Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Don Chisciotte

Quali sono i libri che vi hanno commosso?

Post raccomandati

Da titolo: quali sono i libri che vi hanno commosso?

Per quanto riguardo me, l'unico che ha scalfito la mia corazza è stato "il sentiero dei nidi di ragno". Merito del finale (la mano calda come pane) e del personaggio di Pin.

E i vostri?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le notti bianche

Romeo e Giulietta

(anche tantissima poesia. Ma questo, si sa, è la mia prerogativa)

Ora mi commuove la realtà

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Spero di non risultare banale .-.

Il Piccolo Principe

Il Barone Rampante

L'Ultimo Elfo

Non mi hanno fatto commuovere tanto per la storia in sé, quanto per la pienezza di emozioni che mi hanno trasmesso. Arrivavo alla fine con le lacrime agli occhi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi ha commosso "Il romanzo del Grande Torino" di Franco Ossola, poi il libro di Alberto Granado da cui hanno tratto il film "I diari della motocicletta"... Poi altri che ora non mi sovvengono

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quand'ero piccola ho letto tre volte di fila Robin Hood di Dumas padre; nel finale Robin muore tra le braccia di Little John e io ogni volta piangevo come una disperata, non riuscivo neanche a leggere con tutti i lacrimoni che mi ingolfavano gli occhi :sob:

Poi, vediamo... credo di aver pianto quasi sempre e solo per l'Amleto e Romeo e Giulietta, e ogni volta che rileggo la scena dell'addio di Ettore ad Andromaca e Astianatte nell'Iliade. Mah forse una lacrimuccia l'ho versata anche sul finale di L'eleganza del riccio (o mi sono trattenuta a stento, non ricordo.)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono tanti i libri che mi hanno commossa, quasi tutti appartenenti al periodo del fascismo e del dopoguerra. I libri di Primo Levi e di Elsa Morante su tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

come commozione vera citerei "La gita a Tindari" di Camilleri (Montalbano scopre che i mafiosi utilizzano internet per il traffico di organi e sente la sua anima spezzarsi)

sotto un altro punto di vista mi ha fatto piangere anche "Io credo in colui che ha fatto il mondo", a pensarci ancora oggi dopo dieci anni piango ancora, sì. Piango i soldi che ci ho speso e che non rivedrò mai più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so se e' appropriata come risposta, ma io mi commuovo sempre quando leggo un pezzo ben scritto, si tratti di una descrizione paesaggistica, di un ritratto ... di un brano qualsiasi della storia, insomma. La sequenza delle parole mi tocca come se fosse una melodia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quello che mi ha veramente straziato è stato il finale del racconto Rita Hayworth di Stephen King in Stagioni diverse, quello da cui è tratto Le ali della libertà. Quando il Trovacose legge il messaggio celato sotto il sasso mi ha DISINTEGRATO.

Dopo di quello (ma più diluito nella storia), Lisey's Story. Sempre di King.

Ah, e poi Il mare di legno. Soprattutto - ovviamente per me - la scena in cui parla col padre morto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Da piccolo ho pianto per E.T.

Da grande mi ha commosso It di King e "il Corpo" di King tratto da Stagioni diverse"

Ah, e se valgono i fumetti, Dylan Dog, "Il lungo addio"

E poi di sicuro ce ne sono molti altri (sono un piagnone) che adesso non mi sovvengono...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah, e se valgono i fumetti, Dylan Dog, "Il lungo addio"

n°74...bellissimo

Ma anche Johnny Freak

dyl0081.jpg

e il 121, Finché morte non vi separi, ve lo siete scordato?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Direi L'ultima legione di Manfredi...

Non mi sono mai attaccato così tanto ai personaggi (e alle loro vicende) come in questo romanzo, tanto da commuovermi davvero nelle pagine finali...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ah, e se valgono i fumetti, Dylan Dog, "Il lungo addio"

n°74...bellissimo

Ma anche Johnny Freak

dyl0081.jpg

Concordo icon_wink.gif

@Kiss

In questo momento mi sfugge, devo andare a riguardarci...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora così su due piedi mi vengono in mente "Un'aquila nel cielo" di W. Smith, Cirano Di Bergerac, Fahrenheit 451 (la morte di Clarisse) e Gridare amore dal centro del mondo (ma ce ne sono altri sicuramente )

Se contegiamo anche i fumetti (io prediligo i manga) posso citare Gunslinger girl (il volume 9 al momento è il più drammatico), Bokurano (bellissimo ma ti lascia in uno stato assolutamente particolare alla fine di ogni volume, stanco, malinconico, una tristezza che raramente ho sentito), Impossibile non citare Adachi con i suoi manga Touch, Cross game e H2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Signor Ford

Diversi libri mi hanno emozionato nel tempo, ora se ci ripenso, me ne vengono in mente due:

"La corsa di Billy" e "Storia di una Gabbianella e del gatto che le insegnò a volare".

Piangerei ancora adesso, credo che siano tra quelli a cui maggiormente mi sento legato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

taaanti (non nel senso che ho pianto)... l'ultimo credo sia stato il capitolo finale di Drood di D. Simmons. Anche i finali di Solaris di S. Lem e Il senso di Smilla per la neve non scherzano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Cacciatore di Aquiloni di Khaled Hosseini. Un libro indimenticabile che mi ha commosso all'inverosimile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

- David Copperfield, Dickens

- Oliver Twist, Dickens

- Grandi Speranze, Dickens

- Molto forte, incredibilmente vicino, Foer

- Le pietre magiche di Shannara, Brooks

- La porta di Tolomeo, Stroud

- Il cannocchiale d'ambra, Pullman

- La storia infinita, Ende

- The Lost Hero, Riordan

- La luna e i falò, Pavese

Sì, mi commuovo facilmente e sì, Dickens è il mio scrittore preferito icon_cheesygrin.gif

Direi che quelli per cui ho frignato di più sono stati il 4 e il 7.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Una%20storia%20italiana.jpg

Mi chiedo sempre disperato: "ma come è possibile?"

Questo non è un libro. E' un film Horror wallbash.gif

Anzi, del terrore, come si diceva qualche lustro orsono coolgun.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×