Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Memory of Dream

Bei libri con brutte traduzioni

Post raccomandati

Sfortunatamente può capitare di trovarsi davanti ad un bel libro inficiato da una traduzione poca valida. Parliamone.

Io sono alle prese con Neve sottile di Tanizaki (è lontano il Tanizaki di "La chiave") libro che narra semplicemente la vita di 4 sorelle di Osaka e del tentativo di far maritare la terzogenita. Abbiamo quindi davanti uno spaccato incredibilmente fedele (tanto che venne imposta la censura dal governo perché non aveva il giusto fervore per la guerra) del Giappone degli anni 40.

La traduzione è spesso arcaica (la prima edizione è del 1989 quindi in parte comprensibile), ritrovandoci spesso a leggere di forme ormai desuete (ad esempio "aperse"). Cosa peggiore è alle volte l'uso di termini assolutamente fuori luogo (es. "Immagazina profondamente il fiato" Forse voleva dire "Trattieni")

Non si salvano nemmeno certe traslitterazioni troppe volte sbagliate per credere ad un errore di battitura (es. "chimono" invece di "kimono").

In alcuni punti poi si vede che il testo è stato alterato (in pieno stile Italia anni 90) per rendere certi elementi più facilmente comprensibili al lettore italiano (es. dire che in un teme c'è l'errore di un f in più in una parola... peccato che in Giappone i tempi non si scrivono con il nostro alfabeto)

In alcuni casi invece sembra un'esigenza non eliminabile e quindi in parte più giustificabile pur se ridondante (come far capire altrimenti quando le sorelle parlano nel dialetto di Osaka e quando in quello di Tokyo?)

Nonostante la pessima traduzione un gran bel romanzo che non posso che consigliare, per gli appassionati di Giappone poi è imperdibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

L'ho letto qualche anno fa, davvero un bel romanzo che trasmette alla perfezione la delicatezza e la compostezza tipiche della cultura giapponese. Sinceramente non ricordo molto riguardo al linguaggio a parte sì, quel senso di "arcaico" c'è anche da dire che tradurre la lingua giapponese è estremamente difficile, molte volte si è costretti a parafrasare e ci sono sfumature che sono impossibili da rendere in italiano (le varie formule onorifiche e le particelle che danno colore alla frase ma non hanno un significato specifico).

Purtroppo molti libri stranieri risentono di brutte traduzioni, ho avuto questa impressione quando ho letto il priccolo principe, anche se non ho letto l'originale ho avuto subito l'impressione di una traduzione veramente pessima e approssimativa, stessa cosa mi è capitata con Fahrenheit 451.

In questi casi l'ideale sarebbe poter leggere la versione originale, ma per chi non è madrelingua è uno sforzo notevole

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora io con il giapponese me la cavo ma non ancora al punto da leggere un libro senza problemi (ma ci arriverò ^_^). L'inglese è invece la mia seconda lingua per quanto la leggo. Basandomi su questi fatti posso dire che ho seri dubbi che la traduzione di Neve sottile sia stata fatta dal giapponese, in primis in più di un'occasione ho trovato i nomi delle strade indicati con termin inglesi di boulevard e di ward, oltre a tante piccole cose che mi lasciano una certa impressione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, quasi tutti i libri di Bukowski tradotti in Italia! Forse solo Guanda ha delle buoni traduzione, di questo autore. Le poesie pubblicate da Feltrinelli sono scandalose, in certi punti: Ass tradotto con Fondoschiena... :facepalm:

Sono passati i bei tempi in cui la Fernanda Pivano ci traduceva mezza letteratura americana...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Le poesie pubblicate da Feltrinelli sono scandalose, in certi punti: Ass tradotto con Fondoschiena... :facepalm:

Beh, c'è da dire però che tradurre le poesie è davvero difficile, specialmente se seguono una metrica precisa o hanno delle rime. Diciamo pure che spesso e volentieri sono intraducibili.

Con la narrativa è diverso, per quanto non si possa trasmettere del tutto il senso originale, si dovrebbe comunque arrivare ad avere traduzioni dignitose. Poi va beh, io mi informo poco, leggo direttamente in italiano e come va va.

Certo, tradurre una traduzione, come nell'esempio di Memory, è sintomo di scarsa professionalità. Un conto è se si tratta di un lavoro amatoriale fatto dai fan di una determinata serie (vedi le scan dei manga, spesso tradotte dall'inglese), un conto è se si parla di opere pubblicate da una casa editrice.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Quello che ha detto memory sul fatto che possa essere tradotto dall'inglese in effetti non mi ha stupito più di tanto, in italia non sono molti i traduttori dal giapponese e il prezzo a cartella è esorbitante quindi è probabile che l'abbiano fatto anche per risparmiare o,o

Tra l'altro so che con alcuni anime in passato si traducevano direttamente dall'inglese (e parlo di anime tipo i cavalieri dello zodiaco e simili, infatti le versioni italiane facevano pena XD ma questo è un altro discorso)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Quello che ha detto memory sul fatto che possa essere tradotto dall'inglese in effetti non mi ha stupito più di tanto, in italia non sono molti i traduttori dal giapponese e il prezzo a cartella è esorbitante quindi è probabile che l'abbiano fatto anche per risparmiare o,o

Tra l'altro so che con alcuni anime in passato si traducevano direttamente dall'inglese (e parlo di anime tipo i cavalieri dello zodiaco e simili, infatti le versioni italiane facevano pena XD ma questo è un altro discorso)

Beh, però adesso tantissimi ragazzi studiano giapponese, quindi spero che almeno in futuro non ci saranno più questi problemi (magari ci saranno con altre lingue, tipo il coreano).

Gli anime forse si traducevano dall'inglese perché erano già censurati (di solito in Italia si mantenevano e si mantengono le censure americane, almeno per gli anime trasmessi su Mediaset).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho trovato brutta la traduzione di Neve di Orhan Pamuk.

Ritraducendo il primo capitolo, ho avuto delle difficoltà in alcune frasi, e andando a vedere la traduzione ho scoperto che hanno bellamente ignorato i passaggi ostici. In pratica hanno tagliato almeno quattro o cinque frasi.

Comunque quella delle traduzioni è un problema annoso. In un libro tradotto dall'inglese, ho trovato English School of Straniera Citta che Non Ricordo tradotto con scuola d'inglese. :facepalm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se non sbaglio anche alcuni romanzi di Urania sono tagliati, questo perché per l'edicola avevano stabilito un numero massimo di pagine. Che brutta cosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora in campo anime e manga possa darvi qualche nozione perché sono campi che conosco abbastanza bene

Per i manga attualmente salvo pochi casi la traduzione è o dall'inglese o dal giapponese (con un metodo raccapricciante: una ragazza giapponese che sa appena appena l'italiano traduce nella nostra lingua poi un adattatore italiano (si anche i sessi sono solitamente questi) che non sa nulla di giapponese deve cercare di rendere quelle frasi leggibili... i risultati non sono terribili) Ultimamente per fortuna stanno aumentando i traduttori professionali da l giapponese stanno aumentando (5 star stories tanto per fare un esempio è tradotto da un signor professionista)

Gli anime il discorso cambia un po' non solo c'era una mancanza di traduttori ma in una parte dei casi si trovavano anche le censure fatte quindi.

p.s i cavalieri dello zodiaco sono uno dei pochi doppiaggi storici validi di piena origine italiana a mio modesto parere. Non aderente all'originale questo si, ma aderente allo spirito dell'opera con quel linguaggio ricercato (meglio "Cedi il passo cavaliere" che un più anonimo "Spostati")

Le opere letterarie poi non vanno meglio io sto ancora aspettando la nuova traduzione (questa volta dal giapponese) del Genji monogatari. Peccato che ne sento parlare da anni e ancora non la vedo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

Premesso che chi parla male dell'adattamento italiano dei cavalieri dello zodiaco incorrerà nella mia isterica collera, in tutto questo sappiate che stavo facendo il mega ordine risparmio su Amazon.it e, influenzata da questa discussione, ho aggiunto Neve Sottile.

Se non mi piace torno qua a protestare XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Io trovo sacrilego e aberrante che vengano cambiati i nomi dei personaggi e_e

per tornare in topic stavo giusto iniziando a leggere Battle Royale e ho optato per la versione inglese, chissà che essendo una traduzione di prima mano renda meglio xD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Premesso che chi parla male dell'adattamento italiano dei cavalieri dello zodiaco incorrerà nella mia isterica collera, in tutto questo sappiate che stavo facendo il mega ordine risparmio su Amazon.it e, influenzata da questa discussione, ho aggiunto Neve Sottile.

Se non mi piace torno qua a protestare XD

Neve sottile è considerato il capolavoro di Tanizaki, a ben ragione aggiungo. Uno spaccato così reale della società giapponese è difficile trovarlo. Se poi uno è interessato a vedere com'era considerato il matrimonio in Giappone e come si svolge la procedura avrà le sue soddisfazioni. Facendo una breve ricerca posso dirvi che la traduzione è del 1961 quindi l'arcaicità dei termini ora è molto più comprensibile.

Spero di non contrariare l'autrice di New Babel :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

*si sente stalkerata* O_O

Ottimo, allora tengo ben alte le aspettative e pazienza per la traduzione, purtroppo ho visto ben di peggio nelle Cronache di Martin (cervi che diventano unicorni, capelli rossi che diventano neri, profezie che cambiano destinatario, genitori che diventano zii) e nella prima edizione di Tolkien ("Eowyn, figlia e sorella..")

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Lem Mac Lem

Di fretta e senza controllare la traduzione, il colore originale è 'aubrey' (spero di averlo scritto giusto), che descrive un biondo ramato, mentre il traduttore lo ha interpretato come 'corvino' (un termine simile in inglese).

Da qui lo strafalcione, poi corretto nei volumi successivi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×