Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Sherasiph

[LS4] La cacciatrice

Post raccomandati

ho scelto la traccia 1 : Subway to Sallys "Feuerland"

Passeggiando per le strade della città deserta, Kylia si guardava intorno, studiando ogni viottolo. Non sembravano esserci segni di vita. Non che si aspettasse di trovarne, del resto: quella dimensione era morta da tempo.

Un rumore la fece voltare. Incoccò una freccia e la puntò in quella direzione, ma vide solo un’ombra che si allontanava per un vicolo. La seguì senza esitare. La sua preda era quasi a portata di mano.

Non pensava a nulla, non provava nulla. Lo scopo per cui era lì occupava tutti i suoi pensieri.

Infine lo vide.

Il demone era a pochi metri da lei. Si voltò e le sorrise. Nell’aspetto era ancora un umano.

Solo in quello, però.

Kylia prese la mira, ma non fu abbastanza veloce. Una lama di luce attraversò l’aria davanti al demone, ruotò e si aprì in un rettangolo allungato. Lui lo attraversò in fretta e sparì.

Imprecando, Kylia prese la statuetta d’avorio, il distorsore dimensionale, e aprì un portale, attraversandolo come aveva fatto il suo avversario.

Si ritrovò nell’altra dimensione. L’aria era calda, pregna dell’odore di fumo. Si trovava in una landa arida, attraversata da fiumi di lava. I pochi alberi rinsecchiti stavano bruciando.

«Benvenuta nel mio regno, cacciatrice» disse una voce.

Kylia alzò lo sguardo. Lui era lì e le sorrideva sprezzante.

«Tal’ashan» sibilò lei.

«Mi hai inseguito per tutto questo tempo… non pensavi che sarei tornato qui, vero?»

«No» ammise Kylia. «In fondo, questa è la tua prigione.»

«Fai in fretta a dimenticare il passato.»

Una sfera di fuoco incandescente guizzò dalle sue mani verso Kylia. Lei scartò di lato, evitandolo, prese la mira e lanciò la freccia. Mancandolo.

Tal’ashan le si avvicinò. «Non te ne andrai facilmente.»

Kylia scagliò una seconda freccia, che questa volta colpì Tal’ashan. Ma l’essere non vi fece caso, e continuò ad avvicinarsi.

La cacciatrice corse, cercando di allontanarsi. Doveva trovare il modo di ucciderlo.

Un fiumiciattolo di lava le sbarrò la strada.

«Kylia» sussurrò il demone, in tono più dolce. «Non ricordi neanche quando questa era casa tua?»

Lei scosse la testa. Non era il momento per i ricordi, non ancora.

«E’ il tuo destino, Kylia. Vuoi abbandonarlo?»

Kylia sgranò gli occhi. Il demone era fermo, davanti a lei, ma era diverso. Bello, raggiante. Proprio come lo ricordava.

«Sei tu?» chiese.

«Ricordi quanto ci amavamo?»

Ricordava. Ashan, il suo grande amore perduto. Il suo destino.

Abbassò l’arco e si avvicinò. Come se il tempo non fosse passato, Ashan era lì, di fronte a lei.

«Destino» disse Ashan. «Tu sei la mia sposa.»

«Siamo destinati» convenne Kylia. Si avvicinò a lui. Voleva abbracciarlo, baciarlo, come una volta.

Ashan allargò le braccia. «L’amore può…»

Fu in quell’istante che il pugnale si conficcò nel cuore del demone. Tal’ashan gridò, si contorse, cercò di ghermire Kylia, ma svanì, esplodendo.

«Decido io il mio destino» sussurrò Kylia.

Ora finalmente poteva piangere, piangere il suo amore, in realtà morto da quando era diventato il mostro a cui una volta davano la caccia insieme.

«Addio.»

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite ~Julia
Passeggiando per le strade della città deserta, Kylia si guardava intorno, studiando ogni viottolo. Non sembravano esserci segni di vita. Non che si aspettasse di trovarne, del resto: quella dimensione era morta da tempo.

Un rumore la fece voltare. Incoccò una freccia e la puntò in quella direzione, ma vide solo un’ombra che si allontanava per un vicolo. La seguì senza esitare. La sua preda era quasi a portata di mano.

Non ho capito una cosa: il fatto che lei lo incontri lì, in quella dimensione morta da tempo in cui non si aspettava di trovare nessuno, è un caso?

Si avvicinò a lui. Voleva abbracciarlo, baciarlo, come una volta.

Lei quindi cambia idea sul momento e decide di ucciderlo? Perché nel giro di pochi secondi passa dal volerlo baciare all'ammazzarlo, mi sembra un po' forzato.

Per il resto il testo mi è piaciuto, però mancava l'effetto sorpresa finale. Sarei rimasta più sorpresa se lei avesse deciso di restare con lui nonostante la sua natura... Però tieni conto che si tratta di un gusto personale!

Uno dei particolari che ho apprezzato di più è stato il distorsore dimensionale. icon_cheesygrin.gif

Se non sbaglio ieri hai detto in tag di non aver mai postato un testo prima di LS, ma spero di rileggerti perché comunque mi piace come scrivi. A rileggerti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Julia, grazie dei commenti :oD

Per la prima: no, non è un caso, perchè si inseguivano da tempo, passando da una dimensione all'altra, quindi lei sapeva che l'avrebbe trovato lì.

Per la seconda: in realtà, è lui a mostrarsi come quello che era un tempo, e il ricordo confonde la cacciatrice.

Sì, Dovevo spiegarli meglio. :facepalm:

Grazie mille icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il demone era a pochi metri da lei. Si voltò e le sorrise. Nell’aspetto era ancora un umano.

Solo in quello, però.

.........................

«Tal’ashan» sibilò lei.

«Mi hai inseguito per tutto questo tempo… non pensavi che sarei tornato qui, vero?»

«No» ammise Kylia. «In fondo, questa è la tua prigione.»

«Fai in fretta a dimenticare il passato.»

..........................

Kylia sgranò gli occhi. Il demone era fermo, davanti a lei, ma era diverso. Bello, raggiante. Proprio come lo ricordava.

«Sei tu?» chiese.

«Ricordi quanto ci amavamo?»

Ricordava. Ashan, il suo grande amore perduto. Il suo destino.

................................................

Ora finalmente poteva piangere, piangere il suo amore, in realtà morto da quando era diventato il mostro a cui una volta davano la caccia insieme.

«Addio.»

In linea generale l'idea mi è piaciuta, però ho riscontrato delle cose che mi hanno mandato un po' in confusione.

Premetto che il mio è solo un giudizio personale quindi non è assoluto icon_wink.gif

Prima il demone ha l'aspetto umano, ma di un umano che lei non conosce...ma sa che è il demone.

Poi lui si presenta come il demone a cui lei e Ashan hanno dato la caccia insieme in cui poi si è trasformato.

Scrivi che lei non vuole e non ha tempo per ricordare, però l'azione finale fa capire che lei ricordava benissimo e fingendo di cadergli tra le braccia lo trafigge.

Questo quindi era un mostro che poteva prendere le sembianze di chiunque?

Insomma, l'idea non era male, però secondo me nel tentativo di dare il giusto colpo di scena finale hai un po' creato confusione.

Ma è solo una mia opinione eh..... blink1.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Innanzitutto benvenuta ai Lampi scrittevoli! Ieri avevi paura e non volevi partecipare, eppure il tuo racconto comunque è molto interessante, al pari di tutti gli altri.

La tua idea guida mi ha affascinato parecchio, perchè la storia sembra avvincente e coinvolgente. Non mi sono saltati agli occhi errori o refusi narrativi. L'unico neo che ritrovo è forse (ma è un mio problema di sicuro) la gestione del pregresso, nel senso che la tua storia inizia laddove alcune cose sono già successe e forse qualche dettaglio che viene accennato magari meritava qualche particolare in più. Ma tutto questo va a inquadrarsi in una situazione in cui c'è spazio limitato e tempo tiranno per la partecipazione, perciò, nonostante vorrei leggere qualcosa in più su questa storia (e se hai in mente di fare altri paragrafi te ne sarò grato), ti faccio i miei complimenti, bella prova!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non ho trovato confusione nella trama, mi è sembrata chiara, anche la scrittura è buona. Per cui il resto è gusto personale e non mi ha particolarmente colpito perché non sopporto tanto questo tipo di storie con cacciatrici e demoni amanti et simila. E' un mio limite, non tuo, che sei riuscita a far stare nei caratteri una storia completa e credo buona.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Il racconto mi piace, bella l’idea e bello anche lo sviluppo. E visto i miei gusti… -_-

Qui “Passeggiando per le strade…” avrei messo “Camminando…” perché in fondo lei non va semplicemente a fare una passeggiata, ma sta già cacciando. Per riassumere, secondo me Tal’ashan è il demone che si è impossessato di Ashan, l’uomo che lei avrebbe dovuto (voluto? mi pare di sì) sposare in quello che fu il loro mondo prima che il demone lo distruggesse. Ma qui non ho capito perché quella era anche la sua prigione. Mi manca un po’ di suspence, ma è sicuramente una cosa dovuta al poco tempo a disposizione e al numero di caratteri limitati.

Brava, e tu che non volevi postare :facepalm: Spero di rileggerti presto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Un bell'esordio nel contest dei lampi scrittevoli -_-

Il racconto è ben scritto, mi è piaciuta molto la descrizione di questo episodio, forse però si sente la mancanza di qualche retroscena, ad esempio mi sono chiesta perché lui sia diventato un demone, è come se fosse un frammento di una storia più ampia :)

Una buona prova comunque!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie, grazie, grazie a tutti per i commenti! :oDDD

Sì, in alcuni punti ho fatto un pò di confusione e ho tralasciato qualcosa che doveva starci :facepalm: per capire meglio la storia :facepalm: vedrò di migliorarlo.

Ringrazio davvero tutti icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
«Tal’ashan» sibilò lei.
leggendo dopo ho scoperto che è il nome del demone, ma quando ho letto quella parola la prima volta ho pensato che fosse una strana imprecazione.
Una sfera di fuoco incandescente guizzò dalle sue mani verso Kylia. Lei scartò di lato, evitandolo, prese la mira e lanciò la freccia. Mancandolo.
refuso: "evitandolA".

Domanda: perchè il demone è morto con una pugnala al cuore ma la freccia non l'ha neppure scalfito?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Adoro il fantasy antropo-emozionale. Kylia, un'esitenza tesa a scacciare ed esorcizzare il demone di un amore sbagliato.

Brava complimenti!

Un piccolo, personale suggerimento: sarebbe stato bello decrivere il momento di profondo dolore, l'urlo straziante di Kylia nel momento in cui estrae la lama dal corpo di Tal’ashan. Lui è morto, lei è giunta al suo obiettivo, ma a quale prezzo?

Carlo Filippo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti, è davvero un bel racconto, sia per la storia che hai raccontato che per il modo in cui l'hai scritta, e mi è piaciuto molto. ok.gif

Ho sempre adorato leggere storie di demoni, cacciatori di demoni e tutte le vicende ad essi collegate e devo dire che descrivi piuttosto bene la "caccia", anche se, fossi stata in te, avrei cercato di mostrare meglio la "dimensione morta".

Insomma, credo che avresti potuto rendere benissimo l'effetto inquietante che doveva avere anche in poche righe. Solo per mettere ancora più brividi, già che parliamo di demoni.

Mi chiedevo però, quando parli della "dimensione morta" o del "distorsore dimensionale" non sarebbe meglio metterli con la maiuscola? Penso che facendolo renderesti luogo e oggetto più reali.

Inoltre non ho capito bene il momento in cui Tal'ashan diventa (o torna) Ashan. Correggimi se sbaglio, ma Ashan all'inizio era una sorta di angelo che combatteva i demoni con Kylia ma poi diventa cattivo?

Oppure Ashan è già morto da un pò e Tal'ashan ne prende solo le sembianze per confondere la cacciatrice?

In questa parte mi sono un pò persa...ma potrei anche essere stata io a leggere troppo distrattamente... sorry.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ippo64 e Arwen, grazie per i commenti :oD

@Arwen, sì, Ashan prima era un cacciatore come Kylia, in seguito è diventato un demone.

Alcune parti sono un pò confuse, purtroppo, lo so :facepalm:

thanks.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Storia piuttosto... misteriosa. Non ho capito bene com'è l'ambientazione... ma la immagino un pò gotica, faccio giusto? Nel senso, era nelle tue intenzioni farla immaginare così?

Comunque mi è piaciuto il fatto che il demone si mostrasse alla cacciatrice col suo aspetto originario per confonderla. Un pò un cliché, ma usato sapientemente ^_^

Carino anche il finale ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

×