Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Ciao @Nuwanda, provo a risponderti in modo soddisfacente :) 

 

Cita

Secondo me, occorrerebbe prima praticare l'editing in accordo con l'autore e dopo la correzione bozze, inutile correggere "le virgole" a una storia che ancora non funziona.

Da quello che ho capito, la prima passata di correzione bozze serve a far lavorare meglio l'editor sull'editing vero e proprio, è diciamo un primo livello di raffinazione del testo che viene richiesto all'Autore. Mi è stato anche detto che l'entità di questo lavoro varia a seconda dei casi, il mio testo aveva già subito due livelli di riscrittura prima di essere spedito alle CE e quindi suppongo che ci sarà ben poco da fare. Se questo nasconda un editing molto leggero, l'assenza di editing o se sia solo un modo per facilitare davvero il lavoro dell'Editor io non posso dirlo per ora, lo saprò tra qualche mese e vi farò certamente sapere :) 

 

Cita

Il sud ne esce sempre penalizzato... Questo però sembra un problema del distributore piuttosto che della CE.

Si a quanto ho capito è un problema di collegamento tra Libro.co e i distributori locali delle due regioni. La penalizzazione del sud è una costante non solo nell'editoria e ti do ragione.

 

Cita

L'editore o qualcuno della CE è presente alle presentazioni?

Dipende, non c'è un accordo specifico (so che molto spesso questo vuol dire che no, non vedrò l'editore alle presentazioni). Credo che per loro presenziare alle presentazioni fuori dalla Liguria non sia semplice a livello di costi. Comunque a me va bene anche così, sono uno che ama avere carta bianca all'atto pratico ;)

 

Cita

Oltre ai libri (ci mancherebbe:asd: )

Sulla base delle mie esperienze molte CE per le presentazioni fuori dalle librerie i libri te li fanno acquistare eccome, quindi non credo che sia una questione ovvia :asd: tra l'altro colgo l'occasione di aggiungere una cosa: l'editore chiede il pagamento dopo la presentazione e chiede questo pagamento con il 30% di sconto. Praticamente un autore durante la presentazione può vendere a prezzo pieno il libro, intascando il 30% del ricavato come rimborso spese/guadagno, o vendere alla presentazione il libro con uno sconto fino al 30%.  

 

Cita

che tipo di supporto viene fornito all'autore?

Possibile richiedere degli "obblighi" in questo senso all'editore, naturalmente nel comune interesse?

In generale, gli autori che non vivono in Liguria che tipo di supporto possono avere?

Il supporto va dai comunicati stampa ai giornali (più in generale l'attività dell'ufficio stampa) alla diretta organizzazione di almeno due presentazioni nella zona dell'Autore - e questo è un obbligo scritto nel contratto. Altro elemento - fondamentale secondo me - è la presenza alle fiere più importanti dove l'editore organizza presentazioni del libro durante la fiera e dopo (al FuoriSalone di Torino, per fare un esempio, Leucotea organizzava presentazioni in una libreria del centro di Torino). Chiaro che si richiede all'Autore un impegno non indifferente nella promozione.

 

Credo che sia un livello di supporto molto buono se pensiamo che si tratta di una realtà piccola e di un autore esordiente (y)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, Nuwanda ha detto:

Oltre ai libri (ci mancherebbe :asd:) che tipo di supporto viene fornito all'autore?

 

@Nuwanda, ho appena saputo che un libro Leucotea è stato presentato a Striscia...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Grazie per le utili informazioni @Dale

@Fraudolente

A volte è l'autore e non la CE a trovare dei contatti, ma non so come avvegano le segnalazioni in quella trasmissione televisiva...

Bisognerebbe, invece, valutare anche la presenza in qualche premio letterario, per identificare un riconoscimento più attinente. Magari l'editore potrebbe muoversi anche in questo senso, penso al Premio Campiello o allo Strega ;-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti, vi ragguaglio sul primo step nell'iter di pubblicazione :asd: oggi mi è arrivato il decalogo da seguire per sistemare il testo. Si tratta del classico prontuario che spiega come e quando mettere virgolette, spaziatura, punteggiatura, maiuscole etc. Niente di trascendentale, e se si è fatto un buon lavoro in precedenza si tratta solo di dare una riguardata.

 

Vi aggiornerò poi sull'editing. Comunque ripeto, sono molto disponibili e veloci a rispondere. Tra l'altro io ho richiesto una copia omaggio e anche se non era prevista dal contratto me l'hanno concessa senza problemi. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sto seguendo la conversazione da un po', ma non sempre riesco a passare a rispondere, purtroppo. Provo a fare un po' di chiarezza su alcune cose, sperando che possa risultare utile.

Leucotea non effettua un editing approfondito sul testo, e da contratto è specificato che il romanzo dovrà essere consegnato nella sua forma definitiva entro un tot. di tempo (una quindicina di giorni, mi pare), prima di passare alla correzione di bozza, che è ben diversa da un editing.

All'autore è richiesto di controllare il testo seguendo il vademecum fornito dall'editore, dopo di che segue una visione del romanzo, l'impaginazione e poco dopo arriva il "visto si stampi". Consiglio a tutti coloro che pubblicano con un piccolo editore di essere il più scrupolosi possibile con le correzioni e l'editing, perché purtroppo degli errori capitano sempre. Fate rileggere il testo a qualche conoscente o a una persona di fiducia, che sappia aiutarvi a riconoscere le incongruenze, la caratterizzazione dei personaggi e via dicendo.

Per quanto riguarda le fiere, l'editore prevede un corner allo stand, in qualche caso (ma non sempre) anche delle presentazioni. I corner allo stand vanno concordati preventivamente e per fiere gettonate, come quella di Torino, sono di circa mezz'ora per ogni autore.

Per quanto riguarda Striscia la Notizia, mi pare di aver capito che l'autrice lavori a Mediaset o abbia dei contatti diretti con loro. Se volete promuovere il vostro libro, vi consiglio di muovervi come meglio potete in autonomia. L'editore è sempre disponibile, ma il grosso del lavoro dovete farlo voi, sudando molto per ottenere dei risultati, soprattutto se non avete delle conoscenze che vi permettano di darvi una mano e una spintarella verso l'alto, che non guasterebbe. Questo vale sia per chi abita in Liguria che per chi si trova al di fuori, bisogna essere più intraprendenti possibile, in questo senso. Parlando, invece, di concorsi letterari, l'editore fornisce una copia gratuita all'autore (non sono sicura sulla quantità precisa) per partecipare ai concorsi. Se non erro, uno degli ultimi libri da loro pubblicati concorre proprio al Campiello.

Confermo, infine, quanto si diceva poco sopra riguardo le copie da acquistare: all'autore non viene chiesto di sborsare neanche un centesimo. Se quest'ultimo ha bisogno di copie per le presentazioni, può decidere di comprarle, se lo desidera e se è sicuro di venderle (con uno sconto generoso da parte dell'editore), altrimenti di prassi l'editore propone un comodissimo e onestissimo conto vendita.

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@- Ametista - concordo su tutto, corrisponde a quanto so io con qualche aggiunta (di cui ti ringrazio ^^).

 

Sull'editing, tu hai scritto che 

Cita

Leucotea non effettua un editing approfondito sul testo, e da contratto è specificato che il romanzo dovrà essere consegnato nella sua forma definitiva entro un tot. di tempo (una quindicina di giorni, mi pare), prima di passare alla correzione di bozza, che è ben diversa da un editing.

 

In realtà sul mio contratto utilizzano proprio il termine editing, da effettuare dopo il primo giro di correzione di bozze fatto dall'autore e a cui seguirà un secondo giro di bozze. Ma ho sentito da molti che l'editing di questa CE, quando c'è, è molto leggero, quindi faccio tesoro dei vostri consigli e lavorerò a una lettura incrociata in proprio, prima di mandargli il malloppazzo.

Speriamo che sia almeno accettabile :asd:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Dale eh, lo so, ma per sicurezza credo sia meglio farlo leggere a qualcuno di esterno, qualcuno che, appunto, sia sincero e non ti dia il "contentino" e che sia disposto a dirti tutto quello che c'è di buono e di cattivo in quello che hai scritto. Comunque questi sono consigli spassionati, poi ognuno è libero di fare come meglio crede opportuno, ovviamente. Diciamo che, se tornassi indietro, il mio romanzo lo riscriverei completamente da capo. Ad oggi, ci trovo degli errori che... :nuo:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Andrea.Dee

@Dale Ho ordinato 12 copie, pagate in anticipo. Adesso, non vorrei dire una castroneria, ma sulle linee guida che ho ricevuto era chiaramente scritto che per le presentazioni fuori dalle librerie/circoli sociali, l'autore poteva acquistare copie con lo sconto del 30%. Detto questo, a me non interessa. Quelle 12 copie andranno via per la prima presentazione e poi ai conoscenti e ci guadagnerò il 30% su ogni libro. 

Modificato da Andrea.Dee

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Andrea.Dee è esattamente così, 30%. Infatti conviene acquistarli in questo modo e rivederseli, ci si guadagna di più. Unico appunto: le copie acquistate con questo metodo non vengono calcolate nella rendicontazione finale delle royalties, c'è scritto anche sul contratto. Trattasi di una precisazione, magari è scontato, ma io inizialmente me lo ero chiesto, per cui lo dico, non si sa mai.

 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Andrea.Dee sì, da quanto mi ha detto Moraglia questa cosa del 30% vale indipendentemente dalla modalità di ricezione delle copie per la presentazione (fuori dalle librerie): se le paghi prima, le paghi con il 30% e ti tieni la differenza rivendendole a prezzo pieno; se te le mandano in conto vendita, dopo la presentazione puoi versare all'editore il 70% del prezzo di copertina del venduto tenendoti il 30%. Le due modalità sono a discrezione dell'autore, a meno che non si ordinino centinaia di copie (in quel caso l'editore richiede il pagamento in anticipo). Mi sembra una cosa molto positiva. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Torno ad aggiornarvi per la mia raccolta di racconti pubblicata il 24 maggio.

Mi sto dando da fare per le presentazioni contattando diversi posti e soprattutto dandomi da fare con gli stabilimenti balneari, dato che abito in riviera. A me organizzare piace, per cui non è un problema. Sono stato a san Remo il 10 giugno, impervio raggiungerla per me che vengo dalla Romagna, ma era necessario. Moraglia mi ha accolto benissimo negli uffici della Leucotea vicino al lungomare e abbiamo parlato di distribuzione e promozione. 

Mi ha consigliato di chiedere contatti a seconda dei miei spostamenti (esempio: vado 10 giorni in vacanza in Toscana, chi abbiamo.come casa editrice da contattare per eventuali presentazioni?) in più anche la soluzione " firma copie". Nel mio caso, in una libreria di Lugo di Romagna con cui hanno a che fare, si può organizzare un'oretta di presenza alla cassa con tanto di video e foto, cercando di farsi conoscere alla gente esponendo brevemente il proprio libro. Mi ha confermato che il circuito della Feltrinelli è buono poiché è ben fornito dai loro distributori. 

A Torino hanno fatto sostanzialmente cosi, facendo video e foto agli autori che passavano dallo stand e parlavano 5 o 10 minuti ciascuno del proprio libro.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@StefanoWriter

56 minuti fa, StefanoWriter ha detto:

esempio: vado 10 giorni in vacanza in Toscana, chi abbiamo.come casa editrice da contattare per eventuali presentazioni?

Intendevi librerie? O la Leucotea ha contatti con altre CE che mi sono perso? O_O

 

Cita

in una libreria di Lugo di Romagna con cui hanno a che fare, si può organizzare un'oretta di presenza alla cassa con tanto di video e foto, cercando di farsi conoscere alla gente esponendo brevemente il proprio libro.

Interessante. Ti hanno proposto direttamente loro questa collaborazione?
 

Cita

Mi ha confermato che il circuito della Feltrinelli è buono poiché è ben fornito dai loro distributori.

Lo hanno detto anche a me. Invece sai come sono messi nel circuito Mondadori? Ho avuto dei problemi alla Mondadori di Legnano, ma può essere una questione personale visto che con il libraio non corre buon sangue.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 @Dale no in Italia si parla di contatti con librai. La cosa della firma copie me l'ha proposta Moraglia direttamente.

Sono sul Mondadori Store, ma è il distributore e non le librerie Mondadori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Andrea.Dee

Quanto avete impiegato a ricevere l'e-book con il trademark da spedire a blog/siti per le recensioni? Perché non rispondono neanche alle mail (manco li avessi tartassati, tre mail in un mese e mezzo). Comincio a stancarmi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Andrea.Dee

L'e-book è giù uscito. Sono loro che non mi mandano quello da spedire ai recensori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, a proposito di Leucotea edizioni, qualcuno ha idea se i vincitori del concorso " Innamorati con Leucotea"?  sono già stati proclamati? Se sì ..dove è possibile visionarli? Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Sara Garzia  :) 

Di quel concorso purtroppo non so nulla, anche perché il rosa non è proprio il mio genere :eheh:

Ti chiedo di presentarti nella sezione Ingresso e di dare un'occhiata al Regolamento, come prassi del forum :) così ci si conosce meglio!

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi accingo anch'io a firmare con questa CE! Che emozione! Qualcuno di voi che ha pubblicato con loro, che esperienza ha avuto con l'editing? Vi ritenete soddisfatti? Quanto tempo avete impiegato per rendere l'opera finita?

Graize a chi mi vorrà rispondere!:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Editing veloce e non pesante. Piu' o meno un paio di mesi dalla firma del contratto. Si puo' discutere direttamente con l'editore su ogni punto e in caso di dubbio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Torno ad aggiornarvi sulla prossima pubblicazione del mio romanzo per i Project di Leucotea. Negli ultimi mesi abbiamo lavorato sull'editing (leggero ma competente) e sulla correzione di bozze. Andremo in stampa tra pochi giorni.

Confermo la serietà della CE e la disponibilità di Moraglia nelle comunicazioni con gli autori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Spero di non essere OT. Dopo vari passaggi il mio libro é pronto e uscirá il 21 novembre. :banana:

 

Moraglia, sempre molto disponibile, mi sta seguendo anche sul tema della distribuzione e promozione. Si sta creando una bella sinergia per le presentazioni: io contatto locali e librerie ma la CE é sempre disponibile a intervenire su questioni tecniche. Mi sento come all‘inizio di una grande avventura :D

  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho rifiutato. La tiratura mi sembra con dei minimi davvero troppo bassi sia nella prima sia nelle successive edizioni. Francamente non vedo nemmeno questa distribuzione "capillare" come è stata definita da qualcuno.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, taxidriver ha detto:

@lapidus di che tiratura si parla? (Ultimamente è una mia fissa questa della tiratura...)

Prima edizione con un minimo di 50 copie, edizioni successive con un minimo di 10 copie.

Questa cosa del minimo (e non della dicitura esatta) lascia totale discrezionalità all'editore.

In ogni caso con numeri così bassi non vedo come ci possa essere distribuzione.

Io non sono proprio esordiente, capisco però che per un autore alle prime esperienze il fatto che non ci sia nessun contributo sia già di per sè requisito importante.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×