato e multiforme che da sempre presenta Napoli, della quale, non si potrà mai dare una rappresentazione univoca.

     

    Il libro è uscito il 18 febbraio e si può trovare in libreria e sui siti specializzati (Feltrinelli, Mondadori, Ibs, Amazon).

     

    Sarebbe interessante avere scambi di opinioni sull'opera, qui su Writer's Dream, essendo uno spazio pieno di validi scrittori e di lettori attenti.

     

    Sergio

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti


    Per favore accedi per lasciare un commento

    Potrai inserire un commento dopo aver effettuato l'accesso.



    Accedi Ora

×