Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

MiracleBlade

TZLA - Trentin e Zantedeschi

Post raccomandati

Effettivamente l'avevi scritto (che ti riferivi al manoscritto intero)! Scusa ma accedendo da cellulare finisco a volte per leggere troppo frettolosamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

credo che il genere non collimasse con le loro esigenze, perché è scritto davvero bene. Io invece ho notato che il genere del romanzo che ho terminato non compare e ho preferito non perdere tempo né farlo perdere a loro ;)

 

Il tuo invece che genere è?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il mio è un mainstream, ma del genere dove succede poco (che non mi pare trattino). Oltre a questo, nonostante l'avessi già riletto molte volte prima di spedirlo, da giugno a ora ho trovato una miriade di errori - insomma attendo il mio rifiuto, chiedendomi oziosamente perché mi sia stato detto di inviare il romanzo (punto sull'ipotesi socio-antropologica!). Il tuo che genere è invece?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quello terminato ho difficoltà a categorizzarlo, perché l'ho scritto per gioco fondamentalmente. mi dicono sia un chicklit (che conosco poco perché non lo leggo). a me piace definirlo "commedia sentimentale", come i film, mentre poco fa un editor che l'ha finito me l'ha definito «intrattenimento brillante».

sento comunque che appartiene al momento in cui l'ho scritto e non tanto a un genere che potrei continuare a scrivere, seppure l'editor non mi ha nascosto che ho un certo talento, soprattutto nel raccontare le situazioni tragicomiche. il chicklit non mi pare proprio un genere da Trentin e Zantedeschi

da un paio di mesi però sto scrivendo un giallo che spero di terminare per la fine dell'estate.

 

mi sa che tra poco ci chiedono di rientrare in tema :mazza: però ne approfitto visto che sei qui da tanto tempo, per chiederti: c'è una sezione del forum dove ci si può confrontare tra scrittori, proprio sul genere. nel senso, mi piacerebbe dialogare con chi scrive i gialli e magari capire le linee guida che seguono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mmmmm... Dai, parlare del genere che un'agenzia predilige non è troppo OT - spero! :D anche perché tanti rifiuti immagino siano motivati proprio da quello. Riguardo il resto non saprei con certezza... Ma immagino in questioni scrittevoli!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi è arrivato il loro rifiuto e sono rimasto un po' deluso.

 

Non certo a causa del rifiuto in sé, cui sono assuefatto: anzi, faccio mea culpa per aver mandato lo stesso il mio manoscritto anche se non ritenevo rientrasse nei generi che l'agenzia tratta. Quando mi è stato chiesto il libro intero infatti ne sono stato felice ma ero rimasto decisamente perplesso. Le righe di rifiuto sembrano essere riferite a un testo diverso da quello che ho inviato loro... Ad esempio, c'è scritto che "manca di introspezione" quando è un manoscritto in cui accadono poche cose e potrebbe semmai essere definito eccessivamente introspettivo. Si trattava di poche righe ma non sembravano aver nulla a che fare con quel che gli ho mandato. A questo punto mi è rimasto l'amaro in bocca e avrei preferito un'email preconfezionata del tipo "il suo testo non ci ha convinti, non ci è piaciuto, si dia all'ippica etc etc etc". Confermo comunque la loro sollecitudine non comune nel rispondere a tutti e i tempi ragionevoli che hanno per le valutazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi è arrivato il loro rifiuto e sono rimasto un po' deluso.

 

Non certo a causa del rifiuto in sé, cui sono assuefatto: anzi, faccio mea culpa per aver mandato lo stesso il mio manoscritto anche se non ritenevo rientrasse nei generi che l'agenzia tratta. Quando mi è stato chiesto il libro intero infatti ne sono stato felice ma ero rimasto decisamente perplesso. Le righe di rifiuto sembrano essere riferite a un testo diverso da quello che ho inviato loro... Ad esempio, c'è scritto che "manca di introspezione" quando è un manoscritto in cui accadono poche cose e potrebbe semmai essere definito eccessivamente introspettivo. Si trattava di poche righe ma non sembravano aver nulla a che fare con quel che gli ho mandato. A questo punto mi è rimasto l'amaro in bocca e avrei preferito un'email preconfezionata del tipo "il suo testo non ci ha convinti, non ci è piaciuto, si dia all'ippica etc etc etc". Confermo comunque la loro sollecitudine non comune nel rispondere a tutti e i tempi ragionevoli che hanno per le valutazioni.

Ciao Axolotl, ho una curiosità.

Quando tempo è trascorso tra il tuo invio del testo intero e la loro risposta? E da quante pagine è composto il tuo scritto?

Te lo chiedo perchè anche io ho dovuto inviare il testo completo e aspetto già da un po' di tempo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi hanno detto che ci sono le basi per lavorare insieme. Il romanzo è interessante e un buon lavoro, anche se necessita di una revisione. Ne discuteremo per telefono. Qualche consiglio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi hanno detto che ci sono le basi per lavorare insieme. Il romanzo è interessante e un buon lavoro, anche se necessita di una revisione. Ne discuteremo per telefono. Qualche consiglio?

Domanda: di che genere è il testo inviato? Se l'hai già scritto prima scusami per la ridondanza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, non lo avevo detto… è un romanzo non di genere che parla fondamentalmente di rapporti umani (amorosi e familiari).

La storia si sviluppa soprattutto tramite i dialoghi e ruota intorno a un incidente domestico che cambia il carattere dei protagonisti e le dinamiche iniziali. Questo senza entrare nei particolari (ma se vuoi posso scriverti più dettagli in privato  :) )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti. In contemporanea, avevo mandato il manoscritto a Bernabò, Mozzi, Thesis e Vivian.

Rossano Trentin mi ha fatto una buona impressione e, considerate le letture che mi ha consigliato e i libri che mi ha nominato, siamo anche sulla stessa lunghezza d'onda. Sono tutti libri che ho letto e apprezzato in modo particolare. Credo che questo sia importante anche a fronte dell'editing che inizieremo a fare. Rileggendo il manoscritto a due mesi di distanza dall'ultima stesura, direi che una buona revisione sarà senz'altro utile e non vedo l'ora di iniziare, con i consigli e gli interventi dell'agente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti. In contemporanea, avevo mandato il manoscritto a Bernabò, Mozzi, Thesis e Vivian.

Rossano Trentin mi ha fatto una buona impressione e, considerate le letture che mi ha consigliato e i libri che mi ha nominato, siamo anche sulla stessa lunghezza d'onda. Sono tutti libri che ho letto e apprezzato in modo particolare. Credo che questo sia importante anche a fronte dell'editing che inizieremo a fare. Rileggendo il manoscritto a due mesi di distanza dall'ultima stesura, direi che una buona revisione sarà senz'altro utile e non vedo l'ora di iniziare, con i consigli e gli interventi dell'agente.

 

Complimenti!

 

Puoi dire se l'editing avrà un costo e se ti affiancheranno qualcuno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'editing riguarderà tutto il manoscritto, richiederà almeno un paio di mesi, quindi sì, ha un costo (prezzo di mercato calcolato in base al numero di cartelle) ed è effettuato in collaborazione con l'agente, che è anche un editor. Sinceramente ho affrontato questa spesa senza particolari esitazioni o ripensamenti, perché l'idea di smontare e rimontare il mio romanzo collaborando con un professionista del settore mi entusiasma e, a prescindere, sono certa che sarà un lavoro che mi servirà anche per il futuro. So che alcuni non saranno d'accordo con me, ma io sentivo il bisogno di fare una revisione del mio romanzo, di migliorarlo, e farlo seguita passo passo da qualcuno che se ne intende davvero credo sia un'occasione importante. Prima delle ferie abbiamo fatto un'analisi del primo capitolo e ora lo sto revisionando basandomi sui suoi suggerimenti. Sono soddisfatta, direi che l'incipit è migliorato, anche se ancora non l'ho finito. Mi ha dato tempo due settimane ma sono già a buon punto. L'editing è un servizio utile, che davvero può fare differenza. Di fronte a un contratto di rappresentanza, alla possibilità di avere qualcuno del settore che ti segue, pagare questo servizio (certo, a un normale prezzo di mercato) secondo me è un investimento. La pubblicazione, poi, nessuno te la può garantire, questo è ovvio.

  • Mi piace 1
  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ovviamente ognuno fa le sue legittime scelte. Io, sinceramente, se dovessi pagare per l'editing, rifiuterei. A questo punto, tanto vale inviare il proprio testo a una casa editrice free che, se crede nella potenzialità dell'opera, fa l'editing senza chiedere un soldo all'autore. Se poi questo editing non mi garantisce nemmeno la pubblicazione, a mio avviso la proposta non è da prendere nemmeno in considerazione. Intendiamoci, questo è solo un parere personale e non metto in discussione le scelte altrui. Ti faccio comunque gli auguri. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il testo l'avevo già inviato a piccole case editrici free (le cui proposte, se arriveranno, saranno certamente valutate da me e dall'agente, di questo si è già parlato), la rappresentanza di un agente dà la possibilità di arrivare a case editrici più grandi. Non mi pare la stessa cosa. È normale che un agente voglia rappresentare un testo che sia il più valido possibile e che l'editing sia un servizio che necessiti di ore di lavoro e, quindi, abbia un prezzo (ripeto, nei normali limiti). La questione è che per arrivare alla proposta di pubblicazione con una media - grossa casa editrice il testo deve essere già revisionato e portato al massimo delle sue potenzialità. La pubblicazione nessuno la può garantire perchè l'ultima parola è degli editori, ma presentare un testo revisionato e migliorato dà sicuramente molte più possibilità. Parlo sempre in previsione di una pubblicazione con case editrici di media - grossa editoria. Pagare un editing non mi cambia la vita, essere almeno presa in considerazione da case editrici di un certo livello, potrebbe farlo (non in senso economico, ma di soddisfazione personale e in vista di romanzi futuri). Un conto è pagare per pubblicare, molto diverso pagare un servizio di editing professionale (perchè ho piena fiducia nel fatto che gli editor di questa agenzia siano professionisti) a un giusto prezzo di mercato, avendone anche la rappresentanza. Questo è stato il mio ragionamento, non indotto da loro. Sono concetti che avevo già chiari prima della loro proposta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inoltre, se loro fossero interessati esclusivamente al pagamento dell'editing, accetterebbero di rappresentare qualunque manoscritto, cosa che non mi pare corrisponda alla realtà. Nel mio ragionamento ho compreso anche questa considerazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pagare un editing non mi cambia la vita, essere almeno presa in considerazione da case editrici di un certo livello, potrebbe farlo (non in senso economico, ma di soddisfazione personale e in vista di romanzi futuri). Un conto è pagare per pubblicare, molto diverso pagare un servizio di editing professionale (perchè ho piena fiducia nel fatto che gli editor di questa agenzia siano professionisti) a un giusto prezzo di mercato, avendone anche la rappresentanza. Questo è stato il mio ragionamento, non indotto da loro. Sono concetti che avevo già chiari prima della loro proposta.

Ma se non dovesse succedere?

Se dopo aver pagato l'editing nessuna casa editrice (grossa, media o piccola che sia) valutasse il testo perché "le politiche editoriali", "il mercato", "la crisi"?

So che non bisogna partire dal presupposto più nero, ma è sempre il solito discorso: è vero che bisogna presentare il lavoro più perfetto possibile ma io ho già speso ore del mio tempo a scrivere, perché devo pagare qualcun altro a quel punto? Il mio investimento non è già questo?

Sia chiaro che non critico la scelta di Denise, lei fa benissimo a prendere le proprie decisioni.

Ma sono d'accordo con chi dice che non pagherei l'editing: è un investimento alla cieca, basato su delle speranze e promesse, che sia un editing professionale, una scheda di lettura ben fatta. Come abbiamo visto, spesso si riceve una scheda di lettura piena di complimenti e per lo stesso testo una piena di critiche. A quel punto non sai che fare e l'unica persona a cui puoi dare ascolto a te stessa  e dire "credo a questa versione".

Non è una cosa che si possa fare con dei beta reader?

Qui, su WD. In giro con persone che non siano amici?

Capisco che le agenzie letterarie non possono lavorare gratis in attesa che accada il miracolo... eppure è esattamente quello che facciamo noi.

Lavoriamo gratis a monte.

Per quanto mi riguarda il lavoro che sto facendo non è poco, richiede tempo, fatica e dedizione.

Se poi quel tempo non sarà apprezzato da nessuno (agenzie o case editrici che siano) tanto peggio, ma almeno non avrò anche l'amarezza di aver speso dei soldi che avrei potuto investire diversamente.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Stai commentando come visitatore. Se sei registrato effettua l'accesso.
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato contenuto con formattazione.   Ripristina formattazione

  Only 75 emoji are allowed.

×   Il tuo link è stato automaticamente integrato nel sistema.   Mostra come link classico

×   Il vecchio contenuto è stato recuperato..   Pulisci l'editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×