Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Linkstop

Lindo limbo

Post raccomandati

Dovrei dire ciò che penso,

potrei condire con ciò che sento,

ma fa senso e mi pento poco dopo

aver emesso qualche verso cupo,

man mano metto mano ai caratteri

così manometto il mio carattere,

etereo e anestetizzato d'etere vuole farsi valere

ma vale zero carati in sto cratere del Creatore,

siamo anime sensibili, quindi abili dei sensi, che per ore

vagano invano tra tormente di tormenti per compiere

il destino d'essere esseri attenti ai propri lamenti sempre desti

quando l'intestino rigetta argomenti indigesti.

Comunicano a gesti questi corpi, ma solo d' indicibili

dolori e sofferenze, soffermati sulle emozioni, sono invincibili,

vincolati solo dalla propria bile è probabile accrescano i bicipiti,

capitano capitomboli in bici ma vengono recepiti

solo come crescita, quando hai capito, precipiti.

è inevitabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il tema dell'espressione di sé stessi mi è molto caro. Spesso si tende a nascondersi, a smussare certe espressioni, certi sentimenti, solo per paura di esporsi troppo.

Vorrei solo dirti una cosa: ritengo che i tuoi versi cupi siano di una bellezza incomparabile.

E devo dire che in questi esprimi te stesso con forza, determinazione e liberamente.

Dovremmo imparare ad esprimerci più liberamente, annientando le barriere che ci limitano. Io, personalmente, sto lavorando soprattutto su questo. A dirla con parole povere, dovremmo fregarcene di quello che la gente (soprattutto che conosciamo) possa pensare di noi leggendoci. So che è difficile, ma credo che scavando e portando alla luce ciò che si trova, si possano trasmettere sensazioni genuine, forti ed efficaci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono d'accordo col tuo concetto difatti lo affrontai parecchio tempo orsono ed ora sono ad un level up,

quando l'espressione di te ha continuamente un espressione cupa dipinta inizi non sopportare più una lettura di te in questi modi.

Quel che pensano gli altri di me e dei miei scritti è da molto che non ha più importanza, bansi pensare che iniziai a scrivere in contemporanea alla mia iscrizione a Facebook, infatti lo usavo come mezzo di diffusione dei miei scritti oltre che come contenitore di critiche. Sono scoppiato e mi sono cancellato da fb, proprio per cercare nelle mie parole il mio sostegno e i miei consigli. Ho notato che è tempo che i miei termini rigettano questo malessere continuo e penso universale. Sono stufo =) vorrei poter scrivere di sogni luminosi in volumi voluminosi così da poter cancellare questo nero che mi attanaglia dentro. Non riesco. Ogni qualvolta le mie dita spingono i tasti vomitano stuoli di confusione... Aspettando ancora scrivo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vorrei poter scrivere di sogni luminosi in volumi voluminosi così da poter cancellare questo nero che mi attanaglia dentro

sei capace di farlo, a mio parere. Devi sperimentare modi e temi nuovi. Cercare l'ispirazione probabilmente in maniera diversa. Non abbandonare tutto al primo tentativo fallito.

Non rimanere mai fermo. Un poeta che non sperimenta è un poeta morto :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per dirla tutta... Non sono un poeta, scrivo e non sono uno scrittore. Non sono nulla. Ma ti assicuro non sono mai fermo, anzi vorrei ma non riesco =D vedremo, ora mi sta sollecitando l'idea di iniziare a scrivere in metrica, penso proverò a modificare qualche mio scritto tenendo conto delle sillabe... Per me è un ritorno all'età liceale =D magari qualcosa di buono ne verrà fuori, ma ti posso garantire che non penso d'essere in grado di cacciar fuori parole danzanti solo per rallegrare, posso usare ironia magari una bella forma, ma di ridente in più di 200 scritti negli ultimi 2 anni non c'è traccia =D Penso di non esserne in grado (ora perlomeno)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I sogni luminosi non devono per forza rallegrare XD

Sono curiosa di leggere qualcosa di tuo in metrica appena sarà pronto. Sono certa che ne usciranno versi bellissimi.

Solo che secondo me ti conviene scrivere qualcosa ex novo, è un po' difficile dover troncare o spezzare versi di vecchie poesie. Io le limo, cambio parole, ma non stravolgo mai tutta la struttura.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

×