Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Linkstop

Assaggio

Post raccomandati

http://www.writersdr...ogli-il-giorno/

Assaggio

Più il vento infuria funesto,

più su una fune sto, resto

in equilibrio sobrio, desto

attenzioni solo per un testo,

ora lo detesto ed arresto

un lodevole gesto,

ora, lesto illustro il mio gusto,

forse non nel modo giusto,

ma di certo aggiusto un malsano estro

con cui innesto arbusti nel posto

per redimere a miriadi d'odi all'odio, cresco,

ma sarebbe giusto dire accresco, nel "rusco",

in bolognese spazzatura, spazzo la paura fuori dall'uscio,

scrittura uguale armatura duratura, serve un guscio

quando Hescher mi confonde meno di sti paradossi

ben distinti, dall'istinto sobbalzo tipo dossi,

parodiato ogni argomento odiato, sgretolo sassi

sotto ai miei passi e per prassi

presso demoni segregati nelle segrete, lessi

di noi stessi, l' umanità nei riflessi

di chi la eredita, condita nei perplessi

passeggeri viventi nei pressi di cipressi...

Dai... Intendo morti viventi... Se scrivo vesto gli eccessi

descrivo verso il buio totale, tipo eclissi,

affissi l'immaturità e il senso di dirsi perso,

nuoto disperso dopo che riemerso

dalle acque emetto qualche verso,

Coff.. Coff... Il clima è un po' avverso,

forse perverso nel verso viaggio tipo miraggio,

la rima l'ingranaggio,

nè persona, nè personaggio,

solo un assaggio se maneggio

l'aggeggio chiamato mano, ma no... Non è un maneggio

per quanto un arpeggio c'azzeccherebbe come in campeggio

le tende, ops la rima tende al maneggio, rimembreggio,

infurio manco fossi Furia, un pazzo quando ombreggio

come carboncino sto poema epico tipo una Furia, filosofeggio?

Professionista del cazzeggio con umiltà indietreggio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che la tua più grande particolarità sia quella di utilizzare sempre lo stesso stile e ritmi spesso simili, senza risultare mai banale nei contenuti.

Volevo solo chiederti con che criterio cambi strofa. Nelle prime cambi argomento (anche se sono tutti come sempre molto legati). Non ho capito il senso di cambiare strofa proprio dopo eclissi e avverso. Motivi stilistici?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si, puramente stilistica come scelta.. Questo "Assaggio" è solo la prima parte di una sorta di poema epico scritto in strofe alternate di 10 versi rimanti con 4 versi rimanti, tra l'altro lo sto scrivendo perchè voglio esaurire le parole, quindi è un opera un po' confusa dove dico tutto e niente... magari la leggerai...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

×