Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Alessandro

Stanza unione vagoni dei treni.

Post raccomandati

Scusate l'ignoranza, ma avete presente quella specie di stanzino poco rassicurante che si trovava sempre sui treni di qualche dieci o venti anni fa e che altro non era che una specie di disimpegno creato dall'unione di due vagoni - e se il treno era pieno e ti trovavi a dover passare tutto il viaggio in piedi in quell'antro rumoroso e pieno di spifferi, il tempo ti volava perché lo passavi smadonnando a raffica - ha un suo nome specifico oppure no?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate l'ignoranza, ma avete presente quella specie di stanzino poco rassicurante che si trovava sempre sui treni di qualche dieci o venti anni fa e che altro non era che una specie di disimpegno creato dall'unione di due vagoni - e se il treno era pieno e ti trovavi a dover passare tutto il viaggio in piedi in quell'antro rumoroso e pieno di spifferi, il tempo ti volava perché lo passavi smadonnando a raffica - ha un suo nome specifico oppure no?

Sì, sarebbe l'intercomunicante (passaggio se lo dimenticano sempre tutti), ma:

a) sostarci è, oltre che pericoloso, anche vietatissimo, quindi boh? sicuro si tratti proprio dell'intercomunicante?

B) esiste tutt'ora, non l'hanno abolito, quindi di nuovo boh?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Boh io mi ricordo sui vecchi treni che c'era questa stanzetta di un paio di metri di lunghezza col pavimento in ferro e piena di spifferi ovunque e quando il treno era super affollato ti dovevi accontentare di stare lì. Non so se su quelli nuovi ci sia sempre, non ci ho più fatto caso ma credo di no!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ehm, una "stanzetta" sui treni non c'è mai stata :sss:

C'è il passaggio intercomunicante, come ti hanno detto, formato da predellini metallici e la protezione di gomma a soffietto, è vietato sostarci, ma è anche scomodo. Non ci si entra più di due, serve solo per passare da una parte all'altra. Ci sono degli spazi vuoti in corrispondenza delle porte, e quelli anche si riempiono.

Secondo il regolamento, però, la gente dovrebbe stare tutta seduta. Se c'è anche solo un passeggero in piedi il macchinista potrebbe anche rifiutarsi di partire. Ovviamente, con i treni pendolari e tutti i bei disservizi cui trenitalia ci ha abituati, questa cosa è un'utopia, ma mi ricordo che una volta mio padre - che appunto era macchinista - lo fece. Certo non era sulla linea per Cassino, per dire, ma quando il capotreno si lasciò sfuggire che c'erano passeggeri in piedi, lui disse: o si siedono tutti, o non parto. E lo fece.

Perché se un passeggero si fa male, e poi fa causa alle ferrovie, le ferrovie vanno a fare il c*** al macchinista.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che si riferisca a quel cubicolo di 3 metri per 3 separato dal corridoio da una porta a cui si accede una volta entrato nel vagone.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Credo che si riferisca a quel cubicolo di 3 metri per 3 separato dal corridoio da una porta a cui si accede una volta entrato nel vagone.

non proprio quello perché quello che dico io è proprio il punto dove sotto ci sono i ganci (o quello che sono) che uniscono i due vagoni. Comunque è molto simile a quello che dici tu. anzi se non ricordo male, in quei vecchi treni si saliva proprio da lì!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ehm, mi sa che sono treni troppo vecchi. Io non ne ho mai visti, così... Dovrei sentire mio padre, ma in questo momento p un po' un macello -.-

Se non hai fretta, il 16 lo vedo e glielo chiedo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Credo che si riferisca a quel cubicolo di 3 metri per 3 separato dal corridoio da una porta a cui si accede una volta entrato nel vagone.

non proprio quello perché quello che dico io è proprio il punto dove sotto ci sono i ganci (o quello che sono) che uniscono i due vagoni. Comunque è molto simile a quello che dici tu. anzi se non ricordo male, in quei vecchi treni si saliva proprio da lì!

Ti ricordi male, non esiste che si salga dagli intercomunicanti.

Nei treni ancora più vecchi si saliva dai terrazzini e non c'era intercomunicante, ossia non si poteva passare da un vagone all'altro.

L'intercomunicante c'è ogni volta che devi unire due vagoni. Non ci sono su certi treni per pendolari moderni perché sono a cassa unica snodata, ma se il treno ha i vagoni, anche se è un eurostar, ha eccome gli intercomunicanti, come si vede da questa foto (per la precisione è un Vivalto).

Intercomunicante%20Carrozza%20pilota%20e%20carrozza%20dentro.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×