Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Armandillo

Grandi & Associati

Post raccomandati

Ciao Uno.

Posso chiederti se dopo avere avuto tutti questi servizi a pagamento

ti hanno trovato una CE che ti pubblicasse il manoscritto?

 

Ciao

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti : Chessygrin :

Qualcuno sa se rappresentino esordienti presso le case editrici?

Io li avevo contattati via email ancora questo autunno - novembre, se non ricordo male - per chiedere informazioni sul servizio di valutazione, e mi aveva risposto nel giro di qualche minuto il signor Braga, davvero gentile ed esauriente. Allora mi aveva risposto che, in caso di valutazione positiva, c'era la possibilità che all'autore fosse proposta una rappresentanza oppure una pubblicazione in ebook negli Indies G&A.Poi non ho inviato il manoscritto per svariati motivi; oggi ho dato un'occhiata al sito e non si parla di rappresentanza di esordienti dopo la valutazione. Cito:

Cita


Dopo la scheda

 

Qualora gli esiti della valutazione risultino incoraggianti e ci siano effettive possibilità di migliorare il testo, G&A offre agli autori un servizio di revisione. In questo caso si interviene principalmente sugli aspetti lessicali, di punteggiatura, grammatica, sintassi, sullo sviluppo della trama; un intervento, cioè, mirato a risolvere gli eventuali limiti evidenziati nella scheda di lettura. 
In alternativa potrebbe prospettarsi l'opportunità di un editing. In questo caso si avvierebbe una più radicale ristrutturazione del testo, un più consistente ripensamento dell'opera nel suo complesso, per esempio una migliore messa a fuoco dei personaggi, la risoluzione di incongruenze della trama, la verifica di dettagli storici e cronologici, o per altro verso la correzione di sviste o inesattezze legate al periodo storico narrato, oppure ancora potrebbe trattarsi di corposi interventi sulla tensione narrativa o di soluzioni mirate a rendere più efficace l'equilibrio fra dialoghi e parti descrittive. 
Un ulteriore percorso che potrebbe prospettarsi dopo la scheda potrebbe essere quello di una pubblicazione digitale assistita nel contenitore Indies G&A, orientato a offrire agli autori emergenti le più opportunità prospettate dalla Rete, non da ultima la possibilità di acquisire maggiore visibilità e di farsi notare da editori importanti che sovente cercano nel web nuovi autori e trame originali e di qualità.
Gli aspiranti scrittori che dopo la valutazione della loro opera intendano avvalersi di questi servizi possono rivolgersi a G&A per concordare modalità, tempi e compensi.

 

 

Quindi, in due parole: se il testo è buono, o almeno decente, possono proporre all'autore una revisione o un editing, o in caso la pubblicazione negli Indies G&A. Si parla di compensi per questi servizi ma non ci sono ulteriori dettagli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo la mia esperienza (non con G&A, non ancora almeno), è molto difficile farsi rappresentare da agenzie di questo calibro e anche loro lo sanno. Quindi mirano, certo, a cercare nuovi talenti ma siccome è una ricerca da fare con il lanternino, intanto si riempiono le tasche. Come? Scheda di valutazione e lettura dell'opera: dai 400 ai 500 euro minimo (immagino) solo, appunto, per una "diagnosi" del manoscritto. Poi esce fuori questa seconda opzione: editing a pagamento. Siccome sto affrontando in questo periodo un editing con un professionista del mestiere, posso ipotizzare che non bastino 1000 euro. A questo punto, direi, se dopo tutta questa spesa è garantita la rappresentanza, sottoscriverei subito il contratto ma non mi sembra che loro la mettano su questo piano. Intanto paghi, abbellisci il testo, lo perfezioni, poi si vedrà. Alla fine di tutto non mi stupirei di sentir dire che l'opera è perfetta ma non rientra nei generi che si sentono di rappresentare. 

Quindi occhio.

Ciò non toglie che l'agenzie sia serissima e che entrando nella sua scuderia, possiamo stare certi di fare gli scrittori a vita.    

Sono un po' perplesso sulla pubblicazione digitale Indies G&A; mi sembra di capire che sia solo una piattaforma in cui "sperare" che qualche editore butti un'occhio e becchi proprio il tuo romanzo. Non vorrei che chiedessero soldi anche per essere inserito là sopra, senza però rappresentarti perché alla fine non fanno altro che offrirti uno spazio in cui, appunto, pubblicizzare la tua opera e basta.

Il resto è questione di fortuna. 

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Beppecoraggio Grazie della risposta! ^^

Oddio, non che sperassi davvero di avere qualche possibilità con loro; sto cercando di reperire più informazioni che posso visto che comunque il mondo delle agenzie letterarie mi è pressoché sconosciuto.

Hai confermato l'impressione che ho avuto io, e capisco anche che puntare un minimo su esordienti sconosciuti è rischioso, dal loro punto di vista.

Riguardo agli Indies G&A: lasciano davvero non pochi dubbi anche a me. Quella che in teoria è la pagina di Facebook ufficiale è deserta e l'ultimo post risale a marzo 2015, ho trovato il blog con l'elenco degli autori e sono davvero pochi - nessuno del mio genere, tra l'altro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@OldRiver_

 

Guarda, io non sono contrario alle agenzie, anzi, anch'io mi sto cimentando in questo mondo da un po' d tempo e capisco che spesso, per poter arrivare a grandi editori, dobbiamo appoggiarci a buone agenzie. Detto questo, la mia perplessità, appunto, è che queste Majors, nonostante siano affermate e accreditate, facciano cassa proprio con gli esordienti, che privi di esperienza ma pieni di sogni, si lasciano convincere a farsi spennare in balia di un miraggio che non raggiungeranno mai.

Però è pur vero che se non si tenta non si arriva da nessuna parte. Quindi, magari fatti chiarire le idee direttamente da loro, nel senso: se il manoscritto è buono e ti viene proposta una fase di editing, prima di rifiutare a priori, metti le cose in chiaro. Accetto l'editing e la spesa da sostenere ma voglio almeno una rappresentanza alla fine del lavoro. Così vedi subito come si pongono davanti alle questioni che più interessano a noi. 

Considera comunque che l'editing non prevede una scrittura del tuo brano da parte dei loro editor, tutt'altro. Alla fine loro rimettono tutto in mano a te e sarai tu che dovrai lavorare sui loro consigli e trasformare il testo. E' un lavoro lungo e difficile e se alla fine ottieni un buon risultato, mi sembrerebbe il minimo ottenere anche una rappresentanza. 

Quindi forza e coraggio, non abbatterti e credi nei tuoi sogni se li vuoi vedere avverare!

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, io avevo fatto fare una scheda al mio primo romanzo su consiglio di amici alla Grandi - conosco pochissimo il mondo dell'editoria e non mi rendevo conto con chi avevo a che fare. Mi sembrava che la loro valutazione mi stroncasse completamente. A rileggerla adesso, dopo 4 anni, non mi pare sia così. Posso fare un copia incolla della parte finale per avere una vostra opinione o questo non fa parte della netiquette? Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Elisah15 ha detto:

Posso fare un copia incolla della parte finale per avere una vostra opinione o questo non fa parte della netiquette? Grazie

Più che altro, finiremmo off topic, qui.

Puoi aprire una discussione in "Consigli sulle agenzie" e copiare la parte finale della valutazione, visto che è riferita al tuo libro.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho fatto un investimento (perché di questo si tratta, visti i costi) con "Grandi e Associati" qualche mese fa.

Garbati nelle relazioni via email e abbastanza puntuali nella restituzione di una scheda di valutazione che, per quanto mi riguarda, presenta luci ed ombre.

Le luci sono alcuni ottimi e misurati consigli per il miglioramento del testo sia dal punto di vista stilistico che dal punto di vista della trama.

Le ombre sono legate ad alcuni "svarioni" di merito, che mostrano una lettura disattenta del manoscritto in alcune parti, e alla forma della valutazione, redatta con formattazioni diverse e con un linguaggio talvolta leziosamente ricercato e colto, quasi a voler dar peso con i paroloni a critiche di cui forse non erano certi nemmeno loro.

So che la forma conta poco, di fatto, ma, da genovese, con quello che ho speso mi aspettavo una scheda di valutazione più articolata, categorizzata e ampia delle tre pagine che ho ricevuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho provato a editare il mio messaggio precedente, ma o non trovo l'opzione o ancora non mi è concesso in quanto newbie del forum, quindi ne aggiungo uno qui.

Sto rileggendo e revisionando il romanzo, dopo aver riletto attentamente le schede di valutazione più degne di merito. In quella di G&A si dice che nel testo non si individua il luogo in cui è ambientata la storia. In effetti non era mia volontà individuarlo in modo preciso. Peccato che nella rilettura ho appena notato che una volta mi era "scappato", per distrazione, il nome della città dove, idealmente, avevo collocato la storia.

La domanda sorge dunque spontanea, come diceva quello là: hanno letto davvero il manoscritto?

La risposta sorge ugualmente spontanea...

  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle 29/6/2017 at 22:52, Davide Genova ha detto:

Ho provato a editare il mio messaggio precedente, ma o non trovo l'opzione o ancora non mi è concesso in quanto newbie del forum, quindi ne aggiungo uno qui.

Sto rileggendo e revisionando il romanzo, dopo aver riletto attentamente le schede di valutazione più degne di merito. In quella di G&A si dice che nel testo non si individua il luogo in cui è ambientata la storia. In effetti non era mia volontà individuarlo in modo preciso. Peccato che nella rilettura ho appena notato che una volta mi era "scappato", per distrazione, il nome della città dove, idealmente, avevo collocato la storia.

La domanda sorge dunque spontanea, come diceva quello là: hanno letto davvero il manoscritto?

La risposta sorge ugualmente spontanea...

Anch' io la penso come te. Per una lettura così  esosa, mi sarei aspettata una scheda degna dei soldi spesi. 

Purtroppo, dal lavoro di Grandi e Associati non ho tratto alcun beneficio. Ho perso solo soldi e danaro. Le zone d' ombra erano forzate,come se dovessero bocciarmi ad ogni costo, a prescindere dalle reali risultanze. Pertanto,  non ho potuto nemmeno avvantaggiarmi di suggerimenti degni di essere presi in considerazione. 

In generale sono favorevole alle agenzie e ad una revisione del lavoro ad opera di esse. Ma se si cerca di migliorare il proprio testo, sul mercato ce ne sono di meno care e più puntuali. 

Si punta a Grandi e Associati per una rappresentanza, ma loro non sono in cerca di nuovi autori, quindi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io d’accordo con Davide e Veronica.

Dopo l’esosa cifra che ho speso non speravo in una loro proposta ma almeno in una scheda di valutazione fatta meglio. 

Ciò nonostante con i pochi consigli da loro suggeriti, ho modificato l’opera che adesso mi sembra  migliorata.  Per cui credo che  alla fine mi abbia fatto bene la loro valutazione, è la cifra che è esagerata per il lavoro che svolgono.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, io credo che il gioco non valga la candela. Non ho tratto alcun beneficio dalla loro scheda. Era veramente fatta male.  E poi, diciamolo, se non c' è alcuna possibilità di ambire ad una rappresentanza, tanto vale affidarsi ad un editor " professionista", che possa  seguirti  nella revisione da vicino.  È sempre un bene un confronto sano e costruttivo sulla propria opera!

 

 

  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon pomeriggio a tutti! Qualcuno di voi può segnalarmi qualche esperienza recente con questa agenzia? So per certo – da autori che sono nell'ambiente – che è una delle migliori agenzie italiane e vanta pubblicazioni e contatti solo con CE molto importanti. Il giudizio sulla qualità di una singola scheda di lettura in sé, secondo me, lascia un poco il tempo che trova. Leggendo altre discussioni riguardo altre agenzie mi sembra che di fronte a un parere negativo sul libro, ci sia un po' la tendenza a criticare la scheda, sopratutto quando e a pagamento. Per capirci: il libro non gli è piacuto, la scheda è pessima. Quello che vorrei capire da chi ha contattato Grandi & Associati è il loro approccio. Dopo la scheda vengono proposti altri servizi? Editing e via discorrendo. Qualcuno può aiutarmi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La mia esperienza risale all'anno scorso. Grandi e associati è una delle migliori agenzie italiane, ma è pressoché impossibile farsi rappresentare da loro. Mi rendo conto che non vorrai ascoltare, capisco che c'è la tendenza a criticare, perché valutati male e credi che, invece, potresti fare di meglio. Anch 'io la pensavo così e ho speso una barca di soldi e, credimi avrei voluto dare speranza a quanti come noi vivono solo di questo...ma, purtroppo, loro non fanno scouting, non propongono editing, nemmeno a pagamento, per gli esordienti e le loro schede non valgono i soldi spesi. Il consiglio è di non provarci nemmeno, per evitare di perdere soldi, tempo e subire inutili mortificazioni. Io non ho ascoltato e ci ho provato, inutilmente. Ciò che posso dirti è che sono molto accoglienti, curano molto le p. r., quindi rispondono sempre alle email, ti chiamano al telefono, ti coccolano... Ma non ti rappresentano 🙂

  • Mi piace 7
  • Grazie 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
48 minuti fa, Veronica 76 ha detto:

.ma, purtroppo, loro non fanno scouting, non propongono editing, nemmeno a pagamento, per gli esordienti e le loro schede non valgono i soldi spesi

 

Ciao @Veronica 76 hai richiesto quindi un editing a pagamento, dopo la scheda, o semplicemente non ti è stato proposto?

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non mi è stato proposto e di questo devo ringraziare, perché avrei speso ancora altri soldi senza approdare a nulla... Se vuoi, scrivimi in pvt. 

  • Mi piace 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×