Vai al contenuto

Leaderboard


Contenuti popolari

Sono mostrati i contenuti con più punti reputazione dal 16/12/2020 in tutte le aree

  1. 35 punti
    Apro il forum e mi ritrovo con questa bomba, il più classico "fulmine a ciel sereno". Al momento sono abbastanza incazzato, per cui temo di non trovare le parole giuste per esprimere quello che provo. Però non ce la faccio a tacere. Cioè: comprate un forum specialistico già avviato che tratta un argomento di vasto interesse, con migliaia di utenti, lo fate crescere di tre volte (o assistete alla sua crescita, chi lo sa), e poi lo chiudete perché non sapete "in che modo renderlo economicamente autonomo", secondo le parole di @Marco_LP? Ma chi siete? Dilettanti allo sbaraglio? Qual era il piano imprenditoriale, cinque anni fa? Qual era il piano editoriale? Avete acquistato WD perché vi avanzavano un po' di spiccioli e non sapevate cosa farvene? Se non trovate il modo di finanziare un forum la cui gestione non credo costi milioni all'anno, forse non vi siete rivolti ai consulenti giusti. Per dirne una: davvero qualche inserzione pubblicitaria andrebbe considerata il male assoluto? Perdonate la franchezza, ma per me questo era diventato un luogo di consultazione quotidiana, al quale penso di aver dato anche il mio, sia pur minimo, contributo. Questa cosa proprio non mi va giù, anche in considerazione del fatto che non esiste, ad oggi, niente di comparabile in Italia. Credo che l'intuizione, il coraggio e il lavoro di una certa Linda Rando avrebbero meritato più rispetto, cari signori Borè Srl.
  2. 29 punti
    Sto cominciando a rendermene conto soltanto ora, credo. Mi sono ripromesso di non postare messaggi lacrimevoli e non intendo rompere la promessa già al secondo giorno, però... Però da più di otto anni io su queste pagine ci passo svariate volte ogni giorno; in certi periodi ci spendevo anche otto o nove ore al giorno. Per cui se qualcuno dovesse chiedersi se io stia provando amarezza... la risposta è: sì, tanta. Ho imparato moltissimo qui dentro, ho conosciuto persone splendide e ho anche trovato parecchi clienti per la mia professione di editor; se mettessi tutto ciò sul piatto di una bilancia, difficilmente potrei trovare un contrappeso da mettere sull'altro piatto per farla tornare in equilibrio. Pazienza, vorrà dire che per una volta avrò ricevuto più di quanto sia riuscito a dare: non credo mi sia capitato spesso in vita mia. Ho un'età in cui i bilanci sono all'ordine del giorno, ma io non sono uno che fa bilanci; ovverossia li faccio, ma poi me ne frego, perché se c'è una cosa che ho imparato negli anni è che su quei famosi piatti una pagliuzza può pesare anche una tonnellata. Dipende tutto dal valore che dai a quella pagliuzza. E ora mi fermo qui, prima di scivolare nel melodrammatico. Era solo per dirvi grazie per aver condiviso questo percorso e per avermi arricchito. Un abbraccio a tutti voi.
  3. 17 punti
    Sarà un post lungo e sentimentale, vi avviso Ho fondato Writer's Dream il 10 marzo del 2008, precisamente alle 22.22 su Forumfree, una piattaforma gratuita per creare forum. Avevo 16 anni, ne avrei compiuti 17 a ottobre dello stesso anno ed ero convinta che sarei diventata una grande, grandissima scrittrice Volevo trovare altre persone che, come me, condividessero la passione per la scrittura e volessero pubblicare un libro. Mi imbattei molto presto nella casa editrice "Il Filo" (vi dice qualcosa? ), e subito dopo scoprii una cosa che mi lasciò esterrefatta: chiedevano soldi per pubblicare. Agli autori. Ero talmente scioccata dalla cosa che passai tutta la notte a leggere le poche informazioni allora reperibili sul tema dell'editoria a pagamento, e al mattino avevo preso una decisione: avrei condotto una battaglia per fornire informazioni chiare, libere e dettagliate sulle case editrici e su come pubblicare un libro. La cosa divertente è che ho smesso di scrivere un paio d'anni dopo: preferisco leggere, scrivo articoli e post, ma non più narrativa. Eppure ho portato avanti dal 2008 al 2015 una strenua, serrata battaglia contro molte case editrici che sono venute qui, su queste pagine, a cercare di zittire me e tutti coloro a cui avevo dato l'opportunità di raccontare la propria esperienza. Alcuni di voi c'erano, molti no; ma ci sono state davvero epiche battaglie, in questo forum, e alcune si sono concluse con l'arrivo della Polizia a casa a ora di pranzo per convocarmi a testimoniare (ricordo ancora come mi si chiuse lo stomaco! ), altre con grandissime risate, altre con diffide su diffide arrivate per posta, per email, minacce, blog creati contro di me e altri amministratori in cui venivo infamata in ogni modo possibile (pure la mia famiglia!). Una su tutte si è conclusa in tribunale, in una battaglia durata otto anni, arrivata in Cassazione, rinviata in appello e conclusasi con la mia piena assoluzione. Mentirei se dicessi che non è stato difficile. Ci sono stati momenti in cui ero spaventata a morte – ero solo una ragazzina, all'inizio –, ci sono stati momenti in cui pensavo "ma chi me lo fa fare? Perché mi sobbarco tutto questo?". Il mio avvocato di allora, a una delle prime diffide (era il 10 febbraio 2009) mi scrisse questo: E ne sono fiera. Ne sono dannatamente, fottutamente fiera. E sono fottutamente fiera di aver avuto al mio fianco persone straordinarie – straordinarie, straordinarie davvero – che mi hanno sostenuta, aiutata, spronata ad andare avanti. Molti di loro sono tutt'ora miei cari amici, uno di loro è il mio compagno (chi se li ricorda i Bradipi? Sto con Bradipino dal 2013!), DabriaTiann è praticamente una mia vicina di casa, abitiamo a 7km di distanza; Ayesha è un'infermiera in un reparto covid e la sento spessissimo, Lemming è una carissima amica che non vedo da troppo tempo ma sento di continuo... E potrei andare avanti molto, molto a lungo con una serie di nomi e nickname che molti di voi non conoscono (qualcuno si ricorda J. K. Lancaster?) Fra, Jess, Sansa Stark, Unius (@Alberto Tosciri), Eugenio, Ida... Persone che mi hanno segnato, accompagnato, fatta crescere. Alcune di loro sono tuttora staffer: @swetty, @Cicciuzza, @Marcello. Ci sono persone che sono state amiche e non ci sono più. Una delle cose che più mi fa male è pensare che verrà cancellata da qui la presenza di Jack Shark, alias Gianpiero Possieri, uno scrittore, un utente, un amico che nel 2011 ci ha lasciati per una malattia. Tra pochi giorni (l'11 gennaio) sarà l'anniversario della sua scomparsa. Nanni Malpica, che ci ha lasciati più recentemente. Perdonatemi per questo lungo post, ma sebbene io non sia più qui fisicamente dal 2015 niente mi ci ha mai portata via con la testa e con il cuore. Sono sempre rimasta qui. Vendetti questo forum perché avevo bisogno di denaro. Fu una necessità. E sebbene grazie a quella vendita abbia potuto risolvere molti problemi e realizzare alcuni sogni, me ne pento spesso. Molto spesso. Sono felice di aver contribuito a fare qualcosa di buono per il mondo. Certo, non ho salvato vite; tuttavia qualche portafogli sì, e ho contribuito a cambiare l'informazione editoriale italiana. E di questo ne sono fottutamente fiera. Grazie a tutti quanti, anche a chi c'è stato dopo che me ne sono andata io. Ognuno di voi ha un piccolo pezzo del mio cuore.
  4. 16 punti
    C'è chi ha visto Writer's Dream — o come affettuosamente lo chiamiamo, WD — nascere e crescere. Chi l'ha curato e guidato i suoi abitanti nel miglior modo possibile, essendo sempre presente quando ne avevamo bisogno. Chi si è iscritto da anni e lo frequenta tuttora, chi è stato di passaggio alla ricerca di informazioni utili per pubblicare la propria fatica letteraria e a volte ritorna. Chi vi ha incontrato amici con cui condividere la passione comune, chi vi ha trovato persino l'amore. Chi credeva di non avere le giuste competenze, ma dopo anni a scaldare i muscoli nell'officina creativa ha capito di valere. Ognuno di noi ha un suo perché che lo lega in modo indissolubile a quella che ho sempre chiamato famiglia scrittevole. A un mese dall'annunciata chiusura di quella che per molti di noi è stata una casa, propongo di lasciare — chi vuole — anche un motivo solo perché siamo grati al forum. Inizio io. Grazie a Writer's Dream perché mi ha fatto capire che da soli non si arriva mai da nessuna parte e che la sfida — per non dire contest — non è una competizione, ma l'opportunità di dare il meglio di sé divertendosi sempre a fare quello che si ama: scrivere. Grazie al WD per avermi insegnato tutto quello che non sapevo di non sapere di una lingua che non mi appartiene di nascita, ma l'amo come se fosse tale. E grazie soprattutto a tutte le belle persone che in quattro anni in cui ero un'assidua frequentatrice del MI — che amerò a vita — mi hanno permesso di diventare più sicura nelle mie capacità e più consapevole non solo dei mie pregi, ma anche dei miei limiti, spingendomi a superarli con fiducia.
  5. 15 punti
    Cancellare tutto è un atto di violenza culturale e umana
  6. 15 punti
    Ciao ragazzi, a un anno e mezzo dalla firma del primo contratto, mi trovo adesso al secondo. L’esperienza con questa CE è ottima, fanno promozione, e c’è da dire che i loro libri, almeno per ciò che mi riguarda, si vendono da soli. Questa volta ho deciso di affidarmi a un agente letterario, vedremo cosa ne verrà fuori. Vi aggiornerò 😉.
  7. 13 punti
    Grazie a chi ha letto i miei interventi, grazie doppio a chi ha messo una freccetta verde, siete stati tantissimi. La reputazione qui nel forum per me è stata importante, era il riconoscimento del tempo speso, perché ogni mia traccia è sempre stata il frutto non solo di un ragionamento ponderato, ma anche e soprattutto di esperienza che ho scelto di condividere. In tanti mi avete contattata in privato per approfondire i topic, ho sempre cercato di essere onesta intellettualmente e dare suggerimenti per evitare quelle bucce di banana editoriali sulle quali ero scivolata io. Grazie per ciò che ho ricevuto: informazioni preziose, spesso fondamentali. Su WD ho trovato un editore, amici virtuali, una vera possibilità di confronto, spunti concreti per mettere a segno qualcosa (come lo speed date di Trentin Agency, la prima cosa che mi viene in mente) e addirittura una libreria che ora tiene i miei libri senza avermi mai vista. Ci siamo lamentati, ma abbiamo anche riso. Chi si ricorda l’ansia per la proclamazione dei vincitori del Concorsone DeA Planeta? Ci siamo fatti tanta compagnia anche in questo anno maledetto, raccontandoci e gioendo per i successi di molti di noi. Grazie allo staff sempre sollecito con empatia. Oggi siamo sgomenti e un po’ orfani, questo è stato un posto dove si stava bene. Grazie In caso vi mancassi, mi trovate su Instagram sandrafae11
  8. 13 punti
    Intervengo parlando per quella che è stata la mia esperienza nello staff, quindi riferendomi all'ultimo periodo. Innanzitutto, preciso che noi dello staff nulla abbiamo a che vedere con la proprietà, non siamo dipendenti, ma volontari. Detto questo, da quando sono entrata in staff, la proprietà e il CM si sono interfacciati con noi, sì e no, meno di dieci volte in tutto. E sono entrata in staff nel 2019. Purtroppo, in queste condizioni – ossia quando non è possibile avere direttive e coordinamento da parte di chi subirebbe eventuali controversie legali – il nostro margine di azione è stato molto, troppo limitato. Abbiamo fatto del nostro meglio, rispetto le condizioni, e in certi casi anche più di quanto avremmo dovuto, supplendo alla mancanza attiva del CM. E ricordo che, a differenza dello staff, il CM è persona pagata dalla proprietà, per il ruolo di gestione che dovrebbe avere. Per quel che mi riguarda, questo forum mi ha dato tantissimo: è un luogo di informazione e formazione come ne ho visti pochi altri. Per tutto ciò che mi ha dato, ho cercato di rendergli lo stesso, dedicandomi attivamente a informare e aiutare i suoi utenti, ove possibile. Come per @Marcello, temo che il bilancio non sia equo, purtroppo. Non lo è ancora e forse non lo sarà mai. Di certo, però, io come altri dell'attuale staff e non, ci adopereremo perché tutto ciò che c'è e c'era di buono qui non vada perduto.
  9. 12 punti
    Continuo a rileggere il laconico comunicato di @Marco_LP [che taggo, hai visto mai] e a cercare un senso tra le pieghe di parole fugaci dai toni perentori quanto rinunciatari: eravamo 11.000 e adesso siamo 34.800 Uno direbbe: tutto bene. Invece: Abbiamo discusso a lungo su quale potesse essere il futuro di Writers’ Dream e in che modo renderlo economicamente autonomo, ma non siamo stati in grado di darci una risposta. Viene da chiedersi come mai la dirigenza, attraversando acque tanto agitate , non sia riuscita a esprimere neppure uno straccio d’idea per rendere fruttifero il WD prima dell’ondata fatale. Ma niente: Dal 01.02.2021 Writer’s Dream cesserà le sue attività e verrà disattivato. Il dominio e il brand resterà comunque di proprietà esclusiva dell'azienda. Quindi che muoia Sansone con tutti i filistei. Si scrive che ci si rende conto delle ripercussioni per gli staffer e gli utenti, ma non è che una frase vuota e priva di ogni sentire. Una frase fatta, di quelle che ogni bravo autore tende a estirpare dai suoi scritti. Non credo che i proprietari si rendano conto di ciò che significa per gli utenti la chiusura del forum. La vita di una comunità di persone chiamate a esprimere cultura non può soggiacere per intero a logiche legate a tornaconti personali, a voci di bilancio fredde e impersonali. Bisognerebbe fermarsi un attimo e considerare il valore incalcolabile insito nei contenuti di questo forum. Su questo bisognerebbe riflettere. Il grande valore di questo forum, oltre che nella comunità che certo può rinascere altrove, è soprattutto lì, nei contenuti, nelle discussioni, nel know-how costruito e sedimentatosi nel corso degli anni. È quello che non va perso.
  10. 12 punti
    Ciao ragazzi. Una primissima cosa che mi viene in mente, per iniziare a raccogliere i contatti ed evitare che ci si perda – mi riferisco soprattutto a chi tra voi non fa uso dei social oppure, semplicemente, preferisce rimanere dietro un nickname –, è creare un gruppo Telegram. Lì ci potremmo sentire in tranquillità e ci assicureremmo di non perdere almeno qualcuno dei contatti che, in una maniera o nell'altra, sono diventati parte delle nostre giornate.
  11. 12 punti
    Ho preferito far partire ogni fase della tappa (iscrizione, scelta del pacco, pubblicazione, votazione) subito dopo la fine della precedente. Quindi ogni fase si apre e si chiude alle 12:00. In questo modo guadagnamo molte ore ed evitiamo di trascinarci dietro il contest di Natale fino a pasqua. 96 ore per scrivere un racconto di 8000 caratteri non mi sembrano poche, visto che al MI se ne hanno a disposizione solo 12. La fase di scrittura del contest di Natale capita in mezzo alla settimana e non di domenica, ma non bisogna commentare e ci si può dividere la fatica con un compagno di squadra. E comunque sono le ore del MI moltiplicate per otto. In ogni caso, il calendario è stato pubblicato la prima volta un mese fa (link), con tanto di numero di ore segnato tra parentesi. Poi è stato riportato una seconda volta al primo post di questa discussione, tre settimane fa. In seguito ho ripetuto una terza volta la scadenza all'inizio della fase di scrittura, questo lunedì. Per leggere ed eventualmente proporre modifiche il tempo non è mancato. Se avessi raccolto i vostri numeri di telefono vi avrei ripetuto tutte le istruzioni per telefono. Il problema è che pago venti centesimi ogni chiamata... se alla fine del contest vi mettete d'accordo per farmi una decina di euro di ricarica, io vi telefono sul serio. Non scherzo. Passando alla fase di votazione, mi fanno notare che una frase del regolamento potrebbe essere mal interpretata: "Inserite un nuovo commento" NON significa che dovete fare un nuovo commento approfondito, ma che per votare potete scrivere un post nella discussione che avete aperto in fase di iscrizione. Spero leggerete tutti questo post, purtroppo non riesco a taggarvi né da pc né da telefono A ogni tag devo aggiornare la pagina... e a volte se aggiorno mi si cancella quanto scritto prima, tag compresi. Alle prossime tappe vi chiederò di "seguire" la discussione, così vi arriva la notifica a ogni post. Per le penalità datemi anche un paio di giorni. Devo leggervi tutti. Vi anticipo che nessuno sarà squalificato per non aver rispettato la traccia o per irregolarità formali minori. Ovviamente invito @Plata e @joyopi (niente tag, spacco tutto) a pubblicare il loro racconto come fuori concorso. Sono sicuro che in molti lo leggeremo, tanto la giornata sarà già stata rovinata dalla lettura dei testi in gara, uno in più che fa?
  12. 11 punti
    Ma cazzo!!! Perdonate il francesismo. (Quando ci vuole, ci vuole!) Ma davvero avendo in mano una realtà "unica" nel paese, come questo forum, che si occupa con passione e professionalità di promuovere scrittura, lettura e editoria, non si riesca a trovare maniera di sostenerne le spese di gestione, anche (storcendo il naso) aprendo a forme di pubblicità commerciale? Santo cielo, va bene essere convinti puristi e non amare la mescola di diavolo e acqua santa, ma nessuno credo viva nella rosea illusione che la vita di questa struttura possa vivere senza essere sostenuta economicamente. La fruizione dell'eccellenza di questo luogo di incontro e dialogo assolutamente gratuita, deve necessariamente pagare il compromesso di avere degli sponsor commerciali. Pur di tenerla in vita, ben vengano le pubblicità dei pannoloni per l'incontinenza o le pastiglie per sfiammare la prostata. Personalmente data la mia estrazione letteraria spiccatamente versata nel racconto porno, non avrei nulla da obiettare anche a una pubblicità di escort professionali (purché di buon livello qualitativo, ovviamente) Possibile che non si possa fare?
  13. 11 punti
    Ragazzi, stiamo cercando di capire anche noi come staff. Non vi nego che la cosa ci ha parecchio scosso, abbiamo dedicato anni della nostra vita (per quanto mi riguarda ho appena compiuto i dieci anni del WD), per cui faremo ogni cosa è possibile per andare comunque avanti. Ma intanto abbiamo un mese, c'è il contest di Natale e direi che non è il caso di agire di fretta. Possiamo ancora per un po' continuare a divertirci insieme. Ci avevo pensato, ma Telegram è purtroppo accessibile solo a chi ha uno smartphone con cui crearsi un utente. Dobbiamo pensare a un'alternativa.
  14. 10 punti
    Che vi devo dire? Ci si vede su costrutoridimondi
  15. 10 punti
    Abbiamo creato un luogo d'aggregazione per non perdere amici, conoscenti e reti professionali e amicali di ogni tipo, e per continuare a costruire mondi (non a caso il nome ). Fino a che il WD è aperto, siamo comunque qui, visto che questa è stata la nostra casa per anni.
  16. 10 punti
    Siamo in due (e molti altri, senza dubbio), ma è probabile che i problemi andassero al di là di quelli economici. Quindi non ci si può fare niente: il WD chiude. Noi sul sito siamo ospiti, quindi possono buttarci fuori (non è carino, ma possono). Quello che si può fare è spostarsi altrove, e si sta già facendo (e qui farei un'ovazione meritata allo staff, che in meno di 24 ore ha già creato un nuovo forum). Credo di potervi lasciare senza problemi l'indirizzo (male che vada mi bannano) Metto sotto spoiler, per sicurezza: E' ancora in costruzione, ma chi vuole può già iscriversi @Mafra (e anche tutti gli altri che hanno preso parte alla discussione), se non l'hai già saputo, siamo lì
  17. 10 punti
    Trovo che chiudere questo spazio sia un'azione grave, come togliere a ognuno di noi una fetta di libertà. Non trovo spiegazioni. Mi dispiace un sacco, anche se ultimamente non ho frequentato il forum. Siamo e stiamo andando più velocemente verso tempi bui. C'è chi ha perduto il lavoro e chi, quasi certamente, purtroppo, lo perderà. Siamo costretti a stare in casa, dovremo portare le mascherine anche col vaccino. Qui sopra centinaia, se non migliaia di persone, esprimevano i propri sogni, chiedevano informazioni, scambiavano idee, si incoraggiavano l'un l'altro. Ma come è possibile? Anche qui si porta il distanziamento? Le persone non devono adunarsi, parlare, esprimere il proprio pensiero. Mah! Ogni giorno di più mi pare che si vada incontro a una società totalitaria.
  18. 10 punti
    Come per molti operai e impiegati di oggi che vengono a sapere della chiusura dell'azienda o del licenziamento tramite una SMS o una laconica email. Eh no! Tutti coloro che frequentano questo forum (persino io) hanno il diritto ad analitiche e specifiche "giustificazioni", considerazioni, analisi e rendiconti che facciano comprendere come si è arrivati (senza mai dire niente prima?) a questa incresciosa e pessima decisione. E le cose vanno spiegato bene e pubblicamente anche per non portarci a gettar fango su dirigenti e responsabili che (forse) sapendo prima di noi di questa chiusura si sono -come direbbe chi parla bene- parati il culo con largo anticipo. Se piangere dobbiamo che almeno le lacrime siano vere e umane per e di tutti. Fatemi sapere come posso contribuire al nostro comune e legittimo desiderio di tenerci in vita, comunque e ovunque. Buon Anno a tutti. Un abbraccio affettuoso.
  19. 9 punti
    Come gli utenti con cui ho più confidenza sanno già, da tempo vorrei aprire un sito. Per aspiranti scrittori (e non solo) come il wd, ma occupandosi di cose diverse. In linea di massima, voleva essere un sito che si occupasse perlopiù di iniziative varie. Riguardo i contenuti, il wd esisteva già, quindi non puntavo a replicare contenuti simili a quelli già esistenti qui. (la bozza del progetto iniziale la lascio in spoiler) Sinceramente, stavo rimandando perché non mi sento pronto. Sia riguardo l’aspetto economico – la realizzazione di alcuni progetti, soprattutto quelli che necessitano dell’aiuto di professionisti, avrebbero necessariamente dei costi, e non è mia intenzione chiederli di condividerli con gli utenti; Sia riguardo la realizzazione effettiva e l’aspetto promozionale per renderlo più accattivante. Però, visto che il wd chiude e immagino che a molti roda veder sprecati i propri contenuti, magari posso creare una sezione dove replicare non dico tutti i contenuti del wd, ma almeno tutti quelli di chi accetta di replicarli nel mio sito. Probabilmente ci sarà da smazzarsi rendere il tutto una cosa coerente e non un’accozzaglia di post a caso, ma a parte questo dovrebbe essere fattibile. In fondo quei contenuti li avete creati voi e quei contenuti sono vostri. Per motivi di lavoro, sono entrato in contatto con una web agency (si sono occupati di rendere professionale il sito dell’azienda). Chiederei il loro supporto (se non mi costa uno sproposito) Per farla breve: Vorrei realizzare un sito + forum per aspiranti scrittori. A chi dà il consenso, trasloco i suoi contenuti, o quelli che ritiene più interessanti, là. Ovviamente non vale il silenzio assenso e i contenuti di tutti gli altri non li tocco. Non potrà essere il wd (anche perché non avevo intenzione di replicare il wd) ma una base da cui ripartire magari sì.
  20. 9 punti
    Ecco...gli ultimi commenti mi hanno confermato la deriva "seriosa" del forum. @Miss Ribston comprendo l'autotutela e la volontarietà degli staffer però l'imperversare di richiami ai puntini, alle maiuscole, al restare in tema, al limitarsi alle esperienze dirette, al celare i titoli, i nomi, le CE, a mio personale avviso ha tolto quel mordente alle discussioni indispensabile in un forum. Il fatto di non poter divagare, discutere, e perché no, scontrarsi nel forum ha reso WD più simile a un catalogo, e un continuo ripetersi di : "ti hanno risposto?" "hai inviato?" "sei entrato tra i due e mezzo che forse valuteranno e rifiuteranno cortesemente?" . Noiosetto. Alcune etichette affibbiate alle CE come EAP o semi-quasi EAP e l'impossibilità di dire " attenti a tizio che è un farabutto" , alcune posizioni intransigenti tutelate dall' impossibilità di una discussione accesa e sanguigna hanno ridotto il forum (a mio avviso) a un documentario sul ciclo riproduttivo delle formiche. Ecco, se posso farei un augurio per il 2021. Che l'anno nuovo porti meno serietà irremovibile, più voglia di giocare, prendersi in giro ed elasticità mentale. Un WD nuovo in cui qualcuno ogni tanto si potesse sentire libero di dire che una discussione è sterile e noiosa, che un utente è troppo logorroico e che... Aporema è troppo permaloso! Ridendoci su, senza mai dimenticare che dovremmo essere qui per scherzare, divertirci e magari imparare qualcosa.
  21. 9 punti
    Annuncio Ragazzi, questo annuncio arriva forse in ritardo, ma tra festività, il cane che si strozza a capodanno, gli esami, la vita e un altro impegno nuovo che ora non sto qui a dire ho un po' di agitazione addosso. C'è una parte di agitazione bella, ma che comunque mi toglie lucidità. Volevo solo dirvi che il contest continua e spero che tutti abbiate voglia di portarlo a termine. Però deve essere un divertimento. La notizia della chiusura di questo forum ha scosso tutti e capisco che qualcuno possa aver perso la voglia di giocare. Qualcun altro invece parteciperà con ancora più entusiasmo di prima, proprio per concludere come si deve l'esperienza su questa piattaforma, che è rappresentata dallo spirito dell'Officina molto più che dalle sezioni sulle CE, le agenzie e quelle cose lì da persone mature. Sono due reazioni opposte ma le capisco entrambe. Quindi, chi proprio non se la sente può anche decidere di lasciar perdere il contest. Io ovviamente spero che tutti o quasi vorranno almeno leggere e votare le poesie dei partecipanti a questa seconda tappa. E spero che tutti o quasi scriveranno un bel racconto per la terza tappa. Grazie e buon anno, adesso vi taggo un po' per volta
  22. 9 punti
    Peccato! Ovviamente nessuno è tenuto a fornire spiegazioni, così come nessuno è tenuto a prendere per buone spiegazioni inverosimili. Il costo per il mantenimento su server, di un forum privo di immagini (il resto delle attività suppongo siano volontariato) è una cifra annua contenuta. Parlo per esperienza. Ma visto che si vogliono invocare motivi economici gioco anch'io, suggerendo soluzioni praticabili: 1. Un bel pulsante Paypal con un messaggio che invita i partecipanti ad una libera donazione di qualche euro: con quel numero di utenti e una buona comunicazione si raccoglierebbe ben altro che lo stretto necessario per la sopravvivenza. O siamo troppo composti per considerare un contributo libero? 2. Annunci Google. Non disturbano più di tanto e se i numeri sono davvero quelli indicati nel bollettino potrebbero anche rendere. O siamo troppo nobili per l'advertising? 3. Aprire la compagine sociale agli utenti interessati (mantenendo ovviamente il controllo). Magari potrebbe esserci qualcuno interessato ad investire e (hai visto mai?) a portare finalmente qualche idea nuova. O siamo troppo 'titolari' per considerare logiche di gestione condivisa?
  23. 9 punti
    Scusate, sono stato tutta la mattina dal veterinario con il cane. Ovviamente potete iniziare a leggere e votare. Avete pubblicato tutti, mi pare? Che bello, non era scontato Fatemi sapere se la scadenza vi va bene: le 12 (mezzogiorno) del 4 gennaio.
  24. 9 punti
    Ho contattato l'agenzia un paio di settimane fa. Ho inviato, come richiesto, la sinossi dell'inedito che volevo proporre, e nel corpo email ho presentato me stessa e il romanzo; dopo poche ore sono stata ricontattata dalla titolare, Melissa, che si è detta molto incuriosita alla proposta. Mi ha chiesto l'intero manoscritto e gliel'ho mandato. Dopo qualche giorno una nuova email da parte sua: ha intuito giusto, mi dice, la storia è molto valida e ha buon valore commerciale; a detta sua può essere proposta a editori blasonati che trattano pubblicazioni per il target specifico. Però il testo deve essere rivisto ancora. Una correzione minima, un lavoro semplice, pochi interventi per dargli una "forza maggiore". Lei in questo momento ha troppo lavoro, pertanto non può occuparsi della messa a punto del romanzo. Mi consiglia di lavorarci ancora e di ripresentarglielo tra qualche mese, qualora non avessi trovato, nel frattempo, una collocazione per conto mio o altri agenti. Nello scambio che ho avuto con Melissa ho trovato professionalità e gentilezza, oltre che un'assoluta sincerità. Ho apprezzato molto. Spero che la mia testimonianza possa essere utile
  25. 8 punti
    Grazie a Giovanni e ai due Alberto (😊) per le ultime recensioni ai miei servizi Ho letto dell'imminente chiusura della piattaforma. Sono davvero dispiaciuta perché credo che questo forum abbia fatto (e faccia) un enorme lavoro di divulgazione e sostegno agli autori, soprattutto nella sua sezione dedicata alle case editrici e per la "battaglia" contro le case editrici a pagamento e i truffaldini in generale. Spero rimarrà almeno come "vetrina" per poter essere consultato dalle nuove leve. In ogni caso ringrazio moderatori e utenti sia che hanno partecipato al mio topic con domande e recensioni, sia che hanno partecipato in generale ad arricchire le varie sezioni del forum. Per chi mi avesse conosciuto qui e volesse rimanere in contatto con me anche dopo la chiusura, ricordo che sul mio sito è possibile iscriversi alla newsletter (basta cercare "Ambra Rondinelli newsletter" su Google) per ricevere una volta al mese un'e-mail con consigli, spunti, informazioni utili per scrittori e ricordo inoltre che sono molto attiva su Instagram (anche lì, basta cercare il mio nome e cognome), un po' meno attiva ma comunque presente su YouTube. La mia e-mail per chiunque volesse scrivermi per chiedermi qualcosa è info@ambrarondinelli.com (In questo momento sono ancora in modalità vacanza ma presto tornerò a rispondere a tutti i messaggi privati e alle e-mail ). Se qualcuno di voi, utenti e moderatori, vuole invitarmi in un altro luogo virtuale simile a questo, mi scriva in privato – qui o per e-mail – e sarò felice di parteciparvi! Ringrazio davvero tutti per la condivisione e la compagnia, sperando di continuare a leggerci in giro, buon viaggio e buona scrittura
×