Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

danieleTrento

Agenzia Letteraria Internazionale

Post raccomandati

[Agenzia non più attiva]


Sito web: http://www.marcovigevani.com/

 

gennaio 2017, dal loro sito: La Marco Vigevani & Associati Agenzia Letteraria Internazionale è confluita da settembre 2015 nella The Italian Literary Agency

-------------------------------------------------------------------------------

Una delle agenzie più importanti in ambito italiano, e non a caso credo si facciano pagare (presumo molto). Invio la discussione in attesa di testimonianze dirette, se qualcuno si è rivolto a loro.

http://www.agenzialetterariainternazionale.com/

Modificato da ElleryQ

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io testimonianza direttissima ma cadrebbe nella confidenza personale

se vi fidate, sono serissimi, costosi (su sito è tutto spiegato) e assolutamente il meglio cui si possa ambire.

e soprattutto (parlo dei vertici) sono umili, disponibili, appassionati. e non è poco per un'azienda che si affaccia su piazza del duomo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Serissimi. Hanno valutato un mio MS in tre mesi. Mi hanno detto no, ma poi mi hanno aiutato dandomi un occhiata a un contratto con un editore: senza chiedere niente (ero già pubblicato però).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Nox A.M. Ruit

peccato che non valutino nulla oltre i romanzi puffo da 400 pagine

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bisogna necessariamente premettere che questa agenzia è affiliata alla Sellerio Editore, pertanto sarà indirizzata ad una determinata linea editoriale.

Che cosa fa:

Rappresenta in esclusiva in Italia numerose agenzie letterarie e case editrici di diversi paesi [...] promuove e colloca le opere presenti nei loro cataloghi presso gli editori italiani.

Rappresenta direttamente in esclusiva in Italia alcuni scrittori stranieri.[...]

Rappresenta in esclusiva in Italia e in tutto il mondo molti scrittori italiani e si prende cura delle opere prima, durante e dopo la pubblicazione.[...]

Offre un servizio di valutazione a pagamento dei dattiloscritti in italiano: narrativa, saggistica, letteratura per ragazzi, ecc.

Sull'ultimo punto si specifica:

Il costo varia secondo la lunghezza del dattiloscritto.

[...]

1. L’opera viene letta e presa in esame dall’ Agenzia Letteraria Internazionale che invia all’autore una scheda di valutazione professionale, completa ed esauriente.

2. Nel giudizio espresso sulla scheda di valutazione è indicato se l’opera possiede i requisiti necessari per essere proposta agli editori italiani.

In questo caso, con l’approvazione dell’autore, l’Agenzia Letteraria Internazionale prende contatto con gli editori al fine di proporre il testo per la pubblicazione.

3. Se l’opera suscita l’interesse di un editore, l’Agenzia Letteraria Internazionale conduce in nome e per conto dello scrittore la trattativa fino alla stipula del contratto di edizione e lo amministra nel tempo.

Nel modulo di proposta di lettura, però, ho trovato una clausola sul costo della lettura che ammonterebbe a 350€ [420€ iva inclusa] e a 700€ se si superano un tot di cartelle.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Nox A.M. Ruit

basta superare le 200 cartelle per arrivare a 700 euro (scusa a questo punto sono più economici Grandi&Associati o LauraLepriLetture che per 800 me ne leggono 700). E comunque non accettano manoscritti superiori a 400 cartelle.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Strano che nessuno abbia aperto una discussione sulla ALI (agenzia letteraria internazionale), eppure mi risulta sia una delle più importanti in Italia...

Mi sono rivolta a loro qualche tempo fa, per informazioni sui servizi che offrono. Mi ha risposto (il giorno dopo) Valentina Balzarotti Barbieri,che si occupa delle nuove proposte.

Ovviamente il prezzo per la valutazione di un testo inedito è alto, ci aggiriamo sui 420 euro, come la Grandi e Associati, e non esiste il servizio di editing.

Quello che mi piacerebbe sapere è se, come l'altra grande agenzia milanese, la rappresentanza editoriale è un puro miraggio, una mera esca messa lì per attirare sprovveduti pesciolini sognatori, o se effettivamente la rappresentanza presso case editrici è garantita, in caso di valutazione positiva.

Ho fatto presente, nella mia mail, che il mio è un libro per ragazzi, e la signora Barbieri mi ha sottolineato che, se si trattava di un libro illustrato ( non è il mio caso), avrei fatto meglio a pensarci due volte, prima di affrontare una spesa così importante, perchè, a suo dire, raramente le case editrici decidono di mandare in stampa questo tipo di libri, per gli alti costi di pubblicazione.

Questa "dritta" denota a loro favore, no? Se fossero solo interessati a tirar su soldi, non metterebbero sul chi va là un possibile cliente.

Certo che se uno riuscisse a farsi rappresentare da loro avrebbe le porte, non dico spalancate, ma quasi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

no, e mi dispiace, perchè hanno ottimi contatti!

Comunque ormai ho preso impegno con un altro agente, a giorni cominceremo l'editing, speriamo ci sia il iieto fine.

Grazie mille della dritta, la terrò comunque in considerazione! : Chessygrin :

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io testimonianza direttissima ma cadrebbe nella confidenza personale

se vi fidate, sono serissimi, costosi (su sito è tutto spiegato) e assolutamente il meglio cui si possa ambire.

e soprattutto (parlo dei vertici) sono umili, disponibili, appassionati. e non è poco per un'azienda che si affaccia su piazza del duomo...

io mi fido! :)

quello che mi sta a cuore è sapere se, come Grandi e Associati, fanno solo la valutazione e la rappresentanza è un miraggio anche in caso di esito positivo, o se effettivamente esiste la possibiltà per un emergente di essere rappresentati da loro.

Visto che sono davvero il meglio del meglio, oltre che professionali e disponibili come dici tu, io un pensierino ce lo farei...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Dato che già esiste un topic unisco. Prima di aprire un nuovo post verificate sempre che non ve ne siano già presenti con lo stesso argomento (o con la stessa agenzia in questo caso).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ALI risponde con molta sollecitudine. Non c'è modo di avere la minima informazione sulla possibilità di essere rappresentati e, anche se già editi, bisogna far valutare un testo. Ne ho uno libero da contratto, già ben valutato, e supera le battute del prezzo base... Vale la pena? :nein:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiorno le informazioni su questa agenzia al 2015 con la mia personalissima esperienza. Le sei pagine di risposta sono arrivate regolarmente, dopo circa un mese dall'invio del romanzo. Come da contratto vengono messi in luce i punti deboli e (per fortuna) i punti di forza.

Noto, però, una contraddizione: in un punto si lascia intendere che alcuni aspetti negativi non potrebbero essere superati dall'editing, successivamente si dice che il lavoro di editing è necessario per portare l'opera a compimento.

Per risolvere questa contraddizione, scrivo all'agenzia. Dal sito ricavo la mail della persona che ha firmato l'analisi del testo e le chiedo informazioni su questa contraddizione. Inoltre, le faccio una domanda secca: al netto di un lavoro di editing, il romanzo è pubblicabile?

Risposta: non lo so perché non ho letto io il testo, ma uno dei miei professionisti. Un sub-appalto, insomma, portato a termine da un perfetto sconosciuto, malgrado la consistente cifra richiesta per la lettura. Fine della comunicazione: la signora se l'è cavata con una battuta (se potessimo prevedere cosa è pubblicabile saremmo milionari).

 

Considerazione personale: ho voluto dar fiducia a un'agenzia editoriale apparentemente molto qualificata. Non ho badato a spese per avere un parere "professionale" e ne esco con una considerazione rafforzata: non siamo in Inghilterra, non siamo in Germania (conosco il sistema tedesco,in particolare, e conosco esordienti usciti da agenzie editoriali). Da noi il professionismo è tutto da costruire ancora, meglio affidarsi a piccole case editrici che sanno tenere "l'orecchio a terra" e sanno cosa cercano.

 

Ultima nota: il mio parere non dipende dal giudizio sostanzialmente non positivo dell'agenzia, ma dalla totale evanescenza dell'analisi e dalla risposta alla mail che andrebbe stampata e incorniciata nello studio di ogni scrittore o aspirante tale.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Noto, però, una contraddizione: in un punto si lascia intendere che alcuni aspetti negativi non potrebbero essere superati dall'editing, successivamente si dice che il lavoro di editing è necessario per portare l'opera a compimento.

 

 

 

 

Tempo addietro, anch'io mi affidai a un loro giudizio inviando un romanzo al quale credevo.

La risposta può essere riassunta proprio dalla citazione di Septimus.

Anch'io contattai chi aveva scritto la scheda e anch'io ricevetti la medesima risposta.

 

A parte le lodi a una parte del testo, sembrava che il mio lavoro fosse quasi impubblicabile se non dopo un "forte" editing.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ovviamente la valutazione è soggettiva e può avvenire che un romanzo "buono" per alcuni sia "pessimo" per altri. La questione che mi ha lasciato sconcertato, però, è che la persona che ha firmato la scheda di lettura non è la stessa che ha letto il testo (dalla mail: "Il suo romanzo non l'ho letto io, ma uno dei miei

professionisti. Comunque demanderei tutte le decisioni sulla spendibilità del testo alla lettura dell'editor da lei eventualmente contattato").

Quindi, nessun chiarimento sulle contraddizioni contenute nella scheda di lettura è stato possibile. E questa dovrebbe essere una delle agenzie più serie sul mercato...

 

Da questa esperienza ho tratto la mia massima personalissima: lasciate perdere le valutazioni a pagamento.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veloci nella risposta, ben scritta, ma solo apparentemente approfondita considerando il costo del servizio.

Fortunatamente al loro "no" è arrivata la soddisfazione di essere trai i finalisti al "mio esordio 2015".

In generale, credo questi servizi non dovrebbero superare nel peggiore di casi e quindi solo per il blasone, i 200 euro. 

Un esordiente potrebbe anche essere un adolescente e chiedere centinaia di euro mi sembra inopportuno e solo mero lucro. Profitti altissimi, considerando anche il numero di scrittori che tenteranno la via dell'agenzia letteraria ogni giorno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono d'accordo con te, questi servizi editoriali non dovrebbero essere così costosi.

 

Gli scrittori sono attratti da giudizi super partes, anche se le critiche non sono sempre positive. 

Su questo puntano le agenzie a pagamento.

 

Poi è vero che il pagamento può essere considerato una sorta di investimento ma, in questo caso, dev'essere già chiara una forma di rappresentanza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, vorrei chiedere se qualcuno, dopo avere usufruito del servizio di valutazione a pagamento ed aver ricevuto la proposta di rappresentanza ha poi dovuto pagare anche per questa. Nel sito infatti non è chiaro se poi verranno richiesti altri soldi, ma temo di sì. Grazie mille a chi saprà darmi informazioni in merito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

daniele, non credo proprio. ma credo che una proposta di rappresentanza a seguito di una valutazione a pagamento sia un'eventualità più unica che rara per le grandi agenzie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

daniele, non credo proprio. ma credo che una proposta di rappresentanza a seguito di una valutazione a pagamento sia un'eventualità più unica che rara per le grandi agenzie.

Grazie mille per le info, gentilissimo ad avermi risposto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Agenzia facente capo a Marco Vigevani e quindi confluita nella The Italian Litherary Agency, assieme alla Bernabò. Archivio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Stai commentando come visitatore. Se sei registrato effettua l'accesso.
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato contenuto con formattazione.   Ripristina formattazione

  Only 75 emoji are allowed.

×   Il tuo link è stato automaticamente integrato nel sistema.   Mostra come link classico

×   Il vecchio contenuto è stato recuperato..   Pulisci l'editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×