Vai al contenuto

Leaderboard


Contenuti popolari

Sono mostrati i contenuti con più punti reputazione il 13/09/2013 in tutte le aree

  1. 6 punti
    “E ora?” “Eh, ora devi presentarti…” “Ma avrò spinto il tasto giusto?” “Nuova discussione, no?” “Eh si” “Eh. È giusto” “Ma tu che ne sai?” “Te l’avevo detto di non cancellarti da Facebook. Siamo nell’era del web 2.0 e tu ti cancelli da Facebook? Devi saperti muovere su questi siti!” “Ti ho detto che è una cosa temporanea. Tra un po’ me lo rifaccio il profilo, ma ora che faccio? Dove premo? Nuova discussione?” “Eddai! Sarà così!” “Poi se ho sbagliato me la prendo con te però” “Sei negativo Daniele; Negativo” “Ok, allora: ho 28 anni…” “Quasi 29…” “Scusa, ma la presentazione è la mia o la tua?” “Fra un mese ne fai 29” “Ma che vuol dire?! Ora, oggi, adesso ne ho 28” “Ok, fai come vuoi” “Dicevo, ho 29 anni e…” “Ah! Hai visto! Hai scritto 29! Vedi che mi stai dando ragione!?” “Senti… mi vai a prendere un caffè alle macchinette? Ti do due euro così ti prendi quello che vuoi anche tu, ok?” “infastidirti per ottenere due euro per le macchinette al secondo piano: ho raggiunto il mio obiettivo! Vado!” “Ecco, tieni… vai adesso. Allora, torniamo a noi. Mi chiamo Daniele ed ho poco meno di 30 anni (così siamo tutti d’accordo). Lavoro per una grande, grandissima azienda multinazionalintercontinentalglobale. Bello, ma comunque faccio il topo da laboratorio. Ogni avventura, vita, onlus, istituto informatico o azienda ha le sue vittime sacrificali. Io sono una delle migliaia di vittime sacrificali di questo enorme marchio. Facciamo il lavoro sporco noi, qui al terzo piano. Nel tempo libero scrivo racconti che (per me) sono divertenti… “ “Il caffè macchiato o normale?” “Mi fai scrivere questa presentazione in pace si o no!?” “Eh, ma non ricordavo come volevi il caffè!” “Ma prendilo come ti pare!” “Ok” “Oh! Scusatemi. Dicevo: scrivo da quando avevo vent’anni, ma solo di recente mi sono appassionato particolarmente. Mi piacerebbe pubblicare. Non per fama, non per soldi, sia chiaro. E’ che come vi dicevo, nella vita mi guadagno da vivere facendo qualcosa che non mi appartiene e…” “Quanto zucchero?” “Senti, fai una cosa, prendimi un succo di frutta!” “Ok…” “Nella vita faccio qualcosa che non mi appartiene e…” “ A che gusto?” “ PAPAYA! Prendi del succo alla PAPAYA! Va bene!?” “P…Papa…Papaya?!? Ma c’è alle macchinette?” “ Sparisci!” “Ok…” “Dicevo che nella vita faccio qualcosa che non mi appartiene molto. Non ho studiato per fare quello che faccio. Il mio lavoro non mi soddisfa, ma sicuramente mi paga bene e mi da delle sicurezze. Con i tempi che corrono debbo ritenermi fortunato. Ad oggi pare che avere un lavoro sia quasi una colpa tra i miei coetanei! Alcuni mi guardano come fossi un’astronauta della NASA - Oh! Guarda quello! Ha un LAVORO!?- è un po’ triste come cosa. Ma non dilunghiamoci in argomenti che conosciamo tutti. Sono qui ad iscrivermi perché sono quasi cascato nella trappola dell’editoria a pagamento e grazie al vostro web site mi sono salvato. Ho dato un’occhiata alle pagine del forum e ho visto diversi post sereni e pacati. Una sorta di isola della tranquillità in un mondo dove ormai anche i commenti sulle pubblicità di youtube sulla carta igienica con quel dolce cagnolino come mascotte, sono pregni di offese e violenze. Ho letto molti consigli utili per trovare case editrici, concorsi, libri interessanti da leggere. A me personalmente piacciono i romanzi, ma ultimamente sto leggendo diversi saggi. Sono un appassionato di astronomia e musica ed ultimamente sto leggendo S. Reynolds e C. Sagan. Non mi dilungo oltre, anche perché sinceramente vi confesso che sono un po’ a disagio. Intendo dire che sono un po’ imbarazzato. Ho letto il regolamento generale che mi ha spinto a scrivere questa presentazione e ho letto qualcosa sulla admin di questo Forum. Essendo la prima volta che mi iscrivo ad un Forum in vita mia, ho paura di fare qualche cazz.. (oddio, posso scriverlo “ca**ata”?). Ho visto che la admin è molto severa! Ci starò attento. …Si scherza ovviamente. Bè, ho finito. Come sono andato? Buona giornata ” “Oh, eccoti il succo alla Papaya” “Cosa? C’… C’era davvero?” “Si” “Alle macchinette?!” “…Si” “Ma io scherzavo… la papaya mi fa schifo!” “Ora te la bevi!”
  2. 3 punti
    @Anya: allora per la promozione è tutto un argomento in fieri, dato che tra poco ci confronteremo con il vero mercato librario e le vere problematiche del "farsi conoscere" tramite una distribuzione nazionale. Internet sarà e resterà per noi uno spazio di fondamentale importanza sia per promuovere i nostri libri, sia per far conoscere nuove iniziative e confrontarci direttamente con i lettori. Diciamo che l'era dell'articoletto sul giornale di settore è finita, hanno molti più lettori i blog e i giornali online di settore! In questi nostri pochi mesi di vita, siamo passati da perfetti sconosciuti a essere una CE che riceve ogni mese più di 150 manoscritti. E tutto questo grazie alla sola comunicazione web. Ciò non toglie che ci muoveremo anche verso i canali più tradizionali, chiamiamoli così Parteciperemo sicuramente al Salone del Libro di Torino e alle piccole fiere che di volta in volta ci sembrano congeniali per una tal tipologia di titoli. Non crediamo molto nel tour letterario, come altre CE, perché oltre che rappresentare spese inutili e davvero ingenti, finché non si conosce l'autore o il libro, ben poco senso ha mandarli allo sbaraglio per le città italiane dove potranno parlare davanti a una decina di perplessi lettori rimediati tra le conoscenze. Non possiamo permettercelo e non lo riteniamo un corretto mezzo di diffusione di un testo e di un autore in cui noi crediamo. Ovviamente ha senso organizzare presentazioni in eventi importanti, come il Salone o iniziative realizzate ad hoc, o nella città natale dell'autore, dove le possibilità di diffondere il testo e incuriosire nuovi lettori si fanno molto più consistenti. Idem le pubblicazioni pubblicitarie sui giornali: riteniamo sia molto più vantaggioso acquistare spazio pubblicitario su giornali locali e cittadini (non quelli di annunci, sia ben inteso) ma quei giornali che realmente vengono letti in una determinata zona e non richiedano a noi un investimento di migliaia di euro. Stesso effetto a condizioni più vantaggiose. Stiamo anche riflettendo sulla possibilità di creare audiotrailer per la pubblicità in radio, ci sembrano un buon mezzo di diffusione, soprattutto per attrarre l'attenzione di chi è abituato ai movie-trailer. Vedremo come andrà Poi, logicamente, ogni titolo avrà un percorso diverso. E' impossibile stabilire a priori una linea univoca per tutto. Diciamo che queste sono grossomodo le nostre idee in merito. Dimenticavo, se le strategie di marketing sono nostra esclusiva materia, l'autore non è per nulla interdetto dal proporci nuove idee o suggerirci eventi ai quali vorrebbe partecipare con il suo libro. In tal caso sarà nostra premura fornirgli ogni supporto sia necessario, compreso il materiale pubblicitario Spero di aver risposto alla tua domanda! No, al momento non abbiamo ancora nessuna pagina FB, ma penso che per stare al passo con i tempi... presto dovremo aprirne una!
  3. 2 punti
    Oddio ragazzi, così mi fate commuovere Grazie a tuttiiii *Offre erba gatta*
  4. 1 punto
    Mi ha condizionato il tuo racconto. Auguri!
  5. 1 punto
    Credo di essere l'unico della mia specie. Io sono uno scrittore-servo dei miei personaggi. Mi dicono quello che vogliono e devo farlo per forza. Ho paura di farli arrabbiare perché tra loro c'è anche qualcuno molto cattivo. Certe volte mi minacciano pure pesantemente. Sono ridotto che non esco più di casa perché ho paura. Qualcuno mi salvi. Scherzo ovviamente. Scrittore Onnidemente.
  6. 1 punto
    Grazie Sabry. :-) @Fede, il sonno ieri sera mi era completamente avverso, avrò dormito 3 ore in tutto. Fortunatamente l'esame è andato più che bene :-)
  7. 1 punto
    Auguroniiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ! *forse un po troppa erba gatta*
  8. 1 punto
  9. 1 punto
    Allora provvederemo al più presto a creare una bella paginetta FB @Anya: immagino... ho assistito a presentazioni dove oltre un pugno di amici erano stati reclutati pure i vecchi zii degli autori
  10. 1 punto
  11. 1 punto
    Condivido pienamente. Io ho avuto a malapena 200 download in due mesi... e una sola recensione. Quello che mi crea più problemi è la promozione del libro. Sono un po' pollo in questo frangente.
  12. 1 punto
    sottoscrivo quanto detto da Ice. Ancora complimenti!
  13. 1 punto
    Sappi due cose: Primo: ti invidio XD Secondo: ti ringrazio, perché sei un faro di speranza per tutti i self publisher là fuori
  14. 1 punto
  15. 1 punto
    Invece di studiare per l'esame di domani, sono qui insonne Mi sembra giusto dopo aver visto tutte queste foto partecipare attivamente. :-) Federico
  16. 1 punto
    Ricordo all'utenza che, a ragione o a torto, è vietato dileggiare gli altri.
  17. 1 punto
    Ho cominciato a vedere Supernatural. (Finalmente anche io posso partecipare a questa discussione. )
  18. 1 punto
    io anni fa ho partecipato a 365 racconti erotici, e mi hanno scelto. Devo dire però che alla fine non è una gran soddisfazione: dopo la felicità iniziale ti accorgi il tuo racconto è perso in mezzo agli altri e quel tipo di antologia viene comprata quasi esclusivamente dagli autori selezionati, quindi ci metto un bel bah.
  19. 1 punto
    Avrei voluto scrivere "Il vangelo secondo Gesù Cristo". Certo, non sarei diventato ricco (ma tanto già lo sono), e mi sarei attirato l'odio di atei e credenti in parti uguali (non che faccia differenza). Però avrebbe meritato ugualmente, penso; è un peccato che ci abbia pensato prima Saramago. Avrei voluto scrivere "Finzioni", ma Borges mi ha fregato l'idea. Avrei voluto comporre "L'Odissea", ma c'era già anche questa. Sono tanti i libri che avrei voluto scrivere, ma che mi sono trovato già scritti da altri; perciò rispondo: "Mi è piaciuto scrivere quelli che ho scritto". -- Alain
  20. -1 punti
    ammetto di non aver fatto un'analisi approfondita, ma quella a cui ho partecipato io in lilbreria non l'ho mai vista e spulciando i commenti su anobii mi sembrava che il 99% di quelli che l'avevono comprata fossero anche autori di un racconto. Magari qualche altra ha avuto più successo, o magari anche quella in cui c'è il mio racconto ha venduto e io non me ne sono accorto, la cosa certa è che in mezzo ad altri 364 e con un racconto di una sola facciata è molto difficile farsi notare. Detto questo non voglio denigrare la Delos, ci mancherebbe, solo non sono più interessato a partecipare a concorsi del genere perché, anche se lo sforzo di scrittura che richiedono è abbastanza limitato, non mi sembra che il gioco valga la candela. Per quanto riguarda "il Cittadino," cito dal loro sito: infatti io quando vivevo a Milano ero in zona Nord e non l'ho mai visto
  21. -1 punti
    dello stare in libreria con antologie dopo nove mesi di selezioni e concorsi, con decine di racconti "rubati" da qui in poi ne faccio anche a meno. ho provato quest'ultima raccolta di natale solo per vedere se la scampavo con quelli della WMI (del forum poco m'importa: se sono qui invece che lì un motivo, almeno per me, ci sarà). è andata al primo tentativo in mezza giornata, qualunque sia la ragione. più che soddisfazione e curriculum ne prendo atto come gavetta. ma ormai inizio a vedere con occhio diverso, molto più cinico e critico, iniziative del genere.
×