Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Joanna

Gerundio

Post raccomandati

Recentemente ho dato il mio manoscritto a un supposto editor per una verifica. La critica più feroce che ho ricevuto è legata all'uso del gerundio che, quale tempo indefinito, a suo parere è spropositato. Soprattutto perchè delinea uno stile acerbo "da esordiente".

Rileggendo il mio romanzo ho dovuto dargli ragione, e ora ogni gerundio mi fa saltare sulla sedia anche nei capolavori!

Voi cosa ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

penso che certi autori (anzi, tutti gli autori) dovrebbero, quando scrivono, immaginarsi nei minimi dettagli la scena che stanno narrando

"D'accordo, hai ragione. Non piangerò più, contento?" disse Maria soffiandosi il naso con un fazzolettino di carta.

Ora, prova a immaginarti la scena. È impossibile parlare mentre ci si soffia il naso, quindi la frase è sbagliata. L'errore, risolvibile aggiungendo una semplice congiunzione e mettendo il gerundio al passato remoto, deriva dal fatto che chi ha scritto questa frase non se l'è immaginata per bene in mente, oppure non ha prestato attenzione a quello che scriveva. E, credimi, la frase che ho scritto è un esempio, ma ne ho lette di più assurde.

Il gerundio implica contemporaneità, e non tutte le azioni possono avvenire contemporaneamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il gerundio non mi piace narrativamente, cerco sempre di evitarlo.

Poi certo, sono fallace e mi sa che ne spargo un bel po', almeno in prima stesura :B):

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Recentemente ho dato il mio manoscritto a un supposto editor per una verifica. La critica più feroce che ho ricevuto è legata all'uso del gerundio che, quale tempo indefinito, a suo parere è spropositato. Soprattutto perchè delinea uno stile acerbo "da esordiente".

Rileggendo il mio romanzo ho dovuto dargli ragione, e ora ogni gerundio mi fa saltare sulla sedia anche nei capolavori!

Voi cosa ne pensate?

Ciao, io cado dalle nuvole: sinceramente, almeno per quanto ricordo, in nessuno dei manuali di scrittura creativa che ho letto si parla di questo "problema gerundio", se non altro per quanto ricordi io... Di conseguenza non penso sia un gran problema: magari è colpa mia perché sono acerbo, o forse non ho orecchio?... Insomma, a mio parere classificherei, in parte, il problema fra le idiosincrasie, o no?... Non vedo il problema: probabilmente è come dice Jack: bisogna fare attenzione a non abusarne. Per quanto riguarda il problema precisione, esattezza (vedi il discorso della contemporaneità di Ewan): non mi sembra degno di nota, credo, la precisione è più che altro quello che dice Calvino nelle Lezioni Americane; se si vuole migliorare la precisione è su quelle cose che si deve lavorare. Comunque, non essendo un professionista, potrei aver scritto cose sbagliate, ma il mio è solo un parere poi! Ciao a tutti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me in realtà piace e ne trovo pure in molti libri letti: se apri a caso due pagine di un libro a caso ne trovi quanti ne vuoi.

Ok troppi gerundi saranno pure sbagliati, ma se sto guardANDO il mare mentre penso a te eh il mare lo sto guardando punto.

Lo vogliamo sostituire con l'imperfetto? Massì, no problem, togliamo questo e ne mettiamo un altro, però dire che l'uso del gerundio denota uno stile acerbo, bah, non mi torna proprio. Forse certi editor pretendono troppa perfezione dagli esordienti, quando nelle opere pubblicate, talvolta, si trovano obbrobri orrendi.

Comunque coglierò l'occasione per verificare il mio teorema di cui sopra... quello del se apri a caso due pagine, ecc. icon_smile.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti.

ewan_j, il tuo chiarimento mi è particolarmente prezioso perchè questo aspetto non l'avevo proprio considerato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io fino a poco tempo fa abusavo di gerundi, quindi penso che sia una cosa comune tra gli aspiranti scrittori. Come hanno detto gli altri, comunque, non c'è niente di sbagliato nell'usare il gerundio in sé. Il problema è quando si usa male.

Tanto per fare un esempio, a me capitava anche di scrivere cose come "Tizio corse per il giardino scavalcando la ringhiera". In una frase così si capisce cosa uno vuole dire, ma le due azioni (correre e scavalcare) sono in sequenza, non contemporanee. Quindi il gerundio è sbagliato.

L'errore più comune comunque penso sia quello di associare un'azione impossibile a un personaggio che parla, come nell'esempio di ewan. Un personaggio che sta parlando non può anche bere, starnutire, mangiare, immergersi sott'acqua e via dicendo. Può gesticolare, può voltarsi, può annuire, può osservare qualcosa e fare tante altre cose, ma non bisogna mai cadere nell'inverosimile. icon_wink.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, mi domando, a parte i chiarimenti che sono stati fatti, ma per abuso del gerundio cosa si intende? E' una domanda che non ha una risposta certa, però, in termini quantitativi, quando si abusa del gerundio?... E' qualcosa che si deve percepire a orecchio, forse? Quasi di sicuro, però... Insomma, andate solo a orecchio o avete una pseudo regola? Grazie e ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Ciao, mi domando, a parte i chiarimenti che sono stati fatti, ma per abuso del gerundio cosa si intende? E' una domanda che non ha una risposta certa, però, in termini quantitativi, quando si abusa del gerundio?... E' qualcosa che si deve percepire a orecchio, forse? Quasi di sicuro, però... Insomma, andate solo a orecchio o avete una pseudo regola? Grazie e ciao!

La regola è stata già esplicata nell'esempio di Ewan

L'abuso è quando si utilizza in maniera impropria, descrivendo contemporaneità di due azioni che nella realtà non possono essere svolte contemporaneamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, quando lo si usa senza contemporaneità è proprio sbagliato, però anche metterlo sempre non è che sia una gran cosa. Lì non c'è una regola, si va a orecchio, però per esempio io storcerei il naso se leggessi una cosa simile:

"Ciao!" disse Tizio agitando la mano.

"Ehilà! Come stai?" domandò Caio avanzando di un passo.

"Tutto bene! Oggi ho ammazzato mio suocero!" esclamò Tizio estraendo una pistola.

"Wow! E dove l'hai colpito?" chiese l'altro indicando l'arma.

"Alla gamba e al cuore" rispose l'uomo mimando uno sparo.

"Fico, voglio farlo anch'io!" disse Caio stringendo i pugni.

"Ok, ti presto la pistola" disse Tizio porgendola all'amico.

"Perfetto!" esclamò l'altro prendendo l'oggetto.

"Allora ci sentiamo. Fammi sapere com'è andata" salutò l'uomo incamminandosi verso casa.

"Contaci! Ciao!" rispose Caio osservando l'altro allontanarsi.

Diciamo che non è sbagliato, ma un abuso di gerundi può rendere i dialoghi meno efficaci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, il punto che nel gerundio presente deve essere possibile la contemporaneità è assodato, anche se bisogna fare attenzione che davvero sia possibile questa contemporaneità. Abbiamo anche stabilito che non bisogna abusare del gerundio. Ho approfondito su una grammatica e aggiungerei per completezza: se il gerundio ha il soggetto diverso da quello della frase principale, allora è necessario sempre esprimere il soggetto nella frase con il gerundio.

Infine, sempre su questa grammatica, ho trovato, riguardo al gerundio passato, una nota: in pratica si sostiene che il gerundio passato non sia molto usato e che venga di norma sostituito dalle frasi esplicite. Insomma, direi che il gerundio passato, secondo il testo, sia desueto (o lo stia diventando). Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×