Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Don Chisciotte

Quali sono i libri che vi hanno commosso?

Post raccomandati

È difficile farmi commuovere, ma Leroux con Il fantasma dell'Opera (ovviamente parteggiavo per Erik) e Pullman con Queste Oscure Materie (alla morte dei genitori di Lyra) ci sono riusciti alla grande.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In ogni caso nessun rimorso, di Pino Cacucci. Senza alcun dubbio uno dei libri più commoventi che io abbia mai letto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Maurice - E.M. Foster

Babij Jar - Anatolij Kuznecov 

Salomè - Oscar Wilde

Memorie di Adriano - Marguerite Yourcenar

La Canzone di Achille - Madeline Miller

La Ricerca di Iranon - H.P. Lovecraft

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, Danny Rochester ha scritto:

Babij Jar - Anatolij Kuznecov

Mi fa tanto piacere trovare un altro lettore che ha apprezzato questo bellissimo libro. Anche per me è stato davvero commovente. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo alla lista "Pelle di foca", Su Bristow. E mi ha commosso, intristita, nonostante si sappia già come va a finire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ogni volta che penso un libro triste... ah mi viene in mente "Lui che ti tradiva" di Bevilacqua.

Non so perché mi ha portato tanta amarezza leggerlo, così tanta da non finire le ultime tre pagine.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non mi commuovo facilmente, ma il finale di "La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo" di Audrey Niffenegger mi ha lasciato emotivamente senza fiato.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Moltissimi libri mi hanno emozionata o commossa (se non succede non entrano tra i miei preferiti), ma pochi mi hanno fatta davvero piangere (di solito sul finale, il finale mi frega semprexD).

Tutta la luce che non vediamo di Anthony Doerr

Chiamami col tuo nome di Andrè Aciman

Rose e cenere di James Purdy

Aggiungerei anche un paio di serie fantasy e di romanzi storici, letti moltissimi anni fa. E tutti i libri di Mishima, anche se più che commuovermi, mi lasciano ogni volta con un senso di sconforto esistenziale. Uno su tutti Neve di primavera

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon pomeriggio a tutti :) 

 

Tra i libri che mi hanno fatto commuovere rientrano "Giobbe" di Joseph Roth e "Il muro invisibile" di Harry Bernestein. 

 

@Adelaide J. Pellitteri ciao! Piacere di incrociarti! :) Non credo che la tua sia una domanda scontata, anzi! Ti rispondo: eccome, mi piacciono sì! Credo, in tal senso, che Cesare Pavese avesse ragione: "Leggendo non cerchiamo idee nuove, ma pensieri già da noi pensati ... Ci colpiscono, degli altri, le parole che risuonano in una "zona" già nostra e facendola vibrare ci permettono di cogliere nuovi spunti dentro di noi."  Credo, in altre parole, che i libri che hanno la forza di farci commuovere (a livello soggettivo) sono quelli che sanno toccare le corde del nostro animo proprio perché corrispondono al nostro sentire più intimo benché siano stati scritti da estranei.  Buona serata, Adelaide :)

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

commosso in senso stretto (lacrime che sgorgano, per intendersi) nessuno. Mi hanno coinvolto con una certa intensità "Le notti bianche" di Dostoevskij e "Norwegian wood" di Murakami. Almeno, tra quelli che in questo momento, mi vengono in mente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ultimamente mi sono commosso leggendo "Romanzo disumano" di Alessio Pecoraro, non so se posso dire la Casa editrice (che comunque non è quella con cui pubblicherò).

Per chi volesse leggerlo, la mia recensione è la seguente.

E' bello?

Non saprei, alcune parti sono quasi liriche, altre danno letteralmente il voltastomaco. Ma se chi legge riesce a superarle e ad andare oltre, alla fine posso dire che avevo le lacrime agli occhi (e non mi capita spesso).

Lo definirei un romanzo potente.

Da leggere, a patto che vi piaccia il genere surreale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×