Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Don Chisciotte

Quali sono le vostre citazioni preferite

Post raccomandati

Ragazzi, vogliamo parlare dell'ultima pagina del Signore degli Anelli?

Visto che sto uscendo, ricopio solo le ultime parole di Galdalf, ma appena posso posterò anche il resto, perché è un capolavoro.

"Ebbene, cari amici, qui sulle rive del Mare finisce la nostra compagnia nella Terra di Mezzo. Andate in pace! Non dirò: 'Non piangete', perché non tutte le lacrime sono un male."

Bellissima. E sono d'accordo: molte delle lacrime che ho versato sono servite per crescere. Bellissima, di nuovo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Uomo, è a te che sto pensando. Di tutto ciò che vive al mondo, solo tu sei nato senza un motivo, o quasi. Non sei né buono né cattivo, sei stato creato senza uno scopo meditato. Vieni dalla nebbia e tornerai nella nebbia, tanto grande è la tua imperfezione. E, uomo, se monti un destriero raro, non c’è niente che lo faccia più raro. Tienti forte perciò, lungo la strada e lungo i giorni, pian piano. (…)Proprio ora dal sottosuolo sta sorgendo in un turbine una generazione nuova e piena di speranze. È così giovane e innocente, posso leggere qualcosa su di essa, ma non conosco alcun nome, e fa lo stesso. Sono tutti come lampade di viandanti: compaiono, brillano un po’ e svaniscono. Vengono e vanno, come me

K. Hamsun, Per i sentieri dove cresce l'erba

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"La disperazione di una nazione si vede dal fatto di credere che vivere onestamente sia inutile"

Italo Calvino, Le città invisibili.

(Esempio lampante l'Italia, da parecchio tempo), Unius.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

*si sta rileggendo i suoi brani preferiti de Il Signore degli Anelli* (ho l'abitudine di sottolineare a matita le mie frasi preferite nei libri).

Riporto una parte della splendida conversazione tra Aragorn e la mia attuale identità Éowyn.

Ma Eowyn rispose: “Tutte le tue parole significano soltanto: ‘Sei una donna e il tuo compito è la casa. Ma quando gli uomini saranno morti in battaglia con onore, tu avrai il permesso di bruciare insieme con la casa, perché ormai gli uomini non ne avranno più bisogno’. Ma io sono della Casa di Eorl, e non una serva. So cavalcare e maneggiare le armi, e non temo né il dolore né la morte.”

“Che cosa temi dunque, signora?”, egli domandò.

“Una gabbia”, ella rispose. “Rimanere chiusa dietro le sbarre finché il tempo e l’età ne avranno fatto un’abitudine, e ogni possibilità di compiere grandi azioni sarà per sempre scomparsa.”

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Non ci si può fidare di un uomo che ama una morta."

E non si parlano di vampiri/zombie/ecc. Ma di una morta morta da molti anni XD

Modificato da Eledhwen

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Mai dimenticare chi sei, perchè certo il mondo non lo dimenticherà. Trasforma chi sei nella tua forza così non potrà mai essere la tua debolezza. Fanne un'armatura e non potrà mai essere usata contro di te"

Il trono di spade

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

«Sono appena le cinque, ed è già buio!».

«Sì» dice qualcuno, «in questa stagione è sempre buio: cominciano le serate lunghe».

E in primavera ci si stupisce e ci si rallegra che le giornate comincino ad allungarsi. Ma provate a domandare a che servano queste giornate lunghe, e nessuno saprà rispondervi.

E di nuovo silenzio.

Lo trovo sublime (nel contesto, ovviamente): da "Oblomov" di Ivan Gončarov

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da I tre moschettieri.

Chi parla è il grande Athos:

"La vita è un rosario di piccole miserie che il filosofo sgrana ridendo. Siate filosofi come, signori, mettetevi a tavola e beviamo; nulla fa sembrare roseo il futuro come guardarlo attraverso un bicchiere di chambertin."

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I grandi non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano a spiegargli

tutto ogni volta.

Il Piccolo Principe
Modificato da Aewil

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Accettiamo facilmente la realtà, forse perché intuiamo che nulla è reale."

e "Come Cornelio Agrippa, io sono dio, sono eroe, sono filosofo, sono demonio e sono mondo. Il che è un modo complicato di dire che non sono."

Borges, "L'immortale" (nella raccolta L'Aleph).

ma soprattutto, un'altra frase che adoro, e questa volta è made in Adams:

"In the beginning, the universe was created. This has made a lot of people very angry and been widely regarded as a bad move."

dal "Ristorante al Termine dell'Universo".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un uomo è la somma del proprio passato e dei propri sogni.

E' la storia di ciò che è stato e di quanto ha sofferto.

E' il bambino che non capiva la violenza e che ha dovuto vedere la guerra.

E' il ricordo della donna che amava.

Un uomo è il volto dei suoi amici e la memoria dei suoi nemici.

Un uomo è la somma delle etichette che altri uomini gli hanno dato.

Un uomo è soltano il suo cuore e le sue mani.

(Non so chi l'ha scritta. L'ho trovata in un vecchio fumetto della Lancio primissima maniera e me la copiai, tanto tempo fa)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nessun uomo è un'isola, intero in se stesso. Ogni uomo è un pezzo del continente, una parte della terra. Se una zolla viene portata dall'onda del mare, l'Europa ne è diminuita, come se un promontorio fosse stato al suo posto, o una magione amica, o la tua stessa casa. Ogni morte d'uomo mi diminuisce, perchè io partecipo all'umanità. E così non mandare mai a chiedere per chi suona la campana: Essa suona per te.

(John Donne)

E' un amore disinteressato: Tereza non vuole nulla da Karenin. Non vuole nemmeno l'amore. Non si è mai posta quelle domande che torturano le coppie umane: mi ama? Ha mai amato qualcuna più di me? Mi ama più di quanto lo ami io? Forse tutte queste domande rivolte all'amore, che lo misurano, lo indagano, lo esaminano, lo sottopongono a interrogatorio, riescono anche a distruggerlo sul nascere. Forse non siamo capaci di amare proprio perché desideriamo essere amati, vale a dire vogliamo qualcosa (l'amore) dell'altro invece di avvicinarci a lui senza pretese e volere solo la sua semplice presenza.

(Milan Kundera, L'insostenibile leggerezza dell'essere)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di frasi splendide nei romanzi che ho letto ne ho trovate moltissime, ma nessuna che mi sia rimasta talmente impressa da ricordarla a memoria.

Al contrario, di frasi di poesie che mi sono rimaste tatuate sul cuore ce ne sono molte. Eccone un paio:

Per quanto si abbia animo all'impresa,

l'Arte è lunga, e il Tempo così breve.

La malasorte. Charles Baudelaire

Tu non ricordi la casa di questa

mia sera. Ed io non so chi va e chi resta.

La casa dei doganieri. Eugenio Montale

The heart asks pleasure first

Dall'omonima poesia di Emily Dickinson (immensa!)

N.B. Ispirazione del tema della colonna sonora lezioni di piano di Michael Nyman

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da "Il Bambino che imparò a colorare il buio"

di Billy Mills & Nicholas Sparks

Quando il sole la sera tramonta mi rendo conto che è trascorso un altro giorno. Mi ha impartito lezioni importanti, mi ha arricchito di nuove esperienze, il domani mi promette grandi cose, il futuro è nelle mie mani

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A parte "Il libro dell'inquietudine" di Pessoa, che sarebbe da riportare in toto, io citerei i finali di Beckett, in particolare il celeberrimo:

"Devo continuare, non posso continuare, continuerò."

che chiude "L'innominabile" e la trilogia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Letta proprio oggi. Non ho resistito dall'annotarmela, la frase finale in particolare.

Estratto da "Sulla Letteratura" di Umberto Eco e in particolare da un suo intervento ad un convegno in cui parla di Borges e delle influenze tra autori.

"Io ho alcune esperienze che credo siano comuni a chiunque possiede moltissimi libri e considera una biblioteca non solo un luogo in cui conservare i libri già letti, ma soprattutto un magazzino di libri da leggere un giorno o l'altro, quando se ne senta il bisogno. Ora accade che, ogni volta che l'occhio cade su un libro non ancora letto, si venga colti da rimorso."

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
"In queste occasioni è sempre meglio fare quello che fa la folla."

"Ma supponi che ci siano due folle", suggerì Snodgrass.

"Urla quello che sta urlando la folla più grossa", replicò Pickwick.

Charles Dickens, Il circolo Pickwick

"Oh, joy too high for my low style to show!"

P. Sidney, Astrophile and Stella

Oh signore, lei sorrideva, senza dubbio,

ovunque lei andasse; ma chi le passava accanto senza ricevere

il medesimo sorriso? Continuò; diedi un ordine;

Poi, tutti i sorrisi finirono di colpo.

R. Browning, My last Duchess

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"L'amore oggi deve essere libero. Se a me piace un'altra ragazza..."

"Le prendi" grida lei, facendo l'atto di volerlo colpire.

"E se a te piace un altro..."

"Non succederà mai..." bisbiglia lei.

da "Il biglietto stellato" di Vasilij Aksënov.

Una sintesi emblematica dei meccanismi umani.

Modificato da chinotto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

“Un incontro banale, facile da dimenticare nel caso di qualsiasi altra ragazza. Ma mentre le stringeva la mano e fissava quegli smaglianti occhi di smeraldo, Noah non ebbe nemmeno il tempo di respirare una seconda volta. Capì subito che una donna così avrebbe potuto cercarla per tutta la sua vita senza trovarne una uguale.”

—Le pagine della nostra vita

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Usi il blu e fai sentire un po' di Dio o dei suoi affini.

Usi il giallo per dire che il sole non lo si può guardare in faccia. Il giallo per il potere. Il giallo per il volere.

Usi il rosso per l'incombenza del sangue, la dipendenza dal sangue, l'intraprendenza del sangue. Usi il rosso per le radici.

Usi il bianco per accendere la luce.

Usi il nero per spegnerla. Per accendere l'ombra.

Oppure li mescoli e abusi delle migliaia di nuove possibilità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Astenersi dal giudicare implica un'infinita speranza"

-F. Scott Fitzgerald (Il Grande Gatsby)

"Non dar retta ai tuoi occhi, e non credere a quello che vedi. Gli occhi vedono solo ciò che è limitato."

- da Il Gabbiano Jonathan Livingston

"Per me l'unica gente possibile sono i pazzi,quelli che sono pazzi di vita, pazzi per parlare, pazzi per essere salvati, vogliosi d' ogni cosa allo stesso tempo, quelli che mai sbadigliano o dicono un luogo comune, ma bruciano, bruciano, bruciano come favolosi fuochi artificiali che esplodono tra le stelle"

- Jack kerouac (On the Road)

"La gente è strana: si infastidisce sempre per cose banali, e poi dei problemi gravi come il totale spreco della propria esistenza, sembra accorgersene a stento"

-Charles Bukowski

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bellissime citazioni, Melissa. :super:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Alice: bellissima citazione. Da che libro proviene?

La neve se ne frega di Luciano Ligabue. :ohh:

-----

Dicono che quando ti aspetti troppo una cosa questa non accade mai, e più ti prepari per quell'evento più quello scappa. E la teoria vale anche all'incontrario: se stai pregando con tutto il cuore che un certo evento non si verifichi, puoi star certo che si verificherà il prima possibili. E non vale fare i furbi e fingere di desiderare qualcosa che in realtà non si vuole affatto. La cosa migliore da fare è non pensare. Peccato che io non ci riesca.

La frase che più di tutte mi rispecchia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×