Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

ewan_j

Il grande thread dei consigli per l'estate

Post raccomandati

Estate, tempo di vacanze, realx, tranquillità. O della sessione di luglio, se siete universitari come me. In ogni caso, il tempo ideale per leggere un buon libro (ok, quello è il libro su cui io passerò l'estate, ma non sottovalutate la procedura penale sotto l'ombrellone, mi dicono che sia il nuovo Dipiù).

Apro questa discussione perché, sotto sotto, a noi WDers ci piace leggere e siamo sempre alla ricerca di qualcosa da sfogliare, sia fisicamente che in formato digitale. Qui sotto ci sono i libri che ho in programma di leggere quest'estate... o che ho già letto, perché, insomma, siamo già al 5 luglio. Se volete ( :li: ) potete accodarvi con i vostri consigli letterari per la torrida estate 2011 (vulcano Eyjafjallajökull permettendo).

Ma permettetemi di porre qualche paletto. Sarebbe meglio che fossero novità letterarie o comunque libri usciti entro l'anno, ma non è obbligatorio. Se avete intenzione di leggere "Guerra e Pace" e volete consigliarlo anche agli altri WDers va bene lo stesso.

Detto questo, i libri che ho intenzione di leggere quest'estate.

Cielo di sabbia di Joe R. Lansdale

Una storia di viaggio e maturazione, e una bella storia per di più. Fila via veloce che è un piacere, ideale per leggere nonostante l'afa :asd:

Sopdet. La stella della morte di Lara Manni

Avevo detto che non l'avrei letto perché la protagonista è una cretina con pedigree, ma poi l'ho preso comunque perché Lara Manni scrive bene ed è un po' che non leggo un libro sui demoni. Poi a entrambi piace Stephen King...

I misteri di Black Port di Fabrizio Fortino

Un fantasy un po' ucronico (e forse anche un po' steam, devo ancora capirlo per bene) scritto da un esordiente e pubblicato da Casini *inchino*

E uno in inglese, così tanto per gradire.

Robopocalypse di Daniel H. Wilson

Perché un po' di apocalisse non guasta mai. Qui tutti gli apparecchi elettronici, dai bancomat ai robot da cucina, vengono riprogrammati da un supercomputer impazzito per distruggere l'umanità, in una storia più alla Terminator che alla Asimov.

E poi ci sarebbe un certo libro di una certa conoscenza del WD. Giuro e spergiuro, appena lo becco su Amazon piazzo l'ordine.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sopdet. La stella della morte di Lara Manni

Avevo detto che non l'avrei letto perché la protagonista è una cretina con pedigree, ma poi l'ho preso comunque perché Lara Manni scrive bene ed è un po' che non leggo un libro sui demoni. Poi a entrambi piace Stephen King...

Scoprirai che la vera protagonista è una contadina veneta degli anni venti...e avrà a che fare con i demoni manga :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Estate, tempo di vacanze, realx, tranquillità. O della sessione di luglio, se siete universitari come me.

Ecco, appunto! Ho l'ultimo esame il 18 luglio wallbash.gif

Detto ciò credo che quest'estate dovrò mettermi a leggere i libri che mi servono per la tesi, e per il resto devo ancora smaltire molti acquisti fatti negli ultimi tempi...

Ma sicuramente tornerò dalla fiera dell'editoria (a Finale Ligure dal 22 al 24 luglio) con nuovi pargoli love1.gif

In particolare sono curiosa di comprare qualcosa della Gru edizioni e Las Vegas.

Poi ci sono sempre le amiche americane da approfondire:

- Joyce Carol Oates

- Amy Hempel

- Grace Paley

- Judy Budnitz

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
E poi ci sarebbe un certo libro di una certa conoscenza del WD. Giuro e spergiuro, appena lo becco su Amazon piazzo l'ordine.

Ho parlato con l'editore a questo proposito.

Lui mi ha spiegato che amazon ha aperto da poco e ancora non hanno dato a molti editori un ufficio di riferimento per rendere disponibili le proprie pubblicazioni, né gli hanno dato un'idea dei tempi, quindi sono in attesa ma per colpa esclusiva di amazon.

Quindi mi sa che dovrai dirottare su IBS o direttamente dal sito dell'editore. (dove volendo tra l'altro adesso è disponibile l'E-Book.) icon_wink.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io devo leggere ancora millemila cose. U_U

Stephen King, lo so, sono l'unica lettrice al mondo che non l'ha mai letto. Devo ancora capire se esiste un suo libro adatto a me, dato che l'horror non lo digerisco e non volevo iniziare subito con una saga tipo "La torre nera".

Poi c'è Terry Brooks, di cui alcuni parlano bene a altri male, e che quindi vorrei leggere per farmi un'opinione mia.

E poi ci sono i manuali di scrittura dei suddetti, "On Writing" e "A volte la magia funziona".

E poi c'è "L'ultimo elfo" di Silvana De Mari, qualcosa di Lansdale (con Hap&Leonard sono ferma a Bad Chili), "Esbat" di Lara Manni e poi boh, vorrei leggere qualcosa della Casini.

E infine ci sono i classici, che non elenco perché mi vergogno a dire di non aver mai letto "La storia infinita". Ops.

Detto ciò, scommetto che alla fine dell'estate non avrò letto niente di tutto questo e mi sarò buttata su tutt'altro, ma va beh. XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Detto ciò, scommetto che alla fine dell'estate non avrò letto niente di tutto questo e mi sarò buttata su tutt'altro, ma va beh. XD

Magari fra quel "tutt'altro" ci scappa qualcosa di mio... icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Detto ciò, scommetto che alla fine dell'estate non avrò letto niente di tutto questo e mi sarò buttata su tutt'altro, ma va beh. XD

Magari fra quel "tutt'altro" ci scappa qualcosa di mio... icon_cheesygrin.gif

La verità?

Aspetto anch'io Amazon. icon_lol.gif

Comprerei volentieri l'ebook, ma poi non potrei farlo leggere ad altre persone, quindi preferivo avere il cartaceo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho finito gli esami e ora andrò a violentare i seguenti libri :li:

Uomini che odiano le donne, Stieg Larsson

Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (dal primo, ovviamente), George Martin

Carrie, Stephen King

e poi si vedrà :la:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Nella migliore delle ipotesi forse riuscirò a leggere il libro di Madreh.

Non ne ho altri né in lista né in programma, e anche se ne avessi, non avrei il tempo per leggerli...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
I misteri di Black Port di Fabrizio Fortino

Un fantasy un po' ucronico (e forse anche un po' steam, devo ancora capirlo per bene) scritto da un esordiente e pubblicato da Casini *inchino*

Anche a me interessa molto... Se riesco a recuperarlo prima di partire per il mare... icon_wink.gif

Anche a me interessava. Tra le anteprime che ho letto della Casini mi sembra quello scritto meglio. ^^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
l'ho incominciato proprio ora :queen:

Bene, poi sappici dire. icon_cheesygrin.gif

Io invece ho iniziato "L'ultimo elfo". E' più da bambini di quel che credevo, però è scritto molto bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Feleset, Silvana tende all'orribile ogni libro di più.

L'ultimo elfo è una favola, l'ultimo orco un romanzo fantasy, gli ultimi incantesimi inizia ad essere un po' sanguinolento e Le ultime profezie c'è così tanto sangue e disperazione che sono rimasta "DDDDDDDDDDDDDDD:" per quasi tutto il libro.

Da leggere uno dietro l'altro e_e

Oppure fermati all'ultimo elfo, per avere l'illusione che tutto finisca bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gli ultimi incantesimi l'avevo letto per circa un quinto e fino a quel punto non era violento.

Però non ho capito, i romanzi fantasy adesso per essere belli devono per forza essere super tragici? No, perché se è così mi rassegno a scrivere favolette. °_°

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per me è cosa buona e giusta che il fantasy abbia preso questa svolta. Può essere un passo utile per togliersi la fastidiosa nomea di 'genere per bambini'.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco, a me invece dà fastidio proprio il fatto che un fantasy per non essere considerato per bambini debba avere per forza sangue e finali tragici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sono comprata

La crociata dei bambini di Florina Ilis

Un treno, una scolaresca, i professori, un viaggio verso il mare. Tutto sembra scorrere tranquillamente, senza intoppi, quando all’improvviso gli studenti della scuola sequestrano il treno e lo dirottano verso Bucarest. Una rivolta inaspettata, un gioco pericoloso che mette a dura prova il governo rumeno, mobilita la stampa nazionale e trasforma l’avventura dei piccoli protagonisti in qualcosa di più grande di loro, che li segnerà per sempre. Florina Ilis catapulta il lettore in una travolgente storia corale, che contrappone spietatamente il mondo degli adulti a quello dei bambini. La crociata dei bambini è un «romanzo-cascata» dinamico e rocambolesco, una favola post-moderna che gioca con i generi per creare un meccanismo narrativo perfetto.

Ritorno a Bassavilla di Danilo Arona

Ritorno a Bassavilla ci riporta tra le nebbie della più spettrale tra le città della nostra letteratura, e che era tempo si vedesse dedicare un intero libro: Bassavilla. Uno sguardo oltre l’apparenza confortante delle cose, tra storie - vere? - di fantasmi, resoconti dell’insolita attività investigativa dell’autore, e inquietanti fatti di cronaca nera. O nerissima. Spaccati che oscillano in equilibrio quantomai precario sul filo sottilissimo che separa la realtà (o quella che riteniamo tale) dall’Immaginario più disturbante. E dietro sogghigna e prende forma - solo per poi prenderne un’altra - lei: Bassavilla.

J.a.s.t Just another spy tale

New Jersey, 2007: qualcosa di molto pericoloso viene rubato da una base militare del governo americano. Quattro agenti segreti si mettono sulle tracce dell'oggetto misterioso, lo inseguono attraverso tre continenti sfidando la morte per portare a termine la missione. Aisha, l'esotico fiore all'occhiello della CIA, Mordechai Dekhnavitsh, il numero uno del Mossad e Viscardi, lo spietato assassino del Vaticano. Tutti i servizi del mondo sono a caccia della Spia, l'uomo senza nome che ha rubato ciò che potrebbe cambiare le sorti dell'intero pianeta. J.A.S.T. è un romanzo, ma non è solo un romanzo. I tre volumi contenuti nel cofanetto raccolgono i dieci episodi della serie che rivoluzionerà la narrativa d'azione. Ogni episodio di J.A.S.T. ha un tempo di lettura di circa quaranta minuti, la durata delle puntate delle fiction televisive americane.

Il fuoco nell'anima del nostro Jack

in più leggerò tutti i libri su John Rain che non ho letto (quelli di Barry Eisler) e sceglierò a caso fra i 150 libri che devo smaltire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×