Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Elet88

Qualcuno esperto in traslitterazioni arbao-italiano?

Post raccomandati

Ciao a tutti aspiranti e non.

In alcuni punti del mio romano ho scelto di far parlare i personaggi in lingua araba. Ovviamente non posso scrivere quei dialogi

così: << هكذا >> , dato che si tartta di PARLATO.

Io di arabo non so purtroppo nulla, e chiedo se qualcuno che sappia l'arabo può farmi la traslitterazione di alcune parole.

Esempio: "cielo" in arabo si scrive سماء , ma a me serve la pronuncia che sarà "sahaber" (non so come si pronuncia, è un esempio).

Se quacuno che ha dimestichezza con l'arabo ha tempo e voglia... :) si tratta di 10 parola. Grazie

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Befana *.* Finalmente qualcuno disposto ad aiutarmi :D A quanto pare la Befana mi fa un bel regalo quest'anno :D

Allora le parole/frasi da traslitterare arabo->italiano sono queste:

1.Fermi!

2.Tutto bene?

3.Teneteli d'occhio

4.Profeta

5.Uscite!

6.Sculacciata (preferibile in farsi, ma va bene anche in arabo)

7.Caricare!

8.Puntare!

9.Fuoco!

10.Fermo!

11.Resta dove sei!

12.Sta fermo lì

13.Fuoco! Fuoco!

14.Sono nel castello?

15.Sono nel castello, i prigionieri?

16.Prigionieri

17.Sono nel castello.

18.Prima che voi arrivaste erano lì

19.Avevano con loro una valigetta anche?

20.Sono stati i vostri prigionieri americani?

21.Dove sono i prigionieri? ti farà fuori il ginocchio se non glielo dici!

22.Non lo so!

23.Sono scappati! ma non lo so dove!

24.Dove?

25.Settore sud! tutti e tre

26.Indovinelli (preferibile in farsi, ma va bene anche in arabo)

Magari alcune frasi sembrano ripetute, ma è come le ho scritte in vari momenti. Dato che non conosco la lingua, ho preferito scriverle TUTTE per intero, ondevitare incomprensioni.

Fallo pure quando hai tempo, non ho fretta, e quando hai finito dimmi qualcosa che ti porto a prendere un caffé (o the, o anche una pizza!! :D )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma ti serve una traslitterazione o una traduzione? La prima so farla, la seconda no.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si si Befana, un traslitterazione.

Esempio: italiano "cielo" , in arabo si scrive "سماء" , però a me serve sapere la pronuncia, che sarà più o meno "sahaber". Quindi la traslitterazione va più che bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma... te l'ho scritta prima o.O Te le riscrivo.

1.Fermi!

2.Tutto bene?

3.Teneteli d'occhio

4.Profeta

5.Uscite!

6.Sculacciata (preferibile in farsi, ma va bene anche in arabo)

7.Caricare!

8.Puntare!

9.Fuoco!

10.Fermo!

11.Resta dove sei!

12.Sta fermo lì

13.Fuoco! Fuoco!

14.Sono nel castello?

15.Sono nel castello, i prigionieri?

16.Prigionieri

17.Sono nel castello.

18.Prima che voi arrivaste erano lì

19.Avevano con loro una valigetta anche?

20.Sono stati i vostri prigionieri americani?

21.Dove sono i prigionieri? ti farà fuori il ginocchio se non glielo dici!

22.Non lo so!

23.Sono scappati! ma non lo so dove!

24.Dove?

25.Settore sud! tutti e tre

26.Indovinelli (preferibile in farsi, ma va bene anche in arabo)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ci siamo capiti. Le frasi che hai messo sono in italiano, quindi non serve traslitterarle. Quella che vuoi è una traduzione dall'italiano all'arabo. Ora io l'arabo lo leggo e basta (e non è nemmeno detto che lo capisca tutti i giorni), so traslitterarlo ma non ho idea di come tradurre dall'italiano all'arabo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Puoi provare con un traduttore automatico, ce ne sono molti in inea, per esempio lexicool. te ne da cinque tutti insieme. Queste, dal traduttore di Google, sono le prime cinque frasi che hai proposto

arabc.jpg

Poi te le fai traslitterare. Naturalmente non hai alcuna garanzia che la traduzione sia accurata, ma, almeno per le espressioni più semplici, dvresti andarci vicina.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma, tra i tuoi conoscenti, non c'è neanche un arabo? Per esempio la frutteria da cui mi servo fino a qualche mese fa era gestita da dei libanesi, avrei potuto tranquillamente chiedere a uno di loro. Però qualche mese fa sono stati sostituiti da albanesi.

Moltissimi pizzaioli sono egiziani, ma io non frequento pizzerie.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora gente :D Proviamo così: ti scrivo لا يزال , riesci a traslitterarmelo? A me serve la pronuncia.

Esempio:

Se sto scrivendo un dialogo con un russo che dice "Sì", non scrivo «да» rispose Vladimir , ma scriverò «Da» rispose Vladimir, che appunto è come si pronuncia "Sì" in russo.

Se volessi farla io mi servirebbe un frasario come questo: http://wikitravel.org/it/Russo , ma in arabo non l'ho trovato (Poi distinguere i caratteri arabi non è così facile come coi russi... hehe)

A me serviva questo : o uno che sappia l'italiano e l'arabo, o un frasario. :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho frequentato anni anni fa un corso elementare di arabo, imparando quasi nulla. Ho in casa un vocabolario e un frasario. Se si tratta di espressioni semplici, posso vedere se ci sono....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Swetty. Scusa il ritardo e spero che leggi questa discussione. Finalmente qui ci sono le frasi in arabo di cui ti parlavo :) Riusciresti a traslitterarmele? Grazie milleeeee :D

Parole e frasi in arabo:

توقف!

هل أنت بخير؟

إبقاء العين

نبي

الخروج!

برشاقة (في نفسها)

تحميل!

تهدف!

النار!

توقف!

البقاء حيث أنت!

انه لا يزال هناك

النار! النار!

أنا في القلعة؟

وجودهم في القلعة، والسجناء؟

السجناء

هم في القلعة

جاء قبل كنت هناك

كان لديهم معهم حقيبة أيضا؟

وكان السجناء الخاص الأميركي؟

أين هم السجناء؟ وسوف تأخذ بها في الركبة إلا إذا كنت أقول له!

أنا لا أعرف!

لقد تمكنوا من الفرار! لكنني لا أعرف من أين!

أين؟

الجنوب! كل ثلاثة

Qui sotto le frasi in italiano:

Fermi!

Tutto bene?

Teneteli d'occhio

Profeta

Uscite!

Sculacciata (in fàrsi)

Caricare!

Puntare!

Fuoco!

Fermo!

Resta dove sei!

Sta fermo lì

Fuoco! Fuoco!

Sono nel castello?

Sono nel castello, i prigionieri?

Prigionieri

Sono nel castello

Prima che voi arrivaste erano lì

Avevano con loro una valigetta anche?

Sono stati i vostri prigionieri americani?

Dove sono i prigionieri? ti farà fuori il ginocchio se non glielo dici!

Non lo so!

Sono scappati! ma non lo so dove!

Dove?

Settore sud! tutti e tre

Indovinelli

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una domanda: ma è indispensabile che i personaggi arabi pronuncino nella loro lingua? Chi legge, traslitterato o no, non ci capisce niente. Se quindi il fatto di non capire non è indispensabile alla storia ma serve solo per dare colore, di solito queste trovate di colore riescono solo a infastidire.

A meno che tu non sia un Nome... vedi Eco col latino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite silver moon

Uhm, non sono d'accordo. Immagina di leggere un libro e di ritrovarti davanti a una battuta di un personaggio, solo che la battuta è scritta in arabo: non sai nemmeno dare un suono a quelle parole. Invece con la traslitterazione puoi dare un suono, un tono anche volendo, e la cosa diventa più reale. Diciamo che leggendo tu immagini il mondo descritto nel romanzo, ok? Poi arrivi al punto in cui è scritto in arabo: con la traslitterazione il mondo continua a vivere, con suoni diversi dall'italiano, ma con parole che comunque vengono pronunciate. Invece se trovi il testo scritto in arabo, tutto si ferma, tutto si azzittisce per quell'attimo in cui la tua mente registra che per quei segni non hai in testa un corrispondente fonetico, non hai un suono. In pratica è una cosa che spezza il flusso della lettura oltre a quello dell'immaginazione.

E poi non trovo che una ventina di parole straniere in un intero romanzo possano infastidire tanto, soprattutto se dal contesto si comprende anche il significato (ecco, magari questo sarebbe importante).

E poi non ho capito: se lo fa Eco non ti infastidisce e se lo fa un esordiente sì? Solo perché Eco è un "Nome"?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se dobbiamo parlare di realismo, allora a questo punto (presumendo che il romanzo sia ambientato in Iraq, Afghanistan o comunque medio-oriente) non credo che loro parlino in italiano e forse si lasciano andare a espressioni in arabo molto spesso. Ora, se a Elet servono solo queste parole per dare "colore" magari ad alcune situazioni in cui la tensione sale alle stelle, potrebbe avere senso, ma io sinceramente - giunto a quel punto - mi fermerei. E ho sempre evitato (se potevo) romanzi, racconti o qualsiasi altra cosa che mi fa interrompere e farmi pensare "Che diavolo?". L'unico punto di riferimento che mi viene in mente al momento è Wilbur Smith, che molto spesso scrive parole in altre lingue utilizzando il corsivo, ma sul fondo della pagina o subito accanto spiega il significato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

silver moon ha colto in pieno il mio punto di vista :) Ovviamente dopo il tutto è spiegato, e vi faccio un esempio, estraendo direttamente un pezzo del mio romanzo:

[...]

Timidamente, un giovane soldato si fece avanti. «Sono nel castello ARABO» ammise timidamente.

«Che ha detto?» chiese Carson.

«Dice che sono nel castello» tradusse Ramirez.

«Prima che voi arrivaste, erano lì ARABO.»

«Prima che noi arrivassimo, si trovavano lì.»

[...]

A mio avviso rende molto più vivace e meno monotona una scena, e inoltre è spiegato il significato suito dopo. E, come detto da Silver, non sono poi tante... (due frasi sono già andate via solo qui nell'esempio...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Penso anch'io che poche frasi in lingua vivacizzino il dialogo. Ne ho usate un paio in russo (lingua che ignoro!) prelevandole addirittura con il copia/incolla e spiegandone ovviamente il senso nel testo. Il racconto è stato segnalato in un premio letterario.

"Fermi", secondo il mio dizionario si translittera "wa^qif" - accento su a-, "fuoco"= na^r . Non credo di saper andare oltre i sostantivi, aggettivi e verbi all'infinito, mi spiace

:sorry:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sefora sarebbe interessante conoscere il tuo dizionario così magari posso andare avanti io :) o hai tutto nella tua testa? ^^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sefora sarebbe interessante conoscere il tuo dizionario così magari posso andare avanti io :) o hai tutto nella tua testa? ^^

Per carità, non ricordo quasi nulla di quel tentativo remoto ( e amatoriale), durato pochi mesi perché l'insegnante tornò nel suo paese. Era un sacerdote iracheno (lì i cristiani sono una piccola minoranza) e gli studenti in gran parte commercianti o piccoli imprenditori interessati a espandersi nelle zone allora promettenti...

Il dizionario è un banalissimo D+Arabo Vallardi, comprato nella libreria di Stazione termini. Nella sezione italiano-arabo i termini ( non tutti) sono translitterati, però ovviamente tal quali. In fondo un po' di frasi fatte per le varie occasioni. Avevo anche degli appunti di grammatica, che ora non trovo, non credo utili per la translitterazione.

Tuttavia non mi sembra indispensabile: le frasi in russo del mio racconto le ho lasciate in cirillico, spiegando il significato nel testo. Tu le inserisci in un dialogo con traduzione, mi sembra. Non penso che il lettore ci tenga tanto a vederle nel nostro alfabeto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Be' sefora, a me non piacerebbe molto vedere frasi in arabo o in cirillico in un testo PARLATO. Ok per un'insegna, un documento... ma nel dialogo proprio no, mi dispiace :)

Aspetto Sweety sperando che risponda :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite silver moon

le frasi in russo del mio racconto le ho lasciate in cirillico, spiegando il significato nel testo. Tu le inserisci in un dialogo con traduzione, mi sembra. Non penso che il lettore ci tenga tanto a vederle nel nostro alfabeto...

Eh, ma questo sì che interromperebbe il flusso di lettura e di pensiero nella testa del lettore. Invece secondo me proprio il lettore ci tiene più a vederle trascritte nel nostro alfabeto. Se già non posso leggerle, né le posso capire le cose che dicono, almeno mi dai la possibilità di dar loro una voce? Il nostro alfabeto lo fa. ^-^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Elet, vedo quando mettermi. Comunque concordo che anche il cirillico è incomprensibile ai più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mah, non insisto, ci mancherebbe. La mia idea è che il lettore salti sia l'originale che la translitterazione e vada con l'occhio all'italiano, ma forse sbaglio.

Quando il mio racconto ebbe la menzione era presente (a Pisa) una giuria, giornalisti ecc.; un attore lesse dei brani (non quello!) Nessuno rimarcò la cosa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Swetty ti ringrazio giò da ora. Se mai dovessi riuscire a pubblicarlo, mi dai nome e cognome che ti metto nei ringraziamenti. Ovviamente se acconsenti ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×