Vai al contenuto

Leaderboard


Contenuti popolari

Sono mostrati i contenuti con più punti reputazione il 25/09/2012 in tutte le aree

  1. 1 punto
    Ciao! Per quanto riguarda lo stile e il racconto non dico niente perché commentatori ben più autorevoli di me ti hanno già fatto "pelo e contropelo"... Mi limito a dirti di fare attenzione alle "d" eufoniche. Ti copioincollo quello che riporta il sito dell'Accademia della Crusca in proposito Vorrei anche aggiungere che sarebbe meglio evitassi le parole tutte maiuscole per enfatizzare del testo. Di solito non vengono apprezzate. L'ambientazione è deliziosa, scrivere un romanzo ambientato così in là nel tempo è un'impresa che non ti invidio per nulla. Tanti complimenti! A rileggerci.
  2. 1 punto
    Scrivo solo per farti notare che, alla fine, è come se tu chiudessi una parentesi che però non hai aperto. In altre parole: a chi sta facendo il signor Rossi il suo discorso? Allo psicanalista, forse? Basterebbe un accenno all'inizio, così a me da un effetto di disequilibrio. Per il resto è divertente. A parte la battuta sul pesce che esce dalla bocca dell'alligatrice (femminile estemporaneo di alligatore) che mi è sembrata inutilmente forzata. Sì, è un racconto scemo, ma la cosa per me non comporta problemi.
  3. 1 punto
    Ti ringrazio e ti faccio i complimenti per la tua interpretazione, mi è piaciuta!
  4. 1 punto
    Puoi sempre scrivere le tue storie e poi cercare di far pubblicare solo quella che ti sembra più originale In fondo è un peccato lasciarle lì a sedimentare nella tua testa quando sono già belle che pronte Un giorno potrai sempre farle leggere ai tuoi nipotini anche se non le vorrai mai pubblicare E' un consiglio. ^^
  5. 1 punto
    Guarda Mid, credo che ognuno di noi abbia una personalità differente e che utilizzi la scrittura per scopi diversi. C'è chi scrive per sfogarsi, chi perché si annoia, chi perché vuole trasmettere una storia (come hai detto tu) e chi, semplicemente, lo fa perché sente di non poter fare altrimenti. Purtroppo io rientro nell'ultima categoria. Scrivo perché mi ronzano in testa dei mondi particolari, scrivo perché sento dentro di me dei personaggi che vogliono parlare, prendere vita e muoversi all'interno dei loro mondi. Quindi, purtroppo, non posso rispondere totalmente alle tue domande. Ho scritto storie di vita quotidiana (quindi probabilmente in qualche modo già scritte e pensate), così come ho scritto storie del mondo fantastico che (secondo me) hanno parecchi elementi originali perché sono una persona che vede il mondo un po' a modo suo e certe volte mi vengono in mente proprio delle cose assurde. Comunque sia io non mi pongo il problema di cosa somiglia a cos'altro. Scrivo perché ho bisogno di imprimere nella memoria (in questo caso su carta, o su pc) le storie di quei personaggi che vivono nella mia testa. Poi, se un domani un editore sarà interessato al mio lavoro e vorrà pubblicarlo, tanto meglio, ne sarò felicissima. Mi piacerebbe poter vivere di questo, ma non ne faccio un problema se ciò non accade. Perché a me piace scrivere e basta, non sto svolgendo un tema di scuola che non deve andare fuori traccia, né lo sto facendo per lavoro. Essendo quindi un diletto, mi diverto e basta. Se devo farmi tante pippe pure per divertirmi non campo più
  6. 1 punto
    Hai sollevato proprio una discussione interessante. Per rispondere direttamente a quello che hai chiesto, ti dirò che no, quell'idea folgorante non mi è arrivata per il momento e non so quanto ancora tarderà ad arrivare. Ma non è un problema così grave poichè non penso che l'originalità pura sia in qualche modo il dettaglio fondamentale che contraddistingue un valido scrittore. Basti pensare a tutti i grandi del nostro paese che hanno trattato il tema della guerra partigiana in modi molto simili ma essenzialmente diversi. Quando ho qualche idea interessante più che dell'originalità io mi preoccupo della VALIDITA' di quest'ultima. Posso essere state scritte cose originalissime che però non comunicano niente al lettore, che deludono e annoiano, o che magari fanno proprio c***re. Invece se un'idea la ritieni veramente valida e ti senti capace di portarla avanti con la scrittura di un romanzo, allora è proprio su quella che devi puntare che sia molto originale o meno. Se questa tratta delle cose già dette, com'è naturale che accada per la maggiorparte, poco male perchè a parlarne sarai TU, con le tue parole e il tuo stile; magari la trattazione di questa idea/argomento risulterà più efficace e convincente con le TUE parole piuttosto che con quelle di un altro. Come hanno già detto gli altri, ormai l'uomo ha trattato praticamente tutto con la scrittura, non ci resta che trovare la nostra originalità nel modo in cui vengono trattate queste cose e rielaborarle secondo gli schemi del nostro cervello.
  7. 1 punto
    Sinceramente io non mi pongo quasi mai questo problema. Scrivo prima per me stessa e poi per gli altri. Ne consegue che cerco di dar vita alle storie che mi piacerebbe leggere o vivere o raccontare, senza fissarmi troppo su quello che hanno fatto gli altri. E' come se i miei personaggi prendessero vita da sé e la 'vivessero' appunto. Poi, magari, a scrittura ultimata vado a limare lo scritto, a eliminare quelli che potrebbero apparire cliché, o le cose che mi farebbero storcere il naso da lettore. Insomma, meno male che c'è la fantasia, perché per me la stessa storia può essere raccontata in millemila modi diversi
  8. 1 punto
    Ringraziamo Antonella e Villegas per i complimenti, e cogliamo l'occasione per dire che l'agenzia sta avviando diverse collaborazioni con agenzie letterarie straniere al fine di ampliare le possibilità di inserimento dei propri autori nei mercati editoriali internazionali. Inoltre, allo stesso tempo, stiamo instaurando legami con agenzie cinematografiche italiane e statunitensi, per avere in futuro la possibilità di adattare i titoli rappresentati per il grande schermo. Abbiamo infine da poco firmato un contratto di rappresentanza per l'Italia con un nuovo editore americano, con un ampio catalogo di titoli di narrativa femminile e mainstream. Un caro saluto a tutti i lettori del forum, a presto!
  9. 1 punto
    Batman begins e batman il cavaliere oscuro Dico solo una cosa: Joker
  10. 1 punto
    A proposito di King, io depreco ufficialmente la biblioteca più vicina a me, dove ho si trovato dei libri della saga della Torre Nera (che non terminai e che voglio ricominciare da capo), ma a pezzi, la maggior parte dei sette non li hanno e quelli che ci sono non sono in ordine. Insomma, manca il primo. E non c'era nemmeno It
  11. -1 punti
    bentrovata o benvenuta? ci conosciamo?
×