Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Gigi

Un'amara scoperta

Post raccomandati

viewtopic.php?f=27&p=148105#p148105

Allora è questa la felicità?!

La frigida essenza di un istante che dribbla l'anima

e si schianta feroce contro il primo senso di colpa.

Che idioti siamo.

Schiavi di un desiderio che rigurgita un sorriso

fatto solo per dimostrare a chi ci ama che siamo ancora vivi.

Vivi certo, ma come un sasso che dal fondo di un fiume

maledice quella mano che osa raccoglierlo ancora.

E morti, come un fiore appena sbocciato e già colto

che profuma di un'esistenza fin troppo fragile, effimera.

Ma allora a che serve sorridere?

Tanto poi sarà comunque delle lacrime

che rammenteremo il sapore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma che meraviglia di poesia! nel leggerla la prima volta ti incanti... poi capisci il signoficato profondo di ciò che dici! le similitudini sono azzeccate, già sentite forse, ma le reinterpreti in modo molto bello all'interno dei versi! la domanda finale è altissima proprio perchè recchiude, secondo me, uno dei grandi misteri della vita, il dolore dell'uomo! tratti con dolcezza e grande sentimento temi molto molto alti! :) mi è veramente piaciuta!! il fatto di usare verbi molto forti nella prima parte del componimento (bribbla/schisanta/idioti/rigurgita) danno molto l'impressione non tanto dell'amarezza, quanto della rabbia, dello sdegno, che porta inevitabilmente all'amarezza che è palpabile verso la fine! complimenti veramente! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sweet Gigi ^ ^

rieccoti finalmente.

Felicità, una ricerca che corrode l'anima. Leggo amarezza, un poco di cinismo.

Delusione verso la natura umana, la stessa natura appartiene a ognuno di noi.

Ci rende patetici forse, questa affannosa ricerca...probabilmente è così. Ma se smettessimo di cercare invece, cosa ci resta? E se ci accontentassimo di risposte basiche, che tipo di soddisfazione otteremmo?

Non so a cosa tu alludessi con questi versi, ma mi hanno portato a questa riflessione magari anche molto lontana da ciò a cui pensavi.

Ad ogni modo, è molto bello rileggerti.

Un caro saluto,

White.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cara White, anche a me fa piacere risentirti... Comunque, riguardo alle tue riflessioni, devo ammettere che le hai dato un'ottima chiave di lettura...

Grazie per il commento...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bello =) Un bell'elogio alla tristezza umana e profonda, sembra visto senza che si diffonda un senso di malessere,

ma come se una sonda analizzasse da sè l'essere. Non l'ho trovata complicata cosa complice di una sana e pura comprensione.

Complimenti =)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

×