Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Ospite Linda Rando
Sensoinverso.

Ho conosciuto l'editore.

Dichiara apertamente di essere agli inizi e di richiedere contributi di edizione di tanto in tanto.

Di più non so.

Proviamo a dargli il beneficio del dubbio?

Sensoinverso chiede contributo ma non fa selezione. Prove in mano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Volevo dare anch'io la mia testimonianza. Io ho mandato un manoscritto e mi hanno contattato due ore dopo!

Mi ha contattato proprio Gordiano Lupi proponendomi di inserire il mio manoscritto nella collana PROMO. Ovviamente avrei dovuto acquistare 100 copie scontate al 30% sull'effettivo prezzo di copertina (insomma senza nemmeno averlo letto, suppongo, dato ke erano più di 100 pagine). Io ho rifiutato e comunque ha precisato che la collana serve per evitare di cadere in truffe editoriali, non ho capito in che senso... :? '''

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fatevi due risate su questa email da loro inviata:

Gentile signor XXXX XXXX noi no siamo una casa editrice a pagamento (visto che le così chiamate “case editrici” chiedono come minimo 3000 euro per 100 o 50 copie,che promettono cielo e terra e poi no fanno nulla) lei a perfettamente ragione su quello che dice (se non fosse per un piccolo dettaglio, siamo in Italia) 1-nessun editore paga a un esordiente per pubblicare la sua opera.2-altualmente la situazione economica e molto fragile in tutti i settori ancor di più nel mondo della editoria.3- se lo stesso autore non si impegna per primo e non crede nella sua opera ,perchè dovremo crederci noi?

spero di essere stata esauriente e di averle chiarito un po’ le idee, comunque le auguro buona fortuna nella sua ricerca

ma imparare a scrivere?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Siamo in Italia, dice!... E allora perché scrive in lingua swahili?!...

Allucinantissimissimo!... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono stanco di sentir dire "siamo in Italia" e che vuol dire? che di dobbiamo adeguare alla merda?É er ragionamenti come questi che il nostor paese è indietro anni luce rispetto a molti altri paesi europei, che suqllida mentalità!Un editore che dice una cosa del genere farebbe bene a vergognarsi...ah gia, chi chiede all'autore di acquistare il suo stesso libro non può essere definito editore, quasi lo dimenticavo ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo la mia esperienza e voglio sottolineare i dati che sono un pò comuni a tutti:

1. non ho contattato personalmente la casa editrice sono sicura che qualche editore gli abbia girato la mia mail.

2. la collaboratrice del signor Lupi è straniera, la prima cosa che ho notato quando mi ha contattato sono gli orrori (nel vero senso della parola) ortografici e la sintassi errata.

3. ho fatto notare che loro chiedono comunque un contributo travestito da acquisto copie e ricerca di uno sponsor.

4. mi è stato risposto che ho visto solo la sezione promo, che loro sono editori seri e che non richiedono nessun contributo.

5. il mio racconto (un pò lungo) è stato letto in un'ora e mezzo e accettato per la collana di riferimento!

6. aspetto contratto.

Questi sono davvero ambigui....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il foglio letterario è ormai un editore a pagamento a tutti gli effetti, non capisco cosa ci faccia in "doppio binario". Risponde dopo due giorni, ti propone automaticamente la collana "promo" che in realtà è un POD a pagamento, e se gli rispondi picche ti fa contattare da un'altra casa editrice che è da due anni che si definisce "esordiente", la quale ti spara cifre assurde. Per quanto riguarda la frase: "In Italia nessun editore paga gli esordienti" è solo da ridere. E' una BUGIA vera e propria. Conosco editori che pagano perfino l'anticipo agli esordienti, come ai professionisti. Non date retta a queste cose. Sono chiacchere per i gonzi. icon_wink.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve

ho avuto a che fare con questa casa editrice nell'ottobre del 2009.

Mi fa sorridere il fatto che anche io ho ricevuto la stessa mail

"salve, ho avuto disposizioni da Gordiano Lupi di mettermi in contatto blablablabla, per discutere l'eventuale blablabla, le consiglio di visitare il link balblablabl"

unica differenza: la firma: Sasha Naspini.

La proposta prevedeva un obbligo da parte mia di acquistare 100 copie, anche tramite sponsor, scontate del 30% sul prezzo di copertina.

La particolarità di questa casa editrice, almeno stando all'accordo di pubblicazione ricevuto, è il seguente:

"non si pagheranno diritti se le vendite saranno inferiori alle 100 copie vendute a terzi"

No comment!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' un topic vecchio, ma voglio dare un mio piccolo contributo comunque, visto che conosco Gordiano Lupi. Il signore in questione di mestiere fa l'impiegato in banca, ma vorrebbe fare lo scrittore, e sono anni che ci prova, ma le case editrici gli rifiutano puntualmente ogni sua proposta. Così, ha pensato bene di fondare insieme ad altri una "casa editrice."

Si da toni da intellettuale e ama Cuba, sua seconda casa, non rinunciando in vari libelli (pubblicati anche da Stampa Alternativa) e interviste a sparare a zero contro tutto e contro tutti: autori (famosi), e case editrici a pagamento. Quello che ipocritamente sono loro.

Sul loro sito di recente segnalano autori che in principio hanno pubblicato con loro e adesso sono passati in forza a delle big, ma non fatevi ingannare: Il Foglio è una realtà minuscola che ha una distribuzione ridicola.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao ragazzi, sarò sintetico.

Ho ricevuto proposta dal foglio letterario e dopo aver letto il contratto ho fatto alcune domande legittime, vi allego la risposta del direttore:

No, mica ci siamo, sai...

Se mi fai certe domande significa che sai poco di noi, quasi niente.

Questo non è il mio mestiere. Non devo convincere nessuno a pubblicare.

Voglio solo genete convinta, coinvolta ed entusiasta.

Lasciamo stare.

di seguito le mie domande, ditemi dove sono sembrato invadente:

<p>

Ciao Gordiano buongiorno e buon inizio anno,

volevo sottoporti alcune domande (anche da ignorante) inerenti alle clausole contrattuali, sarò breve e spero non noioso:

  • Cosa intendi per rinuncia timbro SIAE?
  • Quanto durerebbe il contratto?
  • Il pagamento in libri è solo per motivi amministrativi (associazione culturale) o reale? (di certo non lo faccio per soldi, ma mi incuriosisce)
  • La promozione del libro è a totale carico dell'autore? come anche la partecipazione a concorsi?
  • L'editing è a vostra cura e gratuito?

cosa ne pensate?

grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

:nein: !Effettivamente sei stato invadente,hai osato fare delle leggittime domande,in maniera semplice ,educata e solo per curiosità...cose da matti! :tze:

mi sebra di aver capito che il soggetto in questione non ha risposto a nessuna delle tue domande,ti sembra serietà?A me no!Le ultime due domande poi,sono necessarie ,non solo per "curiosità" : Surprice :

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me, sono domande assolutamente legittime. Oltretutto, penso sia normale che un autore faccia questo tipo di domande a un editore, soprattutto di fronte a un contratto. Certo, sottolineando che io non sono espertissima nel campo, ma più o meno mi baso su ciò che ho imparato nelle discussioni del forum xD

In qualsiasi caso, hai controllato se è nella lista degli editori a pagamento del WD?

Una risposta del genere non mi sembra professionale, o anche solo vagamente razionale. Insomma, proporti un contratto per poi ritirarlo così mi sembra assurdo, soprattutto se l'editore avesse avuto realmente interesse nel pubblicare il tuo scritto o.o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Temo di avere delle difficoltà a comprendere. In ogni caso questa non è la sezione case editrici, per cui sposto il topic. La casa menzionata non compare nelle nostre liste, per cui ti chiedo di chiarire una cosa: hai ricevuto una proposta a pagamento?

Perché nel qual caso ricorda che in nessun modo, in questo forum, diamo rilievo a editori che richiedono contributi di qualsiasi natura per pubblicare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Trovato. L'editore ci risulta in lista doppio binario.

Chiudo e sposto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle 16/12/2009 at 16:35, anarchist_anger ha detto:
Ti volevo soltanto indicare il fatto che quei commenti sono vecchi e si riferiscono ad un passato remoto. Ora la casa editrice è cresciuta e, dopo 15 anni di attività, non chiede nessun contributo o acquisto. Se vuoi posso inoltrarti via mail il contratto che è un classico "5 copie omaggio + 6 % di percentuale sulle vendite". La tiratura iniziale è di 200 copie cartacee e non compare nessun obbligo d'acquisto sul contratto. C'è indicato uno sconto del 30 % su eventuali acquisti, che in realtà si tramuta nel 50 / 60 % perché Gordiano Lupi, al contrario di come viene descritto sul sito, è una persona molto morigerata e onesta.
 
Collaboro con loro da dicembre 2012, data di uscita del mio primo romanzo, e ti posso dire che Gordiano si fa un mazzo totale. Partecipa a decine di fiere della micro-editoria insieme alla moglie, senza mai guadagnare un euro, e fa quel che può anche per la promozione. Certo, non si può pretendere granché da un piccolo editore, però nel nostro piccolo siamo distribuiti da NDA e quest'anno siamo passati a PDE.
La grafica è affidata a Sacha Naspini che fa un ottimo lavoro, per l'editing ci si affida a 3 o 4 autori che lo fanno per passione, la sera dopo essere tornati a casa dal lavoro, per cui non si possono pretendere enormi risultati, ma cmq è gente che ci mette l'impegno dovuto.
 
Ti posso dire inoltre che in un anno ho esaurito la tiratura del mio romanzo. La metà delle copie le ho vendute per conto mio perché per fortuna ho parecchi amici, guadagnando cmq una discreta sommetta, perché Gordiano mi ha riconosciuto il 60 % di sconto. Le altre 100 copie sono state vendute da lui tramite distributori o fiere. Ora stiamo andando già in ristampa, che non è male visto il periodo e la dimensione dell'editore. 
In più la nostra casa editrice è una fucina di idee. Sacha Naspini ha ideato la collana "Demian" con ottimi risultati ed io ho portato il mio contributo con "I foglietti", libretti che si vendono a 1 euro, in stile vecchi MILLELIRE. 
 
Quella sezione "il foglio promo" penso non esista più da anni, cmq per correttezza chiedo a Gordiano cosa successe in quegli anni, dove probabilmente vi era un po' di confusione tra i soci.
 
Per qualsiasi altra info non esitare nel contattarmi. Gordiano magari è incasinato tra lavoro, famiglia e attività editoriale per cui a volte può sembrare frettoloso e sgarbato, ma fidati che non è così.
 
paolo.
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Foglio letterario di Gordiano Lupi - per il quale da un anno lavoro come editor dal 2012 - è stato a doppio binario solo per un anno, il 2010, attraverso la collana Promo. Collana soppressa dopo qualche mese proprio per le accuse (lecite) di avere trasgredito una propria regola: MAI pubblicare chiedendo contributi all'autore.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Foglio letterario di Gordiano Lupi - per il quale lavoro come editor dal 2012 - è stato a doppio binario solo per un anno, il 2010, attraverso la collana Promo. Collana soppressa dopo qualche mese proprio per le accuse (lecite) di avere trasgredito una propria regola: MAI pubblicare chiedendo contributi all'autore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Il Foglio letterario di Gordiano Lupi - per il quale lavoro come editor dal 2012 - è stato a doppio binario solo per un anno, il 2010, attraverso la collana Promo. Collana soppressa dopo qualche mese proprio per le accuse (lecite) di avere trasgredito una propria regola: MAI pubblicare chiedendo contributi all'autore.

Scusa, perché reiteri un messaggio che hai già postato il 17 aprile?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Il Foglio letterario di Gordiano Lupi - per il quale lavoro come editor dal 2012 - è stato a doppio binario solo per un anno, il 2010, attraverso la collana Promo. Collana soppressa dopo qualche mese proprio per le accuse (lecite) di avere trasgredito una propria regola: MAI pubblicare chiedendo contributi all'autore.

Scusa, perché reiteri un messaggio che hai già postato il 17 aprile?

 

Perché il primo messaggio era frutto di un copia e incolla.

Il testo originale era del 2013 e c'era scritto: "Il Foglio letterario di Gordiano Lupi - per il quale da un anno lavoro come editor".

In questo topic ho aggiunto "dal 2012", dimenticando di tagliare "da un anno".

Quando me ne sono accorto avevo già cliccato su "Invia messaggio".

Ho chiesto subito che venisse modificato il messaggio, ma non ho avuto risposte.

Perciò una settimana dopo l'ho riscritto. (spero di non violare il regolamento nel darti questa risposta)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Punx dici che il distributore da quest'anno è passato a Pde. Ma dal loro sito risulta ancora Nda. Che il sia ancora in attesa di aggiornamento?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Il Foglio letterario di Gordiano Lupi - per il quale lavoro come editor dal 2012 - è stato a doppio binario solo per un anno, il 2010, attraverso la collana Promo. Collana soppressa dopo qualche mese proprio per le accuse (lecite) di avere trasgredito una propria regola: MAI pubblicare chiedendo contributi all'autore.

Scusa, perché reiteri un messaggio che hai già postato il 17 aprile?

Perché il primo messaggio era frutto di un copia e incolla.

Il testo originale era del 2013 e c'era scritto: "Il Foglio letterario di Gordiano Lupi - per il quale da un anno lavoro come editor".

In questo topic ho aggiunto "dal 2012", dimenticando di tagliare "da un anno".

Quando me ne sono accorto avevo già cliccato su "Invia messaggio".

Ho chiesto subito che venisse modificato il messaggio, ma non ho avuto risposte.

Perciò una settimana dopo l'ho riscritto. (spero di non violare il regolamento nel darti questa risposta)

Infatti è tra gli editori free, e da tempo. È stato spostato dopo le varie segnalazioni di variazione della politica editoriale e noi siamo i primi a essere felici quando gli editori non richiedono o non richiedono più contributi per la pubblicazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×