Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Ospite Andrea.Dee

Buono. Aggiorno un attimo. Ho fatto diverse date ai festival cui l'editore ha partecipato. Ho rotto un po' le palle e mi è stato spedito anche un pdf che spiega alcune cose e fornisce una serie di librerie e biblioteche associate presso cui presentare.

Le recensioni le ho ottenute tutte io, ma questo a occhio perché non sono di Sanremo e quindi Leucotea non ha potere qui. È uscito anche qualcosa su portali e giornali ma io non c'entro niente.

A settembre ricomincio a presentar e l'unico limite sono io, perché non posso girare avendo un lavoro e una compagna a cui pensare. Altrmenti potrei per dire farmi 18 date (tutte quelle in lista) in giro per l'Italia, oltre a ciò a cui sono già stato invitato.

Non mi dilungo, chiudo dicendo che in questi mesi dovrebbero arrivare i diritti e che quindi poi vi dirò, e che la ce lavora per l'autore. E che in un anno e mezzo credo abbia pubblicato circa 40 titoli, dopo di me. Che ci può stare.

Ah, ho spedito anche una raccolta di racconti e non è stata accettata. Quindi fanno selezione.

 

Facciamo 7.5/10.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono una neo-autrice di Leucotea, nel senso che lo scorso 17 novembre ho firmato, con piena convinzione, il contratto con la casa editrice.

 

Mi ero arenata con gli invii del mio romanzo, anche perché editor e operatori di settore, pur apprezzando il lavoro, rilevavano che era un genere poco vendibile. Ho ripreso a fine ottobre, in maniera molto mirata. Mi avviliscono in maniera profonda gli inevitabili tempi biblici, sia di agenzie, sia di editori.

 

Con Leucotea ho avuto un'esperienza straordinaria. Dall'invio del manoscritto, il 2 novembre, alla richiesta di rispondere a una serie di domande, lo stesso due novembre, alla conferma, quattro giorni dopo! di essere molto interessati al mio testo  e di telefonare in sede per fissare un appuntamento. Appuntamento concordato il giorno 17 e che, dopo un'ora e mezzo di piacevole e franca chiacchierata, ha portato alla firma del contratto.

 

Confermo le altre testimonianze positive sulla franchezza e la passione che il giovane editore prova verso la sua attività. Per la Privacy non inserisco le precise domande- chiedo allo staff se posso farlo- credo che la risposta esauriente e realistica che ho fornito abbia portato l'editore a decidere di leggere subito il mio manoscritto- poco più di 100 pagine e sappiamo che sono in linea con le loro scelte editoriali.

 

Ah! dimenticavo: velocità anche nella pubblicazione, prevista per maggio. Cercano di far uscire un libro a settimana in modo da avere date precise e concentrare gli sforzi sul singolo testo in quella settimana.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, jacopa Del Gado ha detto:

Sono una neo-autrice di Leucotea, nel senso che lo scorso 17 novembre ho firmato, con piena convinzione, il contratto con la casa editrice.

 

 

Complimenti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Kateuan ha detto:

Mi arrivò contratto dopo neppure una settimana.

Anche con me furono rapidi.  La mia opinione è che la tecnica sia questa: un'occhiata al curriculum e alla sinossi, quindi, se la faccenda funziona, una scorsa  veloce a poche pagine per verificare se l'autore scriva in modo corretto, cioè senza la necessità di intervenire con un editing costoso. Il tutto si risolve in una settimana. Poi si cerca di precedere la concorrenza bloccando il lavoro con un contratto. L'esame del testo si approfondirà in seguito.

  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, julia1983 ha detto:

qualcuno sa i tempi di valutazione di questa CE? 

grazie a chi mi risponderà

se leggi la mia testimonianza precedente- in questa stessa pagina- scoprirai che nel mio caso sono stati addirittura solo quattro i giorni di attesa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie @jacopa Del Gado ma pensavo che il tuo caso fosse stata un' eccezione, invece ho constatato da ben tre testimonianze che sono celerissimi, ne approfitto per chiederti se lo sai, sia a te che a chiunque vorrà rispondere se accettano romanzi storici. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Leggo nella scheda iniziale che questo editore accetta testi che siano non più lunghi di 150 cartelle editoriali. Qualcuno può confermarmi che si tratta di un limite tassativo e   Leucotea non accetta testi di lunghezza superiore?

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, julia1983 ha detto:

Grazie @jacopa Del Gado ma pensavo che il tuo caso fosse stata un' eccezione, invece ho constatato da ben tre testimonianze che sono celerissimi, ne approfitto per chiederti se lo sai, sia a te che a chiunque vorrà rispondere se accettano romanzi storici. 

Credo sia un editore aperto a differenti generi, purché in sintonia con la qualità di scrittura che lui considera di buon livello. Per dirti, un autore che conosco ha pubblicato con lui tre romanzi, molto intimisti e l'ultimo con un risvolto sociale. Il mio è un testo scanzonato e ironico, di veloce lettura, molto contemporaneo. 

Credo sia importante per farsi leggere velocemente- vedi mio precedente post- rispondere in maniera diffusa e onesta alle domande che ti invieranno dopo che tu hai inviato il manoscritto. Non credo, almeno che le abbiano inviate solo a me. Per privacy, se hai bisogno di ulteriori dritte, scrivimi pure in privato.

 

3 ore fa, Miriagono ha detto:

Leggo nella scheda iniziale che questo editore accetta testi che siano non più lunghi di 150 cartelle editoriali. Qualcuno può confermarmi che si tratta di un limite tassativo e   Leucotea non accetta testi di lunghezza superiore?

Grazie.

Quindi, sì, attenti a non eccedere le 150 cartelle, mi ha espressamente confermato, di persona, questo dato. peraltro, questo è anche uno dei motivi per cui l'ho scelto.:P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, jacopa Del Gado ha detto:

Credo sia un editore aperto a differenti generi, purché in sintonia con la qualità di scrittura che lui considera di buon livello. Per dirti, un autore che conosco ha pubblicato con lui tre romanzi, molto intimisti e l'ultimo con un risvolto sociale. Il mio è un testo scanzonato e ironico, di veloce lettura, molto contemporaneo. 

Credo sia importante per farsi leggere velocemente- vedi mio precedente post- rispondere in maniera diffusa e onesta alle domande che ti invieranno dopo che tu hai inviato il manoscritto. Non credo, almeno che le abbiano inviate solo a me. Per privacy, se hai bisogno di ulteriori dritte, scrivimi pure in privato.

 

Quindi, sì, attenti a non eccedere le 150 cartelle, mi ha espressamente confermato, di persona, questo dato. peraltro, questo è anche uno dei motivi per cui l'ho scelto.:P

Grazie per la risposta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi è giunto ieri  il contratto con questa dinamica Casa Editrice ( il terzo) per il mio nuovo romanzo storico/humour. Ne sono felice.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, Kateuan ha scritto:

Mi è giunto ieri  il contratto con questa dinamica Casa Editrice ( il terzo) per il mio nuovo romanzo storico/humour. Ne sono felice.

Matteo Moraglia, l'editore, è molto presente nelle fiere.Io tra fine aprile e inizio luglio sono stata presente, oltre che a Torino, anche ad Imperia e Andora. Molto attivo anche ad organizzare incontri collettivi con gli autori, all'interno delle manifestazioni, come a Imperia.(y)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho inviato la mia proposta e ricevuto in pochi minuti una mail di conferma dove chiedono l'impegno in caso di pubblicazione alla promozione, partecipare a presentazioni, organizzarne ecc.

Non credo di poter sottoscrivere un "sì, ci sarò sempre e comunque", tocca anche ragionare: le trasferte saranno di sicuro a mio carico, ammesso che Leucotea organizzi un calendario fitto, quanto andrei a spendere? Mi interessa la loro attività sul territorio del Ponente Ligure perchè ho diversi contatti lì, ma sono di Milano. Poi valuterò anche la tiratura, se si parla di 50 copie, no.

Poi magari saranno loro a scartarmi. Sto battendo diverse strade e oggi ho pensato di tentare anche questa.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il mio contratto con questa casa editrice è ancora valido ma è, da un punto di vista morale, interrotto. Per vari dissapori che non starò ad elencare qui.

 

Allo stato attuale ordino copie che pago e che ho fatto ristampare senza i refusi e su cui guadagno il 30% e che affido ad altri per la vendita. Le copie che ho in mano prima o poi andranno sold out e a quel punto non so cosa farò. Dispiace molto perché basta farsi un giro sul mio sito per vedere quanto ha lavorato quel libro. Ma devo comunque decidere se continuare a ordinare copie. 

 

Dispiace anche perché un altro editore allo stato attuale non sono riuscito a trovarlo e a me questo lavoro piace.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×