Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

JellicleSwan

quesiti sulla Polizia di Stato

Post raccomandati

Ciao a tutti,

sto finendo un raccontino, ambientato qui in Italia, nel quale compaiono due poliziotti.

Dovrei chiarirmi le idee su quanto segue:

- un sovrintendente, per diventare ispettore, deve fare un concorso. Chi provvede alla valutazione dei candidati che hanno fatto il concorso?

- se un poliziotto viene beccato a prendere delle bustarelle (qualche centinaio di euro) con cui coprire dei debiti di gioco, cosa gli fanno? Provvedimento disciplinare? Radiazione dall'Arma? Interdizione dai gradi più alti?

Ho cercato info in rete, ma senza successo. Magari se qualcuno di voi avesse un amico o parente poliziotto... :-)

Grazie,

JellicleSwan

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ho provato a chiamarlo, ma stamani è in servizio, quindi dovrai aver pazienza almeno fino a lunedì pomeriggio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ok, mi ha chiamato.

Andiamo con ordine:

Il concorso viene svolto a Roma, con una prova scritta. Gli esaminatori in genere sono funzionari pubblici di alto grado, quali questori e vice questori.

Dopo un certo periodo di tempo, durante il quale il poliziotto continua a svolgere il suo ruolo, vengono pubblicati i risultati.

Se si rientra nella rosa dei candidati, deve seguire un corso di 6 mesi, e se lo supra, viene nominato vice-ispettore, in genere in una questura diversa da quella di provenienza.

Il passaggio da vice a ispettore invece si ottiene solo con l'anzianità di servizio.

Secondo caso, mi ha detto che le situazioni sono talmente tante e talmente tante le variabili, che è difficile stabilire il reato.

Mettendo il caso che il poliziotto prenda i soldi da un malavitoso, ci sono due reati e due percorsi.

Intanto vengono aperti due procedimenti, uno disciplinare interno e uno penale esterno a seconda della gravità del reato.

Il primo è la corruzione, trattandosi di piccole somme, di solito viene chiesto il trasferimento per incompatibilità ambientale, e una sospensione dal servizio per un periodo da tre a sei mesi.

La cosa più grave invece sono i debiti di gioco. Se un poliziotto ha questo tipo di problema, il questore in genere chiede la destituzione dal corpo di polizia. Un licenziamento insomma.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Giro i ringraziamenti a Stefano,il mio impagabile (perché non lo pago...) amico sbirro.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In attesa di lanciarmi nell’impresa di strutturare un noir, approfitto di questa discussione per chiedere un chiarimento rispetto alla struttura organizzativa delle forze di polizia.

 

Le attività investigative sono assegnate alla Squadra Mobile, che ha una sua divisione in ognuna delle principali città italiane (Roma, MI, NA, PA, BO, BA, FI, GE, TO e altre), è retta da un dirigente di PS e opera in diretta dipendenza dalla locale Questura.

Questa divisione è a sua volta ripartita in sezioni, ognuna delle quali ha uno specifico campo d’azione (“criminalità organizzata e catturandi”, “criminalità straniera e prostituzione”, “reati contro il patrimonio”,…)

 

Mi occorrerebbe comprendere quale sia quindi l’albero di comando nei tre livelli (Questura / divisione della Squadra Mobile / sezione della divisione) e capire in questa struttura dove si posizionano (e con che compiti) le figure di:

Vice Questore

Vice Questore aggiunto

Commissario Capo

Commissario

Vice Commissario

Ispettore Superiore (suppongo sia all’interno delle sezioni)

Ispettore (suppongo sia all’interno delle sezioni)

Vice Ispettore (suppongo sia all’interno delle sezioni)

Agente semplice (suppongo sia all’interno delle sezioni)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Gualduccig ciao, per quello che ne so innanzitutto Vice Questore e Commissario coincidono come ruolo, in pratica il vecchio commissario non esiste più, ora si chiama Vice Questore (vedi Schiavone di Manzini).

Le sezioni che tu dici non credo siano subordinate alla Squadra Mobile, ma la compongono a seconda dell'importanza della Questura di riferimento. Per esempio Milano di sicuro avrà varie sezioni specifiche per ogni genere di reato mentre Pordenone avrà una sola sezione che si occupa di tutto, dipende dalla grandezza della città insomma.

Inoltre è bene tenere presente che il Questore è si il superiore delle varie figure di poliziotto che tu citi, ma nulla ha a che vedere con l'attività investigativa che fa invece capo al magistrato responsabile delle indagini a cui devono dare conto i suddetti. Procuratore, sostituto o aggiunto che sia.

Comunque in rete si riesce a farsi un'idea abbastanza chiara di come funziona la Polizia, altrimenti leggi qualche giallo recente di ambientazione italiana...buona scrittura!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie @Brutus. 

Ho cercato in rete ma in effetti non sono (ancora) riuscito a capire se, in relazione ad una questura di grandi proporzioni (e quindi con organizzazione ramificata), il referente di una sezione di squadra mobile (ad esempio quella che si occupa di criminalità organizzata e catturandi) sia un vicequestore o un ispettore superiore. Inoltre, sto cercando di capire se all'interno della medesiam sezione operino più figure in parallelo (ad esempio più vicequestori aggiunti) per coprire tutte le indagini oppure no.

 

Ho provato leggendo proprio Manzini ma Aosta è una realtà piccola in cui molte attività sono concentrate su un'unica figura (Schiavone, appunto).

Io sto puntando a realtà del taglio di Firenze, Bologna, Genova.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
53 minuti fa, Gualduccig ha scritto:

non sono (ancora) riuscito a capire se, in relazione ad una questura di grandi proporzioni (e quindi con organizzazione ramificata), il referente di una sezione di squadra mobile (ad esempio quella che si occupa di criminalità organizzata e catturandi) sia un vicequestore o un ispettore superiore.

 

Ho trovato in rete (http://www.militariforum.it/forum/archive/index.php?t-53066.html) quanto segue:

"Nelle Mobili di piccole dimensioni, a capo di ogni sezione c'è un appartenente al ruolo Ispettori. A capo c'è un Vice Questore, e se c'è, c'è anche il vice dirigente, con il grado di Commissario Capo. (...) Nelle città come Napoli, Roma, Palermo etc la Mobile se non sbaglio ha rango di divisione e a capo c'è un Primo Dirigente, mentre a capo delle Sezioni ci sono Vice Questori o Commissari."

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×