Vai al contenuto

Leaderboard


Contenuti popolari

Sono mostrati i contenuti con più punti reputazione il 07/11/2017 in tutte le aree

  1. 4 punti
    1 giugno 2016 - 7 novembre 2017 Questo il tempo impiegato, senza solleciti, per una classica risposta da parte dell'Agenzia Ceccacci. Forse avranno letto tutto veramente con attenzione come dicono o forse no, la consolazione è giusto non essere finiti nello spam automatico o nel cestino. Augurano come sempre di trovare la giusta collocazione. Nel frattempo sono passate revisioni, tentativi a premi, altre revisioni e autopubblicazione con molta serietà e un piccolo investimento economico. Vedete che in un 1 anno e mezzo si può far molto e ottenere molto (suggerimenti dai comitati ai premi o altri lettori/insiders, idee su come operare, organizzare il da farsi). Non perdete tempo, che è prezioso e va impiegato in altro. Inutili maratone cronometrate contrapposte a lunghi viaggi tra pile di carta stampata o digitale che verranno (forse) smaltite chissà quando tra il silenzio o una nota precotta. La fortuna non sempre arriva con il primo colpo, il riconoscimento magari emerge attraverso altri percorsi che non devono passare per forza dai canali tradizionali. Che è poi quello che mi auguro io in primis, visto che è tutto solo all'inizio. Per il forum invece sogno questo: il giorno più felice sarà vedere la maggior parte dei topic di questa sezione non essere più aggiornata da nuovi sognatori che scoccano una freccia nel vuoto. Così, magari, in silenzio per anni ci finiscono loro... le Agenzie. E senza più frecce, ormai vecchie, da raccogliere per strada.
  2. 3 punti
    Grazie@Ospite Marco Demma , per il tuo apprezzamento. Un grosso in bocca al lupo da parte nostra, per la tua prossima pubblicazione !
  3. 3 punti
    Finalmente sono usciti i quadri, tutti promossi bene! Prima di tutto grazie per questa esperienza a chi ha partecipato, a chi ha promosso il contest, a @swetty e a tutto lo staff. Ho già completato il giro dei commenti, e sebbene certe scelte non sono mai facili, la mia terna si è definita nel corso delle letture. I miei voti vanno a: @Sira con la poesia "Reminescenze d'Aurora"; perché le parole hanno il potere di incantare. @Vincenzo Iennaco con il frammento "La grande scrofa"; per la capacità di cesellare suggestioni con le parole (e gli altri due lavori non sono da meno, ma i voti sono limitati) @Roberto Ballardini con il frammento "Il grande lupo bianco"; perché il protagonista è diventato il mio eroe di questo contest, facendola pagare a tutti per averlo fatto diventare un perfetto strumento di morte. Voglio menzionare anche "Bianco sporco Rosso cupo Nero sbiadito"; "Santa Lucia Nera"; "Morte Bianca", che mi hanno messo in difficoltà nella scelta e mi dispiace non aver incluso. Infine, mi complimento con @Roberto Ballardini per il lavoro che mi ha più sorpreso: la poesia "Nonna". Forse non ci ho trovato la sicurezza dei lavori che ho votato ma mi ha sinceramente colpito.
  4. 3 punti
    Frammenti: Macleo, Morte Bianca (2999 caratteri) luca c., Morte improvvisa (2885 caratteri) Sira, L'inferno di Adolfo (2981 caratteri) Vincenzo Iennaco, La grande scrofa (2093 caratteri) Anglares, Gelo d'amore (2448 caratteri) simone volponi, C'erano un partigiano, un fascio e un'ebrea (ovvero, storia d'amore e de grattuge) (2225 caratteri) 1 punto di penalità Roberto Ballardini, Il grande lupo bianco (3105 caratteri) 1 punto di penalità Rica (con Rewind), Santa Lucia Nera (2949 caratteri) Emy, Il cuore sanguina e piange, la montagna tace (2761 caratteri) Racconti in cinque punti: Macleo, La teleferica (3000 caratteri) Vincenzo Iennaco, La scrofa (366 caratteri) Joyopi, Albertino (816 caratteri) Bango Skank, Bianco sporco Rosso cupo Nero sbiadito (1425 caratteri) Roberto Ballardini, L'angelo che morì due volte (2691 caratteri) 1 punto di penalità Sira, Lo scemo del villaggio (1566 caratteri) Emy, Attesa (1240 caratteri) massimpud, Sulla luna (1065 caratteri) Poesie: Vincenzo Iennaco, La ballata della grande scrofa (1946 caratteri) Anglares, Sapienza accecata (426 caratteri) Rica, disAttesa (187 caratteri) Roberto Ballardini, Nonna (415 caratteri) M.T., Neve (634 caratteri) Sira, Reminescenze d'Aurora (155 caratteri) Macleo, Effetto serra (1917-2017) (901 caratteri) Emy, Addio (606 caratteri) Come già annunciato le penalità sono andate a @simone volponi per commento inadeguato (poi recuperato) e a frammento e racconto di @Roberto Ballardini, rispettivamente per aver sforato il numero di caratteri e per non aver indicato le foto a cui si è ispirato nel topic. Racconto e frammento di @Macleo sforano di qualche carattere, ma è dovuto al forum che inserisce uno spazio bianco in ogni riga vuota. Tolti quelli i brani rientrano nei limiti. Avete tempo per votare fino a martedì 14 novembre 2017. Vi ricordo che avete tre voti a disposizione e che potete votare i brani indipendentemente dalla categoria. Per evitare fraintendimenti, votate i brani e non gli autori. Chi non vota sarà escluso (lui e tutti i suoi brani).
  5. 2 punti
    Il prossimo fine settimana (10-12 ottobre, ma la fiera è solo sabato e domenica) si tiene la 15^ edizione della Rassegna della Microeditoria. L'evento è ospitato nella bella villa Mazzotti di Chiari (Bs). Purtroppo è in contemporanea con Pisa, ma se abitate in Lombardia o zone limitrofe e se non andate a Pisa, vale la pena farci un salto per la presenza di diversi editori interessanti. Ingresso libero. Sito internet http://www.microeditoria.it/
  6. 2 punti
    Non saprei... L'essenziale è invisibile agli occhi, o no? Va bene dai, prometto che adesso la smetto con le citazioni! Grazie mille per il caloroso benvenuto!
  7. 2 punti
    @Skorpiòs quanta saggezza in un solo post. Grazie mille per le dritte e i suggerimenti. Adesso mi studio il regolamento, passerò qualche giorno sotto i radar per cercare di ambientarmi. Solitamente tendo a muovermi in punta di piedi, tipo una ballerina di Degas, ma con gli anfibi.
  8. 2 punti
    @JPK Dike presenteró il libro il venerdí alle 18.00, sala blu del Palazzo Congressi. Saró allo stand della CE Leucotea il sabato mattina dopo le dieci
  9. 2 punti
    @Dale Che giorno ci sei, che se sono in città faccio un salto?
  10. 2 punti
    Giusto per informarvi: occhio che libromania si prende i diritti dell’opera fino a fine valutazione (la mia è in valutazione da luglio). Tornassi indietro non la manderei...
  11. 2 punti
    Non amo smorzare gli entusiasmi né cadere nei luoghi comuni tipo "la giovane età". Ma visto che si chiede un parere, in qualità di operatore editoriale, lo darò. Difficilmente prendersi in considerazione un saggio storico così lungo e comprendente un periodo storico così lungo scritto da un ventenne. E non tanto per l'età quanto perché per scrivere un saggio attendibile di questa portata (per esperienza) ci vogliono anni di studio e lavoro. A meno che lei non abbia iniziato a 15 anni e sia un " topo di biblioteca" dubito (magari prendendo una cantonata) possa essere un lavoro esaustivo, magari lavorandoci ancora potrebbe diventarlo...
  12. 2 punti
    Grazie per i complimenti pe per il parallelismo tra Casa Editrice e un Trader professionista, che ci sta tutto a mio avviso. C'è da dire che noi ,e sottolineo "noi", dato che non posso e non voglio parlare a nome di altri di cui non conosco le dinamiche aziendali, non ci limitiamo all'investimento materiale riferito alla pubblicazione dell'Opera: impieghiamo molte ore di lavoro per realizzare un editing preciso e funzionale, un'impaginazione senza sbavature, una grafica di copertina che soddisfi sia l'Autore che il potenziale Lettore e tutti i supporti necessari alla promozione del Libro. Diciamo che quantificando il lavoro svolto prima della pubblicazione ci troviamo davanti a un monte-ore che farebbe la felicità di qualsiasi Studio Associato da romanzo di John Grisham! :-) Ma come dicevo, sono nostre scelte che portiamo e porteremo avanti anche a scapito dei facili e rapidi margini: ci interessa crescere e consolidarci. Per questo investiamo su di noi. E su chi ci sceglie. Buona giornata! :-)
  13. 1 punto
    Salve! Ho ripreso in mano la penna, o meglio la tastiera, da un po'. Dopo aver ritrovato alcuni manoscritti di epoca giovanile, la smania mi ha preso di nuovo e quindi sto tentando di mettere su carta un romanzo. Spero di farvi leggere qualche racconto il più presto possibile. Figure di riferimento: Stephen King (banale, direte voi) e Clive Barker (un po' meno scontato, spero).
  14. 1 punto
    Buongiorno a tutti, Detesto parlare di me, quindi non lo farò. Ho due cani di razza meticcia presi al canile. Sono fratelli ma completamente diversi l'uno dall'altro. Il primo, Pepe, è tutto nero con il muso bianco. Il secondo invece si chiama Sale, lascio a voi intuire le ragioni. Ho sei bonsai, per lo più coltivati da me: un olmo, un ficus, un ulivo, un acero rosso, un albero di natale ed un salice schiaffeggiante. Amo leggere, viaggiare, ascoltare musica e suonare la chitarra. Ne ho tre, due elettriche ed una acustica; nell'ordine si chiamano Polly, Mya e Alice. Quest'ultima va chiamata nella pronuncia inglese del nome per via di quella buca al centro della cassa armonica che rimembra tanto la tana del Bianconiglio. Sto preparando il saggio musicale per fine dicembre. Ebbene sì, anche a 32 se frequenti una scuola di musica seria ti fanno fare il saggio. La qual cosa non ha nulla a che fare con Yoda o con Guglielmo da Baskerville però! In realtà mi vedrò costretto a (mal)interpretare un paio di brani rock di vari artisti tra cui i RHCP, i Green Day e Lenny Kravitz. Se non mi vedrete più in giro probabilmente uno di loro mi avrà fatto sparire dalla circolazione. Per fortuna nel tempo libero mi tengo in forma con la corsa ed il nuoto, quindi nella peggiore delle ipotesi tenterò di scappare. Più probabilmente, per pigrizia, inforcherò la mia Harley-Davidson e divorerò l'asfalto insieme a Reno Raines. Ah dimenticavo, mi diletto con la scrittura, quindi se vi fa piacere vi manderò una cartolina dalla Guyana Francese dalla quale scapperà serfando su una zattera di noci di cocco gridando: "Au revoir, Shoshanna!"
  15. 1 punto
    @AdStr Ciao! Hai frainteso Gruppi aperti e in corso di dibattito sono due: Sulla strada giusta di Francesco Grandis e A spasso con Bob di James Bowen. Se invece intendi gruppi ancora in fase di lettura, no, non ce ne sono al momento. No, non ho capito cosa intendi. Se hai letto il regolamento sai che le proposte si fanno nella discussione che linko qui sotto e, al raggiungimento di 5 persone disposte a cominciare a leggere e che si iscrivono al gruppo, viene aperta una discussione (chiusa) che sarà attiva da una data in particolare, decisa in fase di proposta. Ho visto che hai fatto riferimento all'anzianità, ma non è importante. Chiunque può proporre libri o partecipare ai gruppi di lettura, proprio come scritto nel regolamento e approccio
  16. 1 punto
    Grazie mille @CapponiEditore per esservi iscritti e aver partecipato alla discussione, ci fa sempre piacere che un Editore ci metta "la faccia" Vista la vostra trasparenza (di cui vi ringrazio) sposto la discussione in "Doppio Binario", poiché anche se in casi rari ed eccezionali è possibile che sia richiesto un contributo all'autore.
  17. 1 punto
  18. 1 punto
  19. 1 punto
    @Redman a dire il vero a me ha risposto il giorno dopo e per la lettura completa ha impiegato circa 3 settimane. Anche un'altra persona mi ha detto di aver avuto la stessa tua esperienza, l'unica cosa che posso dirti è che non prendono più di un tot di manoscritti al mese e che sono stati loro a ricontattarmi perché non gli era arrivato l'allegato.
  20. 1 punto
    Ogni autore è libero di scegliere la CE che più gli piace sulla base delle informazioni che ha. Solo se la CE tenesse qualcosa nascosto all'autore questo potrebbe recriminare. Alla fine può piacere o non piacere come si muove @CapponiEditore , ma a mio avviso ha il pregio di essere assolutamente trasparente nella sua offerta. Ritengo che l'intervento di questa CE confermi quanto raccontato con entusiasmo e trasporto da @Monica Maratta , ma anche l'esperienza meno positiva raccontata da @agostino1980 quando ci dice che la sua strategia di promozione è stata bocciata dalla CE perché non in linea con il loro modus operandi. Quest'ultima parte è infatti confermata dalla stessa CE quando dice: Le perplessità di @kimberly e di altri utenti sono più che lecite, bisogna ammettere che se tali perplessità sono emerse però è anche grazie alla trasparenza di questa CE.
  21. 1 punto
    @Wladimiro che tu sappia è stato possibile ordinare il tuo libro presso una libreria (quindi non ordinato online da un privato, ma da un libraio tramite sistema del negozio) fuori dalla Toscana? TecnoLibri nel suo sito afferma che la sua area di competenza è la Toscana, non parla di distribuzione nazionale, nemmeno per i suoi testi specialistici.
  22. 1 punto
    SEVEN - (anno di produzione 1995) Nesso. Morgan Freeman.
  23. 1 punto
    Buongiorno a tutti, mi inserisco in questa discussione al fine di fare chiarezza sull'operato della Casa Editrice Capponi Editore, che rappresento. Mi sembra superfluo, ma a quanto pare necessario, ribadire che la CE non è a pagamento: noi non chiediamo contributi economici agli autori, che pubblichiamo a nostre spese. Il nostro modus operandi è trasparente. Nello specifico, a seguito di una valutazione dei manoscritti da parte del comitato di Redazione, viene effettuata una scheda che la Redazione stessa propone a me, l'Editore. Tale scheda ovviamente viene redatta solo per i testi che riteniamo possano avere le caratteristiche per una eventuale pubblicazione. A questo punto chiedo che mi venga fissato un appuntamento (generalmente telefonico) con l'autore. Il colloquio ha lo scopo di comprendere se tra me/noi e l'autore possano esistere i presupposti per la condivisione di un progetto editoriale. Tenendo conto del fatto che per me questo passaggio del confronto umano con l'autore è imprescindibile e fondamentale, tengo a sottolineare che la mia/nostra sarà una valutazione basata principalmente sulla motivazione espressa e trasmessa dall'autore. Tale motivazione dovrà comunque essere valutata in Redazione sulla base delle strategie promozionali che da anni applichiamo e che ci hanno portato ad avere contratti con i più grandi distributori italiani. Il contratto pro-forma che mandiamo a tutti gli autori che hanno superato la prima selezione di cui sopra serve solo ed esclusivamente per cercare di dare in anticipo quante più risposte e informazioni possibili agli autori. In merito all'editing, noi chiediamo che il testo ci venga inviato possibilmente nella forma definitiva, pressoché pronto per la stampa. Nel caso in cui il testo dovesse necessitare di una correzione non strutturale e non corposa, tale servizio verrà normalmente svolto dalla Redazione. Nell'ipotesi in cui il testo dovesse aver bisogno di un intervento massiccio a livello di morfosintassi, dialoghi, tagli o aggiunte, spostamenti di capitoli o porzioni di essi, eccetera, per il momento ci avvaliamo della collaborazione di Editor esterni; di conseguenza, verrà richiesto all'autore un contributo nettamente inferiore a quello mediamente richiesto dagli editor freelance. Sulla base della nostra esperienza, posso comunque affermare che si tratta di casi rari ed eccezionali, dal momento che il primo criterio di valutazione e selezione che viene seguito dalla Redazione consiste proprio nella qualità del testo stesso. Per ciò che concerne l'allusione al fatto che la nostra sia una vendita camuffata, ovvero che obblighiamo gli autori ad acquistare le copie, smentisco assolutamente tale affermazione, che ha tutti gli estremi per essere considerata una lesione del nostro operato. Nella speranza di aver dato quante più delucidazioni possibili agli utenti del forum, rimango/rimaniamo a disposizione per qualsiasi altro chiarimento e confronto, sempre in un'ottica di condivisione. Domenico Capponi Editore
  24. 1 punto
    Ciao a tutti. Ho pubblicato a suo tempo cinque libri con Prospettiva, tre dei quali a pagamento (tutto sommato modesto rispetto alle richieste di altri editori), uno totalmente gratis e uno con un impegno davvero minimo (10 copie a prezzo ridotto) e posso dire che quest’ultimo in pratica era gratis. L’ho fatto per entrare nel mondo dell’editoria e farmi le ossa, per acquisire esperienza. In un certo senso un investimento su di me. Se mi chiedete se sono pentito della scelta rispondo: no, non lo sono. Ho trovato trasparenza, contratti senza punti oscuri e chiari resoconti delle vendite, oltre a un buon rapporto con l’editore. I pagamenti delle royalties sono stati effettuati, a volte con ritardo, ma sono stati fatti. Le comunicazioni - sia per email che per missiva cartacea – sono sempre state chiare e tempestive, al telefono si trova sempre qualcuno che ti ascolta. Per quanto riguarda il discorso “editing”: le possibilità di Prospettiva non sono – né possono essere – quelle di altri editori più grandi e con mezzi di tutt’altro calibro, questo bisogna dirlo, come però bisogna dire che lo scrittore deve essere il primo editor di sé stesso. E’ assolutamente necessaria la serietà da parte dell’editore, ma si richiede altrettanto dallo scrittore: non è possibile che uno scrittore invii un romanzo che magari è buono ma formalmente fa acqua da tutte le parti e sperare che l’editore in pratica lo riscriva solo perché non si ha voglia di limare, correggere, cancellare, eventualmente riscrivere. Questo è compito principalmente dello scrittore. Sul piano delle presentazioni posso dire che Prospettiva ha fatto del suo meglio per realizzarne diverse nel mio territorio: quel che non va è che - molto semplicemente – gli incontri vanno quasi deserti perché alla gente non interessano, a meno che non si facciano in luoghi di un certo richiamo come, ad esempio, una libreria Mondadori o Feltrinelli. In realtà l’unica presentazione con un buon seguito (circa 35 persone) è stata proprio quella alla Feltrinelli. In seguito ho cercato editori di genere e possibilmente free, ma questo nulla toglie alla mia esperienza con Prospettiva che, ripeto, non sono pentito di aver fatto. Se poi il problema si pone unicamente sul piano del free/non free, vale a dire “l’editore free è serio e quello che ti chiede un contributo no”, mi sento di affermare che si tratta di un punto di vista non sempre condivisibile, o almeno non in questo caso.
  25. 1 punto
    Ah be', se parliamo di Clint Eastwood. Sono un po' indeciso tra questo e Unforgiven. Massì, tanto sono stupendi tutti e due. Million dollar baby (id.) 2004, stupendo
  26. 1 punto
    Servizio: nipote prodigo di attenzioni verso il proprio zio KGUCJROXEZPBDQALIHVTMWFNSY
  27. 1 punto
    @Severino Cirillo Benvenuto in mezzo a noi e buona permanenza!
  28. 1 punto
    @Jeky Imhof proprio oggi sono stata contatta da una delle titolari con risposta positiva e proposta per due CE medie, ma conosciutissime al grande pubblico. Le ho chiesto se può aspettare, visto che il romanzo è bloccato in finale ad un concorso, e mi ha risposto di sì. Per ora non posso che essere soddisfatta!
  29. 1 punto
    Nonostante le nostre strade abbiano preso direzioni diverse, vorrei pubblicamente ringraziare questa CE per i preziosi consigli che ha avuto la pazienza e la gentilezza di condividere con me in modo da permettermi comunque di migliorare la mia opera. Ho trovato tanta passione ed impegno nella CE @Aporema Edizioni , qualità che non potranno far altro che portarli molto lontano! In bocca al lupo e ancora grazie.
  30. 1 punto
    Marzo pure io. Nessuna risposta, nemmeno ai solleciti. @Gruppo Ed. Alter Ego , nessun feedback da darci? Avevo capito che rispondevate in due mesi, e a tutti. Ne sono passati quasi otto. Grazie mille!
  31. 1 punto
  32. 1 punto
    Intervengo solo per comunicare che ho anche sospeso temporaneamente @errelogiudice (3 punti di richiamo, ban mensile) a causa di due messaggi completamente inutili, e assegnato 1 solo punto di richiamo a @L'antipatico per lo stesso motivo. Avevamo detto tolleranza zero e ricordo che non parliamo a vanvera. La discussione sarà riaperta a discrezione dello Staff qualora l'Editore tornasse dopo la sospensione (a fine novembre) e solo se vorrà rispondere alle domande fatte o specificare qualcosa di importante. In caso contrario ce ne faremo una ragione. Se qualcuno si dovesse chiedere il perché di tutto questo, basterà che legga la discussione nella sua interezza. Buona serata a tutti.
  33. 1 punto
    Intervento di moderazione Evidentemente non ci capiamo. Sono stanco di fare da "badante" a questa discussione anche all'una di notte. Vi state comportando come adolescenti, anzi come bambini a cui hanno rubato il pacchetto di caramelle. Per l'ultima volta vi invito a ritornare in topic e non sto nemmeno più a ricordarvi gli articoli del Regolamento che continuate a disattendere nei vostri post. Alla prossima chiudo la discussione definitivamente e non ne riapro una nuova affinché qualcuno possa ricominciare con i suoi bisticci adolescenziali. Siete avvisati: ogni post derisorio nei riguardi di un altro utente o dell'editore verrà sanzionato con durezza. Se non siete capaci di rimanere in topic e/o di comportarvi in maniera civile, astenetevi dall'intervenire. E ricordo che questo è un intervento ufficiale dello staff a cui non si può rispondere in altra maniera che con un messaggio privato. Grazie e buonanotte.
  34. 1 punto
    Ciao, @Ezbereth e @AndreaLuna per un miglior contributo alla discussione, penso sarebbe opportuno esplicitare chiaramente quali sono le clausole contrattuali poco convincenti. Abbiamo a disposizione un editore presente e sollecito nel rispondere, sapendo quali sono esattamente le perplessità potrebbe fornirci chiarimenti.
  35. 1 punto
    @socratus Anche il signor Murgia ce l'aveva un po' con me, è strano che anche tu mi abbia preso di mira Se pensi che io e @Sarinsaretta siamo la stessa persona, puoi anche denunciare alla polizia postale. Ti invito a farlo, almeno si chiarirà chi dei due parla chiaro e chi no. A parte le beghe personali, invito tutti a rimanere in tema. Esperienze dirette o domande all'editore (come avviene in tutte le altre discussioni del forum su cui lo Staff non è mai dovuto intervenire così tanto). Per favore, evitiamo altri battibecchi. Non mi riferisco solo a @socratus ma anche a @Sarinsaretta @Giuseppe Milisenda @frantoio e tutti gli altri.
  36. 1 punto
    Questo sei tu e sotto gli occhi di tutti, non ho altro d'aggiungere. forse è meglio
  37. 1 punto
    Noi non abbiamo bisogno di iscriverci con secondi account, magari mascherando gli IP, per dire quello che pensiamo, gentile socratus. Tutto quello che dovevamo dire, noi dello Staff, l'abbiamo detto. Non ho certo problemi a dire cosa penso, tanto meno i miei colleghi. A differenza tua parlo chiaro. E in italiano corretto Per esempio, trovo di pessimo gusto e veramente deprecabile inviare messaggi privati a persone che danno il loro contributo, con semplici domande, alla presente discussione. Per quale motivo hai contattato @Sarinsaretta in privato, tu, che (come dici) non c'entri nulla con il Trampolino?
  38. 1 punto
    Io non ho "tanta voglia di sapere" ma ho solo posto semplici domande che possono essere risolte in un minuto. Curioso che socratus mi abbia inviato un lungo, lunghissimo messaggio privato spiegandomi perché non dovrei fare queste domande. Curioso che socratus nello stesso messaggio mi scriva che prima o poi invierà i suoi manoscritti a questa casa editrice per poi farmi sapere come si evolverá la cosa...quando apprendo qui che invece si lamenta perché non gli hanno ancora risposto. Curioso che socratus abbia lo stesso identico stile, piglio, attitudine e modo di scrivere del Dott. Murgia. Quindi, giusto per essere curiosi, le chiedo, lei socratus, è il Dott. Murgia?
  39. 1 punto
    Giusto. Scusami, non ti capisco, prima riprendi @Sarinsaretta per aver fatto domande legittime perché può chiamare la CE se proprio vuole sapere, e poi polemizzi per non essere stato chiamato? Sei in contraddizione. Perché non chiami anche tu? In ogni caso questa piattaforma, come ho detto al signor Murgia molti messaggi fa e ripeto a te, @socratus, nasce proprio per il confronto, quindi dire "telefonate" non è una buona risposta in questo caso. Le informazioni via telefono vengono date a una persona sola, mentre qui passano migliaia di utenti. Quindi sta alla politica della CE decidere (in tutta libertà, ci mancherebbe) se rispondere al telefono in via privata o qui pubblicamente (quando tornerà Murgia). E secondo regolamento. Sarebbe anche interessante (viste le testimonianze) che, come stanno facendo molte altre Case Editrici, Il Trampolino mettesse a disposizione il "sample" di Contratto di Edizione sul proprio sito, in tutta trasparenza. Così potremmo anche capire meglio le sue politiche Poi, certo, anche quella è una scelta libera dell'Editore.
  40. 1 punto
    Il racconto che ho scelto per la mia settimana è Attuorn''a fucagna di @Pietro97
  41. 1 punto
    Grazie Conte! Concordo con la tua professoressa, pensa che io per non avere rimpianti ho intrapreso questa avventura editoriale, la laurea che ho conseguito mi avrebbe permesso di esercitare un giorno la professione di avvocato...ma no... io no...ho preferito i libri!! Ciao Giuseppe Castagnolo
  42. 1 punto
    Ciao Conte, il nostro sito sarà pronto entro novembre, si potrà acquistare direttamente lì e sarà prevista anche la possibilità di scaricare il libro in versione e-book. Per il resto ci stiamo "guardando" intorno e stiamo valutando le proposte di vari distributori, siamo nati da pochi mesi e non vorremmo compiere un passo falso soltanto per una questione di fretta. Ci siamo occupati per adesso noi della distribuzione e della promozione (scelta che personalmente ritengo sia la migliore anche per il futuro). E' stato possibile ritirare su ibs (momentaneamente però i nostri titoli non risultano disponibili su tale piattaforma perchè è in atto l'apertura di un contratto di fornitura), è possibile ordinare su unilibro e libreriauniversitaria. Prevediamo di inserire online le nostre opere anche su Amazon in disponibilità immediata. Nel caso in cui, comunque, uno dei nostri testi venga ordinato da un libraio la spedizione è prevista in tutta Italia. Work in progress caro Conte!!
  43. 1 punto
    Ciao Marco, in caso di raccolte di racconti è sempre meglio valutare l'opera per intero indipendentemente dall'argomento. Casta Editore come ben sai si è affacciata nel panorama editoriale da pochi mesi, come editor ho scelto una linea da seguire per il primo anno di attività che è quella di non pubblicare tutti i manoscritti che pervengono in redazione soltanto per creare un folto catalogo che dia lustro alla mia Casa Editrice. Ragiono prima di tutto da autore. Per intenderci: pubblicare cento libri sapendo che non posso promuoverli, come si deve, tutti quanti non ha senso. Anche se ci si affida ad un distributore nazionale non è detto che un'opera arrivi sugli scaffali dei librai e venga acquistata. Non chiedendo nessun tipo di contributo il mio obiettivo è quello di ottenere il massimo dalle mie edizioni... e come forse ho già scritto mi affido alle sensazioni e alla mia "pancia" nella valutazione e nella scelta dei manoscritti da pubblicare. Grazie per le vostre domande.
  44. 1 punto
    Intervento di Moderazione: @vik_is_dead Sei già stato avvertito. Da regolamento: Prendi un richiamo. La prossima volta scatta il ban. Invito anche @a.cardile a non continuare la discussione. Limitiamoci alle esperienze con Bookabook e alle relative domande.
  45. 1 punto
    Guarda, ti prenderanno sicuro. Sai pure l'inglese
  46. 1 punto
    La mia l'ho detta. Non mi piace impantanarmi in discussioni surreali. Continuate a confondere editoria free e crowfounding, cosa che trovo piuttosto svilente.
  47. 1 punto
    Intervento Staff @vik_is_dead In ogni caso sei pregato di presentarti in Ingresso, ancora non l'hai fatto anche se il mio collega te l'ha consigliato. Le tue opinioni sono importanti, ma dovresti riportarle con rispetto. Evita frasi di questo genere. Ti nascondi dietro uno pseudonimo. Noi no, e nemmeno @bookabook. Avevo inoltre già richiamato in maniera ufficiosa per dire di non andare off topic. Lo state facendo di nuovo parlando in generale di crowfunding ed editoria free. Alla prossima violazione della netiquette o del regolamento interverrò con richiami a punti. Se qualcuno ha qualcosa da dirmi, può farlo in privato: non si può rispondere a questo messaggio pubblicamente, come da regolamento, per non sporcare ancora una discussione già ampiamente off topic, a tratti. Grazie.
  48. 1 punto
    Ciao. Parlo perchè ho letto il contratto. Quanto alla presentazione, provvedo. Un abbraccio.
  49. 1 punto
    Eccomi, presente! Anche io sono affetto da questa terribile malattia. Pensate che in due anni dall'inizio del romanzo ho scritto appena 80 pagine, perchè continuo a revisionare il poco che ho scritto, a ripensare, a riprogettare e cambiare elementi della storia. E anche quando ho finito di ripensare, cambiare e rivedere, invece di affondare il pedale dell'acceleratore, rimando, rimando e rimando, in attesa dell'ispirazione. C'è stato un periodo in cui mi sono obbligato a mettermi davanti al computer e scrivere, forzatamente, e devo dire che ho scritto in tre giorni 10 delle pagine migliori che abbia mai scritto a mio parere. Poi però è sopraggiunto un nuovo ripensamento sulla trama e mi sono bloccato ancora. Al momento sono fermo da mesi per una seria infinita di dubbi sull'impostazione che voglio dare all'opera: risolvo un dubbio e altri 5 spuntano fuori. E come se non bastasse l'esame di maturità che mi aspetta a luglio prossimo già da ora mi toglie molto tempo utile. Se continuo di questo passo potrei finire il romanzo per quando avrò 90 anni. Ma giuro che appena avrò tempo e avrò finito con i miei maledetti dubbi, mi costringere a scrivere come quella volta di cui parlavo. D'altra parte secondo me è questo l'unica cura: costringersi a continuare a scrivere la storia che abbiamo iniziato, magari anche scrivendo male e senza ispirazione, perché dopo poco l'ispirazione arriva eccome, e impetuosa. Almeno questo è successo a me quella sacra volta in cui ci ho provato. Ciao a tutti!
  50. 1 punto
    @Sithis capisco quello che provi e che stai passando. Anche a me la progettazione del romanzo finisce spesso per "ammazzare" un po' la vena creativa, sono impulsiva in questo, ho un estremo bisogno di vedere le prime righe del testo buttate giù, per sentire i personaggi, respirare le atmosfere della nuova storia... Eppure la progettazione è essenziale, come si può iniziare a scrivere senza? Solitamente cerco di conciliare le due cose documentandomi, prendendo appunti e riempiendo pagine e pagine con idee e brainstorming, ma poi inizio a scrivere. Alterno momenti di progettazione ad altri di scrittura, e questo mi stimola molto. Inoltre, le prime pagine scritte di getto si possono correggere in qualsiasi momento, quindi se il problema è la fase di progettazione, prova a buttarti di più su quella pagina bianca. A proposito di questo, impara a non temerla: una pagina bianca è un infinito di possibilità, e tu hai il potere di sceglierle, ma anche di tornare sui tuoi passi e vagliarne di nuove Un altro consiglio che mi sento di darti, è quello di porti una scadenza. So che può sembrare controproducente, ma a me è stato molto utile per concludere i miei primi due romanzi, per cui te lo consiglio. Non riuscivo a portare a termine nessuna storia, finché non mi sono decisa a partecipare a concorsi letterari. La scadenza del concorso mi stimolava a scrivere, è vero che ci si sente un po' con il fiato sul collo, ma può avere i suoi risvolti positivi. Infine, cerca di impegnarti nello scrivere anche solo poche righe ogni giorno, se vuoi escludi il sabato e la domenica, ma è importantissima la regolarità per chi, come noi, soffre di procrastinazione.Più ti abituerai a scrivere con regolarità e meno problemi avrai a riempire pagine bianche. Arriverai a sentirti strano se non scriverai qualcosa tutti i giorni, è il potere dell'abitudine Ci sono stati mesi in cui non riuscivo a scrivere neppure una parola, avevo rimandato per troppo tempo. Quando, invece, ho iniziato a scrivere quotidianamente, la scrittura mi mancava in modo terribile quando non potevo dedicarmici. Spero di esserti stata utile!
×