Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

@lapidus guarda la distrubuzione è su tutti i canali online e garantisce ordinabilitá in ogni libreria. Tra le CE mediopiccole non credo possa esserci di meglio.

 

Sulla tiratura: sono basse perchè con la stampa digitale stampi le nuove copie in qualche giorno e quindi la CE taglia sui costi di magazzino. Ma, per dire, hanno appena stampato le prime cinquanta e stiamo giá ragionando sulla promozione e le relative ristampe nel prossimo periodo. Non per convincerti ma per spiegare bene la faccenda ;)

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
36 minuti fa, Dale ha detto:

@lapidus guarda la distrubuzione è su tutti i canali online e garantisce ordinabilitá in ogni libreria. Tra le CE mediopiccole non credo possa esserci di meglio.

Il fatto che il libro sia sui canali online e ordinabile in libreria è comune a ogni casa editrice, non ci vedo nessun tratto distintivo.

So di cosa parlo, ho sempre pubblicato con editori che stampavano in digitale, ma mai nessuno con tirature così basse.

Capisco minimizzare i costi di produzione, però...

  • Mi piace 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guarda, sai il fatto tuo e ne sono certo. Peró mi sa che sei stato fortunato con le CE: con la maggior parte delle piccole i libri non sono ordinabili affatto in libreria. Molte non sono nemmeno distribuite. Qualcosina del mondo editoriale ho visto anche io e - in altra sede, non qui - posso fare i nomi delle CE che distribuiscono zero, non vanno alle fiere etc. Ma credo che tu li sappia giá.

 

Sulla tiratura volevo solo spiegare le politiche adottate dalla CE che possono essere opinabili :) vi faró sapere come va la faccenda.

 

@Andrea.Dee, tu che hai giá pubblicato con loro come ti sei trovato con la tiratura? Il libro é comunque ben distribuito?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Andrea.Dee

@lapidus Mi dispiace ma stai sparando per aria.

 

Le cinquanta copie di tiratura iniziale sono solamente un bene. Questo perché, presumendo che se il libro va bene la CE ristampi, si possono anche correggere eventuali refusi che sfuggono sempre. Il lavoro di una CE, poi, non è stampare 150 copie (o duemila come altre piccole possono vantare), se poi non sei distribuito in libreria, sui canali internet non risulti sempre disponibile per rogne interne alla casa editrice e la stessa non si presenta a fiere e non alza un dito per promuoverti, il che è quello che accade con la maggior parte delle piccole.

Leucotea da quando ho pubblicato, circa sette mesi fa, ha passato tutto il tempo a girare per fiere e mi ha spedito copie per i reading senza richiedere un pagamento in anticipo, quando io non ho richiesto diversamente. Nelle librerie Feltrinelli risulti disponibile e su Amazon mi comprano, finiscono i libri e dopo venti giorni (o meno) sono di nuovi disponibili sul canale principale (non quello personale del negozio Leucotea su Amazon). Personalmente, ormai secondo me sono alla fine di queste cinquanta copie e aspetto solo di vedere cosa accadrà e se mi verrà concessa una ristampa.

E aggiungerei anche che ci sono case editrici che promettono e non mantengono, anche sulla tiratura. L'unico problema di Leucotea è che non ti fa un editing approfondito, il tuo libro dev'essere perlomeno quasi a posto, o anche qualcosa di più, quando lo proponi. Altrimenti quando ti viene richiesto di sistemarlo in quindici giorni, prima della loro mano di vernice, giustamente vai nel panico.

Modificato da Andrea.Dee

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Andrea.Dee Non dispiacerti, non sto sparando da nessuna parte, ho solo riportato la mia personalissima (e opinabilissima) opinione, siccome pagine addietro si parlava di distribuzione addirittura capillare (che non può essere con questi numeri).

Interessante la teoria per cui la tiratura bassa sarebbe un bene, non l'avevo mai sentita.

 

 

  • Mi piace 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intervengo di nuovo per confermare la grande disponibilitá della Leucotea nella promozione degli autori. Proprio ieri Matteo Moraglia mi ha scritto per propormi di presentare il mio romanzo, che uscirà il 21 novembre, in anteprima al Pisa Book Festival il prossimo 10 novembre. Parliamo di una presentazione organizzata dalla CE in una cittá che da solo non avrei mai raggiunto, e nel contesto di una fiera di settore.

 

Non so quante altre CE riescano a farti portare a casa un risultato di questo livello in termini di visibilitá, quindi per ora tutto bene direi.

 

Vi terró aggiornati :)

 

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Andrea.Dee

Non so, a Torino non sono andato e sono stato chiamato solo a Genova. Poi ho mandato una mail venerdì perché devo pagare il venduto di un conto vendita e ho un testo in valutazione e, non mi rispondono. E non è la prima volta. Non capisco se è il loro standard tirarsela un po' o mi stanno mettendo in un angolo.

 

Comunque è una buona casa editrice.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Andrea.Dee non so, secondo me se provi a telefonare rispondono tranquillamente. I ritardi nel rispondere alle mail sono un classico...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho atteso di conoscere i volti e i cuori di Edizioni Leucotea prima di condividere le mie impressioni su questa Casa Editrice.

Ieri ho visitato lo stand presso il Pisa Book Festival ed ho affidato loro uno dei miei preziosi figli:

 

Amir ha una Casa finalmente!:occhiluce:

 

Ringrazio ancora  Edizioni Leucotea (compreso Giovanni che non ho avuto il piacere di conoscere...ancora)   e  vi terrò aggiornati.

Buona domenica,

Ez :rosa:

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Certo che una prima edizione da 50 copie mi sembra un pochino limitata. Se consideriamo le copie che si possono vendere direttamente a conoscenti vari, una decina ad uso personale per amici e parenti stretti, una ventina per un paio di presentazioni nella città di origine si arriva a questa quota in una quindicina di giorni. Quello che mi ha fatto storcere il naso è l'affermazione di @Andrea.Dee quando si domanda se verrà stampata una seconda edizione. Chiudere un romanzo con quel numero di copie mi sembra sia decisamente strano.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Andrea.Dee

Sono stato ristampato a fine estate. Non lo sapevo. quindi in sei mesi mi hanno ristampato e ora sono a 90 copie. Direi che possiamo considerarci soddisfatti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Andrea.Dee complimenti :D

 

Io devo dire che a distanza di un mese su promozione e distribuzione vedo pro e contro.

 

Pro:

 

1) Promozione: molto attivi alle fiere e si sbattono per portare gli autori a fare presentazioni o corner. A Pisa su un pubblico di nove persone ho venduto due copie del romanzo. Fanno anche offerte sul loro sito.

 

2) La distribuzione online funziona benissimo e il libro arriva in pochi giorni.

 

Contro 

 

1) Promozione: il libro si perde nel mare magnum degli altri libri (ne pubblicano uno o due a settimana) e le presentazioni da loro organizzate sono comunque collettive a botte di quattro o cinque autori per volta. E vi assicuro che essere quattro autori a Pisa davanti a un pubblico di nove persone è stato...strano, diciamo. Nessun contatto con blog o giornali locali (e si che mi avevano chiesto dei riferimenti precisi che ho fornito, con tanto di mail dei direttori).

 

2) Distribuzione cartacea abbastanza problematica. Alla Ubik di Varese il libro "non è ordinabile", alla Feltrinelli della stessa città fanno un lavoro attivo per dissuaderti dal comprarlo perché ci mette troppo ad arrivare, tipo un mese.a forse qui entriamo nel campo dei librai...però é vero che con Messaggerie sarebbe tutto più facile xD

 

 

 

 

 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Andrea.Dee

Uno o due a settimana, ora. Per diversi mesi sono stati fermi. Confermo i ritardi nelle librerie. Moraglia mi ha detto che il distributore era in ferie, e sapevo già che il primo mese i libri tardano ad arrivare, dopo dovrebbero metterci 3/4 giorni (nelle feltrinelli). Ma non posso garantire. Non me la sento di criticare questa ce come di metterla su di un piedistallo, è una mezza via tra una piccola e una media e fa il suo lavoro. C'è qualche nota dolente (come tra le cose il fatto che la quarta te la scrivi tu e se non stai attento prima del via si stampi, fanno uscire la quarta con dei refusi), però si presentano a dieci fiere l'anno e penso facciano del loro meglio.

 

Poi, certo, pubblicassimo per Rizzoli le note dolenti forse sarebbero meno. Ma io Rizzoli non la vedo.

Modificato da Andrea.Dee

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Andrea.Dee nemmeno io me la sento di criticarla, e sì, é una via di mezzo tra una piccola e una media che comunque il suo lavoro lo fa. Voglio solo dare tutte le info, anche quelle negative, senza incensare nessuno :)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Con molto piacere, il mio romanzo sarà pubblicato da Edizioni Leucotea.

Se son rose...

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Andrea.Dee

Mi chiedo come faranno a vendere entro breve (se mi vendono nei prossimi quattro anni faccio in tempo a trapassare) la seconda ristampa, visto tra l'altro che ci saranno ancora copie della prima edizione fuori, in mano ai distributori. Per motivi miei voglio tre copie perfette, e mi serve la terza edizione, anche fosse il minimo di tiratura di dieci copie.

Il mio libro ormai è finito chissà dove sommerso dai libri che pubblicano. Cosa fanno si portano dietro una tonnellata di copie alle fiere? Ormai io quello che dovevo fare l'ho fatto, i miei musicisti fuori dalla mia città non vengono a suonare e andare nel circoletto comunista ti può andar bene come puoi suonare di fronte a dieci persone ed è anche un po' svilente. Ormai rimane solo che mi faccia il giro delle librerie della regione (la mia città ne ha quattro) per contribuire alle vendite.

Al Salone di Torino quest'anno penso che andrò. Il libro al corner autori almeno è in evidenza e magari si vende, poi mi faccio fare le foto e aggiungo un evento a cui ho partecipato sul sito e sui social, che fa importante :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Andrea.Dee sono nella tua stessa situazione, con la differenza che nella mia provincia tutte le librerie si sono rifiutate di fare le presentazione a parte una, la quale ha ordinato i libri a dicembre e non le sono ancora arrivati.

 

I locali non mi hanno proprio cagato di striscio. Per adesso é tutta una vendita a mano tra amici...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Andrea.Dee

@Dale Alle presentazioni in libreria vengono gli amici. Se si fermano tre persone è oro che cola. Io ho risolto andando direttamente nei locali a suonare e mi porto dietro il libro.

 

Comunque il libro da Libro.co i primi mesi non arriva.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Andrea.Dee non saprei proprio cosa fare nei locali. Non so suonare e ho scritto un giallo. Cosa faccio, insceno un delitto? :asd:

 

Forse un‘idea potrebbe essere organizzare cene con delitto...e poi mettere a disposizione il libro per chi lo vuole O_O

  • Divertente 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Andrea.Dee, non riporre troppe illusioni sulla presentazione al Salone del Libro di Torino.. Io l'ho fatto, due anni fa, stesso editore...non è vero che il libro è in evidenza nel corner e lo comprano.

Pia illusione... anche perché, con tutto quello che pubblicano, ci vorrebbe uno spazio infinito; è stata una fatica immane , si spendono un sacco di soldi tra viaggi, alberghi e quant'altro e quando andai io non c'era neppure una sedia per sedersi e né tantomeno per gli eventuali uditori che volessero assistere alla presentazione del libro.. per di piu' faceva un caldo infernale ...I grandi gruppi editoriali  naturalmente hanno i parterre, le sedie, i tavolini e quant'altro... i piccoli niente, un'unica sedia da utilizzare a turno tra l'autore, l'editore e i ragazzi che sono al corner... Ho venduto si e no forse due copie, tipo piazzista, della serie: "Signora, vorrebbe leggere un bel libro? Casualmente ho qui il mio, glielo consiglio....". Delusione totale...sono tornata a casa, a 700 km di distanza, stanca morta e con un bel po' di soldini in meno che avrei potuto utilizzare diversamente...In tutto cio' l'editore non ti sostiene minimamente, ne' al Salone del Libro né in qualsivoglia altra  tua iniziativa, ( a volte non condivide neppure i tuoi eventi sulla pagina FB)...

  • Mi piace 7
  • Confuso 1
  • Triste 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Andrea.Dee

@sirialuna Ti dirò che sono stato chiamato al book pride (Genova) e ad un'altra presentazione collettiva proprio nella mia città. Copie vendute poche ma sono tutte cose che fanno figo, in un mondo in cui la gente si stampa da sola. Infatti sui social ho condiviso le foto e sul mio sito le ho inserite tra gli eventi. Tieni conto che il salone di Torino l'anno scorso era ancora grosso (ci è andato anche Welsh, mi pare, a meno che non fosse la variante di Milano), lo stand professionale e ho visto le foto del corner autore, che è per l'appunto una colonna con il tuo nome e i tuoi libri, ma fa numero. Io con Italo dalla mediopadana sono lì in due ore, per 23 euro andata e 23 ritorno, e di sicuro non mi fermo in albergo per presenziare alla tappa in libreria. Però io non vado da solo, se devo andar lì per un corner di mezz'ora, quattro ore di treno incluse, me ne sto a casa.

Sulla pagina Letti e recensiti Moraglia condivide le recensioni, se hai foto di presentazioni o altro legate ai libri le condividi tu sul profilo di Moraglia, e arrivi a 300 visualizzazioni.

Modificato da Andrea.Dee

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so niente del corner autore con il tuo libro e il tuo nome e questa colonna che fa numero di cui parli.. io sono andata al corner Leucotea , invitata dall'editore come anche altri autori e mi sono ritrovata nella situazione che ho descritto. Due anni fa questo corner autori io non l'ho visto, a meno che non parliamo di scrittori affermati... Non so, non mi risulta che per noi, semisconosciuti, si appronti un corner autori. Magari mi sbaglio io, eh...ma non mi sembra di averne visti... Poi adesso non so, con lo sdoppiamento di Milano, se qualcosa è cambiato...puo' anche essere...personalmente ho visto solo l'ostentazione dei grandi gruppi editoriali con le loro star al seguito... Un divario allucinante del quale ho gia' parlato.

Per quanto riguarda "letti e recensiti", è ovvio che conosco la pagina  ma anche li'... anche se fosse...300 visualizzazioni e poi? I libri non se li comprano lo stesso.. Visualizzazioni, mi piace...e poi....alle presentazioni quanti vengono di questi trecento? Certo che gli eventi te li devi condividere tu, anche perché veramente stanno pubblicando un mucchio di roba...pubblicano e poi ti mollano li'... Promozione, marketing.. questi sconosciuti... Un po' meglio va agli autori liguri, che giocano in casa e sono un po' piu' seguiti dalla ce, ma per tutti gli altri, centro, sud e isole, la situazione non è molto rosea. Ergo, ti sbatti sempre e soltanto da solo.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Andrea.Dee

@sirialuna C'erano le foto dell'anno scorso. Tu sei andata due anni fa, e spero che anche quest'anno ripetano la colonnina :asd:

 

Per quanto riguarda le copie, io sono stato ristampato ma se aspetto loro la seconda ristampa me la vendono in cinque anni di contratto, non è che ci sia molto altro da dire. Se non che parzialmente non è colpa loro. Tutte le piccole e medio/piccole fanno così, da quella meno seria a quella più seria che ti edita meglio e tutte le varie balle. Se vuoi alzare il tiro punta alla e/o :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×